Vibo, Russo:"Presto in opera la nuova rete idrica di Piscopio"

"Sarà messa in opera presto la nuova rete idrica di Piscopio.

Insieme all’assessore Mariateresa Nardo abbiamo preparato tutta la modulistica necessaria affinchè tutti i cittadini della popolosa frazione possano allacciarsi alla nuova rete di distribuzione, i cui lavori sono stati ultimati da oltre un anno da parte della precedente amministrazione, ma mai messa in funzione.

Tale opera consentirà all’Ente comunale di risparmiare e recuperare quantitativi di acqua importanti. Si pensi che in questi giorni a Piscopio vengono immessi in rete circa 800 mila litri d’acqua e che comunque questo quantitativo sembra non essere sufficiente, nonostante a fronte di una media nel resto della città di 160 lt a persona, nella frazione stiano immettendo circa 320 lt a persona ancora numerosi sono i disagi che ci vengono segnalati.

Con l’attivazione della nuova rete risparmieremo e recupereremo volumi importanti di acqua in una frazione in cui si registra una dispersione dovuta a perdite, a numerosi allacci abusivi e all’utilizzo improprio. Tutte cause di disagi ai cittadini ed anche all’Ente che è comunque chiamato a pagare i consumi di chi usufruisce dell’acqua senza averne titolo.

Nelle prossime settimane dunque, sarà data opportuna comunicazione ai cittadini sulle modalità di allaccio alla nuova rete. Questo rappresenterà una svolta positiva per i tanti cittadini onesti, e sono la buona parte, che fino ad oggi hanno sofferto per le criticità evidenziate della vecchia rete e, al contrario rappresenterà un’occasione per tutti quei cittadini che fin ad oggi hanno utilizzato senza pagare, di regolarizzare la propria posizione.

Dunque l’attivazione della nuova rete sicuramente attenuerà di molto i disagi dei cittadini di Piscopio, verso cui la nostra attenzione, sin dal nostro insediamento è stata massima".

È quanto si legge in una nota dell'assessore ai Lavori pubblici del Comune di Vibo Valentia, Giovanni Russo

  • Pubblicato in Politica

Conferenza dei sindaci, Tassone risponde a Limardo: “Convocazione imminente, contatti con Cotticelli subito dopo Ferragosto”

“Subito dopo Ferragosto provvederò a contattare il commissario Saverio Cotticelli al fine di stabilire una data per lo svolgimento della Conferenza dei sindaci nella quale sviscerare tutti i problemi della sanità vibonese ed individuare le soluzioni più opportune”.
 
Il sindaco di Serra San Bruno e presidente della Conferenza dei sindaci Luigi Tassone risponde a stretto giro di posta al sollecito del primo cittadino di Vibo Valentia Maria Limardo sostenendo che alla riunione “prenderanno parte anche la deputazione nazionale, i consiglieri regionali ed i rappresentanti sindacali”.
 
“La Conferenza dei sindaci – precisa, però, Tassone – per come è stata correttamente e tempestivamente informata il sindaco Limardo, non ha avuto luogo nel mese di luglio per l’indisponibilità del commissario Cotticelli, la cui autorevole presenza, proprio alla luce della complessità della situazione, è da ritenersi assolutamente necessaria. Ribadisco che la nostra attenzione verso la tematica sanitaria è elevata: il diritto alla tutela della salute per noi è sempre stato al primo posto”.

 

  • Pubblicato in Politica

Sanità vibonese, Limardo: "Situazione gravissima, il sindaco di Serra convochi la Conferenza dei sindaci"

"La gravissima situazione in cui ormai da troppo tempo versano sia la struttura ospedaliera di Vibo Valentia sia i servizi sanitari in generale erogati ha indotto il sindaco di Vibo Valentia, Maria Limardo a sollecitare il sindaco di Serra San Bruno nella sua qualità di presidente della Conferenza dei sindaci in materia sanità, la convocazione della conferenza.

Un precedente invito formulato il 13 giugno, nell’imminenza del suo insediamento, è caduto nel vuoto e non è più possibile procrastinare la riunione dell’importante organismo. Le condizioni dell’ospedale Jazzolino e la costruzione della nuova struttura che stenta a decollare sono fonte di vivissima preoccupazione. Reparti chiusi o a rischio chiusura, carenze strutturali nonché di personale medico e paramedico ed evidenti deficienze organizzative mettono a serio rischio il diritto alla salute dei cittadini.

Si aggiunga che i lavori di costruzione del nuovo ospedale tra sequestri e rallentamenti vari, frenano le iniziali ottimistiche previsioni.

E’ divenuto dunque di assoluta urgenza un incontro in sede di Conferenza dei sindaci per avviare quell’indispensabile confronto finalizzato a fare il punto sulla generale situazione della sanità e individuare una linea di decisivi interventi per scongiurare ogni possibile rischio di chiusura dell’ospedale e consentire la piena operatività di tutti i reparti.

Il sindaco Limardo ha chiesto che la Conferenza sia convocata con urgenza anche alla presenza dei vertici provinciali dell’Aspdi Vibo Valentia, della Regione Calabria, dei consiglieri regionali e della deputazione nazionale al fine di rimettere al centro di ogni questione la tutela del malato e la garanzia della salvaguardia dei suoi diritti".

E'quanto si legge in una nota diffusa dalla segreteria del sindaco di Vibo Valentia, Maria Limardo.

  • Pubblicato in Politica

Vibo, attivato il servizio Wi-fi

"Sui due corsi principali di Vibo Valentia - corso Vittorio Emanuele III e corso Umberto I, compresa piazza Martiri d'Ungheria e la biblioteca comunale - e sul lungomare di Vibo Marina l’amministrazione comunale ha reso funzionante la rete Wi-fi comunale di Vibo e Vibo Marina.

La rete è già raggiungibile e tecnicamente utilizzabile ed ha come Ssid (nome della rete) "Wi-FI Free Comune Vibo Valentia", sono in corso le ultime fasi di test e messa a punto dei servizi da parte del fornitore che consentiranno di ultimare l'iter di attivazione.

Con un semplice click e pochi passaggi per registrarsi, tutti possono connettersi ad internet in maniera totalmente gratuita attraverso smartphone, tablet, pc, etc... 

Malgrado la rete sia utilizzabile, essendo ancora in corso le ultime attività, alcune funzionalità potrebbero temporanemente essere limitate ma la navigazione è totalmente fruibile. Al momento dell'attivazione definitiva verrà data prontamente notizia. 

Siamo felici di offrire un servizio utile ai nostri concittadini e maggiormente utile ai tanti turisti che visitano la nostra Città.

Il collaudo tecnico dell'impianto, avvenuto qualche giorno fa, è il culmine di un lavoro iniziato nel corso della passata amministrazione e che oggi ho avuto il piacere di raccogliere e rendere esecutivo".

E'quanto si legge in una nota diffusa dalla segreteria del sindaco di Vibo Valentia, Maria Limardo.

  • Pubblicato in Politica

Vibo, cittadini e associazioni ripuliscono la Statale182

Tutti insieme per riqualificare la banchina stradale nel tratto della statale 182 compreso  tra il palazzo dell'amministrazione provinciale di Vibo Valentia ed il santuario di Santa Ruba.

E’ quello che hanno fatto ieri, nel capoluogo di provincia, cittadini e associazioni.

All’iniziativa hanno preso parte:  il movimento “Percorsi puliti”, l’associazione “Insieme per il bene comune” il Wwf, l’ Archeoclub Vibo Valentia, l’associazione Prociv Augustus, la delegazione vibonese dell'Aioc (Associazione insigniti onorificenze cavalleresche) e la delegazione provinciale di Vibo Valentia dell’Istituto guardia d'onore reali tombe del  Pantheon.

A garantire la sicurezza dei partecipanti, la presenza di due ambulanze dell'associazione Augustus Vibo Valentia e del personale Anas.

“Tale riqualificazione –si legge in una nota degli organizzatori - si è resa necessaria, in quanto sia le vie nei pressi della Provincia che l’intero percorso al santuario, costituiscono un biglietto da visita per coloro che giungono nel nostro comune. L’iniziativa – prosegue il comunicato - rientra in un progetto più ampio che mira a coinvolgere la cittadinanza sull'opera di mantenimento della pulizia e decoro delle nostre strade e a sensibilizzare gli automobilisti affinché non abbandonino rifiuti e oggetti”.

Vibo, Russo:"La biblioteca sarà ristrutturata e restituita al mondo della cultura"

"In molti si stanno preoccupando della biblioteca comunale. Come amministrazione ce ne siamo occupati da subito, tanto da presentare nei giorni scorsi, un progetto attraverso Agenda Urbana per 1.200.000 euro. Per noi e per tutta la città si tratta di un patrimonio da tutelare e curare perché, l’edificio che ospita la biblioteca è la sede culturale della Città. 

Abbiamo posto la nostra attenzione ai sui spazi interni ed esterni per poter garantire agli utenti che li frequentano un ambiente accogliente e piacevole per potersi dedicare con tranquillità a momenti di lettura, studio, riflessione e confronto. Una volta ottenuto il finanziamento si interverrà per l’adeguamento di tutti gli impianti ed ai lavori di ristrutturazione dell’edificio con efficientemento energetico. Tante le migliorie che saranno apportate per la messa in sicurezza dello stabile e per ammodernarlo adattandolo ai bisogni degli utenti per offrire un servizio al passo con le esigenze. Tranquilli tutti dunque, la biblioteca non chiuderà, anzi, sarà messa a nuovo per riportarla al centro del mondo della cultura della nostra città".

E' quanto scrive in una nota l'assessore ai Lavori pubblici del Comune di Vibo Valentia, Giovanni Russo 

 

  • Pubblicato in Politica

Chiuso ufficio Ticket a Vibo Valentia, U.Di.Con.: “Superato ogni limite”

“Non sembrano avere fine le emergenze della sanità in Calabria ed i relativi disservizi a spese dei cittadini”. Così scrive in una nota il Vice Presidente Regionale dell’U.Di.Con. Domenico Iamundo per denunciare l’ennesimo fatto che ha causato tante segnalazioni di protesta. “Due giorni fa era toccato all’ Ospedale di Tropea: dopo lunghe ore di attesa da parte di cittadini che si erano recati fin dalle prime ore dell’alba presso l’ufficio ticket, senza nessun avviso da parte dell’Ente, si era diffusa la notizia che, inspiegabilmente, l’ufficio sarebbe rimasto chiuso”.

“Lo stesso episodio si è verificato a Vibo Valentia dove decine di cittadini in fila hanno trovato chiusi gli sportelli di via Moderata Durant senza nessun avviso sulle cause della sospensione del servizio. Quanto accade nella Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia è francamente inaccettabile - prosegue il responsabile provinciale U.Di.Con. Piero Marrella - lunghe ore di attesa, una attesa che si è prolungata sino alle 10,30 quando, i cittadini, ormai stanchi venivano informati, con poche righe affisse al vetro dello sportello, dell’esistenza di un problema. È evidente che ci sia qualcosa che non torna in questa vicenda, non è possibile che il cittadino, nella maggior parte dei casi proveniente dal comprensorio, dopo i vari disagi di trasporto per raggiungere l’Ufficio Ticket, sia costretto a sostare per ore senza poi poter accedere al servizio”.

“Chi gestisce la sanità calabrese, le Asp ed i commissari, diano risposte immediate a noi - prosegue Domenico Iamundo – ed ai tanti cittadini che rappresentiamo sui motivi e le cause delle chiusure alternate degli uffici ticket degli ospedali civili del territorio e che creano un grave disservizio e notevolissimi disagi ai cittadini del Vibonese. Faremo presente ulteriormente nelle prossime ore, ai vertici della sanità calabrese ed ai dirigenti dell’Asp provinciale di Vibo Valentia. I tempi biblici necessari per una visita medica, i disservizi degli uffici ticket degli ultimi giorni e la totale assenza di informazioni con l’utenza. I numeri parlano chiaro, il servizio sanitario calabrese è in forte crisi e non solo per l’ufficio ticket, ma per colpa di una gestione sbagliata che noi dell’U.Di.Con. abbiamo già denunciato diverse volte. È necessario un confronto serio per individuare con chiarezza gli interventi immediati necessari per arrivare ad una programmazione sanitaria funzionale ed utile ai cittadini ed ai lavoratori del settore. La paralisi gestionale è sotto gli occhi di tutti – conclude Iamundo - chiederemo ai vertici dell'Asp di Vibo Valentia ed ai commissari della sanità calabrese l'immediato ripristino del servizio ticket o saremo costretti ad intraprendere presso le sedi competenti per denunciare il caso di interruzione di pubblico servizio"

  • Pubblicato in Politica

Vibo, il Rotary club traccia le basi per il nuovo anno rotariano

L'anno rotariano 2019/20 nello storico club di Vibo Valentia inizia con l'ingresso di nuovi soci: il notaio Beatrice Romano, il dirigente scolastica Eleonora Rombolà, l'avvocato Caterina De Luca e il farmacista Amedeo Carchedi.

In occasione dei festeggiamenti per il 59° compleanno del club, il presidente Sonia Lampasi ha dato il benvenuto ai nuovi soci esprimendo soddisfazione per la proficua presenza, che aiuterà il club a servire al di sopra di ogni interesse personale.

L'evento è stata occasione per un excursus sull'attività svolta e per guardare al futuro.

Sono stati, poi, presentati i nuovi soci “interactiani” che andranno a rinvigorire la famiglia rotariana con l'entusiasmo e voglia di fare che caratterizza l'età adolescenziale.

Anche il Rotaract, presieduto da Sarah Sibiriu, ha partecipato ai festeggiamenti, segno tangibile dell'unità e sinergia di tutte le componenti rotariane,che quest'anno ha consentito di realizzare importanti progetti.

Alla serata ha partecipato l'assistente del governatore del distretto Rotary 2100 Giovanni Petracca, che ha portato il saluto del governatore e i suoi complimenti per l'ottimo lavoro svolto dal club lo scorso anno.

Il Rotary Vibo Valentia è quindi pronto a nuovi e maggiori traguardi per contribuire al miglioramento del territorio. 

Sottoscrivi questo feed RSS