Vibo, il commissario straordinario dell’Asp incontra il sindaco

Il commissario straordinario dell’Asp di Vibo Valentia Maria Bernardi, si è recata in visita di cortesia a Palazzo Luigi Razza  per salutare il sindaco della città capoluogo di provincia, Maria Limardo.

Il manager si è intrattenuto per oltre mezz’ora con il primo cittadino vibonese, nonché presidente della Conferenza dei sindaci, discutendo sui alcuni problemi legati all’attività sanitaria del territorio, con particolare attenzione all’emergenza coronavirus.

Bernardi ha informato il sindaco su alcune iniziative che intende intraprendere per il rilancio della sanità vibonese.

Entrambi, nel corso del cordiale colloquio, hanno concordato sulla necessità di mantenere un proficuo rapporto al fine di alimentare, unitamente agli altri sindaci dei comuni della Provincia di Vibo Valentia, la sinergia d’azione necessaria per dare le giuste risposte agli utenti dei servizi sanitari.

Il commissario dell’Asp ed il sindaco hanno inoltre, concordato un immediato incontro con il Comitato di rappresentanza dei sindaci per meglio approfondire le problematiche che attanagliano la sanità vibonese e in quella circostanza, stabilire un comune programma, utile per fronteggiare al meglio gli effetti della pandemia legata al coronovirus.

Cgil e FP: "Il nuovo ospedale di Vibo deve rimanere una priorità"

Riceviamo e pubblichiamo

"Le dichiarazioni fatte in conferenza stampa dal neo commissario dell’Asp di Vibo Valentia, Maria Pompea Bernardi, in merito alla costruzione del nuovo ospedale di Vibo Valentia, necessitano a nostro avviso, un correttivo in ordine alle priorità. Per quanto sia vero che bisogna intervenire sullo Jazzolino, fintanto che non venga definitivamente costruito il nuovo ospedale del capoluogo, quest’ultimo resta comunque di primaria importanza e rimane la priorità per la quale occuparsi. Ci rendiamo conto che i ritardi e le vicissitudini registrate non fanno altro che alimentare una crescente sfiducia e svilire maggiormente l’impegno e la speranza di quanti considerano il nuovo ospedale di Vibo Valentia come un diritto legittimo ai bisogni della salute dei cittadini vibonesi, ma la realizzazione di quest’opera, a nostro avviso, è e resta fondamentale, oggi più che mai,  per fronteggiare l’emergenza socio-sanitaria esistente e favorire anche nel territorio vibonese la garanzia di accesso in tempi certi ai servizi e prestazioni di qualità stabiliti nei Lea e favorire l’integrazione dell’attività ospedaliera con l’attività territoriale. Tutto ciò rientra nella più generale rivendicazione del nostro sindacato per il diritto alla sanità pubblica ed universale anche territorio vibonese. La sfida che abbiamo lanciato sta proprio in questo: ognuno secondo il proprio ruolo e le proprie responsabilità, deve agire per difendere i diritti non negoziabili dei cittadini. Dal nuovo commissario dell’Asp, dunque, ci attendiamo che dia risposte più consistenti sia sul piano delle azioni messe in campo per superare tutte le difficoltà che oggi si segnalano come i servizi territoriali e l’integrazione socio-sanitaria, la prevenzione, la rete ospedaliera e la questione della mobilità passiva e degli organici insufficienti e soprattutto le azioni anti-covid, sia che si impegni, per quanto sia di sua responsabilità, affinché il nuovo ospedale di Vibo Valentia sia completato in tempi certi e soprattutto brevi. Lo abbiamo detto e continueremo a ripeterlo: tutti i soggetti interessati hanno assunto precisi impegni che dovranno essere rispettati, negli esclusivi interessi generali della nostra collettività". 

Segreteria Cgil Area Vasta CZ-KR-VV

FP-CGIL Area Vasta CZ-KR-VV

  • Pubblicato in Politica

Ritardi nella campagna vaccinale, l'appello del Rotary Hipponium

Il Rotary Hipponion di Vibo Valentia lancia un suo appello alle istituzioni provinciali e va oltre la disponibilità di aiutare il sistema sanitario calabrese a superare le difficoltà legate all’attuale emergenza pandemica rivolgendo la sua attenzione più immediata sull’attuazione della campagna vaccinale per la popolazione del territorio.

Già presente, sin dallo scoppio del contagio del Covid 19, attraverso una intensa e qualificata attività svolta da quasi tutti i Club della regione, il Rotary Hipponion oggi pone l’accento sulla necessità di sollecitare alla competente Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia, chiamata a darsi una immediata organizzazione nella gestione del piano vaccinale perché lo impongono la sempre più aggressiva azione del virus e soprattutto la costante preoccupazione dei cittadini che vedono tradito il loro diritto alla salute, che mai come in questo momento deve essere rispettato in maniera urgente e perfettamente scadenzata.

Il caos e le difficoltà gestionali della sanità pubblica che ancor oggi non riesce a presentare un piano vaccinale ufficiale capace di assicurare ai cittadini utenti salute sicurezza e fiducia hanno stimolato il Rotary Hipponion ad esternare la propria opinione sulla difficile situazione odierna, uscendo dal riserbo su ciò che sta facendo nel suo complesso e silenziosamente. Nel farlo il sodalizio, presieduto oggi da Maria Giovanna Irene Fusca, in un incontro, presenti, tra gli altri, il presidente incoming Gilberto Floriani ed il presidente nominato Dino Sganga, ha ritenuto doveroso mandare un messaggio ad Istituzioni ed Enti, Associazioni, Professioni e Sindacati, alla stessa Politica, per responsabilizzarli e sensibilizzare ulteriormente chi ha la responsabilità diretta di mettere ordine e far camminare con la dovuta accelerazione la macchina operativa della sanità vibonese, che oggi fa fatica a rispondere con immediatezza alle sollecitazioni che emergono dagli effetti devastanti della pandemia.

L’Asp che è lo strumento, il mezzo su cui viaggia la somministrazione del vaccino, un “bene comune del popolo” come spesso viene definito nel dibattito rotariano, non può più attardarsi. Il grido di allarme dei vibonesi che si eleva anche attraverso i social va compreso e rispettato. La popolazione deve essere vaccinata. Il processo deve avvenire secondo la normativa che disciplina la delicata fase pandemica per cui non è più concesso spazio ad improvvisazioni o disattenzioni. In questo concorso di spinta verso il riordino del sistema sanitario l’odierna pandemia riveste un carattere di urgenza e richiede la precedenza su tutti gli altri aspetti organizzativi.

Il Rotary Hipponion avverte forte la necessità di invocare il supporto di tutte le articolazioni della vita quotidiana pubblica e privata nell’esecuzione di una iniziativa, appunto quella del programma vaccinale, che allo stato attuale presenta incertezze e debolezze e che non può più accumulare ritardi di qualsiasi genere. Da qui la ulteriore disponibilità del Rotary Hipponion e di quanti intendono associarsi affinché l’Asp di Vibo Valentia tenga fede alla responsabilità di assicurare il più trasparente metodo di organizzazione della programmazione e conseguente somministrazione del vaccino. Grazie. Cordiali saluti.

La befana dei vigili del fuoco arriva all'ospedale di Vibo Valentia

I vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia e l'associazione "Piccoli grandi Grisù", hanno portato oggi la Befana nel reparto pediatria dell'ospedale civile di Vibo Valentia.
 
Nel rigido rispetto delle normative anti Covid la Befana è arrivata al reparto pediatria e neonatologia attraverso l'autoscala per consegnare i doni ai piccoli degenti.
 
Nonostante il periodo pandemico i vigili del fuoco ed il primario del reparto pediatria, Dott. Braghò, hanno voluto dare continuità a questo evento per non privare i piccoli pazienti di questo momento gioioso nella speranza di un ritorno alla normalità.

Vibo: 'botti' venduti abusivamente in un negozio, scatta il sequestro

Nell’ambito dei controlli predisposti dal Questore di Vibo Valentia in occasione delle festività natalizie e del Capodanno, nella giornata ieri, personale della polizia di Stato  ha effettuato un’attività di controllo in alcuni esercizi commerciali del capoluogo al fine di vigilare sulla produzione, commercio e detenzione di artifici pirotecnici.

Gli agenti, durante un' ispezione in un negozio, hanno rinvenuto materiale pirotecnico messo in vendita senza le necessarie autorizzazioni.

I poliziotti hanno, quindi, sequestrato 135 chili di materiale abusivamente detenuto e denunciato il titolare del negozio, per il reato di detenzione abusiva di prodotti esplodenti e articoli pirotecnici.

  • Pubblicato in Cronaca

Caos tamponi a Vibo, il Pd punta il dito contro due consiglieri comunali

Riceviamo e pubblichiamo

"Nella giornata di ieri, molti cittadini di Piscopio si sono riversati su viale della Pace, presso il punto allestito per i tamponi, sulla base di una lista di nomi redatta in modo 'informale' da due consiglieri comunali. Tale lista si è sovrapposta a quella ufficiale prodotta dall'Asp, generando confusione sia per gli operatori sia per i cittadini, paralizzando di fatto l’attività di screening e determinando l’intervento delle forze dell’ordine a presidio del drive in. Un fatto gravissimo che ha portato al corto circuito di un servizio fondamentale del sistema di prevenzione e tutela della salute pubblica, verificatosi ad opera di consiglieri comunali con modalità del tutto anomale e per finalità clientelari, estranee al senso di responsabilità ma anche al semplice buonsenso. Ciononostante, nella sessione odierna del consiglio comunale, il sindaco ha ritenuto opportuno giustificare e legittimare -anziché disapprovare in maniera chiara -l’operato dei due consiglieri. Ancora una volta, purtroppo, in conformità allo stile dimostrato da questa amministrazione, si preferisce una gestione certamente utile a recuperare qualche voto in più, ma che compromette la tutela degli interessi generali. L’amministrazione comunale avrebbe dovuto coordinarsi con l’Azienda sanitaria nel rispetto delle norme e dei protocolli per l’emergenza. Siamo tutti stanchi di vedere rappresentanti delle istituzioni che, per alimentare una campana elettorale permanente e farsi inopportuna pubblicità personale, continuano a scherzare con i diritti dei cittadini".

Partito democratico Vibo Valentia

  • Pubblicato in Politica

Vibo sequestrati oltre 3 quintali di 'botti'

Nella mattinata di ieri, i poliziotti della Questura di Vibo Valentia hanno effettuato un’attività di controllo in alcuni esercizi commerciali del capoluogo.

In uno di negozi controllati, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato 365 chili di artifici pirotecnici.

Il materiale, che era stato messo in vendita senza la necessaria licenza, è stato distrutto dagli uomini del Nucleo regionale artificieri della Questura di Catanzaro.

Il titolare del negozio è stato, invece, denunciato per detenzione abusiva di prodotti esplosivi.

  • Pubblicato in Cronaca

Nuovo ospedale di Vibo, Insardà (Pd) chiede di “convocare il tavolo permanente per fare il punto della situazione

Riceviamo e pubblichiamo

"Apprendiamo dagli organi di informazione del sequestro preventivo cui sono state sottoposte le opere complementari relative al nuovo ospedale di Vibo Valentia e la contestazione di ipotesi di abuso d’ufficio e disastro colposo. L'accertamento di eventuali responsabilità penali sui fatti contestati sarà compito dell'autorità giudiziaria, nei confronti della quale riponiamo la nostra fiducia. Esprimiamo la nostra preoccupazione sul quadro rappresentato dalle indagini poiché, a seguito degli interventi realizzati, risulta aggravata la tenuta idrogeologica del sito e, di conseguenza, compromessa la realizzazione della nuova struttura. In ragione di questi accadimenti, è ancora di più urgente programmare le azioni e le risorse necessarie per assicurare l’erogazione dei servizi sanitari del già esistente ospedale della città e delle strutture di assistenza provinciali. Il nuovo ospedale è per questo territorio una infrastruttura indispensabilee il percorso di questo progetto è stato segnato da importanti battute d’arresto sin dall’inizio. Ciò premesso, riteniamo sia opportuno convocare il tavolo permanente presieduto dal Prefetto e alla presenza dei soggetti pubblici e privati competenti per fare il punto della situazione".

Vincenzo Insardà, Partito democratico - Federazione di Vibo Valentia

  • Pubblicato in Politica
Sottoscrivi questo feed RSS