Serre: i carabinieri denunciano un 44enne trovato positivo all'alcol test

Continuano, sul fronte della prevenzione, i controlli effettuati da parte dei carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno.

In particolare, i militari hanno predisposto una serie di posti di blocco in alcuni punti nevralgici dei comuni di Arena, Acquaro, Dasà e Dinami.

Durante l’attività, nel corso della quale sono stati sottoposti a controllo una sessantina di  veicoli, un 44enne, A.F., di Vallelonga è stato trovato positivo all’alcol test ed è stato deferito per guida in stato di ebrezza.

Nel corso del servizio, i carabinieri hanno operato circa 25 perquisizioni veicolari e personali, sequestrato 6 mezzi ed elevato 17 sanzioni amministrative, per un importo complessivo di circa 3300 euro.

  • Pubblicato in Cronaca

Piantagione di marijuana rinvenuta nelle Serre, due persone in manette

Due persone, originarie d’Acquaro e Gerocarne, sono state arrestate dai carabinieri della Stazione d’Arena, dello Squadrone eliportato Cacciatori Calabria e della sezione Radiomobile della Compagnia di Serra San Bruno, perché trovate a prendersi cura di una piantagione di marijuana rinvenuta  ad Acquaro.

I 240 arbusti che componevano la coltivazione, avrebbero prodotto una quantità di stupefacente che, una volta immessa sul mercato, avrebbe fruttato circa 120 mila euro.

Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati posti ai domiciliari, in attesa delle determinazioni dell'autorità giudiziaria.

Serre, denunciati tre automobilisti

E’ di tre persone denunciate il bilancio dei controlli effettuati dai carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno durante il fine settimana appena trascorso.

In particolare, i militari hanno denunciato: un uomo di  Serra San Bruno, trovato alla guida di un veicolo nel cui interno è stato rinvenuto un coltello a serramanico; un automobilista di Gerocarne, per guida senza patente ed una persona d’Acquaro sorpresa alla guida di un’auto con un tasso alcolemico superiore di 4 volte a quello consentito per legge.

 In quest’ultimo caso, oltre alla denuncia penale, all’uomo, che rischia una sanzione amministrativa che va dai 1500 ai 6000 euro, è stata ritirata la patente.

  • Pubblicato in Cronaca

Serre: sequestrate 173 arnie, denunciati due apicoltori

Il Gruppo carabinieri forestale di Vibo Valentia, per il tramite delle Stazioni dipendenti, ha predisposto servizi mirati al contrasto al fenomeno del nomadismo apiario ed alla prevenzione e repressione delle patologie delle api, con particolare attenzione alla presenza dell’Aethina Tumida, un coleottero infestante degli alveari che causa il danneggiamento dei favi e la conseguente perdita di miele e polline.

I controlli, eseguiti in stretta collaborazione con il personale del servizio veterinario dell’Asp di Vibo Valentia, hanno portato alla denuncia di due apicoltori provenienti da fuori regione, accusati di aver movimentato e posizionato senza autorizzazione 173 arnie in alcune località dei comuni di Dinami, Simbario e Serra San Bruno.

Oltre a sequestrare le arnie ed i melari, gli uomini dell'Arma hanno elevato sanzioni amministrative per un importo complessivo pari a circa 2.700 euro per omessa comunicazione di variazione all‘anagrafe apistica.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Paura nella notte per una forte scossa di terremoto nel distretto sismico delle Serre

Una forte scossa di terremoto è stata registrata la notte scorsa nel distretto sismico delle Serre.

Poco dopo l'1,30 i sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno rilevato un sisma di magnitudo ML 3.8, a San Pietro di Caridà, in un'area a ridosso tra le province di Vibo Valentia e Reggio Calabria. 

L'ipocentro è stato localizzato ad una profondità di 10 chilometri.

Come se non bastasse, la terra è ritornata a tremare due minuti dopo, quando è stato avvertito un nuovo terremoto di magnitudo ML 2.3.

Nei comuni più vicini all'epicentro, migliaia di persone si sono riversate in strada.

Fortunatamente non si registrano danni.

Trasversale delle Serre, Solano al lavoro per collegare adeguatamente Serre e Costa degli Dei

«Collegare adeguatamente la zona montana della Serre con la cosiddetta Costa degli Dei, passando per la città capoluogo di Vibo Valentia».

È uno dei principali obiettivi che, in termini di miglioramento della viabilità stradale, il neo presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano, intende perseguire nel corso del suo mandato istituzionale.

«Obiettivo strategico per la viabilità vibonese che, stavolta, potrebbe davvero realizzarsi», ha asserito il presidente Solano, a margine di una riunione, tenutasi a Catanzaro, alla presenza dei massimi esponenti regionali dell’Anas, tra cui i dirigenti Giuseppe Ferrara e Marco Moladori, del presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, del vicesindaco di Filogaso (Daniele Rachieli) e dei sindaci di: Monterosso (Antonio Lampasi), San Nicola da Crissa (Giuseppe Condello), Vazzano (Vincenzo Massa), Pizzoni (Tiziana De Nardo) e Spadola (Cosimo Piromalli).

L’idea progettuale, illustrata da Solano nel corso dell’iniziativa all’Anas - che, in estrema sintesi, prevede il prolungamento della Trasversale delle Serre, dallo svincolo autostradale di Vazzano fino a Vibo Valentia - è stata sostenuta pubblicamente dal presidente Mario Oliverio, nonché dagli amministratori dei comuni vibonesi presenti che, tra l’atro, hanno espresso il loro «unanime apprezzamento» per il lavoro posto in essere dall’Anas.

«L’Ente nazionale per le strade sta avviando la realizzazione degli ultimi lotti della “Trasversale delle Serre” che ricadono in provincia di Vibo Valentia. Nella programmazione attuale tale arteria parte da Soverato in provincia di Catanzaro e termina definitivamente sull’Autostrada “A2 Mediterranea”, nella vallata del fiume Mesima, in provincia di Vibo Valentia, in corrispondenza dello svincolo autostradale di Vazzano di nuova realizzazione. Allo stato attuale - ha evidenziato il presidente Solano nel corso della riunione all’Anas - rimane disconnessa dalla costruenda arteria proprio la città capoluogo di Vibo Valentia e tutta la costa tirrenica del Vibonese, per cui la trasversale non realizza l’auspicato collegamento Ionio-Tirreno e lascia tagliate fuori anche le reti di servizi connessi alla città capoluogo, quali l’ospedale civile, le scuole superiori e la linea ferroviaria tirrenica. Trattandosi di opere di interesse sia statale che regionale - ha sottolineato Solano - diviene fondamentale inserire nel prossimo “Contratto di programma con Anas S.p.A.” almeno un ulteriore lotto stradale, della lunghezza di circa 10 chilometri, che consenta di prolungare, nel medio termine, la trasversale fino alla città capoluogo di Vibo Valentia. I vantaggi di tale lotto, come accennato, sarebbero innumerevoli per tutto il territorio provinciale rappresentato da questo Ente, poiché - ha chiosato il presidente Solano - oltre a muovere un ulteriore significativo passo verso il collegamento della costa Ionica con la costa Tirrenica (Costa degli Dei), potenzia enormemente i collegamenti della città capoluogo e la rete di servizi annessa con il proprio entroterra montano di riferimento».

Dei notevoli benefici che apporterebbe al territorio vibonese il prolungamento della Trasversale delle Serre, il presidente della Provincia di Vibo ha reso edotto, ufficialmente, attraverso un’apposita missiva, corredata dalla relativa progettazione, anche il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli.

Controlli nelle Serre, 4 persone denunciate per porto di coltello

Giornata di controlli, quella di ieri, per i carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Serra San Bruno e delle Stazioni competenti sull’area delle Serre vibonesi.

Nel corso delle attività, quattro persone, due di Nardodipace di 55 e di 21 anni, una di San Nicola da Crissa (65) ed una di Chiaravalle Centrale (50), sono state denunciate per porto di coltello. 

Durante i controlli alla circolazione stradale, effettuati con ispezioni e perquisizioni, sono stati utilizzati anche gli etilometri.

Fortunatamente nessun automobilista è stato trovato in stato di ebrezza.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Scossa di terremoto di magnitudo 2.3 nel distretto sismico delle Serre

Un terremoto di magnitudo ML 2.3 è stato rilevato a San Pietro di Caridà (Rc), nel distretto sismico delle Serre.

Il sisma, avvenuto alle 7,20 di oggi, è stato localizzato a dieci chilometri di profondità.

Tra i comuni più vicini al punto in cui è stato individuato l'epicentro, figurano: Dinami, Serrata, Galatro, Candidoni,  Laureana di Borrello, Acquaro, Dasà ed Arena

Sottoscrivi questo feed RSS