Seguici su Facebook

Soriano: accende il camino e viene avvolta dalle fiamme, è grave

Una donna di 49anni è rimasta gravemente ustionata, mentre stava accenendendo il camino nella sua casa di Soriano Calabro. 

Per cause in corso d'accertamento, le fiamme hanno avvolto il corpo della malcapitata.

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che, dopo aver prestato le prime cure, hanno chiesto l'intervento dell'elisoccorso ed il conseguente trasferimento al Centro grandi ustioni di Bari, dove la donna è stata ricoverata in prognosi riservata.

Sul luogo dell’accadaduto sono intervenuti i carabinieri della locale Stazione locale.

Incidente mortale a Soriano, bilancio tragico: un morto ed un ferito grave

Ancora sangue sulle strade dell'entroterra delle Serre calabre. L'ennesimo incidente, questa volta mortale, è avvenuto a Soriano Calabro, sulla Sp 73 nei pressi dell'incrocio con la Sp 90.

L'incidente ha coinvolto 2 autovetture, una Audi A3 ed una Fiat Punto. L'impatto è stato fatale per il conducente della Fiat Punto, G.P. morto sul colpo, mentre la sua ragazza che viaggiava sul sedile del passeggero, A.Z. originaria di Gerocarne e studentessa a Cosenza, è stata soccorsa con l'eliambulanza che l'ha trasportata in ospedale in condizioni disperate. Praticamente illeso il conducente dell'altra autovettura, V.Z. originario di Serra San Bruno, che comunque è stato trasportato all'ospedale Jezzolino di Vivo Valentia per gli accertamenti del caso.

Sul posto oltre ai sanitari dei 118 e all'elisoccorso sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno. Le cause dell'incidente sono ancora tutte da stabilire. Quel che è certo è che ancora una giovane vita è stata stroncata da una viabilità da terzo mondo.

SEGUONO AGGIORAMENTI

Omicidio Canale, i nomi degli arrestati

I carabinieri dei Comandi provinciali di Reggio Calabria e Vibo Valentia hanno portato a termine un'operazione finalizzata all' esecuzione di un provvedimento di custodia cautelare in carcere nei confronti di esponenti della cosca “Chirico-Condello” e di una consorteria delle Preserre vibonesi.

I destinatari della misura, ritenuti responsabili dell'omicidio di Giuseppe Canale, avvenuto a Reggio Calabria, il 12 agosto 2011, eseguito in pieno giorno da due sicari vibonesi assoldati dalla cosca reggini, sono:

1 Salvatore Callea, nato a Oppido Mamertina il 2 luglio 1967;

2 Nicola Figliuzzi, nato a Soriano Calabro l'8 maggio 1990;

3.Filippo Giordano, nato in Belgio il 1° ottobre 1971, residente a Reggio Calabria;

4. Sergio Iannò, nato a Melito di Porto Salvo il 21 novembre 1972;

5.Cristian Loielo, nato a Soriano Calabro il 24 settembre 1990;

6 Domenico Marcianò, nato a Reggio Calabria 13 ottobre 1983.

  • Pubblicato in Cronaca

Furto di arnie nelle Preserre, deferito un 34enne

Nel corso della notte a cavallo tra lunedì e martedì scorsi, i carabinieri della Stazione di Soriano sono stati allertati dall’Azienda agricola “Pantera Maurizio Danilo” per il furto di 8 arnie per api.

Unitamente ai colleghi della Stazione di Polia, i militari del borgo di san Domenico hanno avviato le ricerche che, grazie al sistema gps satellitare installato sull’alveare, hanno permesso d'individuare la refurtiva su un terreno ubicato nel Comune di Polia.

Gli uomini dell'Arma hanno, quindi, raggiunto la località dove erano state localizzate le arnie che sono state recuperate e riconsegnate al legittimo proprietario.

Le indagini hanno permesso d'individuare il titolare del fondo agricolo, un trentaquatrenne, incensurato, che è stato deferito all’Autorità giudiziaria

Furto di arnie nelle Preserre, deferito un 34enne

Nel corso della notte a cavallo tra lunedì e martedì scorsi, i carabinieri della Stazione di Soriano sono stati allertati dall’Azienda agricola “Pantera Maurizio Danilo” per il furto di 8 arnie per api.

Unitamente ai colleghi della Stazione di Polia, i militari del borgo di san Domenico hanno avviato le ricerche che, grazie al sistema gps satellitare installato sull’alveare, hanno permesso d'individuare la refurtiva su un terreno ubicato nel Comune di Polia.

Gli uomini dell'Arma hanno, quindi, raggiunto la località dove erano state localizzate le arnie che sono state recuperate e riconsegnate al legittimo proprietario.

Le indagini hanno permesso d'individuare il titolare del fondo agricolo, un trentaquatrenne, incensurato, che è stato deferito all’Autorità giudiziaria

 

  • Pubblicato in Cronaca

Calcio, Soriano: la soddisfazione di Carmine Franzè

Riceviamo e pubblichiamo

"Dopo aver militato come portiere nella Serrese, il Chiaravalle e il Soriano, è da poco iniziata per me una nuova avventura come preparatore dei portieri dell'Ags Soriano, squadra che disputerà il campionato di Eccellenza 2017/2018.

Questo per me - che ho ottenutto il patentino abilitato a Coverciano sotto le direttive di Vincenzo Di Palma, tecnico dei portieri della Nazionale italiana sotto l'era Prandelli – rappresenta un momento di crescita, sia personale che professionale, perchè capire e comprendere nuove metodologie e l'evoluzione del portiere moderno è molto proficuo. Cominciare questa mia prima esperienza con un elemento del calibro di Salvatore Piccolo può essere solo un onore visto che stiamo parlando dell'estremo difensore più forte del panorama dilettantistico calabrese.

Volevo ringraziare mister Saverio Gregorace, che ha voluto scommettere sulla mia persona, e la società tutta dell'Ags Soriano per questa bella opportunità che mi è stata concessa". 

Carmine Franzè Preparatore dei portieri dell'Ags Soriano

  • Pubblicato in Sport

Il vibonese in fiamme, 63 incendi in appena 48 ore

Sono stati  63 gli interventi effettuati dai vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia in poco più di 48 ore.

 Dei 63 interventi compiuti tra le ore 8 di martedì scorso e le 12 di oggi, ben 55 hanno riguardato incendi di macchia mediterranea e colture.

Le situazioni più complesse sono state registrati a Zambrone, nell’area compresa tra i Comuni di Sant’Onofrio, Stefanaconi e Vibo Valentia, a Dasà e nel territorio situato tra Pizzo Calabro e Maierato.

Particolarmente impegnativo,  l’incendio che si è sviluppato lungo la località Collina Angeli, tra Soriano e Sorianello, dove è stato necessario, anche, l’intervento di una squadra operativa del distaccamento di Chiaravalle.

Altri focolai sono stati, infine, registrati a Capo Vaticano, Ricadi, nella frazione Caroniti di Joppolo e Nicotera.

Attualmente, i vigili del fuoco sono alle prese con grande incendio divampato nella località Torre Galli del Comune di Drapia.

  • Pubblicato in Cronaca

Le meraviglie della Calabria, dallo Jonio al Tirreno, passando per le Serre

Tra i meravigliosi sentieri della Terra "di paradiso", salendo da Soverato sita nello stupendo Golfo di Squillace, dove il grande Cassiodoro Senatore eresse nel sec.VI presso il "Vivarium ", lo scrittorio più raffinato d' Europa, dopo aver superato Gagliato ed Argusto, approdiamo a Torre di Ruggiero, borgo titolato al Granconte normanno che passando da queste contrade alla fine del sec. XII confermò la sua protezione ai monaci calabro- greci come san Basilio Scamardi e donò vaste contrade tra Stilo e Arena a Bruno di Colonia, fondatore dei Certosini, che pose la propria dimora in S. Maria della Torre, che raggiungiamo passando da Simbario, adiacente al fiume Ancinale e da Spadola, dove sorgono le belle chiese di S. Maria sopra Minerva e dell' Addolorataa, la prima Certosa d'Italia, rinnovata nel corso dei secoli e tuttora in funzione e intitolata ai santi Stefano e Bruno a Serra S. Bruno, dove si trovano bellissime chiese, ripristinate dopo il terremoto del 1783 che rase al suolo tutti gli edifici di quel territorio insieme con quelli siti in particolare della Calabria meridionale.

Aggregato alla Certosa il Museo che conserva importanti manufatti e opere d'arte in un contesto che riproduce in scala i locali dell'eremo.

Da qui si scende a Soriano Calabro, strettamente legato alla costruzione del convento e della chiesa di S. Domenico dei Predicatori nel 1510. Distrutto nel 1659 dal terremoto e presto ricostruito sul modello dell'Escorial di Madrid dal domenicano bolognese Bonaventura Presti, fu raso al suolo dal sisma del 1783. La miracolosa statua di S. Domenico e' custodita nella nuova chiesa adiacente ai resti dell'antico convento.

Attraversato Sorianello  dove sorge la Chiesa di S. Maria del Soccorso, che conserva interessanti opere d'arte provenienti da S. Domenico di Soriano,  si scende a S. Gregorio d' Ippona sito sulle colline occidentali del Mesima e quindi a Mesiano, frazione di Filadari per giungere a Tropea meravigliosa città sul Tirreno a Capo Vaticano, custode di splendidi tesori d'arte, tra i quali la cattedrale edificata dai Normanni nel sec. XII e S. Maria dell'Isola, che Sikelgaita, vedova di Roberto il Guiscardo donò al Monastero di Montecassino. 

 

  • Pubblicato in Cultura
Sottoscrivi questo feed RSS