“La Serra rinasce” fa il punto della situazione: “Molto positiva l’azione dell’amministrazione comunale”

"Si è svolto nella serata di ieri un incontro molto partecipato del movimento 'La Serra rinasce' che è stato contraddistinto da un clima di positività e rinnovato entusiasmo e nel quale i simpatizzanti hanno espresso la propria approvazione per l’azione politica e amministrativa messa in campo. L’incontro si è articolato in due momenti.
Nel primo è stata esaminata l’azione amministrativa con l’illustrazione dei progetti portati a termine, di quelli in fase di completamento e di quelli in fase di progettazione. Sono state inoltre tracciate le linee guida per il futuro. I partecipanti hanno espresso viva soddisfazione sia per i risultati esposti sia per la concretizzazione dell’accordo con il movimento civico 'In alto volare', ritenuto anche come un'importante occasione di confronto.
Nel secondo il dibattito si è concentrato su temi prettamente politici ed in particolare sulle ormai imminenti elezioni europee. Il gruppo ha ricordato la propria ispirazione a valori di centrosinistra ed ha ribadito la volontà di sostenere in maniera compatta il Partito democratico". 
 
È quanto si legge in una nota del movimento “La Serra rinasce”.
  • Pubblicato in Politica

Serra, allerta meteo per possibili precipitazioni intense

A causa di possibili "precipitazioni intense", il sindaco di Serra San Bruno, Luigi Tassone, ha diramato un avviso di allerta meteo, valido dalle 13.15 di oggi (15 maggio)  fino alla mezzanotte del 16 maggio.

Nell'avviso diffuso dal Comune, in seguito al messaggio di allertamento unificato trasmesso dall'Arpacal, s'invitano i cittadini a prestare particolare attenzione nelle zone di: "viale della Libertà, via De Gasperi, via Calcarella, corso Umberto I, Terravecchia zona chiesa Matrice (via Fiume, via San Biagio, ecc..), via A. Scrivo, corso Vittorio Emanuele III e via Aldo Moro".

  Possibile rischio idrogeologico, invece, lungo il corso dei fiumi Ancinale (tra Santa Maria e San Rocco) e Garusi (tra località Leonà e l'innesto nell'Ancinale).

Segnalato, infine, pericolo frana nelle località: San Rocco, Guido, Pittina, Scorciatina ed in via San Brunone (innesto con località Ombrellino).

  • Pubblicato in Cronaca

Serra, piccata replica dell'amministrazione a Liberamente: "Seguano un corso accelerato sul funzionamento degli enti" 

“Capiamo il nervosismo determinato dalla paura di restare a lungo all’opposizione, ma ci sembra alquanto stucchevole ripetere come un disco rotto sempre le stesse cose nella speranza di tenere vivo l’interesse di un elettorato ormai annoiato da esagerazioni e forzature e dunque sempre più lontano”.

L’amministrazione comunale replica a “Liberamente”(Per leggere la nota clicca qui) e ribadisce: “il nostro obiettivo è quello di dare risposte concrete alla collettività”.

“Diversamente da chi preferisce perdere tempo a parlare alla luna – sostengono i componenti dell’amministrazione comunale – noi ci concentriamo sui problemi reali e sulle possibili soluzioni. Le nostre risposte arriveranno già nell’arco del prossimo mese con importanti obiettivi che saranno centrati. Probabilmente, è proprio questo lo scopo della minoranza: distogliere l’attenzione della popolazione da quanto si sta realizzando impostando in pianta stabile una campagna elettorale basata sulla rissa verbale, sui tranelli, sull’odio e sulla gelosia. La minoranza – aggiungono - vuole evitare che la gente parli del distacco da Sorical del quartiere di Terravecchia, degli interventi che saranno effettuati sulla viabilità, della prossima apertura della nuova struttura sportiva adiacente la scuola media, dell’attenzione che stiamo rivolgendo alle opere che erano rimaste incompiute, delle costanti attività di manutenzione, della programmazione che si sta mettendo in campo e che produrrà benefici per la comunità a lungo termine”.

Quanto alle contestazioni sul Dup, l’amministrazione, dopo aver precisato che “la minoranza parla impropriamente di triennio precedente non sapendo che il Documento viene aggiornato annualmente”, asserisce che “l’opposizione conferma il carattere strumentale delle proprie ingannevoli affermazioni facendo finta di ignorare i provvedimenti previsti, che peraltro sono stati ripetutamente illustrati”.

“Nell’attesa che gli esponenti di ‘Liberamente’ provvedano a seguire un corso accelerato sul funzionamento degli enti – concludono gli amministratori – e che si rimettano in carreggiata nel processo di apprendimento della macchina amministrativa, noi continueremo a lavorare con passione e determinazione per realizzare programmi di sviluppo evitando che l’arte parolaia possa confondere le acque”.

Serra, Liberamente: "Amministrazione calata dall'alto per mantenere il potere"

Riceviamo e pubblichiamo

"La responsabilità ha un termine: 24 febbraio 2020. Giova ribadirlo all'attuale amministrazione comunale e al sindaco del duo Salerno-Censore, il quale, come se nulla fosse accaduto, si cimenta in riflessioni di natura politico-rappresentativa dimenticando di avere calpestato il mandato elettorale conferitogli dagli elettori nel giugno del 2016. Mancano meno di 300 giorni, dunque, per rassegnare le dimissioni e dare nuovamente la parola ai cittadini serresi, gli unici detentori della sovranità della nostra cittadina, mettendo così in atto quanto stabilito dall'articolo 8 della legge 120 del 1999. Riteniamo che sia questa l'unica azione utile a ridare dignità politica all'istituzione comunale, una strada che, se intrapresa, darebbe significato al “senso di responsabilità” volto ad evitare il commissariamento dell'ente, ed a tutelare il “bene comune” di tutte le serresi ed i serresi. Senza il coinvolgimento dell'elettorato, infatti, l'operazione “accurduni” rimane confinata alla sfera di un accordo politico di interesse, del quale Serra non sa cosa farsene e che ha già determinato una profonda spaccatura all'interno della comunità. Se ne faccia una ragione l'attuale vice sindaco, presente in consiglio comunale grazie a una manciata di voti che le hanno permesso di conquistare un seggio di opposizione. Già, perché proprio tra i banchi dell'opposizione, per quasi tre anni, Jilenia Tucci ha più volte ribadito l'inadeguatezza delle scelte di chi, oggi, sostiene in una “nuova” maggioranza decisa a tavolino da capi politici mossi dal proprio egocentrismo. Nessun contributo è arrivato dal neo-vice sindaco, infatti, per le linee programmatiche stabilite dal Documento unico programmatico 2019-2021: nulla riguardo la gestione dei rifiuti, nulla per ciò che concerne la stabilizzazione degli Lsu/Lpu, nulla sul piano di distacco da Sorical. Addirittura, nella seduta dell'ultimo Consiglio comunale, nessuna parola è stata spesa per rivendicare progetti e finanziamenti lasciati in eredità dalla precedente amministrazione e, ad oggi, uniche opere utili all'attuale maggioranza per prendere meriti che non le appartengono. Eppure, tutti questi temi, sono stati gli argomenti prediletti della consigliera Tucci in qualità di consigliere di opposizione. Argomenti che oggi sembra avere dimenticato, approvando un bilancio di sostanziale continuità al triennio precedente. La parola “coerenza”, in questo contesto, suscita quantomeno ironia. Eppure, la speranza è che spinti da un senso di dignità politica, coloro che oggi permettono ad una maggioranza non eletta dal popolo sovrano di amministrare il bene comune di tutti, possano arrivare al termine del 24 febbraio 2020 con idee mutate e rispettose della normale vita democratica. Il nostro movimento civico continuerà a ricordarlo, contando i giorni e rimanendo fedele alla volontà espressa dagli elettori. Ad oggi, duole constatare, purtroppo, che chi rappresenta le istituzioni indossa la fascia tricolore come se fosse un elemento decorativo da sfoggiare in foto in posa, dando vita a consigli comunali dove viene imposto il silenzio al resto di consiglieri e assessori, invece di dare loro l'opportunità di relazionare sulle attività dell'ente. Insomma, non c'è più tempo per alibi ed astratti appelli al dovere verso la comunità: la fascia di sindaco appartiene al popolo sovrano. Lo stesso popolo che ha dato un mandato chiaro e che ora, invece, si ritrova ad essere rappresentato da un'amministrazione calata dall'alto e incentrata sul mantenimento del potere".

Movimento civico serrese LiberaMente

Serra, Maria Fida Moro in collegamento con l’Istituto Einaudi

Alla vigilia dell’anniversario del 9 maggio, giorno del ritrovamento del corpo senza vita di Aldo Moro assassinato nel 1978 dalle Brigate Rosse, verrà presentato venerdì 3 maggio alle ore 11.00, presso l’Istituto d'istruzione superiore “L. Einaudi” di Serra San Bruno, il volume del sociologo e giornalista Mario Arcuri, "Aldo Moro, spiritualità di un cristiano in politica" (BookSprint edizioni, 2018).

La presentazione del volume rientra nelle iniziative previste dal progetto “Biblioteche scolastiche innovative” – che ha già visto la presenza nell’Istituto scolastico serrese di Sonia Serazzi con il suo romanzo "Il cielo comincia dal basso" (Rubbettino editore) e di Alessandro Carioti con il libro "Riscoprirsi madre" (Tau edizioni) – e rappresenta un momento importante di riflessione per gli studenti intorno a una figura e a una vicenda (cominciata il 16 marzo 1978 con il rapimento di Moro e il terribile eccidio della sua scorta) che hanno segnato profondamente la storia d’Italia.

La ricerca di Mario Arcuri analizza la spiritualità e il pensiero politico di Aldo Moro, la sua fede cristiana che si materializza all’interno di uno Stato laico.

Un viaggio, dunque, nella sua vita che diventa espressione e meditazione profonda e che si addentra nella materia in maniera ricca, esaustiva e dettagliata restituendo le ultime testimonianze di Aldo Moro, le sue ultime lettere durante la prigionia, nonché la formazione giovanile del grande statista vissuta nella Fuci di Giovanni Battista Montini, futuro Paolo VI.

Il libro contiene tra l’altro la presentazione dell’arcivescovo di Catanzaro-Squillace, monsignor Vincenzo Bertolone, e la prefazione della figlia primogenita dello statista, Maria Fida.

Proprio con Maria Fida Moro è previsto un collegamento telefonico che permetterà agli studenti di ascoltare la sua testimonianza e l’impegno profuso in questi 41 anni per la ricerca della verità.

  • Pubblicato in Cultura

Serra, domani il primo appuntamento con il "Maggio dei libri"

Riconoscendone la valenza culturale e nel segno della continuità, il Comune di Serra San Bruno e l'Istituto comprensivo "Azaria Tedeschi" hanno aderito al "Maggio dei libri".

La campagna nazionale di promozione della lettura dà appuntamento a tutti dal 23 aprile al 31 maggio, quest’anno con il motto "Se voglio divertirmi leggo".

La sfida lanciata in ogni edizione è quella di liberare la creatività e cimentarsi nell’organizzazione di iniziative che coinvolgano le persone più diverse, portando i libri nella quotidianità e il più possibile fuori dai loro contesti tradizionali.

Anche quest’anno diversi sono i filoni tematici proposti dal Centro per il libro e la lettura, ai quali è possibile ispirarsi in completa libertà: “Desiderio e genio. A 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci”; “Dove sei giovane Holden? A cento anni dalla nascita di J.D. Salinger”; “Se questo è un uomo. A cento anni dalla nascita di Primo Levi”; “Guarda che luna! A cinquanta anni dall’allunaggio”.

Gli eventi culturali prenderanno il via il 2 maggio con la giornata intitolata “Inventiamo con Leonardo” promossa in collaborazione con l'associazione "Strafacendo" che si svolgerà presso la scuola primaria "Nazzareno Carchidi", che sarà caratterizzata da letture ad alta voce dedicate al più grande genio di tutti i tempi: Leonardo da Vinci. Seguiranno altre iniziative che saranno organizzate dalle scuole primarie e dalla scuola media dell'Istituto comprensivo “Azaria Tedeschi”.

“La promozione culturale e sociale, la crescita umana, lo sviluppo di coscienze critiche – ha commentato la presidente del Consiglio comunale Maria Rosaria Franzè - rappresentano priorità per la nostra Amministrazione, che vuole continuare ad essere vicina al mondo della scuola implementando le attività e sostenendo tutte le iniziative che contribuiscono a rendere più ricche le menti delle generazioni che saranno protagoniste del domani. Insieme agli Istituti presenti sul nostro territorio, metteremo in campo ogni azione utile per rendere i nostri studenti realmente competitivi e dotati dei più veri valori umani

  • Pubblicato in Cultura

Trasversale delle Serre, Tassone: “Emersa una verità storica, i processi vanno guidati dalla politica”

“Leggo, non con stupore, dei contrasti, esplosi in tutta la loro evidenza, tra il Comitato ‘Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato’ e la senatrice del Movimento 5 stelle Silvia Vono, in riferimento ai rapporti con Anas.

Sembrano passati secoli da quanto, come sindaco, facevo notare le contraddizioni nell’affrontare i problemi, gli scopi politici nascosti dietro una sigla, la formulazione forzata di posizioni finalizzate a centrare obiettivi personali”.

Il primo cittadino di Serra San Bruno, Luigi Tassone, ricorda “gli interventi volti a screditare l’operato dei rappresentanti istituzionali per migliorare la viabilità” e sottolinea che “è passato poco più di un anno da quando, con termini non sempre rientranti nell’ambito dei rapporti di collaborazione tra attori politici e sociali, veniva condotta una battaglia anche contro chi si spendeva e si spende per dare servizi più completi alla comunità”.

Di più, asserisce che “finalmente è conclamata una verità storica” e “i cittadini possono valutare chi lavora per la collettività e chi, invece, la collettività la utilizza come strumento”

Tassone rileva che “nei Comitati c’è sicuramente chi crede davvero all’azione popolare come mezzo democratico per dare soluzione condivisa ai problemi, ma s’insinua anche chi punta a raggiungere le proprie ambizioni personali servendosi del gruppo e ponendo in essere atteggiamenti pretestuosi ed attività controproducenti”.

Il concetto ribadito da Tassone è chiaro: “i Comitati possono dare un impulso, anche importante, ma è la politica - che lo ripeto, altro non è che l’espressione della volontà popolare – a dover guidare i processi individuando le strategie e le azioni più opportune”.

Precisato questo aspetto, il sindaco approfondisce i compiti della stessa politica: “chi oggi ha la responsabilità di governare deve individuare e mettere a disposizione le risorse per il completamento della Trasversale delle Serre. Negli anni scorsi, ci sono stati rappresentanti istituzionali che sono riusciti a rendere disponibili finanziamenti consistenti che sono serviti a realizzare i tratti che adesso sono percorribili. Quanti hanno criticato e in questa fase si trovano a rivestire cariche di rilievo, devono produrre più fatti e meno parole portando a compimento un’opera sulla cui populistica rielaborazione storica hanno costruito la propria carriera".

Serra, il servizio di raccolta dei rifiuti sarà attivo anche domani

Il servizio di raccolta dei rifiuti indifferenziati si svolgerà regolarmente anche nella giornata di domani, mercoledì 1 maggio.

A darne notizia è il comune di Serra San Bruno, che fa sapere che il servizio sarà garantito come da calendario. 

 

Sottoscrivi questo feed RSS