Chiuso ufficio Ticket a Vibo Valentia, U.Di.Con.: “Superato ogni limite”

“Non sembrano avere fine le emergenze della sanità in Calabria ed i relativi disservizi a spese dei cittadini”. Così scrive in una nota il Vice Presidente Regionale dell’U.Di.Con. Domenico Iamundo per denunciare l’ennesimo fatto che ha causato tante segnalazioni di protesta. “Due giorni fa era toccato all’ Ospedale di Tropea: dopo lunghe ore di attesa da parte di cittadini che si erano recati fin dalle prime ore dell’alba presso l’ufficio ticket, senza nessun avviso da parte dell’Ente, si era diffusa la notizia che, inspiegabilmente, l’ufficio sarebbe rimasto chiuso”.

“Lo stesso episodio si è verificato a Vibo Valentia dove decine di cittadini in fila hanno trovato chiusi gli sportelli di via Moderata Durant senza nessun avviso sulle cause della sospensione del servizio. Quanto accade nella Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia è francamente inaccettabile - prosegue il responsabile provinciale U.Di.Con. Piero Marrella - lunghe ore di attesa, una attesa che si è prolungata sino alle 10,30 quando, i cittadini, ormai stanchi venivano informati, con poche righe affisse al vetro dello sportello, dell’esistenza di un problema. È evidente che ci sia qualcosa che non torna in questa vicenda, non è possibile che il cittadino, nella maggior parte dei casi proveniente dal comprensorio, dopo i vari disagi di trasporto per raggiungere l’Ufficio Ticket, sia costretto a sostare per ore senza poi poter accedere al servizio”.

“Chi gestisce la sanità calabrese, le Asp ed i commissari, diano risposte immediate a noi - prosegue Domenico Iamundo – ed ai tanti cittadini che rappresentiamo sui motivi e le cause delle chiusure alternate degli uffici ticket degli ospedali civili del territorio e che creano un grave disservizio e notevolissimi disagi ai cittadini del Vibonese. Faremo presente ulteriormente nelle prossime ore, ai vertici della sanità calabrese ed ai dirigenti dell’Asp provinciale di Vibo Valentia. I tempi biblici necessari per una visita medica, i disservizi degli uffici ticket degli ultimi giorni e la totale assenza di informazioni con l’utenza. I numeri parlano chiaro, il servizio sanitario calabrese è in forte crisi e non solo per l’ufficio ticket, ma per colpa di una gestione sbagliata che noi dell’U.Di.Con. abbiamo già denunciato diverse volte. È necessario un confronto serio per individuare con chiarezza gli interventi immediati necessari per arrivare ad una programmazione sanitaria funzionale ed utile ai cittadini ed ai lavoratori del settore. La paralisi gestionale è sotto gli occhi di tutti – conclude Iamundo - chiederemo ai vertici dell'Asp di Vibo Valentia ed ai commissari della sanità calabrese l'immediato ripristino del servizio ticket o saremo costretti ad intraprendere presso le sedi competenti per denunciare il caso di interruzione di pubblico servizio"

  • Pubblicato in Politica

Vibo, il Rotary club traccia le basi per il nuovo anno rotariano

L'anno rotariano 2019/20 nello storico club di Vibo Valentia inizia con l'ingresso di nuovi soci: il notaio Beatrice Romano, il dirigente scolastica Eleonora Rombolà, l'avvocato Caterina De Luca e il farmacista Amedeo Carchedi.

In occasione dei festeggiamenti per il 59° compleanno del club, il presidente Sonia Lampasi ha dato il benvenuto ai nuovi soci esprimendo soddisfazione per la proficua presenza, che aiuterà il club a servire al di sopra di ogni interesse personale.

L'evento è stata occasione per un excursus sull'attività svolta e per guardare al futuro.

Sono stati, poi, presentati i nuovi soci “interactiani” che andranno a rinvigorire la famiglia rotariana con l'entusiasmo e voglia di fare che caratterizza l'età adolescenziale.

Anche il Rotaract, presieduto da Sarah Sibiriu, ha partecipato ai festeggiamenti, segno tangibile dell'unità e sinergia di tutte le componenti rotariane,che quest'anno ha consentito di realizzare importanti progetti.

Alla serata ha partecipato l'assistente del governatore del distretto Rotary 2100 Giovanni Petracca, che ha portato il saluto del governatore e i suoi complimenti per l'ottimo lavoro svolto dal club lo scorso anno.

Il Rotary Vibo Valentia è quindi pronto a nuovi e maggiori traguardi per contribuire al miglioramento del territorio. 

Tentato omicidio a Vibo, fermato il cognato della vittima

Gli uomini della Squadra mobile di Vibo Valentia hanno sottoposto a fermo d'indiziato di delitto il 32enne Pasquale Massara.

L'uomo, originario di Vibo, ma residente a Ionadi, è accusato di aver ferito a colpi di arma da fuoco, il cognato Alessandro Musumeci di 32 anni, attualmente ricoverato in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita, presso l’ospedale Jazzolino di Vibo Valentia.

Con l'accusa di favoreggiamento personale sono stati denunciati anche tre parenti di Massara, ritenuti responsabili di averlo aiutato a rendersi irreperibile.

Secondo quanto emerso dalle indagini, nel primo pomeriggio di ieri la vittima, nell’ambito di radicati dissidi familiari, aveva avuto una lite, nel palazzo in cui abita, con il cognato, il quale, al culmine della discussione, lo avrebbe ferito ad un fianco con un colpo di pistola.

I poliziotti hanno, quindi, rintracciato il presunto responsabile del tentato omicidio nella mansarda di proprietà di uno zio, raggiunta grazie alla collaborazione di due cugini.

Al termine delle formalità di rito Massara è stato associato alla casa circondariale di Vibo Valentia.

Viabilità, al via i lavori sulla provinciale Vibo Valentia - Jonadi

Saranno avviati, nei prossimi giorni, i lavori di potenziamento e ammodernamento della cosiddetta “Bitonto”, la strada provinciale n. 100 che proprio dalla località Bitonto di Vibo Valentia, si estende lungo il territorio di San Gregorio e giunge, infine, a Jonadi (in zona aeroporto dove si interseca con la statale 18 Vibo-Mileto).

Ad annunciarlo e lo stesso presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano, dopo una riunione sullo stato complessivo della rete stradale provinciale tenutasi, ieri mattina, nella sala di presidenza, alla presenza del responsabile del settore Viabilità, Gaetano Del Vecchio, e dei geometri dell’ufficio tecnico.

«Nonostante le note difficoltà economiche - ha affermato il presidente Solano - stiamo attingendo a tutte quelle che sono le nostre risorse finanziarie e umane al fine di garantire la sicurezza delle nostre strade. Gli uffici sono costantemente sollecitati dal sottoscritto e stanno lavorando senza sosta, con spirito di abnegazione, per dare, fin dove è possibile, risposte concrete ai cittadini. Sono soddisfatto - ha chiosato Solano - l’avvio, in tempi brevi, delle opere di messa in sicurezza di questa importante arteria stradale non era scontato è rappresenta, dunque, un risultato che premia il nostro lavoro». Gli interventi previsti sulla strada provinciale n.100 sono stati finanziati dalla legge 296 del 2006, i cui fondi sono destinati all’ammodernamento e al potenziamento della viabilità secondaria delle regioni Calabria e Sicilia. L’importo complessivo stanziato per l’esecuzione dei lavori ammonta a 1milione di euro. Le opere previste nel progetto verranno eseguite dalla “Romano Srl”, impresa che si è aggiudicata i lavori. Gli obiettivi primari che si intendono perseguire sono “l’eliminazione delle condizioni di pericolo della rete viaria, la sua messa in sicurezza e il miglioramento delle condizioni di accessibilità alle aree produttive insite nella zona”. 

  • Pubblicato in Politica

Catanzaro traina il mercato immobiliare calabrese, Vibo è maglia nera

Avrà segno positivo anche nel 2019 il mercato immobiliare residenziale calabrese.

Una tendenza che seguirà la scia di crescita del 2018: annualità chiusa con un +2,5 per cento. Qualche nube, però, già si profila all'orizzonte per il 2020, in coincidenza con un probabile aumento dei tassi bancari per i mutui casa.

Questa l'analisi dei dati fornita oggi in conferenza stampa a Catanzaro da Vitaliano Mongiardo, presidente regionale di Anama Calabria, l'associazione promossa da Confesercenti che opera in rappresentanza degli operatori del settore dell’intermediazione immobiliare e della mediazione creditizia. L'incontro si è tenuto presso la sede associativa di via Lucrezia della Valle. Hanno introdotto i lavori, con il loro saluto, il presidente regionale di Confesercenti, Vincenzo Farina, e il presidente provinciale, Francesco Chirillo.

Mongiardo ha commentato i numeri pubblicati ufficialmente il 4 giugno scorso dall'osservatorio dell'Agenzia delle Entrate, con riferimento alle transazioni immobiliari e alle quotazioni, soffermandosi anche sul ruolo degli operatori immobiliari. Una situazione diversificata, quella calabrese.

A trainare il mercato è indubbimente la città di Catanzaro, con un exploit del +20,1 per cento. Su base provinciale si arriva a un +11,4 per cento, con una ripresa marcata di appetibilità delle zone costiere comprese tra Squillace Lido e Soverato. Maglia nera è Vibo Valentia, l'unica provincia con segno negativo (-2 per cento).

Il capoluogo tirrenico fa anche peggio se si va a guardare il dato singolo della città che segna un -4,1 per cento. “A livello regionale - ha argomentato Mongiardo - il mercato si è stabilizzato. Non torneremo mai ai livelli pre crisi, ma la tendenza è comunque positiva e ci fa ben sperare anche per il 2019.

I tassi dei mutui, ancora bassi fino a dicembre, permettono di sbilanciarsi nel dire che registreremo un altro segno positivo. Il problema sarà da gennaio 2020 in poi”.

Finale nazionale Crai U18 femminile: Volleyrò Casal De Pazzi nella storia con il 6° scudetto consecutivo

Una settimana di grande pallavolo a Vibo Valentia dove si sono disputate le finali nazionali Volley Crai under 18 femminile.

A trionfare, per la sesta stagione consecutiva, la compagine del Volleyrò Casal De Pazzi Roma.

Nella finalissima, le ragazze di coach Pintus, hanno sconfitto l’Igor Volley Novara al termine di una maratona durata oltre le due ore di gioco con il punteggio di 3-2 (22-25, 25-21, 25-21, 16-25, 15-10). Sul gradino più basso del podio si è piazzata la Susanna Imoco Volley San Donà di Piave che ha battuto (3-0) nella finale 3-4° posto la Moma Anderlini Modena.

 Risultati
Finale (1°-2° posto): Volleyrò Casal De Pazzi Roma – Igor Volley Novara 3-2 (22-25, 25-21, 25-21, 16-25, 15-10);

Finale (3°-4° posto): Susanna Imoco Volley San Donà di Piave 3-0 (25-17, 25-13, 25-23).

 Per i risultati completi clicca QUI http://www.finalivolleycrai.it/pagina.aspx?PId=13628

 Classifica Finale

  1. Volleyrò Casal De Pazzi Roma, 2. Igor Volley Novara; 3. Susanna Imoco Volley San Donà di Piave (VE), 4. Moma Anderlini Modena, 5. Unet E-Work Busto Arsizio (VA), 6. Dolcos Volley Busnago Monza Brianza, 7. Canovi Coperture Sassuolo (MO), 8. Conero Planet Ancona, 9. CFV TRE – DI Chions Fiume PN, 10. Ucci Antonio Pav Lanciano (CH), 11. Kondor Volley Catania, 12. Serteco Volley School SSD GE, 13. Argentario P. Volli C.R. Trento, 14. Blu Scotti Lupi Santacroce (PI), 15. Cuore di Mamma Cutrofiano Volley (LE), 16. Pol. Due Principati Volley Baronissi (SA), 17. Vero Volley Torneria Colombo Monza, 18. Volley Friends Roma, 19. Reale Mutua Fenera Chieri ’76, 20. Alia Aduna Volley Padova, 21. School Volley San Mariano (PG), 22. Pall. Futura Terracina ’92 (LT), 23. Maia Dentis Neruda Volley School (BZ), 24. Pallavolo Alfieri Cagliari, 25. ASD Magica Volley Lamezia (CZ), 26. Framavetri Aosta, 27. F.V.C. Isernia ASD, 28. ASD Livinvolley Pari Costruzioni Potenza.

 17:39:35Per tutte le informazioni e tanto altro è disponibile il sito ufficiale della manifestazione QUI (link sito manifestazione) (http://www.finalivolleycrai.it/pagina-index.aspx?PId=13513)

Vibo, denunciati due presunti "tombaroli" di Sorianello

Da Sorianello a Vibo per effettuare dei lavori all'interno di un giardino. Nulla di straordinario se non fosse per l'orario e per il luogo dove i due presunti operai stavano svolgendo la loro attività.

Una presenza insolita, che non è passata inosservata agli occhi dei carabinieri.

I due uomini, infatti, sono stati notati in atteggiamento sospetto, poco prima della mezzanotte di ieri, in una zona protetta da vincolo archeologico da parte della Soprintendenza regionale per i beni e le attività culturali della Calabria, nei pressi di una villa ubicata in via Murat, in pieno centro cittadino.

Giunti sul posto, i militari della sezione Radiomobile hanno sorpreso, B. A. ed N.A., rispettivamente, di 44 e 61 anni, mentre erano intenti ad effettuare degli scavi.

I due, entrambi di Sorianello, non hanno saputo fornire alcuna spiegazione, circa l'attività che stavano svolgento.

Pertanto, sono stati denunciati in stato di libertà.

Il sospetto degli uomini dell'Arma è che i due siano dei “tombaroli”.

L'area in questione, infatti, nel 2010 fu interessata da un'inchiesta condotta dai carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale di Cosenza e dal Ros di Catanzaro che portò all'arresto di diverse persone per traffico illecito di reperti.

Una rete criminale che sarebbe stata collegata alla famiglia ‘ndranghetista dei Mancuso di Limbadi dedita a scavi clandestini nel sito di Scrimbia, risalente al VII secolo a. C., un' area sacra dell'antica città di Hipponion.

Proprio qui i militari avevano individuato un tunnel lungo circa 40 metri che dal garage di un'abitazione privata arrivava fino a Scrimbia con dentro migliaia di reparti poi sequestrati.

  • Pubblicato in Cronaca

Vibo: nascondeva hashish a casa, 18enne in manette

Un diciottenne, già noto alle forze dell'ordine per furto aggravato e lesioni, è stato tratto in arresto con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, durante una perquisizione a casa del ragazzo, i poliziotti della squadra mobile di Vibo Valentia e del Nucleo cinofili hanno sequestrato poco più di 14 grammi d'hashish, suddivisi in 11 dosi già pronte per la vendita.

L’arrestato, su disposizione dell'autorità giudiziaria, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa del giudizio direttissimo.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS