Vibo: Settembre in villa riaccende i riflettori sulla città. Conclusa le kermesse iniziata con la sfilata di moda e i gioielli di Gerardo Sacco

Quattro incontri con cui l’architettura della villa comunale ha assunto una forma diversa, si è trasformata con il calore umano fino a far diventare lo spazio pubblico luogo di aggregazione e non già di esclusione. Questo il messaggio lanciato dal bar Cremona e da Magico Evento che hanno voluto offrire alla città momenti di condivisione, di promozione e creatività.

Un ciclo di eventi patrocinato dall’amministrazione comunale, guidata da Maria Limardo, iniziato alla grande con “ModArt in villa”, grazie al quale i commercianti hanno offerto al numeroso pubblico presente un’anteprima delle loro collezioni autunno-inverno.

Ospite d’eccezione l’orafo Gerardo Sacco che ha portato a Vibo Valentia la sua collezione di gioielli storici, dal “cuticchie” – la sua prima creazione – a quelli di scena, utilizzate dalle star di Hollywood.

A far da cornice la collettiva di artisti che ha trasformato la villa comunale in galleria all’aperto.

A seguire il “Pizza party”, attraverso il quale i bambini hanno avuto l’opportunità di partecipare al laboratorio per acquisire la tecnica di preparazione della pizza, praticata in tutte le fasi: scelta degli ingredienti, impasto, lievitazione e cottura.

Per continuare, “Aperitivo a quattro zampe”, un momento di integrazione tra persone e cani con esperti di addestramento e consigli per l’igiene dell’animale.

E per concludere, “I giochi di un tempo”, una sorta di confronto generazionale tra genitori e figli, consentendo a quest’ultimi di partecipare attivamente ai giochi di un tempo, quelli che scandivano le giornate dei loro genitori e che si svolgevano in strada.

“Con queste iniziative – ha spiegato Francesco Franzè gestore del bar Cremona – abbiamo voluto creare momenti di partecipazione attiva dei cittadini. Ogni singola iniziativa è stata ideata e pensata con l’obiettivo di coinvolgere la popolazione in momenti di crescita collettiva”.

Un ciclo di eventi, ha aggiunto Maria Stella Fresca, responsabile di Magico Evento, ideate per promuovere “momenti di svago dal contenuto culturale. Iniziative gratuite per tutti – ha aggiunto – che hanno preso avvio con la serata pensata per promuovere e incentivare lo shopping in centro, per proseguire con iniziative destinate principalmente ai bambini. Iniziative uniche per Vibo, progettate in perfetta sintonia con l’amministrazione comunale, che testimoniano il desiderio dei cittadini di essere parte attiva in ogni processo di crescita culturale, sociale ed economica”.

Vibo, una signora lascia una rosa al corpo di guardia della questura

"In questo giorno di dolore noi cittadini vi siamo vicini. Grazie di cuore per tutto ciò che fate per noi. Onore a voi”.

Questo è il semplice e toccante tenore del bigliettino che, unitamente a una splendida rosa rossa con nastro tricolore, una signora di Vibo Valentia stamattina ha consegnato al corpo della guardia della questura, con l’intento di partecipare al cordoglio che ha colpito la polizia di Stato per la tragica fine di Pierluigi Rotta e Matteo Demenego, i giovani poliziotti uccisi ieri a Trieste nell’adempimento del loro dovere.

Matteo, tra l’altro, aveva frequentato nel 2013 il 186° corso di formazione proprio presso la Scuola allievi agenti di Vibo Valentia.

Alla sconosciuta signora, che in maniera anonima ha lasciato il fiore, è andato il commosso ringraziamento del questore di Vibo Valentia.

  • Pubblicato in Cronaca

Tutto pronto a Vibo Valentia per l’iniziativa dell’Upi, “Dal Sud per l’Italia”

«Occorre rilanciare un patto tra istituzioni per sostenere il Mezzogiorno sui grandi assi dell’infrastrutturazione, della modernizzazione delle strutture scolastiche, della tutela dell’ambiente. Temi sui quali le Province si candidano a svolgere un ruolo chiave, attraverso un piano di piccole opere per la sicurezza e la modernizzazione della rete viaria, per rendere accoglienti e moderne le scuole superiori e per promuovere investimenti in sviluppo sostenibile».

Questo l’incipit della dichiarazione con la quale il presidente dell’Unione delle province d’Italia (Upi) Michele De Pascale, ha espresso il proprio plauso per l’iniziativa “Dal Sud per l’Italia, il ruolo delle Province nel contesto nazionale” che vedrà confrontarsi, nella sala consiliare della Provincia di Vibo Valentia, venerdì 27 settembre prossimo, a partire dalle ore 9:30, i presidenti delle Province del Mezzogiorno d’Italia.

«La scommessa più importante consiste, dunque, nella vitalità dello sviluppo locale - ha aggiunto il presidente De Pascale - nella coesione tra i Comuni e nella condivisione di innovazione nelle realtà provinciali. Ringrazio, pertanto il presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano e il presidente dell’UPI Calabria, Sergio Abramo, che hanno voluto e realizzato questa iniziativa, la prima nel Sud cui ne seguiranno altre sui temi e i dossier più urgenti».

L’appuntamento di incontro e confronto istituzionale di Vibo Valentia, sarà, dunque, il primo di una serie che l’UPI nazionale intende promuovere nelle diverse realtà territoriali al fine di innescare, attraverso il ruolo chiave delle Province, proficue dinamiche di sviluppo locale.

«Siamo orgogliosi di aver ideato e promosso questa iniziativa e ringrazio il presidente dell’Upi nazionale De Pascale e quello regionale Abramo per averla sostenuta, - ha affermato il presidente della Provincia di Vibo, Salvatore Solano. Porre Vibo Valentia al centro dell’agenda politica nazionale dell’Unione delle Province d’Italia è un fatto significativo che ci motiva e ci spinge a continuare a perseguire il percorso amministrativo avviato. Un percorso - ha rimarc ato Solano - il cui fine primario è quello di fare uscire l’Ente dal default per erogare, quindi, servizi efficienti ai cittadini. Riteniamo che la sinergica tra le diverse componenti istituzionali che verrà avviata a Vibo con l’assise nazionale “Dal Sud per l’Italia” - ha chiosato il presidente Solano - non potrà che portare al rilancio del ruolo delle Province in un contesto di sviluppo nazionale».

Ecco, di seguito, il programma dell’iniziativa. “Dal Sud per l’Italia, il ruolo delle province nel contesto nazionale” Aula consiliare della Provincia di Vibo Valentia, venerdì 27 settembre 2019, ore 9:30 apertura dei lavori Salvatore Solano - Presidente Provincia di Vibo Valentia - Saluti istituzionali Francesco Zito - Prefetto di Vibo Valentia; Maria Limardo - Sindaco di Vibo Valentia; Gerardo Mario Oliverio - Presidente Regione Calabria.

Relazioni “Le Province: prospettive e potenzialità” - a cura del direttore generale dell’Upi, Piero Antonelli.

“Il ruolo delle Province per il rilancio degli investimenti locali” - a cura del professore, Francesco Delfino, esperto di finanza provinciale.

Interventi: Parlamentari calabres.  Franco Iacucci - Presidente Provincia di Cosenza;  Ugo Pugliese - Presidente Provincia di Crotone; Sergio Abramo - Presidente Provincia di Catanzaro e dell’Upi - Calabria.

Workshop e dibattito dei presidenti delle Province del Sud d’Italia.

Conclusioni Piero Marrese - Comitato direttivo nazionale Upi e presidente della Provincia di Matera.

  • Pubblicato in Politica

Successo per la seconda edizione di “Valentia in festa”

“Abbiamo creduto fino in fondo in questo progetto mettendoci dentro coraggio, passione ed impegno per offrire quattro giorni di dibattito e di svago”. Il commento a mente lucida di Anthony Lo Bianco, presidente dell’associazione Valentia, arriva a pochi giorni dalla fine della kermesse 'Valentia in Festa", che si è tenuta nella splendida cornice di Palazzo Gagliardi dall’11 al 14 settembre. “Importante è stato il sostegno di chi ha patrocinato la manifestazione, principalmente la Cisl Scuola, che ha da sempre creduto in questo nostro progetto. – ha aggiunto Lo Bianco – L’ottima riuscita degli eventi è dovuta alla precisa organizzazione messa in campo dai giovani dell’associazione 'Valentia", che al secondo anno è riuscita a mettere in piedi una delle più complesse iniziative dall’inizio dell’attività. Un risultato importante e stimolante, insomma, che 'Valentia' porta a casa con grande merito e soddisfazione”.

Ospiti importanti sono intervenuti in questa quattro giorni di cultura, arte, gastronomia ed intrattenimento.

L’evento ha avuto il via mercoledì 11 settembre con il convegno “Università, studenti e mondo del lavoro: tra presente e futuro della Calabria”, dove Domenico Cortese della Gazzetta del Sud ha moderato l’incontro con Raffaele Vitale, segretario provinciale Cisl-Scuola, Franca Falduto, assessore alle Politiche sociali e all’Istruzione del Comune di Vibo Valentia, Silvia Rotundo, dell’associazione universitarie “Eureka”, Francesco Catania, dell’associazione universitaria “Futura”, Pasquale Oronzio, coordinatore nazionale di “Azione universitaria”.

A seguire è stato presentato il volume “Percorsi di rigenerazione urbana. Il caso di Cosenza” di Rossana Galdini, con la partecipazione di Mario Occhiuto, sindaco di Cosenza. L’incontro è stato moderato dal giornalista di Zoom24 Tonino Fortuna. La serata si è conclusa con la Silent Disco di Dj Max.

Giovedì 12 settembre, invece, si è tenuta la convention dal titolo “Il sogno di diventare medico”, con la partecipazione di Ciro Indolfi, professore ordinario di Cardiologia, direttore della Scuola di specializzazione in Cardiologia dell’Università di Catanzaro e presidente nazionale della Società Italiana di Cardiologia (SIC), Michele Comito, direttore del reparto di Cardiologia e Utic all’ospedale di Vibo Valentia, Giuseppe Bungaro, alfiere della Repubblica. L’evento è stato moderato da Carmen Bellissimo del Quotidiano del Sud.

Subito dopo si è svolta la presentazione del libro di Pino Aprile, “L'Italia è finita e forse è meglio così”, dove l’autore ha dialogato con il sindaco di Vibo Valentia, Maria Limardo. A moderare il dialogo è stato chiamato Stefano Mandarano, direttore de Il Vibonese.

Ha allietato la serata il cabarettista Piero Procopio e Dj Max.

La serata di venerdì 13 settembre è iniziata con la presentazione del libro di Diego Fusaro “Pensare altrimenti”. L’autore ha dialogato con Alessandro De Salvo e Mimmo Famularo di Zoom 24 che ha moderato l’incontro.

Alle 20:30, invece, è stata la volta del convegno “Cibo e tradizioni, il Sud che amiamo”, con la presenza di Vitaliano Papillo, presidente del Gal, Domenico Monardo, rappresentante di Unindustria Calabria, Salvatore Solano, presidente della Provincia di Vibo Valentia, ed Antonella Sacco in rappresentanza di Francesco Muzzopappa, presidente della BCC del Vibonese. Il convegno è stato moderato da Erica Tuselli del Quotidiano del Sud.

Al termine del dibattito, durante la degustazione dei prodotti tipici locali, si è tenuta l’esibizione di “Angela Bianco ed i Castrum in Quartet”, formazione di musica etno-popolare di Soveria Mannelli.

Gli eventi dell’intera serata sono stati seguiti dall’Associazione Telematica Liberi.TV. Gli stessi sono fruibili sul sito internet della webtv, www.liberi.tv, e sul canale youtube.

La seconda edizione di “Valentia in festa” si è conclusa sabato 14 settembre.

Durante la splendida serata si è svolto il dibattito: “Fare impresa: in Calabria è realmente fattibile?”, alla presenza di Pino Masciari, imprenditore e testimone di giustizia, e con Francesco Mingrone, segretario generale della CISL Magna Grecia. Gli interventi sono stati moderati da Francesco Iannello della Gazzetta del Sud.

La serata si è conclusa con la presentazione del libro di Ismaele La Vardera, “Il peggio di me”, dove la “Iena” ha dialogato con Anthony Lo Bianco, presidente dell’Associazione Valentia e con il giornalista Maurizio Bonanno, prima dell’esibizione dei Temaki Fields.

Durante le quattro giornate di “Valentia in Festa” gli artisti dell’associazione Bottega Limen, Pietro Topia, Antonio La Gamba, Antonio Cardona, Alberto Polistena, Maria Rosaria Franzè, Caterina Cirianni e Angelo Lo Torto, hanno esposto le loro opere nelle sale di Palazzo Gagliardi.

 

  • Pubblicato in Cultura

Vibo: in bici con hashish e marijuana, 28enne finisce in manette

E’ stato sorpreso su una bicicletta elettrica con oltre 300 grammi di droga, tra hashish marijuana.

Per questo motivo, un ventottenne è stato arrestato a Vibo Valentia dai poliziotti della locale questura.

Dopo aver trovato lo stupefacente nello zaino dell’uomo, i poliziotti hanno deciso di perquisirne l’abitazione.

Nel corso del controllo, gli agenti hanno rinvenuto altri 20 grammi delle stesse sostanze, tre grinder per triturare l’erba, una bilancia elettronica ed alcuni ritagli di buste in plastica, presumibilmente utilizzati per il confezionamento delle dosi.

Pertanto, il ventottenne è stato tratto in arresto, mentre il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

  • Pubblicato in Cronaca

Poliziotto in servizio a Vibo trovato morto nella sua auto

Un poliziotto in servizio presso la questura di Vibo Valentia è stato trovato morto nella sua auto, lungo la strada che dal capoluogo di provincia conduce a Soriano Calabro.

 L'uomo si sarebbe tolto la vita con la pistola d’ordinanza.

La tragedia si è consumata nella serata di ieri.

Vibo, tutto pronto per "Valentia in festa"

Si svolgerà la prossima settimana, la seconda edizione di “Valentia in festa”, la kermesse organizzata dall’Associazione Valentia, composta da giovani vibonesi e presieduta da Anthony Lo Bianco.

“Musica, Arte, Cultura e Tradizione”, questo il tema dell’iniziativa che durerà quattro giorni e si terrà nella splendida location di Palazzo Gagliardi, uno degli edifici di maggior pregio del centro storico di Vibo Valentia.

Si inizierà mercoledì 11 settembre, a partire dalle ore 20:30, con il convegno “Università, studenti e mondo del lavoro: tra presente e futuro della Calabria”, che vedrà la partecipazione di Raffaele Vitale, segretario provinciale Cisl-Scuola; Franca Falduto, assessore alle Politiche sociali e all’Istruzione del Comune di Vibo Valentia; Silvia Rotundo dell’associazione universitarie “Eureka”; Francesco Catania dell’associazione universitaria “Futura”; Pasquale Oronzio, coordinatore nazionale di “Azione universitaria”.

A moderare il dibattito sarà Domenico Cortese del quotidiano La Gazzetta del Sud.

Alle ore 21:30, invece, è in programma la presentazione del libro “Percorsi di rigenerazione urbana. Il caso di Cosenza” di Rossana Galdini, cui parteciperà Mario Occhiuto, sindaco della città bruzia.

Modererà il confronto il giornalista di Zoom24 Tonino Fortuna.

Alle ore 22:30 spazio allo svago con la Silent Disco di Dj Max.

Giovedì 12 settembre, alle 20.30, spazio alla convention “Il sogno di diventare medico”, che vedrà la partecipazione di: Ciro Indolfi, professore ordinario di Cardiologia, direttore della Scuola di specializzazione in Cardiologia dell’Università di Catanzaro e presidente nazionale della Società Italiana di Cardiologia (SIC); Michele Comito, direttore del reparto di Cardiologia e Utic all’ospedale di Vibo Valentia; Giuseppe Bungaro, alfiere della Repubblica.

Modererà Carmen Bellissimo del Quotidiano del Sud.

Alle 21 si terrà la presentazione del libro di Pino Aprile, “L'Italia è finita e forse è meglio così”, con l’autore che converserà con il sindaco di Vibo Valentia, Maria Limardo.

A moderare il dialogo sarà Stefano Mandarano, direttore de Il Vibonese.

Alle 21:30 spazio al cabaret di Piero Procopio, mentre alle 22:30 inizierà la Silent Disco revival con Dj Max.

Venerdì 13 settembre alle 19:30 si terrà la presentazione del libro di Diego Fusaro “Pensare altrimenti”. L’autore dialogherà con Alessandro De Salvo.

Alle 20:30, invece, si terrà il convegno “Cibo e tradizioni, il Sud che amiamo”, alla presenza di: Vitaliano Papillo, presidente del Gal; Mauro d’Acri, consigliere regionale; Domenico Monardo, rappresentante di Unindustria Calabria; Salvatore Solano, presidente della Provincia di Vibo Valentia; Francesco Muzzopappa, presidente della BCC del Vibonese.

Modererà Erica Tuselli del Quotidiano del Sud.

Al termine del dibattito sono previsti una degustazione di prodotti tipici locali e l’esibizione di “Angela Bianco ed i Castrum in Quartet”, formazione di musica etno-popolare di Soveria Mannelli.

Sabato 14 settembre appuntamento fissato alle 20:30 con il dibattito su “Fare impresa: in Calabria è realmente fattibile?”, che vedrà come ospiti dell’evento: Pino Masciari, imprenditore e testimone di giustizia; Francesco Mingrone, segretario generale della Cisl Magna Grecia.

A moderare gli interventi sarà Francesco Iannello della Gazzetta del Sud.

Alle 21:30, invece, ci sarà la presentazione del libro di Ismaele La Vardera, “Il peggio di me”. La “Iena” dialogherà con Anthony Lo Bianco, presidente dell’Associazione Valentia e con il giornalista Maurizio Bonanno.

Alle 22:30 si terrà il concerto dei Temaki Fields, che proporranno un viaggio nella musica indie.

Durante le quattro giornate di “Valentia in Festa”  esporranno le loro opere gli artisti dell’associazione Bottega Limen:)Pietro Topia, Antonio La Gamba, Antonio Cardona, Alberto Polistena, Maria Rosaria Franzè, Caterina Cirianni e Angelo Lo Torto.

Vibo Valentia, ModArte in villa: moda, arte e musica alla presenza di Gerardo Sacco

Spettacolo di moda, arte e musica caratterizzeranno la serata in programma per il 7 settembre (sabato), nella villa comunale di Vibo Valentia con inizio alle 20.30.

Ospite d’eccezione l’orafo Gerardo Sacco con la sua collezioni di gioielli in passerella. Protagonisti di questa iniziativa ideata dal bar “Cremona” e da “Magico Evento” saranno i commercianti del corso che presenteranno un’anteprima della collezione autunno –inverno; nell’ordine: AB solo firme, Paola Milli,Virus, Gioielleria Franzè, Big sport, Topolino moda, Pelletteria Catania, Brums e Come in una favola. E, ancora, lo spettacolo live dal vivo che accompagnerà anche le sfilate, l’esibizione di danza e la collettiva d’arte a cura di Noveart.

L’iniziativa, che ha come main sponsor “Cespites fisioterapia” si avvale del patrocinio gratuito della Provincia, del Comune di Vibo e della Camera di commercio ed è realizzata in collaborazione con la Cnl (Confederazione nazionale del lavoro) di Vibo Valentia.

Con questa iniziativa, spiegano gli organizzatori, si vuole offrire una vetrina ai commercianti di Vibo Valentia, per valorizzare le collezioni e provare ad incidere in una quale misura nel rilancio del commercio vibonese. Ospite illustre, si è detto, l’orafo Gerardo Sacco che porterà i suoi gioielli in passerella e converserà sul palco per raccontare della sua brillante carriera che lo ha portato a traguardi importanti in ambito internazionale.

Sottoscrivi questo feed RSS