Serra, domani possibili disagi nell'erogazione dell'acqua

Possibili disagi nell'erogazione dell'acqua potabile, tra le 9 e le 13 di domani, in via Catanzaro, a Serra San Bruno.

L'eventuale disservizio è legato a lavori urgenti che interesseranno la rete idrica. 

 

Serra, oggi il comizio di Matteo Salvini

Tutto pronto per la visita di Matteo Salvini a Serra San Bruno.

Il leader della Lega, alle 10 di questa mattina, sarà impegnato in un'iniziativa elettorale in piazza Monsignor Barillari (davanti alla chiesa Matrice).

Dopo il comizio, come di consueto, Salvini si concederà a sostenitori e simpatizzanti per un selfie.

La tappa serrese è stata confermata da un tweet dello stesso capo leghista.

Al termine della manifestazione nel centro delle Serre, il "Capitano" andrà a Catanzaro, dove, alle 14.30, è atteso al Teatro Comunale ubicato su corso Mazzini. 

La giornata elettorale di Salvini si concluderà, quindi, a Fidenza, in Emilia Romagna.

Serra: trovato con 2 grammi di cocaina, denunciato un 37enne

È di tre persone denunciate il bilancio delle attività di controllo alla circolazione stradale effettuate dai carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Serra San Bruno.

A finire nel mirino dei militari sono stati due serresi, S.G., di 37 anni, sorpreso con due grammi di cocaina e C.R., 52 anni, trovato in possesso di un coltelino.

Denuncia anche per B.G., 30 anni, residente in un paese del comprensorio serrese, risultato positivo al test etilometrico con un tasso alcolico complessivo di circa 1.54 g/l, superiore, quindi, rispetto allo 0.5 g/l consentito dalla legge.

In questo caso, è scattato anche il sequestro dell’autovettura e il ritiro della patente.

Serra, Albano-Lagrotteria-Giancotti:"Amministrazione comunale dannosa, incapace e inadeguata"

“Recuperino l’onestà intellettuale, dicano che posizione politica hanno” e ci saremmo aspettati il completamento della frase con l’espressione di Peppino “… e ho detto tutto” (Totò, Peppino e la Malafemmina).

Intanto cogliamo positivamente che qualcuno abbia deciso quantomeno di mettere in bocca almeno su i giornali, perché diversamente è cosa oramai rara, delle parole, seppur senza senso e fuori luogo, agli Amministratori di minoranza/maggioranza, i quali hanno dato dimostrazione, insieme al Sindaco, di vivere veramente un’altra realtà che nulla ha a che fare con quella che i cittadini Serresi devono, loro malgrado, vivere ogni giorno.

A tal proposito chiediamo loro quando affermano “Nella città in cui vivono i Serresi, che pure non è esente da alcuni problemi tipici di tutte le realtà comunali italiane che comunque vengono affrontati con impegno e determinazione... grazie alle attenzioni dell’Amministrazione comunale” cosa intendono con “problemi tipici” forse una nuova fonte di attrazione turistica oppure qualcosa di cui dovremmo tutti essere loro grati.

Sarebbe, poi, interessante capire a quali dei seguenti problemi, esattamente, sono rivolte “le attenzioni degli Amministratori”:

Ø  Alle condizioni in cui versano le strade comunali? Che asfaltate solo qualche mese fa oggi sono in un evidente stato di degrado e che ha visto il Comune di Serra spendere, per tali interventi, una somma complessiva di oltre 80.000 euro.

Ø  Alle problematiche legate alla spesso mancata salubrità delle acque, accertata, periodicamente, da ordinanza del Sindaco, o al fatto che ancora oggi i Serresi serviti dal serbatoio “Castagnari”, nonostante un investimento pari a 250.000 euro, non vedono garantito il sacrosanto diritto di usufruire di una fornitura idrica regolare dai rubinetti di casa, peraltro acqua pagata al Comune anche a buon prezzo?

Informiamo, gli Amministratori, che al protocollo è stata presentata una lettera di protesta scritta e sottoscritta da parte di decine di cittadini, senza acqua in pieno inverno, che non vivono certamente “nel paesello immaginario”;

Ø  Alle problematiche che ad oggi hanno determinato la chiusura di una realtà di essenziale importanza per la nostra comunità come la Piscina?

Sembrerebbe che avevate preso impegni per risolvere, entro venerdì scorso, tali questioni ma ad oggi nessuno “annunciazione”, anzi nessuno di Voi, il Sindaco in primis, ha avuto il coraggio di metterci la faccia davanti agli utenti della struttura, in particolare, e ai cittadini, più in generale, per dare le spiegazioni del caso e prendersi le dovute responsabilità; forse troppo presi dalla campagna elettorale;

Ø  Alla notizia riportata nei giorni scorsi (10.01.2020) su i quotidiani e che ancora una volta rende noto ai cittadini del territorio delle Serre che il nostro presidio ospedaliero è stato privato del servizio della seconda ambulanza in quanto sarebbe stata sospesa la doppia reperibilità per autisti ed infermieri (se volete siamo pronti a spiegarvi cosa significa e a cosa serve)?

Anche qui aspettiamo l’ennesima “annunciazione” da parte del Sindaco nonché Presidente della Conferenza dei Sindaci della Provincia di Vibo;

Ø  A verificare e porre rimedio allo stato di degrado che abbiamo segnalato nel nostro precedente articolo rispetto alla presenza di eternit nel centro cittadino?

Alleghiamo per la pubblicazione le foto così magari riuscite a trovare il luogo dove da settimane sono state comodamente poste, se vi serve possiamo fornirvi anche le coordinate Gps;

Ø  Al fallimento delle iniziative, eventi e manifestazioni natalizie, costate alle casse comunali circa 30.000 euro, che avrebbero dovuto portare migliaia di turisti a visitare e soggiornare a Serra ma che ad oggi risultano essere non pervenuti. Se così non fosse aspettiamo comunicazione ufficiale su i costi e sul maggior flusso turistico generato da tali iniziative.

È vero siamo delusi e arrabbiati.

Lo siamo come ogni cittadino Serrese che vede Serra morire lentamente ogni giorno, soprattutto, grazie anche ad una Amministrazione inadeguata, incapace, disinteressata ed inefficiente, che risulta essere concentrata costantemente e precipuamente sugli appuntamenti elettorali che si susseguono nel tempo.

E’ il ruolo che ricopriamo che ci impone di denunciare i disservizi e i disagi che affliggono il nostro territorio in generale ed in particolare Serra San Bruno e non cesseremo mai di farlo. A noi non interessa denigrare il Sindaco, in quello ci riesce da solo e dove non riesce lui completano egregiamente l’opera i Suoi Consiglieri. Né danneggiarlo; a noi interessa che ad essere danneggiata non sia Serra e per questo ci spenderemo con ogni sforzo nell’esecuzione del nostro mandato ed a fare quanto nelle nostra disponibilità per impedire che ciò avvenga.

Riguardo poi al “recuperare l’onestà intellettuale”, non abbiamo capito perché e se dovremmo essere noi a farlo con una, quanto mai improbabile, dichiarazione di voto a Tassone il Sindaco “Cazzaro” oppure dovrebbero essere il Sindaco, la Giunta e i Consiglieri a fare quanto necessario per “recuperare l’onestà intellettuale” persa nei confronti dei Serresi: dimettersi per aver tradito il mandato elettorale ed aver dato vita ad una coalizione di minoranza/maggioranza del tutto dannosa, inadeguata e incapace ad amministrare la nostra bellissima cittadina".

 È quanto scrivono in una nota i consiglieri di minoranza, Walter Lagrotteria, Valeria Giancotti e Brunella Albano.

 

  • Pubblicato in Politica

I poliziotti di Serra arrestano un giovane trovato con 92 grammi di marijuana

Un giovane ghanese richiedente protezione internazionale, residente presso il centro d'accoglienza di Brognaturo è stato arrestato dai poliziotti del Commissariato di Serra San Bruno, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, durante un controllo, nei pantaloni dell'uomo, gli agenti hanno trovato un involucro con 92 grammi di marijuana.

È seguita, quindi, una perquisizione presso la struttura d'accoglienza in cui risiede il cittadino extracomunitario, nella quale un altro ghanese di 30 anni è stato trovato in possesso di altri 15 grammi della stessa sostanza.

Il 30enne, nei cui confronti pende una denuncia per non aver ottemperato al decreto prefettizio di revoca della misura d'accoglienza, è stato denunciato in stato di libertà.

Serra, domani si riunisce il Consiglio comunale

"Approvazione Piano di riequilibrio finanziario Art. 243 D.lgs 267/2000".

Questo l'unico punto all'ordine del giorno del Consiglio comunale convocato per le 9.30 di domani (3 gennaio).

Come di consueto, la seduta si svolgerà nei locali di Palazzo Chimirri.

Qualora non dovesse essere raggiunto il numero legale in prima convocazione, la seduta sarà aggiornata alle ore 12 di sabato 4 gennaio.

  • Pubblicato in Politica

La denuncia di LiberaMente: "Serra ostaggio di un’amministrazione comunale tenuta in vita per salvaguardare postazioni di potere"

"Con le elezioni regionali alle porte e la candidatura in extremis del sindaco di Serra, ciò che avevamo denunciato in seguito all' Accurduni appare chiaro e il patto trasversale stipulato a Verona assume la sua vera natura politica. Altro che senso di responsabilità: come già sottolineato, Serra si trova in ostaggio di un’amministrazione comunale tenuta in vita per le competizioni elettorali e per salvaguardare postazioni di potere da mantenere a tutti i costi. Una scelta, quella di occupare un posto nella lista del PD, tutt'altro che frutto di un reale rinnovamento e di un'attenta programmazione. Pare che, nelle concitate ore precedenti alle chiusure delle liste regionali, dopo i pugni sbattuti sul tavolo del partito, dopo le firme ritirate a sostegno del Presidente Callipo e dopo un altro viaggio che vede stavolta i protagonisti “veronesi” bussare insieme, senza risposta, anche alle porte del centrodestra, qualcuno, pur di non mollare la posta per la quale aveva lavorato per mesi, abbia dovuto ripiegare imponendo ai suoi accoliti, con i soliti metodi, il suo fedelissimo “scudiero” e questi, con non pochi indugi – vista la sconfitta certa – abbia dovuto accettare. Si tratta di una candidatura, quella del “figlioccio” in sostituzione del padrino politico, che non fa altro che portare avanti quello che ormai da anni combattiamo: la politica delle poltrone da conservare; la politica delle carriere; la politica dei capi che impongono le proprie scelte utilizzando e poi scartando le persone a convenienza, senza minimamente preoccuparsi dei problemi reali della gente. Ci impegneremo, dunque, a contrastare politicamente la candidatura di facciata e costruita sull'asse Salerno/Censore, pur rimanendo coerenti alla nostra politica di stampo civico e locale. Come movimento LiberaMente, infatti, non sosterremo nessun canditato/a o lista, ribadendo che il nostro simbolo e nome non verranno utilizzati in supporto di nessuno, ferma restando la libertà di ognuno di seguire i propri orientamenti politici e sostenere chi più lo rappresenta. Pertanto, fedeli a quanto abbiamo sempre detto ai nostri concittadini, abbiamo rifiutato di partecipare alle prossime elezioni con una candidatura diretta, rispettosi del nostro spirito civico e, a differenza di altri, del mandato affidatoci dai nostri elettori. La nostra rotta continuerà ad essere orientata verso il bene di Serra e all'affermazione di un' alternativa sana al vecchio sistema creato dai “soliti noti”, dal quale, ancora una volta, si evince che preservare le postazioni è più importante della salvaguardia del bene comune. Una comunità, quella serrese, che a giorni si troverà ad affrontare le conseguenze di un predissesto frutto proprio dell’alternanza politica di questi personaggi, che per anni hanno diviso la collettività ed ora si appoggiano a vicenda per riciclarsi sotto nuove spoglie. Nella speranza che il nuovo anno metta definitivamente fine ai giochi di potere che sopprimono le speranze di un intero territorio, auguriamo a tutti i nostri concittadini un 2020 di vero rinnovamento".

È quanto si legge in una nota del Movimento civico serrese LiberaMente

  • Pubblicato in Politica

Serra: 25enne denunciato per possesso di marijuana

È di quattro denunce il bilancio dei controlli alla circolazione stradale effettuati dai carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno in occasione delle festività natalizie.

Tre persone sono state denunciate perché trovate in possesso di coltelli; mentre un 25enne è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, dopo essere stato fermato in auto durante la notte di Natale, il giovane è stato trovato in possesso di dieci grammi di marijuana  

Inoltre, i militari hanno sequestrato quattro auto, ritirato cinque patenti ed elevato 12 contravvenzioni, per un totale di 8.600 euro.

Sottoscrivi questo feed RSS