La Tonno Callipo espugna Cisterna e conquista la prima vittoria esterna della stagione

Top Volley Cisterna – Tonno Callipo Calabria: 2 – 3 Set: (22-25; 26-28; 25-18; 25-23; 15- 17)

Arriva nell’undicesima giornata d’andata di Superlega la prima vittoria esterna della Tonno Callipo Calabria.

Al Pala Sport di Cisterna la formazione giallorossa, al termine di una gara lunga e combattuta, durata 2 ore e 19 minuti, supera 3-2 Latina arrivando a 7 punti in classifica e aggancia i laziali.

In campo si è ammirata la grande voglia di vincere della formazione calabrese, che aveva ottenuto un solo punto nelle precedenti 4 trasferte.

La vittoria acquista maggiore significato essendo quello contro i pontini uno scontro diretto per la salvezza giocato a tre giornate dal giro di boa.

Prestazione complessivamente buona della Callipo, spinta da Defalco (16) e Abouba (14) e Hirsch (14) che hanno trascinato la squadra nei momenti topici del match.

Coach Cichello manda in campo la diagonale Baranowicz e Aboubacar, Mengozzi al centro con Chinenyeze, Carle e Defalco schiacciatori e Rizzo libero.

L’ex Tubertini schiera Sottile in palleggio con Patry opposto, di banda Van Garderen e Palacios, centrali Rossi e Szwarc con Cavaccini libero. La voglia di rivalsa ha indirizzato positivamente i primi due set a favore dei calabresi.

Nel primo parziale finito 25- 22 in cui Baranowicz e compagni hanno mostrando superiorità rimanendo sempre in vantaggio.

Più combattuto il secondo set vinto ai vantaggi (28-26) in cui si è ammirata la grande aggressività e caparbietà della squadra di mister Cichello.

Il calo di tensione della Callipo del terzo set ha permesso ai padroni di casa di accorciare lo svantaggio.

Clichè che si è confermato anche nel quarto set, durante il quale, nonostante sia ritornata in partita, la Callipo ha dovuto cedere davanti alla voglia di allungare il match da parte della Top Volley.

Particolarmente entusiasmante il quinto set giocato punto a punto dalle due squadre (9-9, 12-12) risolto da un muro valso il 17-15 finale grazie alla maggiore determinazione della Callipo che ottiene così due punti che fanno ben sperare anche per il prosieguo del campionato, a partire dalla prossima gara in casa contro Monza.

Da Cisterna arriva l’immagine di una squadra che non vuole lasciare nulla di intentato e vuole a tutti i costi dire la sua per risalire la classifica.

Nel post gara a parlare è stato il centrale Stefano Mengozzi: “Siamo contenti per il risultato ma ci rammarichiamo per essere stati avanti due set a zero e poi per nostra ingenuità aver subito il ritorno in partita degli avversari. Abbiamo commesso qualche errore di troppo nel terzo set e non siamo riusciti a riprenderci nemmeno nel quarto lottando fino al tie-break in cui però abbiamo avuto ragione”.

TONNO CALLIPO CALABRIA: Mengozzi 5, Aboubacar 14, Vitelli 1, Carle 9, Chinenyeze 12, Rizzo (L pos 71%, pr 18%), Baranowicz 1, Pierotti, Marsili, Ngapeth 7, Hirsch 14. Ne: Marsili, Sardanelli (L). All. Cichello

TOP VOLLEY: Pesiac, Szwarc 12, Cavaccini (L pos 100% pr 57%), Van Garderen 12, Sottile 1, Patry 24, Karlitzek 4, Elia 1, Rossi 11, Onwuelo, Palacios 6. Ne: Rossato, Rondoni (L). All. Tubertini

Arbitri: Piana e Saltafilippi

Tonno Callipo: ace 8, bs 26, muri 11, errori 15

Cisterna: ace 10, bs 18, muri 6, errori 12

NOTE - durata set: 28', 35', 25', 29’, 22’. tot: 139' Spettatori: 911

MVP: Patry

La Tonno Callipo alza bandiera bianca in casa della Kione Padova

Kioene Padova – Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0

Progressione set: (26-24, 25-23, 25-23)

All’esordio stagionale in campionato la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia resta a bocca asciutta. Nonostante l’atteggiamento combattivo con cui ha condotto l’intera gara, la formazione calabrese alla Kioene Arena viene battuta per 3-0 da Padova.

Dalle prime battute di gioco si nota un grande equilibrio tra le due squadre che si trovano a combattere, punto a punto, in tutti e tre i set.

A fare la differenza sono stati gli errori che si sono rivelati decisivi per i padroni di casa, soprattutto in momenti cruciali dei parziali.

In particolare i calabresi sbagliano troppo al servizio, regalando il vantaggio agli avversari che, dal canto loro, hanno sfruttato l’ottima giornata di Danani (eletto Mvp del match oltre ad aver ricevuto il premio come miglior ricevitore del 2018/19), così come hanno sfruttato i colpi decisivi di Barnes, Hernandez e Polo. T

ra le fila della Tonno Callipo ha brillato Carle che da posto 4 ha fatto sentire più volte la sua voce, ma anche Chinenyeze al centro, mentre Aboubacar è andato a corrente alternata.

Mister Cichello ha mandato in campo la formazione già collaudata nei test match di pre-campionato: Baranowicz in cabina di regia con Abouba opposto, Chinenyeze e Mengozzi al centro, Ngapeth e Carle sulle bande e Rizzo libero.

Baldovin ha risposto con Travica come palleggiatore, Hernandez in posto due, centrali Volpato e Polo, schiacciatori Randazzo e Barnes, e Danani libero.

Andando alla cronaca. Il primo set ha visto in avvio la predominanza della squadra bianconera con l’opposto Hernandez che con un attacco piazzato ha messo a terra il primo punto della partita. Poi è stata la volta di Polo e di Randazzo.

Padova ha quindi spinto forte fino al 12-8, con il time out chiamato da coach Cichello. Col passare dei minuti è cresciuto Aboubacar ed è il suo ace spettacolare a ribaltare la situazione sul 14-15.

Proprio sul finale di set, l’attacco vincente di Barnes e il primo tempo errato di Mengozzi hanno regalato il 26-24 a Padova.

Nel secondo parziale la Kioene ha accelerato subito con Polo (4-1), ma un ottimo Carle e il doppio muro di Mengozzi su Hernandez ha ribaltato la situazione (15-17).

La lotta punto a punto si conclude 25-23 dopo il colpo out di Carle e il muro vincente di Polo su Aboubacar.

Durante il terzo set Hirsch si è infortunato alla caviglia destra durante una ricaduta da muro: fortunatamente niente di grave per lui. Esce però dal campo tra gli appalusi del pubblico e sorretto dai compagni di gioco. Al suo posto Abouba.

In questo parziale il coach argentino ha dato spazio anche all’americano Defalco, l’ultimo ad essersi aggregato al gruppo giallorosso in fase di preparazione.

Dopo un continuo rimpallo di vantaggi il finale è  stato tutto bianconero. Anche questa volta a decidere sono stati alcuni episodi non gestiti benissimo dalla Tonno Callipo: un errore al servizio dei calabresi e il colpo vincente di Hernandez hanno chiuso set e match (25-23).

Il commento a caldo di coach Juan Manuel Cichello è stato: «Abbiamo pagato un po’ la tensione dell’esordio. I 31 errori complessivi hanno davvero regalato troppo a Padova che è stata comunque brava ad approfittarne e a sfruttare al meglio le sue opportunità. Noi dobbiamo lavorare molto ma siamo consci che questa è una squadra che ha grandi potenzialità». Dall’altra parte la voce più soddisfatta di Valerio Baldovin, allenatore di Kioene Padova: «Oggi era una sfida molto delicata e siamo stati bravi a chiudere i primi due set che sono stati davvero molto equilibrati. Rispetto alla sfida di Modena abbiamo attaccato e ricevuto meglio ma ancora una volta è stato l’atteggiamento dei ragazzi in campo a fare la differenza».

Padova: Polo (8), Volpato (4), Travica (2), Randazzo (8), Hernandez (12), Barnes (11)

Tonno Callipo Calabria: Mengozzi (5), Abouba (12), Ngapeth (6), Carle (9), Chinenyeze (9), Defalco (5), Hirsch (1).

Battute vincenti Padova: 3; Errate: 13; Muri vincenti: 5 Battute vincenti Vibo: 3; Errate: 19; Muri vincenti: 6 Ricezione positiva Padova: 55%; Perfetta: 39% Ricezione positiva Vibo: 53%; Perfetta: 24% I dati:

Spettatori: 2.736 Incasso: 10.440 Euro

MVP: Santiago Danani (Kioene Padova)

La Tonno Callipo si arrende al Palermo

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 0 - Palermo 3

Progressione set: 26/28 - 16/25 - 18/25

Si apre con una sconfitta il cammino della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia nel campionato di Serie B.

I giovani giallorossi ci hanno provano, ma contro il forte Palermo, poco hanno potuto.

Al PalaValentia, difatti, i siciliani, guidati in campo da uno scatenato Fabian, nei momenti cruciali della gara hanno sfoggiato e fatto prevalere la loro maggiore esperienza.

Probabilmente ad influire sull'andamento della gara è stato un primo set perso ai vantaggi dopo una vera e propria battaglia. In questo parziale Armenante e compagni, hanno tenuto benissimo il campo, mettendo in parecchie occasioni in difficoltà i più quotati avversari.

Il Palermo però non ha tardato a palesarsi e dopo aver superato i padroni di casa, ha conquistato il parziale.

Da questo momento in poi i ragazzi di mister Nico Agricola, hanno pagato dazio. Si è giocato a tratti e questo non giova in un torneo difficile come la B. Così i siciliani hanno conquistato il secondo set in scioltezza.

Nel terzo game la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia ha accennato una reazione ma non c’è stato nulla da fare.

Il Palermo si portato a casa l'intera posta in palio, mentre i calabresi avranno ancora tanto da lavorare.

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: Buondonno, Leone, Morelli, Saragò, Pisani, Fioretti, Ribecca, Cugliari (L), Armenante, Pisano, Paradiso, Berardi.

Palermo: Lombardo, Blanco, Fabian, Costanzo, Sutera (L1), Danaouas, Atria, Arena, Gruessner, Speziale, Laudicina, D’Ambrogio, Arone (L2)

Arbitri: Notaro e Scavelli 

  • Pubblicato in Sport

La Tonno Callipo riparte dalla Serie B, domani la prima di campionato contro Palermo

Da domani la Tonno Callipo Calabria Volley Vibo Valentia comincerà il suo cammino nell’impegnativo campionato di Serie B per la stagione agonistica 2019-20.

La formazione giallorossa inserita nel girone H, quello che comprende le squadre della Calabria e della Sicilia, dopo la retrocessione dello scorso anno, che ha lasciato l’amaro in bocca a tutti, è stata meritatamente ripescata e sarà presente per il quarto anno consecutivo sui campi della quarta serie nazionale.

La prima avversaria del club calabrese sarà Palermo, che arriverà domani al PalaValentia per una prova importante e già utile per fare subito punti per mettersi sulla rotta della salvezza. Fischio d’inizio alle ore 19.

La Tonno Callipo si presenta ai nastri di partenza con una rosa, leggermente rinnovata, rispetto a quella della stagione passata. Ovviamente ed anche giustamente, non si è cambiato obiettivo. Si giocherà con atleti giovanissimi, che si scontreranno con formazioni imbottite di gente molto più esperta. Questo perché si pensa alla crescita dei ragazzi, da poter un domani catapultare in prima squadra. Anche in questa stagione ovviamente, tutto il lavoro tecnico è stato meticolosamente curato dall’allenatore Nico Agricola e dal suo secondo Saverio Amerato.

Domani in casa i giallorossi si troveranno ad affrontare una squadra forte e che punta come ogni anno ad un campionato di vertice. Un banco di prova importante per un gruppo, che, con il passare dei giorni, sembra stia crescendo in maniera graduale.

  • Pubblicato in Sport

La Tonno Callipo vince l'XI edizione del Memorial Nonno Gino a Veroli

Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3 – Emma Villas Aubay Siena 1

Progressione set: (25-21, 25-22, 16-25, 25-20)

La Tonno Callipo Calabria Volley Vibo Valentia vince l’undicesima edizione del Memorial “Nonno Gino” battendo a Veroli l’Emma Villas Siena.

Esattamente come avvenne nel 2016 quando trovandosi in finale con la stessa avversaria la formazione giallorossa vinse per 3-0. Poi lo scorso anno si posizionò sul podio battendo invece Castellana Grotte.

Dunque per la terza volta i calabresi riescono a conquistare il trofeo messo in palio nella storica manifestazione organizzata da Sora, dopo essere approdati in finale per aver superato nella semifinale di ieri la Top Volley Latina, altra squadra di Superlega.

Una partita bella e portata avanti alla grande da due formazioni che hanno le carte in regola per poter dire la loro nei rispettivi campionati. Quattro set ben giocati che hanno messo in mostra la bontà della rosa dei vibonesi, che hanno menato le danze a loro piacimento. Ci piace segnalare la gara dell’opposto tedesco Hirsh, che ha giocato al posto del suo compagno di ruolo, il brasiliano Abouba. Un’alternanza giusta, quella che sta mettendo in atto il coach Cichello, che sa di poter contare su un ottimo gruppo, che sin dal primo giorno sta lavorando senza un attimo di sosta.

Per la cronaca: Allo starting players coach Cichello mette in campo il sestetto formato dalla diagonale composta da Baranowicz e Hirsch, Carle e Ngapeth schiacciatori, Vitelli e Chinenyeze al centro, Rizzo libero. Siena inizia con Falaschi in cabina di regia e Romanò opposto, Maruotti e Milan in banda, Zamagni e Gitto al centro, Marra libero. Nel primo set i calabresi realizzano i primi due punti dell’incontro, ma con il turno in battuta di Carmelo Gitto Siena ribalta la situazione: Sebastiano Milan realizza 3 punti, arriva anche la prima murata vincente dei biancoblu che con questo break si portano sul 2-5. Zamagni finalizza una veloce, anche lui ha cominciato bene la sfida. Romanò si fa sentire anche a muro, è +6 Siena (3-9). Hirsch trova un bel punto in diagonale, gli risponde Milan che ha iniziato la sfida alla grande. Dai nove metri Hirsch beffa i biancoblu e trova l’ace del 7-10. Ancora Zamagni a segno mentre Carle non trova la misura e schiaccia out (7-12). Hirsch e Chinenyeze dai nove metri ribaltano la situazione e portano avanti i calabresi (14-13).

La Tonno Calipo porta a tre i punti di vantaggio, Siena rintuzza con la pipe di Maruotti dopo una precedente grande difesa di Vibo. Ancora Maruotti a segno (20-18). Romanò trova alcuni punti di pregevole fattura, ma i calabresi riescono a far proprio il set grazie ad un Hirsch autore di 6 punti e con un Chinenyeze che ne mette a terra 5 e che si dimostra molto bravo anche al servizio. Per Siena 6 punti a testa per Milan e Romanò, la percentuale offensiva è del 47% mentre la positività di ricezione è al 35% (contro il 61% dei calabresi). Il primo set parla calabrese. La Tonno Callipo si impone con il risultato di 25-21. Nel secondo parziale i servizi di Gitto e Falaschi mettono in difficoltà Vibo Valentia. Il centrale di Siena è autore di un ace con la sua battuta float, sul servizio del palleggiatore biancoblu Siena allunga e trova il punto break con il muro di Milan (2-5).

Milan realizza un grande ace e poco dopo Gitto si fa valere a muro. Siena lotta, tocca palloni a muro ma ovviamente la Tonno Callipo ha colpi e qualità da squadra di Superlega. Baranowicz guida il gruppo, realizza anche un ace potentissimo ed è autore di una murata vincente. Hirsch fa la sua parte. Sul 18-14 coach Graziosi chiede time out, dopo il quale la combinazione veloce Falaschi-Zamagni porta il -3 in casa senese. In campo entrano anche Mariano e Cappelletti, però i calabresi contraccano benissimo con il solito Hirsch (19-15). Gitto mostra buone cose ma i calabresi riescono a tenere il vantaggio. Il set si chiude con un errore in attacco di Romanò (25-22). L’inizio del terzo set è veemente da parte senese, subito +4 per la Emma Villas Aubay. Romanò martella con successo il punto del 3-7. Cala lievemente l’intensità del servizio della Tonno Callipo.

Siena ne approfitta e va a segno prima con Romanò e poi con Maruotti da posto 4 (8-12). Punto break della Emma Villas Aubay con la grande murata ancora di Carmelo Gitto (8-13). Mette la sua firma anche Mariano che ben si comporta contro il muro a due della Tonno Callipo. Il +8 senese arriva con la grande murata di Falaschi (9-17). Cichello inserisce Aboubacar al posto di Hirsch. Ma la Emma Villas Aubay continua a giocare assai bene in questo set. Dal centro Zamagni colpisce per il 13-22. Maruotti spedisce la palla all’incrocio delle righe (14-24). Mariano chiude il set sul 16-25. Siamo al quarto set: Lo schiacciatore della Tonno Callipo Carle realizza due punti molto belli, l’inerzia torna dalla parte dei calabresi (5-2). E’ ancora Carle a colpire e ora è 6-4. Gli risponde Maruotti per il -1 biancoblu.

Vibo accelera per provare a chiudere la gara in questo set. Siena sbaglia qualche servizio di troppo, poi la schiacciata di Romanò esce di poco e porta il punteggio sul 16-13. Hirsch schiaccia il 17-13. Un paio di errori dei calabresi consentono a Siena di riavvicinarsi (18-16). Bravo è anche Romanò a finalizzare in una situazione non semplice (19-17). Quando Baranowicz illumina per Hirsch il punteggio è sul 21-17. La chiude Mengozzi sul 25-20.

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Mengozzi (1), Marsili, Pierotti, Drame Neto Aboubacar (2), Vitelli (4), Ngapeth (9), Carle (11), Chinenyeze (13), Rizzo (L), Sardanelli (L), Baranowicz (2), Hirsch (17). Coach: Cichello. Assistente: D’Amico. Battute punto 5, battute sbagliate 17, muri punto 7.

EMMA VILLAS AUBAY SIENA: Zamagni (7), Marra (L), Cappelletti, Falaschi (2), Lucconi, Gitto (6), Zanni, Smiriglia, Crivellari, Mariano (5), Milan (9), Maruotti (14), Romanò (16). Coach: Graziosi. Assistente: Pelillo. Battute punto 2, battute errate 16, muri punto 9.

  • Pubblicato in Sport

Pallavono, la Tonno Callipo si arrende in casa della Cucine Lube  Civitanova

La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia chiude la stagione agonistica  2018-19 con la sconfitta subita sul campo della Cucine Lube Civitanova.

 Con la salvezza conquistata nel precedente turno, la compagine di coach  Bagnoli aveva come principale obiettivo alla vigilia quello di provare a  fornire una prestazione di livello in casa della corazzata marchigiana. 

Marra e compagni sono partiti forte, soprattutto nel corso del primo  set, ma alla fine sono stati i marchigiani ad imporsi con il punteggio  di 3-0. Perso il primo set ai vantaggi 28-26 dopo essere stata sempre  avanti (anche 11-16) fino al 18-22, la Tonno Callipo ha lottato anche  nel secondo set, mentre ha poi ceduto nel corso del terzo parziale  lasciando spazio alla verve della Lube.

Turn-over massiccio operato dal  tecnico di casa Fefè De Giorgi che ha gettato nella mischia dall’inizio  il belga D’Hulst al palleggio, Sokolov opposto, Diamantini e Cester al  centro, Massari e Kovar di banda, Marchisio libero. Coach Bagnoli ha  puntato su Marsili al palleggio, Al Hachdadi opposto, Vitelli e Mengozzi  al centro, Kadu e Skrimov in posto 4, Marra libero. Ed è stato proprio  Marco Vitelli, il centrale abruzzese cresciuto nel vivaio della Lube, ad  essere stato il migliore dei suoi con 9 punti realizzati (con il 73% in  attacco).

La Tonno Callipo chiude la stagione con 20 punti in classifica  (6 vittorie conquistate a fronte di 20 sconfitte subite).

CUCINE LUBE CIVITANOVA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-0  (28-26, 25-22, 25-15)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 4, Kovar 8, D'Hulst 1, Marchisio (L),  Massari 12, Stankovic 1, Sander 2, Diamantini 11, Leal n.e., Cantagalli  1, Cester 9, Simon n.e., Bruno 1, Balaso (L) n.e.. All. De Giorgi.

TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA: Zhukouski n.e., Marra (L), Cappio (L) n.e.,  Vitelli 9, Marsili 1, Skrimov 7, Barreto 3, Domagala 3, Al Hachdadi 11,  Presta, Strohbach 1, Mengozzi 7, Lopez 2. All. Bagnoli. ARBITRI: Lot (TV) – Rapisarda (UD). PARZIALI: 28-26 (30’), 25-22 (24’), 25-15 (21’).

NOTE: spettatori 3064, incasso 27.318,00 Euro. Lube battute sbagliate  10, ace 5, muri vincenti 7, 59% in attacco, 57% in ricezione (37%  perfette). Vibo: battute sbagliate 19, ace 3, muri vincenti2 , 50% in  attacco, 50% in ricezione (30% perfette).

  • Pubblicato in Sport

Pallavolo, la Tonno Callipo cede all’ultimo punto alla Revivre Axopower Milano

Gara maratona al PalaValentia, tra la Tonno Callipo Calabria e la Revivre Axopower Milano.

A vincere è la compagine meneghina che la spunta al tie-break. Dopo essere andata  avanti 0-2 nel conto dei set, la compagine di Giani ha subito la rimonta dei padroni di casa che hanno lottato palla su palla, mostrando orgoglio, carattere, cuore e ottime giocate.

Una Tonno Callipo che ha provato ad ottenere il colpaccio al cospetto di una formazione in lotta per un posto al sole nei play-off scudetto (in piena lotta per il quarto posto con Modena).

Dominato il primo set, Milano ha poi conquistato anche il secondo parziale. A quel punto la Tonno Callipo è scesa in campo con un piglio diverso.

Bagnoli ha gettato nella mischia, tra gli altri, il giovane palleggiatore Marsili e l’atleta trevigiano ha risposto con una prestazione di sostanza tanto da ricevere il premio di Mvp al termine del match.

Trascinata dal proprio pubblico, la Tonno Callipo ha risposto colpo su colpo a Milano che ha perso i propri punti di riferimento, ma che nel momento cruciale del match è stata trascinata dai suoi campioni, Abdel-Aziz su tutti.

L’opposto olandese ha chiuso la partita con 27 punti realizzati (48% in attacco e 3 ace) ed è stato supportato, su tutti, dall’ottima prova dei centrali Bossi (12  punti con il 77% in attacco), ma soprattutto Kozamernik (15 punti con il  73% e 3 muri).

Alla Tonno Callipo non è bastato il coraggio e la  determinazione. Ci hanno provato gli uomini di Bagnoli, anche con un tarantolato Skrimov in battuta (3 ace per il bulgaro). Ma alla fine Marra e compagni si sono dovuti arrendere all’attacco vincente di Bossi che è valso la vittoria della Revivre Axopower Milano

IL TABELLINO TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA – REVIVRE AXOPOWER MILANO 2-3 (16-25, 21-25, 26-24, 25-22, 12-15)

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Zhukouski 2, Marra (L), Vitelli 8,  Marsili 1, Skrimov 17, Barreto Silva, Al Hachdadi 21, Strohbach 5,  Mengozzi 10, Lopez 2. Non entrati: Cappio (L2), Domagala, Presta.  Allenatore: Bagnoli

REVIVRE AXOPOWER MILANO: Abdel-Aziz 27, Kozamernik 15, Izzo, Sbertoli 1,  Maar 10, Hirsch, Bossi 12, Cebulj 2, Clevenot 16, Pesaresi (L). Non  entrati: Hoffer (L2), Basic, Piano, Innocenzi. Allenatore: Giani

ARBITRI: Gnani e Florian

DURATA SET: 25’, 27’, 30’, 31’, 19’. Tot. 132’

NOTE: Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia: bs 15, ace 5, ric. pos. 51%,  ric. perf. 34%, att. 41%, muri 13. Revivre Axopower Milano: bs 18, ace  8, ric. pos. 49%, ric. perf. 34%, att. 52%, muri 8.

  • Pubblicato in Sport

Pallavolo, la Tonno Callipo cade sul campo della Calzedonia Verona

Niente da fare per la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia nel match  giocato oggi pomeriggio al cospetto della Calzedonia Verona.

I giallorossi di coach Bagnoli sono stati sconfitti con il punteggio di  3-0 sul campo della formazione scaligera.

Il tecnico mantovano punta su  Zhukouski al palleggio, Al Hachdadi opposto, Mengozzi e Vitelli al  centro, Kadu e Skrimov in posto 4, il giovane Cappio (classe 1999) nel  ruolo di libero (Marra out per un problema intestinale che lo ha  costretto al forfait).

Buon inizio della Tonno Callipo che tiene testa ai padroni di casa mostrando un buon piglio. Poi però Verona vira avanti  al servizio con Boyer e nella parte centrale allunga portandosi sul  16-12. Zhukouski e compagni provano a ribattere, ma la Calzedonia  conquista il set con il punteggio di 25-21.

La Tonno Callipo approccia  male il secondo parziale e va sotto 5-0. I giallorossi non demordono e  si rifanno sotto, ma Kaziyski e compagni riallungano ancora prima  sull’8-4 e poi sul 16-10. Il set non cambia binario e termina 25-16 per  i padroni di casa.

È decisamente migliore il rendimento della Tonno  Callipo nel terzo parziale con i giallorossi che giocano una buona  pallavolo e si portano avanti fino all’8-9 con Al Hachdadi.

Poi però  Boyer in battuta rompe gli equilibri, Verona allunga in maniera decisiva  e per la squadra di Bagnoli non c’è più nulla da fare. I veneti  accelerano ancora e conquistano il parziale con il punteggio di 25-15 e  la partita con il punteggio di 3-0.

CALZEDONIA VERONA – TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA 3-0 (25-21,  25-16, 25-15)

CALZEDONIA VERONA: Pinelli 0, Giuliani (L), Kaziyski 10, Alletti 11, De  Pandis (L), Marretta ne, Birarelli ne, Boyer 19, Spirito 3, Manavinezhad  7, Sharifi ne, Solé 6. All.: Grbic

TONNO CALLIPO CALABRIA VIBO VALENTIA: Zhukouski 2, Cappio (L), Vitelli  2, Marsili 0, Skrimov 7, Barreto 5, Domagala ne, Al Hachdadi 16, Presta  0, Strohbach 3, Focosi ne, Mengozzi 7, Lopez 0. All.: Bagnoli

ARBITRI: Simbari, Boris

STATISTICHE Calzedonia Verona: attacco 59%, ricezione 45% (perfetta 26%), muri 10,  battute: ace 11, sbagliate 7 T.C.C. Vibo Valentia: attacco 44%, ricezione 34% (perfetta 22%), muri 6,  battute: ace 2, sbagliate 12

NOTE Spettatori: 3972

MVP: Stephen Boyer (Calzedonia Verona)

Durata dei  set: 24’; 25’; 24’. Totale: 73’

  • Pubblicato in Sport
Sottoscrivi questo feed RSS