“Un sorriso in più” per i detenuti del carcere di Vibo: accordo tra Asp, Istituto “De filippis-Prestia” e casa circondariale

Nell’ambito dell’attività di formazione ed orientamento del percorso in alternanza scuola lavoro, l’Azienda sanitaria provinciale, l’Istituto superiore “De Filippis-Prestia" di Vibo Valentia e la casa circondariale di Vibo Valentia hanno siglato un accordo che prevede la realizzazione di una o più protesi dentali, fisse o mobili, da destinare ad uno o più detenuti della stessa casa circondariale.

Il progetto denominato “Un sorriso in più”, porta la firma del commissario straordinario dell’Asp, Maria Bernardi; del dirigente scolastico dell’Istituto “De Filippis-Prestia", Maria Francesca Durante e del direttore della casa circondariale, Angela Marcello.

In particolare, l’Asp di Vibo Valentia si impegna a collaborare a titolo gratuito con l’istituzione scolastica per la realizzazione del progetto coinvolgendo il medico responsabile della casa circondariale, che fungerà da tutor esterno e gli odontoiatri in servizio presso la stessa, facilitando tutte le attività che dovranno svolgersi presso tale sede.

La casa circondariale di Vibo Valentia dal canto suo, si impegna, cessata l’emergenza sanitaria, ad accogliere gli studenti della terza, quarta e quinta classe dell’istituzione scolastica coinvolti nel progetto ed il tutor scolastico ogni qualvolta sarà necessario e si impegna ad individuare i destinatari della/e protesi realizzate attraverso il medesimo progetto.

“La firma della convenzione – spiega Maria Bernardi- rappresenta un importante risultato in un settore delicato come quello carcerario. Il sorriso e la salute della bocca possono sicuramente influire sull’autostima del singolo individuo ed è per questo che il protocollo sottoscritto avrà una particolare valenza sociale e relazionale nella vita delle persone che saranno coinvolte”.

Spinello e coltelli, ventenne denunciato a Vibo Valentia

Vibo Valentia - Nella giornata di ieri, nel corso del servizio di controllo del territorio, i poliziotti della Squadra Volante di Vibo Valentia hanno segnalato alla Prefettura un ventenne del luogo che alla vista degli agenti avrebbe cercato di disfarsi di uno spinello.

Dopo aver proceduto all'identificazione, i poliziotti hanno effettuato una perqusizione nell’auto del giovane, trovando due coltelli, di cui uno multiuso, ed un contenitore per caramelle con altra droga.

Pertanto, oltre ad  essere stato segnalato come assuntore di stupefacenti alla prefettura di Vibo Valentia, il ventenne è stato denunciato per porto ingiustificato di armi ed oggetti atti ad offendere.

  • Pubblicato in Cronaca

Cocaina nascosta in una tazzina da caffè, 33enne in manette a Vibo

I poliziotti della Questura di Vibo Valentia hanno arrestato un 33enne colto in flagranza del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, l’uomo, durante una perquisizione effettuata in un’abitazione nel centro storico del capoluogo di provincia, è stato trovato in possesso di quattro grammi di cocaina, un bilancino e materiale per il confezionamento.

La droga è stata rinvenuta in una tazzina da caffè.

Al termine delle formalità di rito, l’arrestato è stato posto ai domiciliari, in attesa del giudizio direttissimo.

Nell’ambito della stessa attività, gli agenti della Squadra mobile hanno denunciato in stato di libertà un 35enne originario della frazione Piscopio di Vibo Valentia, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo, subito dopo essere uscito dalla casa dell’arrestato sarebbe salito a bordo di un’auto guidata da un’altra persona ed al momento del fermo del veicolo da parte dei poliziotti avrebbe gettato dal finestrino un involucro con all’interno un grammo di cocaina.

  • Pubblicato in Cronaca

Maltrattamenti in famiglia e abbandono di persone incapaci, manette per un 50enne

I poliziotti della Squadra mobile di Vibo Valentia hanno arrestato un cinquantenne del luogo, condannato a cinque anni di reclusione per maltrattamenti in famiglia e abbandono di persone incapaci.

La vicenda risale al 2013 quando, in seguito ad un intervento presso l’abitazione dell’arrestato, i poliziotti hanno riscontrato come l’uomo fosse gravemente venuto meno ai propri doveri di custodia e cura nei confronti della moglie affetta da una grave patologia degenerativa.

In particolare, attraverso numerose testimonianze e in base ai rilievi effettuati, gli investigatori hanno accertato che il cinquantenne avrebbe maltrattato la donna che, per alcuni mesi, sarebbe stata costretta a vivere in condizioni disumane, in una stanza buia e chiusa a chiave, impossibilitata a muoversi e a chiedere aiuto, su una brandina ricoperta di escrementi e liquidi organici e infestata da insetti e pidocchi.

Al termine della formalità di rito, l’uomo è stato condotto presso la locale casa circondariale.

  • Pubblicato in Cronaca

Cade dal balcone di casa, 17enne in gravi condizioni a Bivona

Una ragazza di 17 anni è stata ricoverata in gravi condizioni all’ospedale “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro.

La giovane, per cause in corso d’accertamento, è caduta da un’altezza di sei metri mentre si trovava sul balcone di casa, nella frazione Bivona di Vibo Valentia.

In seguito all’impatto con il suolo, la malcapitata ha riportato diversi traumi che hanno richiesto l’intervento dell’elisoccorso ed il conseguente trasferimento nel nosocomio del capoluogo di regione, dove è stata ricoverata in prognosi è riservata.

Coronavirus: nessun nuovo caso nelle province di Vibo, Catanzaro e Crotone

Non c'è nessun nuovo tampone positivo al coronavirus nelle tre province della Calabria centrale.

È quanto emerge dal bollettino (aggiornato alle ore 12) diffuso dall'azienda ospedaliera "Pugliese-Ciaccio" di Catanzaro.

In particolare, nelle ultime ore sono stati analizzati 264 tamponi, di cui: 212 provenienti dalla provincia di Catanzaro, 21 da quella di Crotone e 31 da quella di Vibo Valentia.

 

Coronavirus: nessun nuovo caso nelle province di Vibo, Catanzaro e Crotone

Non c'è nessun nuovo tampone positivo al coronavirus nelle tre province della Calabria centrale.

È quanto emerge dal bollettino (aggiornato alle ore 12) diffuso dall'azienda ospedaliera "Pugliese-Ciaccio" di Catanzaro.

In particolare, nelle ultime ore sono stati analizzati 330 tamponi, di cui: 222 provenienti dalla provincia di Catanzaro, 72 da quella di Crotone e 36 da quella di Vibo Valentia.

 

Costruzione di una ciclovia che attraversa i comuni di Fabrizia, Mongiana e Nardodipace: se ne parlerà venerdì prossimo

«Un appuntamento di incontro e di confronto istituzionale tra la Provincia di Vibo Valentia, i Comuni di Fabrizia, Mongiana e Nardodipace, e i Parchi naturali regionali delle Serre e dell’Aspromonte, al fine di coordinare assieme e definire, al meglio, gli interventi previsti, a vario titolo, per la costruzione di una ciclovia, che si sviluppa lungo la strada provinciale n. 94. In particolare nel tratto che partendo dai confini con il Parco naturale dell’Aspromonte, attraversa Fabrizia, passa per Mongiana e giunge fino a Nardodipace».

Questo l’intento cardine della riunione che si terrà, venerdì prossimo, 12 giugno, nella sede della Provincia di Vibo Valentia. Ad annunciarlo il vicepresidente dell’Ente intermedio vibonese Domenico Anello, che d’intesa con il presidente, Salvatore Solano, ha promosso l’iniziativa.

«L’incontro verterà sulla viabilità stradale lungo la SP 94, - ha evidenziato Domenico Anello - in particolare ci si soffermerà sugli interventi collegati alla realizzazione di una Ciclovia (finanziata con i fondi del POR Calabria 2014/2020), il cui avvio dei lavori è imminente, e comporterà anche il ripristino della percorribilità dell’importante arteria provinciale e il rinnovo della segnaletica».

All’iniziativa, presieduta dal presidente Salvatore Solano, oltre ad Anello è prevista la presenza del sindaco di Fabrizia, Francesco Fazio, di Mongiana, Francesco Angilletta, di Nardodipace, Antonio De Masi, del direttore del Parco naturale delle Serre, Francesco Pititto, del Responsabile unico del procedimento che segue i lavori della Ciclovia per il Parco naturale dell’Aspromonte, Silvia Lottero e del consigliere provinciale, Matteo Umbro.

Sottoscrivi questo feed RSS