Sanità, Tassone attacca Limardo: “Già in campo attività propedeutiche alla Conferenza dei sindaci, metta da parte la propaganda politica”

“Proprio perché conosco il preoccupante stato della sanità vibonese, ritengo opportuno agire con la massima serietà e con il massimo senso di responsabilità”.

Il presidente della Conferenza dei sindaci Luigi Tassone non ci sta a subire l’attacco del sindaco di Vibo Valentia Maria Limardo e racconta la sua versione dei fatti esponendo le attività in programma per l’immediato futuro.

“Spiace rilevare – sostiene il primo cittadino di Serra San Bruno – che, anziché riflettere sui problemi cercando di individuare le soluzioni, il sindaco di Vibo preferisca, ancora una volta, attardarsi in polemiche squisitamente politiche, dimostrando peraltro repentini cambiamenti di idee non giustificati da novità intervenute. Non più tardi di un mese fa, durante il Comitato di rappresentanza era stato il sindaco di Monterosso Antonio Lampasi a proporre di organizzare la mobilitazione invocata in precedenza dal sindaco di Gerocarne Vitaliano Papillo. La proposta, però, ha trovato la contrarietà di Limardo che, oggi, fulminata sulla via delle elezioni regionali e con scarsa attitudine alla coerenza, d’improvviso si fa promotrice dell’iniziativa che aveva avversato”.

Tassone passa poi ad illustrare le attività messe in campo ed afferma che “come presidente della Conferenza dei sindaci ho concordato, dialogando con altri sindaci, una serie di riunioni organizzate per Distretti per cercare di produrre un documento condiviso atto a rilevare le esigenze dell’intero territorio. Giovedì – precisa - ci sarà la riunione riguardante il Distretto di Serra, poi avrà luogo quella del Distretto di Tropea. Il tutto per integrare, eventualmente, il documento elaborato a seguito del Consiglio comunale di Vibo. Dunque, questa programmata azione di ascolto serve per analizzare, riscontrare, rilevare, preparare. Tutte attività propedeutiche per lo svolgimento di un Comitato di rappresentanza con le parti sociali e per la successiva convocazione della Conferenza dei sindaci, che è luogo di confronto sulle tematiche sanitarie e momento per discutere di cose concrete, la quale si potrà così compiutamente esprimere sull’opportunità di predisporre la mobilitazione. Sbaglia pertanto – conclude Tassone – chi considera la Conferenza dei sindaci come occasione di propaganda politica"

  • Pubblicato in Politica

Serre: sorpreso in auto con la marijuana, 22enne finisce in manette

I carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Serra San Bruno hanno tratto in arresto Gaetano Pisano, 22enne di Arena, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, il giovane viaggiava sulla sua auto, quando è stato fermato ad un posto di controllo nel comune di Acquaro.

Ne è scaturita una perquisizione nel corso della quale, nella tasca del giubbotto di Pisano, i militari hanno rinvenuto sette grammi di marijuana.

Una volta accompagnato il 22enne negli uffici del comando Compagnia per i successi accertamenti, i carabinieri della Stazione di Arena hanno perquisito l'abitazione dell'arrestato.

Durante il controllo, in un pensile della cucina, sono stati rinvenuti altri 22 grammi di marijuana.

Pisano, pertanto, è stato dichiarato in stato d'arresto per detenzione ai fini di spaccio di marijuana e ristretto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa del processo con rito direttissimo.

Serra, l’amministrazione comunale replica a “Liberamente”: “Minoranza allo sbando, chi non può fare il consigliere deve dimettersi”

“Il solito disco rotto di Liberamente torna a ronzare per tentare di marcare una presenza che i serresi da tempo non vedono”.

L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Luigi Tassone non ci sta a subire la pressione della minoranza e replica che “non basta qualche riga forzata e senza contenuti per poter contrastare la forza dei fatti”.

“Fatti – sostengono gli amministratori – che si possono facilmente notare circolando per la nostra cittadina, risultati che possono essere percepiti confrontando la situazione da cui siamo partiti con quella attuale. Dalla gestione dei rifiuti alla potabilità dell’acqua, dalla programmazione di attività volte all’aumento dell’occupazione al miglioramento della situazione degli impianti sportivi, tutto conferma un lavoro efficiente condotto da forze responsabili che parlano in maniera trasparente diversamente da chi è abituato a confondere le persone con il fumo del populismo”.

La maggioranza ribalta le accuse, invita la controparte a “fare autocritica” riconoscendo di “aver sostanzialmente abdicato al proprio ruolo e di essere allo sbando” ed afferma che “la gente sa valutare chi produce azioni concrete e chi fa solo parole”.

“Capiamo l’evidente preoccupazione che traspare dal documento diffuso dalla minoranza (per leggerlo clicca qui) – aggiungono gli amministratori – perché chi sa di perdere deve correre ai ripari. Ma, visto che qualcuno si sente dispensatore di consigli, suggeriamo di allentare questo nervosismo perché di tempo per riflettere e per calmare paura e gelosia ne avranno in abbondanza”.

Quanto alla richiesta di dimissioni, gli amministratori ribaltano i ruoli e invitano “qualche consigliere ‘fantasma’ che, non mantenendo le promesse fatte alla comunità, non ha più credibilità e non svolge il proprio compito a valutare tale proposta per se stesso lasciando spazio agli altri” aggiungendo che “prima di criticare gli altri bisognerebbe giudicare il proprio operato”.

La maggioranza annuncia infine “una grande manifestazione che avrà luogo nel mese di dicembre con la quale ci confronteremo con i cittadini spiegando le nostre proposte ed ascoltando i loro contributi. Lo faremo nella massima chiarezza e rispettando gli impegni che prenderemo”.

  • Pubblicato in Politica

Serra, Liberamente invoca il ritorno alle urne

"Ci ha messo veramente poco, il sindaco voluto da Censore e "salvato" da Salerno, ad elencare il “frutto” del suo operato, o meglio di ciò che è riconducibile a finanziamenti e progetti altrui. Non si accorge, però, che dopo tre anni e mezzo trascorsi sul palazzo comunale, il solito elenco fatto di annunci è ormai diventato monotono e privo di credibilità politica. Insomma, nell'ombra di una stanza e seduto dinnanzi a foglietti propagandistici pieni di “nelle prossime settimane “ e “nei prossimi mesi", il protagonista del video messaggio lanciato ai serresi, ha provato goffamente a distogliere l'attenzione dal trasformismo politico di cui Serra è ostaggio, ripetendo il ritornello classico che precede qualsiasi competizione elettorale. Con le regionali alle porte, infatti, non mancano gli impegni per il “futuro” e l'imminente creazione di posti di lavoro grazie al rilancio dell'economia locale; così come non mancano le accuse di demagogia e strumentalizzazione nei confronti di un’opposizione che, purtroppo per coloro che dirigono la scena, non ha intenzione di consentire che Serra venga accecata dal fumo di una maggioranza nata a tavolino e non dal vaglio degli elettori. Serve a poco, insomma, elogiare un dispendioso progetto di raccolta differenziata che demanda ai privati, non solo la gestione, ma anche gli introiti dell’impegno dei cittadini; serve a poco, gonfiarsi per una fontana e ricordare la manutenzione del campetto di Via Matteotti che, dopo essere rimasto inutilizzato per tutta l'estate, in questo periodo, forse andrebbe bene per una pista di pattinaggio, giusto per evitare che l’inverno rovini migliaia di euro di manto erboso senza che nessuno ci abbia messo piede. Questi i risultati portati tre anni e mezzo dopo l'insediamento di un sindaco che prometteva una “rinascita” e che, nel frattempo, ha iniziato anche a “volare in alto”. E chissà se dai motti utilizzati alle scorse elezioni comunali non venga fuori il nome della prossima lista con cui, coloro che per venti anni sono stati avversari, ora correranno nella vana speranza di dare ossigeno a carriere politiche sulla triste via del tramonto. Perché se c'è una considerazione politica da fare, non è certo quella inerente a chi per lavoro, come migliaia di altri giovani del territorio, prova l'esperienza dell'emigrazione sulla propria pelle pur dimostrando impegno civico e adoperandosi con sacrificio per il futuro dell'intera comunità. Proprio ciò rientra nella strumentalizzazione e mostra i limiti di chi non ha la nozione di cosa sia fare politica, non "sotto il dettato di un capo", ma a fianco di un gruppo di persone libere e disinteressate. L'analisi, piuttosto, va focalizzata sulla scelta obbligata di fare una lista unica per le prossime elezioni comunali con i ritrovati amici “salerniani”. Cosa avrebbero fatto altrimenti? I numeri parlano chiaro e parleranno anche in futuro senza lasciare dubbi e dissolvendo qualsiasi paura. Ribadiamo, dunque, quanto già detto in passato. Visto che ora, dopo sette mesi da “L'Accurduni” di Verona, e con un predissesto comunale dichiarato, la lista Salerno-Censore è ufficiale, non c'è più motivo di imporre ai serresi una maggioranza basata su un solo consigliere comunale e non legittimata dal voto. Per questo chiediamo un sussulto di dignità: la maggioranza, invece di autoincensarsi, si dimetta entro l'ultimo giorno utile per consentire le elezioni nella prossima primavera e si sottoponga al giudizio dei serresi. Noi saremo lì ad aspettare, per dimostrare chi ha paura e chi no. Come sempre, Liberamente".

È quanto si legge in una nota del Movimento civico "LiberaMente"

  • Pubblicato in Politica

Simbario, due ragazzi di Serra sorpresi mentre cercando di liberarsi della marijuana

Due giovani originari di Serra San Bruno sono stati segnalati all'autorità giudiziaria ed alla Prefettura di Vibo Valentia per detenzione ai fini di spaccio ed uso personale di sostanze stupefacenti.

In particolare, durante un servizio di controllo, i carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Serra San Bruno hanno notato un'auto ferma nei pressi dell'area industruale di Simbario.

I militari hanno quindi deciso d'identificare i due giovani presenti nel veicolo, notando che uno di loro avrebbe cercato di nascondere qualcosa nell’abitacolo.

Il secondo ragazzo, invece, dopo essere sceso repentinamente dall'auto si sarebbe allontanato disfacendosi di un altro oggetto.

Dopo aver bloccato entrambi i giovani, gli uomini dell'Arma hanno perquisito il veicolo, trovando al suo interno un involucro con 5 grammi marijuana.

Ulteriori 10 grammi della stessa sostanza sono stati, invece, trovati nelle adiacenze dell'automobile.

Pertanto, i ragazzi sono stati accompagnati in caserma dove sono stati sottoposti a controlli più approfonditi che hanno dato esito negativo.

Infine, dopo aver sequestrato i 15 grammi di stupefacente, i carabinieri hanno segnalato i due giovani per detenzione ai fini di spaccio ed uso personale di sostanze stupefacenti.

Salute e sicurezza in agricoltura al centro di un incontro organizzato dall'Arsac

Nel pomeriggio dello scorso 28 ottobre, presso la sede dell’Ordine provinciale dei dottori agronomi e dottori forestali di Crotone, si è svolto un seminario informativo/formativo sul D. Lgs. 81/2008-Testo unico sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

L’iniziativa è inserita nell’ambito del progetto “Contrasto ai fenomeni del lavoro nero e dello sfruttamento del lavoro in agricoltura (Caporalato)” ed è stata organizzata dall’Arsac di concerto con la Federazione dei dottori agronomi e dottori forestali della Calabria, allo scopo di promuovere un confronto sulle tematiche inerenti l’applicazione nelle aziende agricole della normativa in materia di salute e sicurezza.

I lavori sono stati aperti da Enzo Talotta, presidente dell’Ordine provinciale di Crotone e seguiti da una relazione di Davide Colace, funzionario dell’Arsac, che ha inquadrato il seminario all’interno del complesso di attività che il Dipartimento agricoltura della Regione Calabria ha inteso delegare e finanziare all’Arsac, nell’ambito degli interventi in materia di “agricoltura sociale”.

Il cuore dell’iniziativa, comunque, è stata la relazione tecnico-giuridica di Franco Penna, del Centro Asac di Serra San Bruno (VV), autore della monografia “Salute e Sicurezza in agricoltura”, fornita a tutti i partecipanti, il quale ha diffusamente trattato il tema, concentrando l’attenzione sulle problematiche nell’ambito delle attività agricole.

I numerosi partecipanti hanno dimostrato di apprezzare l’impegno nella divulgazione del testo normativo, animando il seminario con interventi e domande sugli aspetti più delicati e controversi di un insieme di prescrizioni, l’applicazione dei quali, spesso, comporta complicazioni burocratiche, per cui è sempre più impellente una generale risoluzione dei “conflitti” tra l’azienda e gli enti deputati ai controlli in materia, in un contesto di processi produttivi caratterizzati da standard qualitativi sempre maggiori.

Come corollario alla partecipazione, i professionisti agronomi-forestali, della provincia di Crotone, hanno potuto beneficiare degli appositi crediti formativi ed, ovviamente, dell’attestato di partecipazione rilasciato dall’Arsac.

Serra: possibili disagi nell'erogazione dell'acqua. Le zone interessate

"Si avvisa la popolazione residente nelle località Ombrellino, Rosarella, via Catanzaro (incrocio via Serra dei Monaci e Statua San Pio) con relative Traverse e via Serra dei Monaci che per controlli da effettuare sul serbatoio Castagnari potrebbero verificarsi disagi nell’erogazione dell’acqua potabile tra le ore 10,30 del 28.10.2018 e leore 6,30 del 29.10.2019".

È quanto si legge in un avviso diffuso dal Comune di Serra San Bruno.

A Serra San Bruno la maratona del benessere di Lelah Kaur

Una "maratona" all'insegna del benessere in senso olistico, pieno: fisico, psichico e spirituale. È quanto ha realizzato a Serra San Bruno la famosa maestra di danza e meditazione Lelah Kaur, nota per le sue partecipazioni televisive a trasmissioni come "Ballando con le Stelle".

Lelah ha proposto un'immersione in Oriente durata una intera giornata, totalmente gratuita, che si è svolta presso la palestra "Body e Fitness" di Vincenzo Bertucci. Entusiasmo tra i partecipanti di ogni fascia d'età che hanno potuto sperimentare la complessità della tradizionale danza del ventre, ma anche il più semplice pilates, così come il benefico rilassamento fisico e mentale.

E non finisce qui perché, visto il successo di questa prima ed efficace sperimentazione, Lelah tornerà con una "Maratona di Natale" già fissata per il prossimo 4 dicembre a Serra San Bruno. Per prenotarsi basterà utilizzare i canali social ufficiali della maestra di danza e meditazione. 

Lelah Kaur è maestra diplomata Midas in Danze Orientali e Master Reiki certificata, direttrice artistica della "LK Oriental Dance & Emotional Coach". 

È particolare e unico il suo metodo di "Danza Orientale Consapevole" con il quale ha cambiato radicalmente il modo di insegnare, diffondendo i benefici psico-fisici legati a questa disciplina artistica con una originale fusione tra danza ed esercizi di tecniche energetiche.

Sottoscrivi questo feed RSS