Serre, al via il lavori per la realizzazione della Ciclovia dei Parchi

Hanno preso avvio oggi i lavori per la realizzazione della Ciclovia dei Parchi nel tratto di competenza del Parco regionale delle Serre.

L’intervento, finanziato dal Por Calabria 2014/2020, prevede la messa in sicurezza del piano viario e l’installazione della segnaletica dedicata nel tratto che va da Fabrizia sino a Tiriolo per circa 142 km. 

L’importo totale finanziato per questo progetto è pari a 1.250.000 euro e l’intervento consta di due lotti, uno per ogni provincia interessata (Catanzaro e Vibo Valentia).

L’assessore regionale all’ambiente Sergio De Caprio ringrazia tutte le persone che hanno collaborato alla realizzazione di questo progetto: "per la professionalità e per l’amore con cui promuovono e difendono la bellezza della Calabria, il suo territorio incontaminato che rappresenta la ricchezza più importante su cui dobbiamo costruire la prosperità. Ancora una volta, nell’unità d’intenti, per il Bene Comune, la Calabria è avanti, la Calabria è fiera".

Nello specifico, il percorso interessa la rete viaria secondaria che tocca i Comuni di Fabrizia, Mongiana, Serra San Bruno, Brognaturo, Spadola, Simbario, Cardinale, Torre di Ruggiero, Vallelonga, San Nicola da Crissa, Monterosso Calabro, Polia, Girifalco e Tiriolo.

Il tracciato tocca diversi punti di particolare interesse storico-passaggio: nel comune di Mongiana la “Riserva Naturale di Cropani – Micone” con Villa Vittoria sede dei Carabinieri Forestali e il Museo delle Reali Ferriere con il suo sito archeologico, La Certosa e le chiese barocche nel Comune di Serra San Bruno, la splendida oasi protetta del lago dell’Angitola, il museo della civiltà contadina e artigiana, la via dei mulini con i frantoi ad acqua nel comune di Monterosso Calabro e la splendida veduta sul Lago dell’Angitola.

La realizzazione della Ciclovia su tratti stradali a bassa intensità di traffico rappresenta uno dei punti cardine dell’azione di rilancio delle aree protette e delle aree interne calabresi. L’intervento da un lato avvia la realizzazione di un sistema di promozione e sviluppo del cicloturismo e dall’altro va incontro alle esigenze delle popolazioni delle aree interne che in più occasioni hanno rappresentato il pessimo stato delle arterie stradali di competenza provinciale e segnatamente della provincia di Vibo Valentia.     

Fucile e munizioni nelle Preserre, indagano i carabinieri

I carabinieri delle Stazioni di Soriano Calabro e di San Nicola da Crissa, supportati dai colleghi dello Squadrone eliportato Cacciatori “Calabria”, nel corso di diversi servizi perlustrativi in aree boschive della giurisdizione della Compagnia di Serra San Bruno hanno rinvenuto un fucile ed alcune munizioni.

In particolare, in un casolare disabitato, in località “Cucuzzella”, a Vallelonga, i militari hanno trovato un sacco di plastica con 60 munizioni a pallettoni, calibro 12 e 20.

In un bosco, in località “Comunella”, nella frazione Ariola di Gerocarne, gli uomini dell'Arma hanno rinvenuto, invece, un tubo interrato, nel quale era stato nascosto un fucile Kettner calibro 12, risultato rubato in provincia di Pavia nel 2010 e 10 cartucce stesso calibro.

Il tutto e stato sottoposto a sequestro per i successivi accertamenti investigativi.

Il Club Vallelonga – Monserrato valorizza i borghi e l’emigrazione Calabrese

 L’identità e la memoria storica, la valorizzazione dei borghi attraverso interventi mirati all’estero che posso contribuire alla crescita della Calabria e in particolare alla Valle dell’Angitola.

È questo l’obiettivo del Club Vallelonga – Monserrato di Toronto che, nella giornata di venerdì prossimo, presso la sede canadese presenterà il progetto finanziato dalla Regione Calabria con i fondi previsti per l’ex Legge 8/2008.

All’iniziativa, oltre al presidente Antonio Pileggi, parteciperanno anche i deputati calabresi del Canada Judy Sgrò e Francesco Sorbara a sostegno del ministro per l’Immigrazione Marco Mendicino, nonché le docenti dell’Università di Toronto Mississagua, Teresa Lobalsamo e Adriana Grimaldi.

Dalla Calabria arriveranno il professor Giuseppe Cinquegrana, antropologo e studioso dell’emigrazione, l’esperto ed editore della rivista storica e antropologica “La Barcunata” Bruno Congiustì, il regista Davide Manganaro e il direttore della web tv dei Calabresi nel mondo Nicola Pirone.

Il progetto che vedrà il coinvolgimento degli atenei, si svolgerà tra Toronto, Philadelphia e Cuba.

Per l’occasione il Club Vallelonga – Monserrato, oltre alle conferenze nelle università e nelle scuole, ha ideato una serie d’incontri con tour operator e imprenditori esteri, per fare conoscere le bellezze della calabresi.

Tra gli incontri, particolarmente attenzione sarà rivolto a quello di Philadelphia con il Console generale d’Italia Pier Forlano, la Filitalia International e il Console onorario di Santo Domingo Enzo Odoguardi che sarà accompagnato da diversi imprenditori italo-americani.

Ai partecipanti sarà consegnatio materiale informativo sia cartaceo che audio visivo.

Per quanto riguarda l’emigrazione sono già partiti i colloqui con le strutture che si occupano del tema nei tre paesi, mentre grazie alla collaborazione con il nascente museo di San Nicola da Crissa sono stati siglati i primi accordi per lo scambio culturale, che permetterà la presenza sul territorio calabrese di visitatori.

Oltre alla Valle dell’Angitola, un paragrafo del progetto sarà riservato alla Valle del Torbido nella provincia di Reggio Calabria.

Per il presidente Antonio Pileggi:“L’obiettivo principale è di promuovere la Calabria partendo dalla cultura dell’emigrazione, dando valore ai borghi e allo stesso tempo ai calabresi emigrati, che sono il primo veicolo pubblicitario per un ritorno o una visita nella propria terra. Attraverso le storie inedite raccontate con immagini e documenti si intende valorizzare dei borghi ancora sconosciuti al mondo, ma che sono ricchi di tesori. In questo senso è aperto a un pubblico giovane, da qui il coinvolgimento delle università e dei settori d’interesse. Favorire il collegamento tra i musei dell’emigrazione che si trovano nei tre paesi e in Calabria. Il progetto ha come innovazione il raggiungimento di un pubblico giovane quale le università e che non sia particolarmente legato alla Calabria, quali discendenti o emigrati. Allo stesso tempo metterà in condizione i tour operator stranieri di potere conoscere una parte dell’Europa Meridionale ancora oggi assente dai propri itinerari o non valorizzata”.

Valle dell’Angitola, una nuova cartellonistica segnalerà gli itinerari turistici

La Consulta delle associazioni Valle dell’Angitola, la cui sede è a Monterosso Calabro, che vede raggruppati i sodalizi culturali di 9 comuni, comincia a portare a casa i primi risultati.

Dopo il convegno dello scorso mese di agosto sulle infrastrutture borboniche organizzato nel centro Angitolano, oggi un altro tassello sta per essere inserito al mosaico per la promozione del territorio.

Negli uffici del Parco regionale delle Serre, il presidente Antonio Parisi e il vice Bruno Congiustì hanno, infatti, presentato al commissario Pino Pellegrino un progetto per segnalare i monumenti e gli itinerari turistici attraverso una cartellonistica che riguarderà i 9 comuni che fanno parte del comprensorio.

Un’idea che il commissario del Parco delle Serre ha sposato fin da quando era stata proposta, in occasione del convegno di agosto.

Il Parco delle Serre si assumerà l’onere della stampa e della messa in opera di 5 cartelli madre che racconteranno la Valle dell’Angitola e suoi tesori e saranno posti in punti strategici, come le usciti autostradali e le vie di accesso alla valle.

Il pannello descrittivo sarà stampato sia italiano che in inglese, mentre alle varie diramazioni stradali saranno istallati i 9 itinerari turistici, di vario interesse.

Si partirà con l’itinerario naturalistico di Polia per visitare gli antichi mulini ad acqua e la felce preistorica Woodwardia radicans.

L’itinerario Bizantino – Medievale di Francavilla Angitola sarà da apripista per quello illuministico e archeologico di Filadelfia – Castelmonardo.

Lungo l’ex Ss110, già via Regia, si incontreranno gli itinerari: Borbonico, con il Santuario di Mater Domini e Il Balcone delle Calabrie di San Nicola da Crissa; il Faunistico - archeologico con l’oasi dell’Angitola; i ruderi di Rocca Angitola e la Piana degli Scrisi di Maierato; il polo museale di Monterosso Calabro; lo Storico – Artistico con Nicastrello e gli affreschi attribuiti a Renoir, a Capistrano; il Religioso – Paesaggistico di Vallelonga, con i quadri di Andrea Cefali e la Basilica Minore di Monserrato e quello Basiliano e la macchia Mediterranea del bosco Fellà di Filogaso.

Al termine dell’incontro il presidente della Consulta delle associazioni Valle dell’Angitola, Antonio Paris, ha dichiarato:"L’incontro con il Commissario Pino Pellegrino è stato molto produttivo quanto entusiasmante. Le nostre idee sono state ascoltate e spero che da oggi in poi si comincerà a pensare in maniera positiva in questo territorio. I panelli e le indicazioni faranno capire che anche nell’entroterra esistono dei beni culturali che vanno valorizzati. Insieme alle associazioni che hanno preso parte a questa sfida, stiamo stilando un programma che avrà molta visibilità anche all’estero sfruttando le nostre piattaforme. Ringrazio quanti hanno lavorato a questo progetto e ci hanno messo passione come il Commissario Pellegrino che fin da subito ha creduto nell’iniziativa".

Vallelonga, 43enne segnalato per consumo di marijuana

Un 43enne di Vallelonga è stato segnalato alla prefettura di Vibo Valentia per uso personale di sostanza stupefacente. 

In particolare, durante una perquisizione domiciliare, gli agenti del Commissariato di Serra San Bruno, del Reparto prevenzione crimine “Calabria Centrale” e delle Unità cinofile antidroga della questura hanno rinvenuto, nel cassetto di un mobile della camera da letto, un involucro di carta stagnola contenente marijuana.

Inoltre, sotto il portico dell’abitazione, i poliziotti hanno trovato una sigaretta confezionata artigianalmente, con marijuana e tabacco.

La stupefacente, del peso complessivo di 6,5 grammi, è stato sequestrato.

  • Pubblicato in Cronaca

Vallelonga incorona ancora Servello

Con 267 preferenze Egidio Abdon Servello è stato rieletto sindaco di Vallelonga.

Alla guida della compagine “Limpido e trasparente”, Servello si è imposto sull'ex primo cittadino Francesco Vetrò che, con la lista “Vallelonga riparte”, non è andato oltre i 194 voti.

 

  • Pubblicato in Politica

Trovata la donna scomparsa a Vallelonga

È stata ritrovata, Rita Carnevale, la cinquattottenne di Vallelonga di cui non si avevano notizie da ieri.

L'ultimo avvistamento della donna, che si era allontanata per fare una passeggiata, era avvenuto in località Crescenzo del comune di San Nicola Crissa. 

Da quanto si apprende, pare che la signora sia stata colpita da un  malore, a causa del quale, cadendo, avrebbe battuto la testa e perso conoscenza.

Le ricerche, avviate ieri sera in seguito alla segnalazione fatta dai familiari ai carabinieri della Stazione di San Nicola da Crissa, hanno permesso di rintracciare la malcapitato grazie all'intervento degli elicotteristi dell'8° Elinucleo di Vibo Valentia che, intorno alle 13.30 di oggi hanno avvistato la donna in località "Crescenzo" di San Nicola.

Raggiunta dai militari della Compagnia di Serra San Bruno, che l'hanno trovata a terra in stato d'incoscienza, la cinquattottenne è stata trasferita in elisoccorso all'ospedale di Catanzaro.  

Le ricerche, cui hanno preso parte anche i  vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia, hanno interessato il territorio a ridosso dei comuni di San Nicola da Crissa e Vallelonga.

 

Donna scomparsa a Vallelonga, la Prefettura attiva il Piano provinciale

"La Prefettura di Vibo Valentia, nella mattinata odierna, ha attivato il Piano provinciale persone scomparse con riferimento alla signora Carnovale Rita di anni 58, di Vallelonga".

È quanto si legge in una nota della Prefettura di Vibo Valentia.

Sottoscrivi questo feed RSS