Vallefiorita, domani l'inaugurazione del circolo di Fratelli d'Italia

Rafforzare le idee di sovranità popolare, libertà, democrazia, giustizia, solidarietà sociale. E ancora: valorizzare il merito e l’equità fiscale, la tradizione nazionale, liberale e popolare e costruire l’Europa dei popoli.

Nasce su queste premesse il Circolo Fratelli d’Italia “Vallefiorita”.

Domani l’inaugurazione: l’appuntamento è alle ore 18.30, ai giardini della biblioteca comunale.

A tenere a battesimo il nuovo circolo ci saranno gli onorevoli Wanda Ferro (Coordinatore regionale FdI - Segretario commissione parlamentare antimafia), Fausto Orsomarso (assessore regionale al Lavoro, sviluppo economico e turismo) e Filippo Pietropaolo (Capogruppo FdI in Consiglio regionale).

Attesa anche la presenza di iscritti, simpatizzanti, dirigenti locali, provinciali e regionali. 

  • Pubblicato in Politica

Droga nascosta in una radio d'epoca, denunciata una 49enne

I carabinieri della Stazione di Squillace (Cz) hanno denunciato una 49enne di Vallefiorita, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, i militari, durante una perquisizione domiciliare, hanno rinvenuto in una radio d'epoca 46 grammi di marijuana.

Nel corso di un'altra perquisizione nell’abitazione ed in alcuni locali commerciali riconducibili ad un 57enne, gli uomini dell'Arma hanno trovato una dose di cocaina (per cui l’uomo è stato segnalato alla Prefettura di Catanzaro quale assuntore di sostanze stupefacenti) ed una di marijuana (di cui il nipote 19enne dell’uomo si è assunto la paternità e per la quale è scattata la segnalazione quale assuntore).

 

Chiaravalle: 52 tamponi positivi, scatta la quarantena per 5 comuni

"Dopo l’esito dei tamponi eseguiti su tutti gli ospiti e sul personale presso il centro per anziani Salus di Chiaravalle Centrale, ho firmato con un’ordinanza che dispone la ‘chiusura’ di Chiaravalle Centrale, Soverato, Cenadi, Torre di Ruggero, Vallefiorita (Cz)".
 
E' quanto si legge in una nota della presidente della Regione Calabria, Jole Santelli.

È da questi comuni, infatti, che proviene il personale operante presso la struttura nella quale si sono verificati 40 tamponi positivi tra gli ospiti, con ulteriori 10 persone da sottoporre nuovamente a valutazione e 12 positivi tra il personale, con 5 persone da rivalutare.
Una incidenza che, insieme al Dipartimento Tutela della Salute, Politiche Sanitarie abbiamo valutato come rilevante anche alla luce del fatto che potrebbe determinare un grave ampliamento dei focolai di infezione, non diversamente contenibile.
L’ordinanza - prosegue la nota -prevede il divieto di allontanamento dai territori comunali da parte di tutti gli individui ivi presenti, riducendo drasticamente ogni possibilità di socializzazione, limitando al massimo ogni spostamento; il divieto di accesso nel territorio comunale; la sospensione delle attività degli uffici pubblici, fatta salva l'erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità.
Possono transitare in ingresso e in uscita dai singoli territori comunali gli operatori sanitari e socio-sanitari, il personale impegnato nei controlli e nell'assistenza alle attività riguardanti l’emergenza, nonché gli esercenti delle attività consentite sul territorio e quelle strettamente strumentali alle stesse, con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione individuale e fermo restando la limitazione della presenza fisica del personale per quanto strettamente indispensabile.
L’ordinanza - conclude Santelli - prevede anche adeguate disposizioni per la gestione dei casi all’interno dell’Rsa interessata e un supporto ai cittadini residenti nei Comuni interessati per la risoluzione delle problematiche specifiche che potrebbero verificarsi alla luce del provvedimento". 

 

Rapinarono una 90enne, in manette un uomo di Soriano Calabro e la compagna

Un 34enne, F.T, originario di Soriano Calabro e la compagna, D.S., di 29 anni, di Vallefiorita, sono stati arrestati dai carabinieri con l'accusa di concorso in rapina.

Secondo l'accusa, nel maggio scorso, i due avrebbero rapinato con violenza una 90enne di Ricadi. Nel corso della rapina, all'anziana donna furono sottratti la collana d'oro che portava al collo ed un orecchino.

Gli arresti sono stati possibili grazie al lavoro condotto dai militari che hanno visionato alcuni impianti di videosorveglianza ed al riconoscimento da parte della vittima.

I due arresti ai domiciliari sono stati eseguiti dai carabinieri delle Stazioni di Soriano Calabro e Spilinga in esecuzione di un'ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Vibo Valentia

  • Pubblicato in Cronaca

Concluso il festival “La Valle delle Storie”: scrittura, arte e musica

Si è concluso domenica 14 il festival “La Valle delle Storie”: una settimana dedicata alla creatività, alla parola, alla scrittura, all’arte, alla musica. Tre giorni di laboratori centrati sulla manipolazione di materiali: carta, cartone, giornali e riviste, garze, sacchi di juta, colori, bottoni, fili colorati, lane e stoffe. Collage a strappo in sovrapposizione e successivo decollage; assemblaggi; dripping; colori in libertà per scatenare la fantasia. Una giornata dedicata alla narrazione in cui uomini e donne, grandi e piccoli hanno potuto incontrare scrittori e scrittrici e raccontare le loro storie. Due incontri con l’autore: Valerio De Nardo dei Lou Palanca e Assunta Morrone, autrice di numerosi libri per bambini, la Notte degli illustratori con la partecipazione dell’illustratrice cosentina Jole Savino. Una cerimonia di premiazione con reading, proiezione di video-poesie e un Concerto del Quintetto per flauti Aulos del Magna Graecia Flute Choir: giovanissime musiciste che hanno liberato nell’aria un’armonia di note. Una mostra di arte informale dell’artista Rocco Bruno “La poetica della materia”. La presentazione da parte della Casa dei matti di musiche inedite dedicate all’eruzione di Pompei. L’incontro con Mauro Lamanna, attore e regista che ha presentato il video integrale di Eman “Il mio vizio”. Il Festival si è svolto nelle sale e nell’open space della biblioteca comunale, ma anche nei bar del paese e in pizzeria, perché la biblioteca non vuole perdere la sua connotazione errante. Quest’anno tutto è stato centrato sulla promozione dei più piccoli, dei giovanissimi: dai poeti in erba che, dopo la pubblicazione dei “Comincia l’avventura” (raccolta di haiku, limerick e filastrocche prodotte nel corso di un laboratorio di scrittura creativa), hanno visto la stampa di alcune loro produzioni su lastre di ceramica. “Quasi delle pinakes – dice Patrizia Fulciniti - che non rappresentano un’offerta votiva alla divinità, ma si offriranno agli occhi dei visitatori per segnare ogni strada e ogni vicolo di parole e di emozioni, perché il sogno che condividiamo da anni, con Gianni Paone, è di trasformare Vallefiorita nel Paese della Poesia”. Gianni Paone, presidente dell’Associazione Terra di Mezzo precisa che “l’istallazione delle ceramiche verrà realizzata nel mese di settembre e si comincerà dai muri perimetrali della biblioteca per poi spostarsi nei vicoli vicini con le poesie dei vincitori delle varie edizioni di Versi d’Agosto”. Quest’anno il Concorso, giunto alla sua VI edizione, è stato vinto per la sezione video-poesia da Gennaro Carraro autore di L’ultima stanza; per la sezione libro edito da Verdiana Maggiorelli con il libro Innumerevole fermento; per la sezione poesia da Maria Antonietta D’Onofrio autrice della silloge Tu che mi dovevi amare, una raccolta di poesie che denuncia, con lirismo e rara potenza espressiva, la violenza alle donne. Segnalazioni speciali sono andate a Cristian Nonnis per il libro Divina Figlia, dialogo tra un padre e una figlia che non ha voce, in cui una grave disabilità diviene un’occasione di scoperta del sé e dell’altro; a Doina Strulea poetessa moldava per la video-poesia Bătrînii (I vecchi); ad Alessandro Vonella per la video-poesia Ballata in tre tempi della mancata metamorfosi testo di Simone Rizzi e Alessandro Vonella, colonna sonora, regia e montaggio di Lorenzo Calzaretti, voce recitante Anna Vanzetti. Ospite d’onore è stato Luigi Bianco, che ha incantato i presenti con la lettura di due sue poesie, e ha premiato la vincitrice assoluta della sezione Poesia Maria Antonietta D’Onofrio. A Luigi l’Associazione Terra di Mezzo ha voluto consegnare una targa per ringraziare il poeta, performer, “medicante” residente a Squillace, dell’attività svolta per decenni sul territorio calabrese.  Gli organizzatori hanno dichiarato che “Luigi è un intellettuale che ha orrore dell’indifferenza, un poeta che ama la provocazione, che gioca con le parole e il loro suono, uno scrittore di grandi capacità critiche e analitiche; un uomo che, nonostante la salute precaria, riesce ad essere una miniera di energie e una fonte inesauribile di stimoli per chi lo ascolta. A Squillace vive in quella che grazie a lui e alla collaborazione del ceramista Giuseppe Cerullo, è diventata la “casa della poesia”, meta turistica, come il Castello e il Duomo. Noi abbiamo voluto riconoscere pubblicamente il suo valore di intellettuale e poeta, visto che in tutti questi anni nessuna amministrazione lo aveva fatto. Abbiamo voluto ringraziarlo perché ci ha insegnato che un poeta non può mai uscire sconfitto. Ecco perché noi vogliamo insegnare ai bambini la poesia”.

Continua con grande successo il "Maggio dei libri" a Vallefiorita

Si è svolta ieri nella Biblioteca Comunale di Vallefiorita, in una sala gremita di pubblico eterogeneo tra cui bambini, genitori e docenti, la presentazione del libro Il Teorema del tempo di Patrizia Fulciniti, la prima dopo il Salone Internazionale del Libro di Torino. Gianni Paone, che conduceva l’incontro, ha posto all’autrice alcune domande, che intendevano guidare tra le pieghe del testo. Domande che, a partire dal titolo, si proponevano di indagare il rapporto del protagonista con il tempo, coi bizzarri personaggi che compaiono nei suoi sogni, con la scrittura, con i profumi, con l’amore. L’autrice ha risposto leggendo ampi passaggi del libro, che hanno subito incantato i presenti. Un libro in cui Kevin, il protagonista, attraverso il sogno e la scrittura, riesce ad elaborare un lutto particolarmente doloroso, a crescere, a scoprire quello che conta veramente e ad innamorarsi. Un breve romanzo di formazione ricco di suggestioni e di messaggi per crescere con la mente e il cuore. L’iniziativa rientrava nel programma del Maggio dei libri organizzato in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, l’Associazione Terra di Mezzo, l’Istituto Comprensivo di Squillace, la Biblioteca Errante. Nelle prossime settimane il libro sarà presentato nelle librerie delle principali città calabresi.

"Maggio dei libri" a Vallefiorita: domani presentazione de "Il teorema del tempo" di Fulciniti

Il ricco cartellone del "Maggio dei libri" a Vallefiorita, organizzato dalla Biblioteca Errante e dall’associazione Terra di Mezzo, dà appuntamento nell’ambito dei suoi martedì letterari, giorno 17 maggio con la scrittrice Patrizia Fulciniti. Alle ore 18 presso la biblioteca comunale sarà presentata l’opera di narrativa "Il teorema del tempo". Il protagonista Kevin attraversa paesaggi multicolori, esplora mondi sur¬reali, si imbatte in bizzarri personaggi, sfida pericoli, soffre, ride e cresce. «Grazie al sogno e alla scrittura, scopre che la vita e gli affetti possono essere raccontati e ricordati attraverso i profumi. L’unica cosa che non ha odore, che non conosce la persistenza della memoria, che non avvia la ricerca del tempo perduto, sono i soldi.  I soldi valgono meno di un biscotto alla mandorla". Patrizia Fulciniti ha scoperto fin da piccola il fascino delle storie e oggi è narratrice, lettrice appassionata, insegnante e scrittrice. Vive tra bambini, libri e gatti in uno sperduto paesino della Calabria dal nome di fiaba: Vallefiorita. Ha ideato la Biblioteca Errante per portare in giro la parola che nutre, cura e fa sognare. Ha pubblicato "Dell’amore senza tempo" (Periferia, 2002), "La tredicesima luna" (Pellegrini, 2005), "Sotto un manto di stelle" (Falco, 2007), "Picchio Verdicchio" (Falzea, 2014). Martedì scorso la biblioteca comunale, invece ha fatto da cornice alla presentazione del  romanzo "Il resto della divisione" di Gianni Paone (editrice La Rondine). L’autore ha conversato con Patrizia Fulciniti, della Biblioteca Errante di Vallefiorita alla presenza di un folto pubblico, partecipe con grande interesse e attenzione. Un romanzo, quello scritto da Paone, nel quale "spazio e tempo si dissolvono tra l'intreccio di eventi connessi tra loro, in cui apparentemente inconsapevoli si muovono protagonisti di esistenze destinate ad incontrarsi e scontrarsi. Un gesto, una parola, un'emozione, un pensiero da cui scaturiscono narrazioni che si avvicendano, si scavalcano e si immobilizzano in una stanza senza tempo, dove una sequenza di numeri ordinata e caotica scandisce incontri ed esistenze. In sospeso e in sospensione aleggiano tra il pavimento e il soffitto, vite alla ricerca del senso ultimo, di una verità celata nella trama degli eventi, nel resto della divisione". Ancora una volta Vallefiorita con l’intenso programma del Maggio dei libri si conferma come città della cultura e punto di riferimento per la promozione della lettura e della scrittura.

 

Comincia l’avventura con il "Maggio dei Libri" a Vallefiorita

Si è svolta ieri, nella palestra della scuola elementare di Vallefiorita, l’apertura ufficiale del programma del Maggio dei Libri organizzato dall’associazione Terra di Mezzo e dalla Biblioteca Errante. L’incontro, che ha visto la partecipazione degli alunni della scuola elementare e della scuola media, dei genitori e della cittadinanza, è stata l’occasione per la presentazione del libro "Comincia l’avventura" scritto dai bambini e dalle bambine della scuola primaria e coordinati da Patrizia Fulciniti che ha curato la realizzazione del laboratorio di scrittura creativa dal quale è nato il libro. I lavori sono stati introdotti dal Sindaco di Vallefiorita, Salvatore Megna, che ha ringraziato l’associazione, la biblioteca e l’Istituto comprensivo di Squillace, per l’organizzazione dell’evento e per la calorosa ed entusiastica partecipazione dei bambini e dei genitori ribadendo che impegno dell’Amministrazione sarà quello di favorire e sostenere le iniziative a favore della cultura. Giuseppe Mercurio, assessore alla Cultura e all’Istruzione del Comune,  ha sottolineato come le iniziative della biblioteca hanno permesso di fare di Vallefiorita un punto di riferimento che va oltre la regione grazie anche alla partecipazione, unico Comune calabrese, alla Fiera internazionale del libro di Bologna ed a quella di Torino nelle quali il Comune è stato e sarà presente con le produzioni della Biblioteca a partire i cui autori sono proprio i bambini di Vallefiorita. E’ intervenuto poi, Giulio Costa, il direttore della Biblioteca comunale che si è soffermato sull’importanza della lettura invitando tutti, a partire dai giovani, a partecipare sempre più attivamente alle iniziative ed agli incontri che, ogni giorno, si svolgono nei locali della biblioteca. Gianni Paone, presidente dell’associazione Terra di Mezzo, ha ribadito come la lettura sia elemento di apertura della propria mente al mondo, sia fonte di conoscenza e di sviluppo del proprio senso critico e, in tal senso, “condizione indispensabile per manifestare la propria partecipazione agli eventi del mondo". Infine l’intervento della dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo di Squillace, Grazia Parentela, che ha indicato nella collaborazione tra vari soggetti, scuola, Comune, associazionismo, biblioteca, l’elemento di forza e vincente per la promozione della cultura e della lettura non solo tra i più giovani, e di come, attraverso questa alleanza sia possibile far emergere le nostre eccellenze e, di conseguenza l’intero nostro territorio. Al termine degli interventi si è svolta la lettura dei testi e delle poesie, haiku, limericks fatta direttamente dalla voce dei piccoli poeti in un clima di festa che ha rappresentato la cornice ideale per l’apertura del Maggio dei Libri. "L’accordo stabilisce che le due organizzazioni collaboreranno nei campi della promozione culturale, sociale e turistica valorizzando - afferma Gianni Paone, presidente di Terra di Mezzo -  le eccellenze del territorio sia per quanto riguarda le imprese locali (ad esempio la produzione del miele e dell’olio oltre che dell’artigianato locale) sia per quel che riguarda gli aspetti naturalistici e di forte richiamo turistico oltre alla programmazione ed organizzazione di eventi culturali durante tutto il corso dell’anno". La presidente della proloco di Amaroni nel suo intervento ha ribadito di “aver accolto con piacere l'idea di creare una grande rete, così come avviata dal' associazione Terra di Mezzo con altre realtà sull'intero territorio regionale. La Pro Loco di Amaroni ha già da tempo avviato iniziative internazionali, non ultima la corrispondenza avviata con la città slovena Lukovica.

 

Sottoscrivi questo feed RSS