Serra - Verso le Comunali, Ferragina lancia l'iniziativa #MiglioriamoSerra

Si propone di “coinvolgere tutti i cittadini, dai più giovani agli anziani, nella politica locale e renderli partecipi del cambiamento”.

Questo lo scopo dell’iniziativa #MiglioriamoSerra, lanciata da Giuseppe Ferragina a distanza di qualche giorno dalla decisione di scendere in campo alle prossime elezioni amministrative.

In considerazione dei “diversi problemi” che affliggono la cittadina - dalla“ situazione dell'acqua potabile, alla sanità” -  Ferragina ha deciso di dare voce ai serresi.

“La mia iniziativa – si legge in una nota -  si svolgerà in due fasi. Nella prima verranno raccolte tutte le idee avanzate, con l'obiettivo di migliorare la nostra Serra, dal turismo all'urbanistica, dall’ambiente alla sanità, dai trasporti alla sicurezza fino ad arrivare alle grandi opere e ad ogni altra iniziativa che possa contribuire allo sviluppo della città. Nella seconda fase i cittadini saranno invitati online a scegliere le migliori idee tra quelle raccolte”.

“Scopo dell’iniziativa” è portare “all'attenzione del candidato a sindaco e della squadra, le due proposte più votate” e quindi inserirle nel programma elettorale dopo averne “valutato e verificato la possibile attuazione”.

L’invito di Ferragina è rivolto a tutti i cittadini, poiché “Serra San Bruno – scrive - è la nostra città e tutti abbiamo il dovere di valorizzarla”.

Dal momento che non è possibile “allestire un gazebo”, le proposte potranno essere inviate sulla pagina Facebook  miglioriamo Serra (che sarà attiva nei prossimi giorni) o tramite mail, all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Pubblicato in Politica

Serra - Verso le Comunali, Carrera: "Lascio ‘In Alto volare’, sto valutando la candidatura in un’altra lista"

“Con riferimento alle prossime elezioni amministrative in programma a Serra San Bruno, da ex componente di ’In Alto volare’ preciso che non è mia intenzione sostenere il movimento”.

E’ quanto si legge un comunicato di Angelo Carrera.

“ Anzi – aggiunge Carrera - sto valutando la possibilità di scendere in campo per la corsa alla carica di consigliere comunale con una lista differente rispetto a quella di “In Alto volare’”.

  • Pubblicato in Politica

Serra - Verso le comunali, Zaffino:"Mi candido con Liberamente, non sono interessato ad una lista di centrodestra"

Indipendentemente dall'eventuale presenza di una lista ispirata al centrodestra, alle prossime elezioni comunali di Serra San Bruno, il coordinatore cittadino di Fratelli d'Italia, Salvatore Zaffino, correrà con la compagine del movimento civico "Liberamente".

A confermarlo, in un comunicato stampa, è il diretto interessato, per il quale: “Fermo restando che, da quando sono stato nominato coordinatore  cittadino di FdI, ho sempre profuso il massimo dell’impegno in tutti gli appuntamenti elettorali che si sono presentati e sempre con ottimi risultati per il partito, precisando che il mio pensiero non è rivolto a nessuno in particolare, riguardo all’eventuale formazione di una lista di centrodestra (nel momento in cui dovessi essere contattato) posso dire di non avere intenzione di farne parte”.  "L’appartenenza politica – spiega Zaffino – non è un vestito da indossare a seconda della competizione elettorale che si presenta. Non si può pensare che ci siano sempre, solo e comunque gli interessi personali prima di quelli della nostra comunità. L’amore che mi lega al mio paese mi porta a cercare di dare, attraverso le prossime amministrative, il mio modesto contributo per poter dare speranza ad una terra che negli anni è stata depredata di quasi tutti quei servizi atti a rendere più vivibile la quotidianità del nostro paese. Lo farò scendendo in campo con il movimento civico Liberamente”. Zaffino, che non rinuncia ad assestare una stilettata all'apparente innaturale alleanza tra "La Serra rinasce" e "in Alto volare", aggiunge: “Gli inciuci che si vedono a livello nazionale rispecchiano in pieno le alleanze che si stanno delineando a Serra San Bruno per le prossime amministrative. In primis la lista Censore-Salerno che, dopo aver spaccato intere famiglie negli ultimi 20 anni, viaggiano d’amore e d’accordo sempre in nome del bene comune. La falsità più grande che possa esistere. Spero – conclude – sia arrivato il momento che i cittadini serresi diano una spallata a questo meschino modo di fare politica”.

  • Pubblicato in Politica

Premiati i carabinieri in servizio nel Vibonese

Al servizio della gente, in trincea nella lotta alla criminalità di ogni genere, lontano dai riflettori, abituati a lavorare notte e giorno dietro le quinte.
 
Sono i carabinieri del Comando provinciale di Vibo Valentia nelle varie articolazioni territoriali. La loro abnegazione e il loro spirito di sacrificio ha permesso di infliggere colpi durissimi alle agguerrite consorterie di 'ndrangheta sparse nel Vibonese.
 
Il loro intuito investigativo ha risolto praticamente tutti gli omicidi commessi sul territorio negli ultimi anni assicurando alla giustizia gli autori dei delitti, alcuni dei quali efferati, non tutti di stampo mafioso.
 
Per un giorno, le luci della ribalta si accendono sui carabinieri che lavorano giornalmente per rendere più sicuro il territorio vibonese.
 
Uomini e donne che il comandante della Legione Calabria, il generale di brigata Andrea Paterna ha voluto premiare con la consegna delle ricompense ai militari che si sono particolarmente distinti per atti di valore e per significative operazioni di servizio.
 
La cerimonia si è svolta nella giornata di ieri (18 giugno) dinnanzi la sede dello Squadrone eliportato Cacciatori Calabria.
 
Encomi consegnati ai comandanti e ai carabinieri del Nucleo investigativo, a quelli della sezione operativa e a quella Radiomobile della Compagnia di Vibo, di Serra San Bruno e Tropea, ai militari dello Squadrone eliportato “Cacciatori” operante in tutta la Calabria.
 
Ufficiali, marescialli, brigadieri, appuntati e carabinieri in prima linea nel contrasto ad ogni forma di illegalità e protagonisti di una serie di operazioni contro la 'ndrangheta in uno dei territori a più alta densità mafiosa presenti in Italia.
 
Blitz che hanno portato a numerosi arresti ma anche inchieste-lampo tese a svelare in tempi record i mandanti e gli esecutori materiali di omicidi commessi nella terra che vanta il triste primato del maggior numero di delitti commessi nel corso del 2018 in rapporto alla densità di popolazione presente.
 
Una genuina dedizione alla causa che ha permesso di catturare diversi latitanti e di sgominare sodalizi dediti al traffico e allo spaccio di droga sotto il diretto controllo delle locali cosche di 'ndrangheta egemoni sul territorio ma anche di sequestrare ingenti quantità di armi e munizioni così da disarmare le articolazioni criminali che in questo frangente storico sentono il fiato sul collo di chi, ogni giorno, combatte per l'affermare i valori della legalità.
 

Serra - Verso le comunali: “In alto volare” conferma l’alleanza con "La Serra rinasce"

“Quella del rinnovamento è una linea che abbiamo condiviso con i nostri alleati: riteniamo, infatti, che ci sia bisogno non solo di esperienza ma anche di freschezza, nel solco di un progetto politico imperniato sui concetti del rispetto della controparte politica e dello spirito democratico e di un progetto amministrativo volto alla crescita economica e sociale”.
 
È quanto afferma il gruppo “In alto volare” che ribadisce che “l’alleanza con il gruppo ‘La Serra rinasce’ è salda ed ha prodotto un’esperienza di governo positiva per la comunità serrese”.
 
“I processi politici – sostiene ancora il gruppo ‘In alto volare’ – devono essere guidati dalla classe dirigente che, tenendo conto della richiesta politica proveniente dalla propria base, deve operare una sintesi che anteponga gli interessi della cittadinanza alle aspirazioni personali. La politica deve essere al servizio del territorio e deve agire con senso di responsabilità. Su queste basi poggia la nostra proposta: i programmi ed i contenuti devono avere la priorità assoluta. Chi si propone di amministrare – conclude il gruppo – lo deve fare essendo consapevole del grande impegno richiesto e deve essere animato da vera passione civile”.
  • Pubblicato in Politica

Serra - Verso le comunali, Tassone: “Già delineato il sistema di vecchie e nuove alleanze"

"La nostra nuova lista civica è già proiettata verso la prossima competizione elettorale comunale: il sistema di alleanze, vecchie e nuove, è già perfettamente delineato e, anche per effetto dei nuovi ingressi, le richieste di partecipazione diretta sono superiori rispetto ai posti disponibili in lista. Ciò richiede una valutazione supplementare, in un contesto in cui le molteplici disponibilità testimoniano l’entusiasmo attorno al nostro progetto”. 

Il consigliere regionale Luigi Tassone fa il punto della situazione in vista delle elezioni amministrative a Serra San Bruno e spiega che “nei piccoli e medi Comuni il sistema maggioritario impone alleanze che vanno al di là dei colori politici e che si fondano sui programmi e sui contenuti”.

L’ex primo cittadino rende noto che “nella prima decade di luglio avrà luogo, nel rispetto delle norme anticontagio, un’iniziativa volta all’ascolto e orientata all’arricchimento del programma, le cui linee guida sono comunque già fissate sulla base degli accordi politici definiti. Quindi – conclude Tassone – noi siamo pronti, la nostra linea è tracciata e andremo avanti senza tentennamenti seguendo il percorso del rinnovamento, del senso di responsabilità e della razionalità per realizzare gli interessi della comunità serrese”.

  • Pubblicato in Politica

Serra San Bruno: ragazzina denuncia il padre violento, scatta la misura cautelare

Con plurime condotte, violente e minacciose ed in tempi diversi” avrebbe  “maltrattato la moglie, provocandole un grave stato di ansia, di umiliazione e di sofferenza, penose condizioni di vita ed un intenso e perdurante timore per la propria incolumità, con l’aggravante di aver commesso il fatto in presenza dei figli minori”.

Queste le motivazioni alla base della misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa emessa dal gip del Tribunale di Vibo Valentia, nei confronti di un 44enne di Serra San Bruno.

La vicenda ha avuto origine in seguito alla segnalazione fatta da una ragazzina, che per porre fine al presunto regime di terrore instaurato in famiglia dal padre, ha trovato il coraggio di raccontare ai poliziotti del Commissariato di Serra San Bruno quanto stava accadendo tra le sue mura domestiche.

In particolare, gli investigatori hanno ascoltato il racconto della giovane, stanca di assistere, insieme alle due sorelline, alle continue azioni violente che il padre avrebbe compiuto nei confronti della madre.

 Gli accurati e immediati accertamenti hanno quindi consentito di ricostruire una situazione, che si sarebbe trascinata da tempo, fatta di quotidiane sopraffazioni e violenze alle quali sarebbero state costrette ad assistere le tre figlie minori.

Durante i numerosi incontri con il personale del Commissariato, la ragazza ha ricostruito minuziosamente il quadro informativo, poi pienamente confermato dalle dichiarazioni, anche più dettagliate e dolorose, rese dalla madre.

Pertanto, l'indagato è stato raggiunto dalla misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa emessa dal gip del Tribunale di Vibo Valentia.

Serra. Arrivano quasi 200mila euro per la riqualificazione di “Lu Bellu”, Tassone: “I risultati confermano la bontà della programmazione

"Ammonta a 193.510,15 euro il contributo concesso dalla Regione Calabria (pari alla spesa ammessa) al Comune di Serra San Bruno nell’ambito del Psr 2014/2020 relativamente alle istanze presentate a valere sulla Misura 8 – Intervento 8.5.1. “investimenti diretti ad accrescere la resilienza e il pregio ambientale degli ecosistemi forestali'”.

A comunicarlo è il consigliere regionale ed ex sindaco Luigi Tassone che indica i dettagli degli interventi.

“È prevista – afferma Tassone – la riqualificazione dell’area di sosta attrezzata per la fruibilità turistico-ricreativa intorno alla casermetta forestale di ‘Lu Bellu’ con l’inserimento di tavoli, panchine, con la realizzazione di 4 punti fuoco, di una staccionata e di una struttura informativa. Saranno effettuati interventi volti alla mitigazione e all’adattamento ai cambiamenti climatici e la bonifica e la messa in sicurezza della zona mediante l’eliminazione della vegetazione infestante, oltre al pareggiamento della superficie nei punti erosi dai deflussi superficiali intorno al piazzale antistante la casermetta. Inoltre, potranno essere assunti operai e braccianti agricoli con una valida risposta in termini occupazionali”.

“Ancora una volta – aggiunge l’ex primo cittadino – i risultati confermano la bontà della programmazione e mi sento di ringraziare la squadra che mi ha sostenuto con impegno e passione civile fino all’ultimo giorno. Il nostro obiettivo è quello di guidare, con senso di responsabilità e lungimiranza, il processo di sviluppo del nostro territorio”.

  • Pubblicato in Politica
Sottoscrivi questo feed RSS