Coronavirus, due nuove 'zone rosse' in Calabria

Due nuove 'zone rosse' sono state istituite con altrettante ordinanze emesse da Nino Spirlì, che da ieri è presidente facente funzioni della Regione dopo la morte della governatrice Jole Santelli.

I comuni interessati dai provvedimenti finalizzati a contenere la diffusione del coronavirus, sono Sant'Eufemia d'Aspromonte (Rc) e Torre di Ruggiero (Cz).

Per il centro reggino la decisione è scattata - si legge nell'ordinanza - in seguito al "rapido aumento del numero dei casi confermati ed il Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria ha confermato che il contagio ha interessato 20 soggetti".

Da qui la decisione della zona rossa in considerazione che "la situazione epidemiologica, legata al focolaio, può peggiorare rapidamente, dando luogo ad altri focolai, non diversamente contenibili e che l'incidenza dei casi confermati si attesta su livelli significativi, atteso che la popolazione residente nel Comune è di poco inferiore a 3900 abitanti".
Analoga situazione a Torre di Ruggiero, la cui ordinanza è stata emessa dopo che "il Dipartimento di Prevenzione dell'Azienda Sanitaria Provinciale di Catanzaro ha comunicato che sono stati individuati 14 soggetti positivi a covid 19" e che "tutti avrebbero avuto contatti stretti con familiari e conoscenti del luogo e sono in corso le attività di testing ai contatti, al fine di evitare il dilagare dell'infezione nell'area" ed in considerazione che "l'incidenza si attesta su livelli significativi, atteso che la popolazione è di poco inferiore a 1000 abitanti".

Chiaravalle: 52 tamponi positivi, scatta la quarantena per 5 comuni

"Dopo l’esito dei tamponi eseguiti su tutti gli ospiti e sul personale presso il centro per anziani Salus di Chiaravalle Centrale, ho firmato con un’ordinanza che dispone la ‘chiusura’ di Chiaravalle Centrale, Soverato, Cenadi, Torre di Ruggero, Vallefiorita (Cz)".
 
E' quanto si legge in una nota della presidente della Regione Calabria, Jole Santelli.

È da questi comuni, infatti, che proviene il personale operante presso la struttura nella quale si sono verificati 40 tamponi positivi tra gli ospiti, con ulteriori 10 persone da sottoporre nuovamente a valutazione e 12 positivi tra il personale, con 5 persone da rivalutare.
Una incidenza che, insieme al Dipartimento Tutela della Salute, Politiche Sanitarie abbiamo valutato come rilevante anche alla luce del fatto che potrebbe determinare un grave ampliamento dei focolai di infezione, non diversamente contenibile.
L’ordinanza - prosegue la nota -prevede il divieto di allontanamento dai territori comunali da parte di tutti gli individui ivi presenti, riducendo drasticamente ogni possibilità di socializzazione, limitando al massimo ogni spostamento; il divieto di accesso nel territorio comunale; la sospensione delle attività degli uffici pubblici, fatta salva l'erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità.
Possono transitare in ingresso e in uscita dai singoli territori comunali gli operatori sanitari e socio-sanitari, il personale impegnato nei controlli e nell'assistenza alle attività riguardanti l’emergenza, nonché gli esercenti delle attività consentite sul territorio e quelle strettamente strumentali alle stesse, con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione individuale e fermo restando la limitazione della presenza fisica del personale per quanto strettamente indispensabile.
L’ordinanza - conclude Santelli - prevede anche adeguate disposizioni per la gestione dei casi all’interno dell’Rsa interessata e un supporto ai cittadini residenti nei Comuni interessati per la risoluzione delle problematiche specifiche che potrebbero verificarsi alla luce del provvedimento". 

 

'Ndrangheta: scacco alla cosca "Iozzo-Chiefari", 17 arresti tra Torre di Ruggiero e Chiaravalle Centrale

Operazione antindrangheta nelle Preserre catanzaresi da parte dei carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro che, con il supporto dello Squadrone eliportato "Cacciatori Calabria" e dell’ottavo Nucleo elicotteri, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di 17 persone.

I destinatari della misura sono accusati di appartenere o essere fiancheggiatori della cosca di ‘ndrangheta “Iozzo–Chiefari“, radicata in particolare nei comuni di Torre di Ruggero e Chiaravalle Centrale.

Con il provvedimento cautelare – emesso dal gip di Catanzaro su richiesta della Direzione distrettuale antimafia diretta dal procuratore Nicola Gratteri – vengono contestati, tra gli altri, i reati di associazione mafiosa, associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, omicidio, estorsione e detenzione illegale di armi.

Auto in fiamme a Torre di Ruggiero

Una Nissan XTrail è andata in fumo a Torre di Ruggiero (Cz).
 
L'incendio, la cui origine sembra accidentale, è divampato nelle prime ore di ieri mattina, quando l'auto era parcheggiata in prossimità dell'abitazione in cui vive il proprietario.
 
Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Chiaravalle Centrale che hanno estinto le fiamme, evitandone la propagazione alle vetture vicine.
 
Dal canto loro, i carabinieri della compagnia di Soverato hanno effettuato i rilievi del caso.
 
  • Pubblicato in Cronaca

A Torre di Ruggiero l'International Rescue Academy “Mariella Licari”

Una scuola internazionale di formazione per volontari di Protezione civile. Si chiama “International Rescue Academy Mariella Licari” e verrà inaugurata domani (domenica 9 giugno) alle ore 9.30 a Torre di Ruggiero.

A darne notizia il sindaco, Mario Barbieri, e la sua giunta nel corso di una conferenza stampa. La presentazione ufficiale dell'iniziativa, unica nel suo genere nel panorama regionale, avverrà domani nella sala consiliare comunale.

Il successivo taglio del nastro è programmato per le ore 10.30 nell'area destinata allo scopo. Si tratta dell'ex campo sportivo del piccolo centro collinare che ospiterà la sede della scuola e il centro di addestramento. Il progetto, sul quale ha lavorato in prima persona l'assessore comunale Gabriele Raimondo, si è reso possibile grazie alla fondamentale collaborazione dell'associazione “Edelweiss” guidata da Pasquale Pipicelli.

Saranno gli stessi soci del sodalizio, a loro volta formatisi presso la portoghese Eps, a coordinare le attività didattiche, teoriche e pratiche: ricerca e soccorso in ambiente urbano; soccorso tecnico su corda; soccorso alluvionale/fluviale.

“L'efficacia degli interventi di Protezione civile si basa soprattutto sulla collaborazione di tutte le componenti sociali che ne fanno parte - ha sottolineato il sindaco Barbieri - con la finalità di raggiungere un assetto organizzativo efficace e diffuso capillarmente su tutto il territorio. L'obiettivo è quello di creare un sistema di pronta risposta in caso di calamità a livello locale, valorizzando al massimo le peculiarità e le professionalità di ciascuna componente, in piena integrazione con le forze istituzionali. Il volontariato di Protezione civile, inserito a pieno titolo in questa visione strategica, ricopre un ruolo di primaria importanza. Torre di Ruggiero si candida a diventare un punto di riferimento a livello regionale e non solo, considerando l'assoluta unicità di questa scuola”.

Consorzio Metano Preserre, corsa a due per la presidenza

Corsa a due per la presidenza del Consorzio di metanizzazione delle Preserre.

L'out-sider di turno è il sindaco di Monterosso, Antonio Lampasi, a capo di una cordata di amministrazioni comunali dell'Angitolano.

Favorito è il primo cittadino di Torre di Ruggiero, Mario Barbieri, che si dichiara fiducioso di portare in dote “almeno il 52 per cento” delle quote societarie in suo favore. A sostegno di Barbieri si schiera, infatti, il Comune di Chiaravalle Centrale, principale azionista del Consorzio per numero di abitanti.

Smentita, dalla stessa amministrazione comunale di Chiaravalle Centrale, l'indiscrezione di una possibile terza candidatura.

“Indiscrezioni giornalistiche senza fondamento e chiacchiericci da marciapiede - è scritto in una nota di precisazione dell'ente - hanno avanzato l'ipotesi di una candidatura dell'ex vicesindaco di Chiaravalle Centrale, Pina Rizzo, alla presidenza del Consorzio di metanizzazione delle Preserre. Una notizia da ritenersi assolutamente priva di riscontro concreto nella realtà dei fatti, frutto solo di improbabili tentativi di strumentalizzazione politica dai quali questa amministrazione si tira decisamente fuori. Le iniziative di questo Comune per la difesa e il rilancio del Consorzio sono sempre state e continueranno ad essere limpide, trasparenti, in uno spirito propositivo, costruttivo e di collaborazione costante con le altre amministrazioni locali”.

In qualità di consigliere comunale delegato, dunque, Pina Rizzo continuerà ad occuparsi di cultura nella sua città “con buona pace dei soliti noti”. 

  • Pubblicato in Politica

Cardinale: a fuoco il trattore di un imprenditore, la condanna del sindaco Staglianò

“A nome dell’Amministrazione Comunale e degli onesti cittadini di Cardinale, esprimo lo sdegno più profondo per l’ignobile e vile atto subito nella notte di lunedì 10 dicembre, ai danni di una realtà aziendale sita nel territorio di Torre Ruggiero, dal Sig. Giuseppe Rotiroti, fratello dell’Assessore comunale Sig. Massimo Rotiroti.

Tale atto, evidente espressione di barbara ignoranza e boriosa tracotanza, non può e non deve essere ignorato.

La nostra coscienza di cittadini onesti ci impone di condannarlo con fermezza, e allo stesso tempo di schierarci al fianco di Giuseppe Rotiroti assicurandogli tutto il nostro sostegno”.

E’ quanto si legge in una nota del sindaco di Cardinale, Danilo Staglianò

  • Pubblicato in Politica

Torre di Ruggiero, esercitazione internazionale di protezione civile

Volontari provenienti da tutto il mondo si sono ritrovati per tre giorni in Calabria, a Torre di Ruggiero (Cz), nell'ambito di una complessa e articolata esercitazione di protezione civile: la International Usar Exercise Rescue 2018.

Oltre duecento i partecipanti, arrivati in Italia da Cipro, Grecia, Serbia, Bosnia, Ungheria, Austria, Germania, Spagna, Portogallo, Malta, Russia e Turchia. La giornata conclusiva è stata salutata dalla presenza dell'ammiraglio Cesare Bruno Petragnani, comandante della Brigata marina “San Marco”, ospite d'eccezione del workshop che ha proclamato il maltese Ivan Barbara presidente dell'European Association of Civil Protection Volunteer Teams (Evolsar). Al tavolo dei relatori le autorità comunali di Torre di Ruggiero (il sindaco, Mario Barbieri, e l'assessore comunale Gabriele Raimondo), il presidente dell'associazione Edelweiss, Pasquale Pipicelli, il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, il capo della Protezione civile calabrese, Carlo Tansi, e la senatrice del Movimento 5 Stelle Silvia Vono. Piena sintonia nei diversi interventi, tutti orientati a esaltare il valore sociale e la funzione strategica delle attività di volontariato.

Tansi ha evidenziato, in particolare, il “cambio di passo” imposto al settore della protezione civile regionale con la sua direzione “eliminando gli sprechi e aumentando i livelli di efficienza”. Preannunciato, inoltre, un investimento di oltre un milione e 600mila euro, finalizzato all'acquisto di nuovi mezzi e attrezzature per rafforzare la capacità di risposta alle emergenze.

La senatrice Vono ha evidenziato positivamente “il clima di grande entusiasmo e amicizia” tra i volontari, preannunciando “un impegno politico costante, in linea con la serietà delle opinioni e delle proposte che oggi ho ascoltato con grande attenzione”.

La manifestazione si è conclusa con la consegna di attestati, premi e riconoscimenti.

 

 

Sottoscrivi questo feed RSS