Condannati per vari reati: 32enne e 28enne arrestati dai Carabinieri

In ottemperanza a provvedimenti di esecuzione per espiazione in carcere emessi dall'Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale, due persone, rispettivamente di 28 e 32 anni, sono state tratte in arresto e tradotte presso la Casa Circondariale di Palmi, in provincia di Reggio Calabria, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

Ad eseguire le misure restrittive sono stati Carabinieri della Stazione di Sinopoli.

Rocco Carbone, già sottoposto al regime degli arresti domiciliari, dovrà espiare 2 anni, 3 mesi e 28 giorni di reclusione per reati danneggiamento, rapina, lesioni personali, detenzione abusiva di armi ed altro, commessi a Taurianova nel 2014.

Antonino Cutrì, già sottoposto al regime degli arresti domiciliari, dovrà, invece, espiare 3 anni e 8 mesi di reclusione per reati di violenza privata, danneggiamento, commessi a Sant’Eufemia d’Aspromonte nel 2013.

 

'Ndrangheta, latitante calabrese arrestato a Siracusa

Nella notte appena trascorsa, i carabinieri dell’aliquota Operativa della Compagnia di Siracusa hanno arrestato, in esecuzione di due ordinanze di custodia cautelari in carcere, Vincenzo Alvaro, classe 1972, originario di Sinopoli (RC), appartenente all’omonimo clan, pluripregiudicato per i reati di rapina, estorsione, armi e stupefacenti. Da alcuni mesi, per sottrarsi all’esecuzione delle due misure, l'uomo si era nascosto all’interno di un’abitazione di Belvedere, evitando il più possibile contatti con l’esterno. Grazie alla conoscenza del territorio, a seguito di una breve, ma intesa attività d’indagine,  i militari dell'Arma sono riusciti ad individuare l'abitazione in cui si nascondeva il 44enne. All’interno della casa sono stati rinvenuti più di 10 mila euro in banconote da 50 euro, che Alvaro utilizzava per le diverse spese che doveva affrontare nella clandestinità. Le due ordinanze di custodia cautelare in carcere rappresentano l’esito di due distinte indagini condotte, rispettivamente, dal GOA della Guardia di Finanza di Catanzaro che vedevano l'arrestato denunciato, insieme ad altri 34 soggetti, per associazione finalizzata al traffico internazionale di ingenti quantitativi di cocaina proveniente dal Sud America e dalla Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Genova, per detenzione e traffico di cocaina proveniente dal Perù e nascosta all’interno di container. Al momento della cattura, Alvaro non ha opposto alcuna resistenza. Dopo essere stato tradotto presso gli uffici dell’aliquota Operativa per l'espletamento delle incombenze di rito, è stato associato alla casa circondariale di Siracusa così come disposto dalle Autorità giudiziarie mandanti. Allo stato sono in corso ulteriori indagini finalizzate ad individuare le dinamiche, nonchè  la rete di persone che hanno favorito la lalatitanza dell'arrestato.

  • Pubblicato in Cronaca

Droga: arrestato un ragazzo di 17 anni

Un ragazzo di 17 anni è stato tratto in arresto dai Carabinieri per il reato di detenzione illecita di sostanza stupefacente, in esecuzione all’ordine di applicazione della misura cautelare in struttura comunitaria, emessa dal Tribunale per i minorenni di Reggio Calabria. Il provvedimento restrittivo a carico del giovane, di Sinopoli, è stato eseguito dai militari dell'Arma della locale Stazione.

Trovata canapa indiana in essiccazione all'interno di un casolare

All'interno di un casolare in disuso sono state rinvenute foglie di piante di canapa indiana in fase di essiccazione per un ammontare complessivo di 2,40 chilogrammi. A compiere la scoperta, in località Conturella di Sinopoli, in provincia di Reggio Calabria, sono stati i Carabinieri dello Squadrone Eliportato Cacciatori "Calabria" unitamente al personale della locale Stazione. 

Un arresto per truffa aggravata

Un uomo di 49 anni è stato tratto in arresto dai Carabinieri per il reato di truffa aggravata continuata in concorso, in esecuzione all’ordine di espiazione di pena detentiva in regime domiciliare, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi, per fatti commessi a Palmi nel periodo tra luglio 2010 e giugno 2012. Il provvedimento restrittivo a carico di Rocco Alvaro, di Sinopoli, è stato eseguito dai militari dell'Arma della locale Stazione. 

Rubava energia elettrica: 49enne in manette

I Carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza del reato di furto aggravato un uomo di 49 anni. I militari dell'Arma delle Stazioni di Sinopoli e Sant'Eufemia d'Aspromonte, nel corso di un controllo eseguito unitamente a personale ENEL presso l'abitazione di V.A., a Sinopoli, hanno accertato la presenza di un cavo collegato a monte del misuratore di consumo, che consentiva la libera erogazione di energia elettrica.

 

Droga: 32enne finisce agli arresti domiciliari

I Carabinieri hanno tratto in arresto un uomo di 32 anni per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, in esecuzione al provvedimento di espiazione pena, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Lagonegro , in provincia di Potenza. Giancarlo Messina, di Sinopoli, in provincia di Reggio Calabria, dovrà espiare la pena di 2 anni, 11 mesi e 9 giorni in regime di detenzione domiciliare, per fatti commessi a Lagonegro nel dicembre 2013. 

Possesso illecito di proiettili: denunciate due persone

I Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà un 31enne per il reato di detenzione abusiva di armi. Nel corso di una perquisizione domiciliare eseguita da militari dell'Arma, B.A., di Sinopoli, in provincia di Reggio Calabria, è stato trovato in possesso di 12 cartucce per pistola calibro 7,65, illecitamente detenute. Analogo episodio si è registrato a Taurianova, sempre nel Reggino, dove gli investigatori hanno deferito in stato di libertà P.G., di 73 anni, per il medesimo reato di detenzione abusiva di armi poiché, all'esito di uno specifico controllo, è risultato in possesso di 42 cartucce calibro 7,65, anche in questo caso illecitamente detenute.

 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS