Incidente nel Vibonese, 67enne cade dal tetto mentre pulisce la canna fumaria. È grave

Grave incidente nella frazione Gasponi di Drapia, nel Vibonese, dove un 67enne, intento ad effettuare lavori di pulizia della canna fumaria della sua abitazione, ha perso l'equilibrio ed è precipitato al suolo battendo rovinosamente la testa.

Il pensionato è stato soccorso dai sanitari del 118, i quali hanno chiesto l'intervento dell'elisoccorso.

L'uomo è stato, quindi, trasportato all'ospedale di Catanzaro dove è stato ricoverato nel reparto di rianimazione.     

  • Pubblicato in Cronaca

Picchia due fidanzati ed evade dai domiciliari, arrestato due volte in meno di 12 ore

I carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Vibo Valentia sono intervenuti a San Gregorio d’Ippona (VV), presso il centro d'accoglienza dove era in corso una violenta lite tra migranti.

Giunti sul posto, i militari hanno  messo al sicuro una coppia di giovani immigrati aggredita da un 20enne di nazionalità nigeriana.

Durante l'intervento, mentre erano intenti a chiarire la dinamica dell'accaduto, gli uomini dell'Arma sono stati a loro volta aggrediti dal giovane.

Una volta immobilizzato, il ragazzo è stato tratto in arresto e sottoposto ai domiciliari, con le accuse di lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale.

Non contento, il 20enne non si è fatto trovare in casa, dai carabinieri che erano andati a prenderlo, per portalo in tribunale per la celebrazione del rito direttissimo. 

 Al termine delle ricerche, durate alcune ore, il cittadino nigeriano è stato individuato e tratto nuovamente in arresto.

  • Pubblicato in Cronaca

Controlli in aziende agricole, sanzioni e sequestri nel Vibonese

Si è conclusa anche nel Vibonese una vasta operazione disposta dalla Divisione unità specializzate del Comando generale dell’Arma dei Carabinieri, cui hanno preso parte gli uomini del Nucleo antisofisticazione e sanità, del Nucleo ispettorato del lavoro e del Nucleo elicotteri.

L'attività, inquadrata nell’ambito del servizio straordinario di controllo “Programma anti caporalato”,  ha portato al deferimento all’autorità giudiziaria di A.C., titolare di un’azienda agricola di Stefanaconi nella quale sono stati sequestrati: 40 chili di prodotti caseari, 380 fra ovini e caprini e 10 suini privi di contrassegni.

Denuncia anche per N.C., titolare di un’azienda agricola di Spilinga, nella quale i militari hanno trovato manodopera extracomunitaria impiegata in nero e due cavalli privi di contrassegni di identificazione.

Contravvenzioni penali e sanzioni amministrative, con conseguente sequestro, anche nei confronti del titolare di un’azienda agricola di Gerocarne, trovato con 11 bovini e un equino privi di contrassegni, e una sala mungitura non autorizzata con 320 litri di latte fresco.

Su 23 lavoratori controllati, tre sono risultati privi di copertura assicurativa.

Il valore complessivo del bestiame e della merce sequestrata ammonta a 500mila euro.

  • Pubblicato in Cronaca

Deposito d'auto va a fuoco nel Vibonese

Un incendio divampato verso le 11,20 di oggi ha interessato un deposito di autovetture, nella frazione "Fitili" di Parghelia, nel Vibonese.

Le fiamme sono state domate grazie all'intervento di una squadra dei vigili del fuoco del distaccamento Porto, che si è avvalsa di un automezzo di supporto inviato dalla centrale operativa del Comando provinciale di Vibo Valentia.

Le operazioni di spegnimento si sono concluse intorno alle 13,30.

  • Pubblicato in Cronaca

Incendio nel Vibonese, danneggiate due abitazioni

Due abitazioni sono state danneggiate da un incendio divampato questa mattina, nella frazione "Mandaroni" del Comune di Limbadi.

Secondo una prima ricostruzione, le fiamme sarebbero partite da una canna fumaria che ha coinvolto inizialmente un fabbricato disabitato.

Il tempestivo intervento dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia ha impedito alle fiamme di propagarsi anche all’abitazione adiacente, che ha riportato danni al tetto.  

Infiorescenze di canapa sequestrate nel Vibonese

Sono strati trovati in auto con poco meno di mezzo chilo d'infiorescenze di canapa. Per tale motivo, due reggini sono stati arrestati dai poliziotti del Reparto prevenzione crimine Calabria Centrale di Vibo Valentia.

In particolare, durante un servizio di controllo effettuato nel territorio del Comune di Mileto, gli agenti hanno bloccato una Fiat Panda, dal cui finestrino i passeggeri avrebbero lanciato un involucro, nel quale, una volta recuperato, sono stati rinvenuti oltre 400 grammi di infiorescenze di canapa indiana.

Durante la successiva perquisizione domiciliare effettuata dagli uomini della Squadra mobile e del Commissariato di Gioia Tauro, nella casa di Rosarno di uno degli arrestati, è stato rinvenuto altro stupefacente.

Per i due sono, quindi, scattati i domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

Auto in viaggio va a fuoco nel Vibonese

Una Peugeot 207 ha preso fuoco nel pomeriggio di ieri, mentre era in transito lungo l'ex Ss 606 Vibo -Sant'Onofrio.

Accortosi dell'incendio, l'uomo al volante dell'auto ha arrestato la corsa ed allertato i vigili del fuoco.

Giunti tempestivamente sul posto, gli uomini Comando provinciale di Vibo Valentia hanno domato le fiamme. 

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpresi a tagliare legna in un terreno privato, padre e figlio arrestati nel Vibonese

Sono stati arrestati perché sorpresi a tagliare un albero d'acacia, da poco abbattuto, in un terreno privato ubicato nella frazione "Caroniti" di Joppolo, nel Vibonese.  

A finire in manette sono stati: Pasquale e Gennaro Mazzitelli, rispettivamente, padre e figlio, di 61 e 23 anni.

 In particolare, durante un normale servizio di controllo del territorio, i militari della locale Stazione hanno notato i due mentre erano intenti a sezionare un albero.

Durante la perquisizione dell’auto di loro proprietà, gli uomini dell'Arma hanno trovato, inoltre, un paio di quintali di legna.

I due, pertanto, sono stati tratti in arresto in flagranza, per il reato di furto aggravato in concorso e su disposizione dell’autorità giudiziaria, sono stati posti ai domiciliari, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

Sottoscrivi questo feed RSS