Vibo, scoperti 4 lavoratori in nero

Nel corso di un controllo, i finanzieri del neo istituito Gruppo di Vibo Valentia, hanno scoperto 4 lavoratori in nero impiegati in un noto ristorante della frazione Marina del capoluogo.

Durante l'attività, i militari hanno individuato nel locale alcuni ragazzi intenti a svolgere le mansioni di cameriere, in assenza di un regolare contratto di lavoro.

Al termine dell’intervento, le fiamme gialle hanno elevato sanzioni amministrative per circa 7 mila euro nei confronti del titolare dell’attività, il quale ha successivamente proceduto alla regolarizzazione delle posizioni lavorative.

  • Pubblicato in Cronaca

Furti e rapine nel Vibonese, due persone in manette

 Svolta nelle indagini sui furti in appartamento e rapine in abitazione avvenuti nel Vibonese.

Nel corso di un'operazione eseguita la notte scorsa a Vibo Valentia e Cessaniti, i carabinieri della locale Compagnia hanno, infatti, eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse nei confronti di altrettante persone di Cessaniti e San Costantino.

Le indagini sono state condotte dai militari del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Vibo Valentia e della Stazione di San Costantino Calabro.

I dettagli delle operazoni saranno resi noti durante la conferenza stampa, che si terrà alle ore 11:00, nell’aula magna del Comando provinciale dei Carabinieri di Vibo Valentia.

Vibo: scoperta una bisca clandestina, denunciate 9 persone

I militari del Comando compagnia carabinieri e del Gruppo guardia di finanza di Vibo Valentia, hanno scoperto una bisca clandestina attiva in un circolo privato del capoluogo di Provincia.

L’operazione è scattata intorno alle 20 di ieri, quando le forze dell'ordine hanno fatto irruzione, cogliendo in flagranza i giocatori seduti ai tavoli con ingenti quantitativi di fiches davanti alle loro postazioni.

Il locale è stato sottoposto a sequestro, insieme a migliaia di euro in contanti custodite nella cassa del locale.

Durante il controllo, i militari sono riusciti a mettere le mani su alcuni appunti, grazie ai quali è stato possibile risalire all'identita dei partecipanti ed alle quote versate per sedere al tavolo da gioco.

Al termine dell'operazione sono stati denunciati: il legale rappresentante del circolo, che dovrà rispondere del reato di “esercizio aggravato di giochi d’azzardo” ed altre 8 persone, residenti anche fuori provincia, ritenute responsabili di “partecipazione a giochi d’azzardo”.

Nel corso dell’attività, carabinieri e finanzieri avrebbero, inoltre, acquisito elementi che avrebbero permesso d'individuare la presenza di figure organiche alla ’ndrangheta.

 

Giallo a Vibo, scomparse sette bare dal cimitero

Sette bare sono letteralmente scomparse da una cappella gentilizia del cimitero di Vibo Valentia.

La scoperta è stata fatta ieri, quando un visitatore ha notato che qualcuno aveva rotto le lapidi e portato via le bare.

Come se non bastasse, sul posto è stato rinvenuto un sacchetto di plastica, con all'interno i poveri resti dei defunti tumulati nelle bare trafugate.

Sull'incredibile episodio hanno avviato le indagini i carabinieri della locale compagnia.

  • Pubblicato in Cronaca

Vibo: anziana signora cade in casa, intervengono i vigili del fuoco

Un'anziana donna è stata soccorsa oggi a Vibo Marina, dai vigili del fuoco del locale distaccamento.

A chiamare i soccorsi è stata una signora, preoccupata dai lamenti provenienti dall'appartamento limitrofo al suo.

Giunti sul posto, una volta aperta la porta d'ingresso dell'abitazione, i vigili del fuoco hanno trovato la donna riversa a terra.

Dopo aver prestato i primi soccorsi, i pompieri hanno chiesto l'intervento della guardia medica, che in seguito ad un controllo non ha ravvisato la necessità di operare il ricovero.

  • Pubblicato in Cronaca

Auto in fiamme a Vibo Valentia

Auto in fiamme intorno alle 21,45 di questa sera in via De Gasperi, a Vibo Valentia.

Per cause ancora in corso d'accertamento, una Ford Fiesta è stata danneggiata da un'incendio, prontamente domato dai vigili del fuoco del Comando provinciale vibonese.

  • Pubblicato in Cronaca

Vibo, l'associazione "Valentia" ha incontrato il presidente della Provincia Solano

Riceviamo e pubblichiamo

"Continua senza sosta la campagna di ascolto avviata dall’associazione Valentia, con l’obiettivo di recepire i bisogni reali della popolazione da tramutare in proposta politica e programmatica alle prossime comunali di maggio. Ieri una delegazione ha fatto visita al presidente della Provincia, Salvatore Solano. Un incontro positivo e propositivo che ha offerto spunti interessanti, partendo soprattutto dall’esperienza amministrativa del Comune di Stefanaconi, ente di cui il presidente è sindaco. Dopo i convenevoli del caso, è stato il presidente dell’associazione, Anthony Lo Bianco, a ringraziare Solano per l’ospitalità e nello stesso tempo ad esprimere apprezzamento per quanto di buono sta facendo la sua amministrazione a Stefanaconi. Un’incitamento a cambiare il corso delle cose è arrivato dal presidente, che ha esortato i ragazzi a vivere l’impegno associativo e politico con passione e grande dedizione, divenendo faro di speranza in un momento dove la sfiducia nelle istituzioni e nei partiti ha raggiunto l’apice. Continuando, Solano ha esortato i ragazzi a rendersi utili per la comunità, pensando anche ad un eventuale impegno diretto alla competizione elettorale. Nei prossimi giorni gli incontri proseguiremo con le associazioni, i cittadini, le realtà commerciali ecc., con l’obiettivo di giungere a formalizzare una proposta politica e un’idea di città, sperando che possa convergere con chi oggi si propone alla guida della città".

Rosario Losiggio - Vicepresidente associazione "Valentia"

  • Pubblicato in Politica

Vibo, Solano attacca la rappresentanza parlamentare di governo: “Basta con le passarelle elettorali in Provincia"

«Esprimo il mio sentito ringraziamento, per l’esemplare funzione esercitata in Consiglio, a Giuseppe Policaro, Pino Muratore, Maria Rosaria La Grotta, decaduti dalla loro funzione istituzionale (in seguito allo scioglimento del Consiglio comunale di Vibo Valentia ndr) e, nel contempo, do il mio benvenuto ai nuovi consiglieri provinciali, Antonella Grillo, Antonio Raffaele Corigliano, Daniele Vasinton, e Matteo Umbro, che oggi si insediano ufficialmente».

Questo l’incipit dell’intervento con il quale il presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano, ha aperto, alle ore 10:30, il Consiglio provinciale.

Assise che, con l’ausilio tecnico-legislativo del segretario generale, Mario Ientile, ha provveduto quindi ad adempiere, in seduta ordinaria, ai punti all’ordine del giorno.

Primo fra tutti la ratifica della decadenza dei consiglieri Policaro, Muratore, La Grotta e Maria Fiorillo e la conseguente surroga e contestuale convalida dei primi non eletti delle rispettive liste elettorali: Antonella Grillo (consigliere comunale di Zambrone), Daniele Antonello Vasinton (consigliere comunale di Parghelia), Matteo Umbro (consigliere comunale di Polia), componenti della lista elettorale “Rinascita Vibonese” e Antonio Raffaele Corigliano (consigliere comunale di San Costantino Calabro), presentatosi con la lista “Civilmente impegnati”.

«Mi accingo a intraprendere questo importante percorso istituzionale con orgoglio - ha affermato, intervenendo in Consiglio, Antonella Grillo -. Un orgoglio che mi deriva dal fatto di rappresentare una realtà ricca di storia e di cultura. Un territorio che, oggi, vanta un presente turistico di primo piano nel panorama nazionale».

Il consigliere Grillo ha asserito, tra le altre cose, che «apprezza molto l’approccio propositivo che sta caratterizzando l’azione amministrativa del presidente Solano e che si attiverà per portare avanti il programma presentato dalla coalizione che ha espresso il presidente della Provincia, dando priorità a settori fondamentali quali la scuola, la viabilità stradale e il turismo». Subito dopo a prendere la parola è stato il neo consigliere Antonio Raffaele Corigliano, che ha messo in luce la sua volontà di offrire all’Assemblea provinciale «la massima collaborazione, al fine di risolvere i problemi del territorio sui quali sarà possibile intervenire, viste le note difficoltà finanziarie dell’Ente».

Corigliano ha, quindi, sottolineato che «è la prima volta che San Costantino Calabro esprime un consigliere provinciale» e che la cosa lo «inorgoglisce e lo responsabilizza ancor di più». I consiglieri Grillo e Corigliano hanno, quindi, espresso entrambi la loro «solidarietà ai dipendenti provinciali che, in questi ultimi anni, hanno vissuto sulla loro pelle le difficoltà e i disagi causati dallo stato di default amministrativo».

Il Consiglio ha poi provveduto ad approvare il secondo punto all’ordine del giorno: l’individuazione dei beni immobili da trasferire alla Regione Calabria, in attuazione alla Legge n. 56 del 7 aprile 2014, al DPCM del 26 settembre 2014 e alla Legge regionale n. 14 del 22 giugno 2015.

Il presidente Solano nelle sue comunicazione si è rivolto a muso duro alla rappresentanza parlamentare di Governo.

«Basta con le passarelle elettorali in Provincia. È giunta l’ora che si diano risposte risolutive al territorio. D’ora in poi, non intendo aprire le porte dell’Ente a chi latita a Roma. Mi aspetto che attraverso atti o fatti concreti ci si adoperi per dare risposte immediate alla nostra realtà provinciale. Mi riferisco in particolare ai rappresentanti parlamentari del Vibonese che fanno riferimento al Governo in carica. Mi auguro che esercitino responsabilmente e con onore la loro funzione istituzionale, al fine di permetterci - così come è nelle nostre prerogative costituzionali - di dare risposte immediate ai cittadini, soprattutto per quanto concerne la sicurezza di strade e scuole. Il Governo ha tirato fuori dal dissesto, stanziando centinaia di milioni di euro, realtà territoriali quali ad esempio Roma, Catania e Reggio Calabria, - ha quindi evidenziato il presidente Solano. Non è possibile, dunque, ed appare a questo punto incomprensibile, che non si intenda elargire l’esiguo finanziamento governativo di 10milioni di euro nei confronti di un Ente, come la Provincia di Vibo Valentia, ad oggi virtuoso, e che - ha messo in risalto Solano - è, ormai, uno dei pochi in Italia ad avere più entrate che uscite».

Da segnalare, infine, l’assenza giustificata “per motivi personali” del neo consigliere, Matteo Umbro, e la presenza in assise provinciale dei consiglieri: Domenico Anello, Maria Pascale, Antonio Carchedi, Gregorio Profiti, Carmine Mangiardi e Antonio Zinnà. 

  • Pubblicato in Politica
Sottoscrivi questo feed RSS