Stanziati 6 milioni di euro per la messa in sicurezza delle strade del Vibonese

Saranno numerosi i cantieri che verranno aperti, a partire da questo mese di ottobre, sulle strade provinciali del Vibonese.

Nonostante le note difficoltà economiche e finanziarie della Provincia di Vibo Valentia, l’Amministrazione provinciale, guidata dal presidente Salvatore Solano, è riuscita a stanziare quasi 6milioni di euro per mettere in sicurezza svariati tratti stradali, giunti ormai al limite della percorribilità.

Tra i primi lavori in consegna quelli per il ripristino della sicurezza stradale lungo la provinciale 92, ex strada statale 19, (Angitola - Tre Carlini - bivio Acconia). Un’importante arteria di collegamento tra la provincia di Vibo Valentia e quella di Catanzaro, percorsa dal traffico pesante e da molti automobilisti dei territori di Francavilla Angitola, Filadelfia e Curinga.

«È da circa 15 anni che non si effettuano interventi su questa strada, (esclusi i lavori di somma urgenza post alluvione a danno avvenuto) divenuta ormai, anche a causa dall’assenza di manutenzione, quasi completamente a una corsia, con cunette ricoperte da sterpaglie e una carreggiata precaria che si allaga pericolosamente ad ogni pioggia». Ha affermato il vice presidente della Provincia di Vibo, con delega alla Viabilità, Domenico Anello. «Su questa arteria sarà effettuata la pulizia di cunette e sottopassi, il taglio della vegetazione e la manutenzione ordinaria, poi si passerà - ha spiegato Anello, entrando nei dettagli - alla sistemazione del manto stradale, nei tratti più pericolosi, con interventi di manutenzione straordinaria in prossimità dei cedimenti e al ripristino della segnaletica orizzontale e verticale».

Tra i cantieri già aperti vi è anche quello lungo la strada provinciale n. 9 nel comune di Fabrizia. Consegna dei lavori, quest’ultima, che ha destato l’immediato plauso del sindaco di Fabrizia, Francesco Fazio.

«Il presidente Salvatore Solano ha mantenuto l’impegno preso a giugno dimostrando, finalmente, attenzione nei confronti di un territorio abbandonato da anni - ha sottolineato il sindaco Fazio -. La sua è un’amministrazione che si rapporta quotidianamente con i sindaci per cercare di sanare le criticità del territorio. Un dialogo continuo e propositivo, quello avviato da Solano, che ha creato una proficua sinergia istituzionale - ha quindi asserito Fazio - anche grazie al significativo coinvolgimento e apporto di sua eccellenza il prefetto». Dal canto suo, Solano, «non intende cullarsi sugli allori», ma è determinato ad andare avanti, «con fare concreto», lungo il percorso amministrativo tracciato.

«Molte sono ancora le cose da fare, siamo solo all’inizio. Tanti interventi, però, si potranno concretizzare non appena ci daranno la possibilità di approvare il bilancio. Speriamo da qui alla fine dell’anno. Solo a conti in equilibrio - ha evidenziato il presidente della Provincia di Vibo Valentia - potremo porre in atto una programmazione più ampia e intervenire, quindi, strutturalmente sulle criticità stradali che questo territorio si porta dietro da anni».

Di seguito gli interventi appaltati, in fase di aggiudicazione e in programma a breve: strada provinciale n. 35 (Nicotera- strada statale n.18) comune di Nicotera. Stanziati 250mila euro; strada provinciale n. 29, comune di Nicotera. Stanziati 300mila euro; strada provinciale n. 92, ex strada statale n.19 (nei tratti ricadenti nei comuni di Francavilla Angitola-Filadelfia, fino alla frazione Montesoro). Stanziati 400mila euro; strada provinciale n. 40 (bivio Francavilla Angitola-Sordo-Molino). Stanziati 200mila euro; strada provinciale n. 45 (Angitola - Polia). Stanziati 200mila euro; strada provinciale n. 46, pietre bianche (comune di Filadelfia-Polia-Monterosso Calabro). Stanziati 500mila euro; strada provinciale n. 47 (nel tratto tra la strada statale 110 - Monterosso Calabro -Capistrano-San Nicola da Crissa). Stanziati 500mila euro; strada provinciale n. 3 (tratto tra la strada statale 110 e Maierato) stanziati 400mila euro; strada provinciale n. 65 (dall’abitato di Filogaso al ponte strada statale182, presso svincolo autostradale per le Serre). Stanziati 250mila euro; strada provinciale n. 66 (dal fondo valle Mesima, località Carromonaco, alla strada provinciale Pizzoni - Sant’Angelo). Stanziati 200mila euro; strada provinciale n. 57 (Pizzoni-Sant’Angelo). Stanziati 900mila euro; strada provinciale n. 4 (Filogaso-Maierato). Stanziati 200mila euro; strada provinciale n. 5 (Maierato-Pizzo). Stanziati 300mila euro; strada provinciale n. 33 (strada statale18 Ionadi-Filandari-Presinaci-Rombiolo-San Calogero- Calimera). Stanziati 300mial euro; strada provinciale n. 30 (Nicotera-Rombilo-località Pioppi). Stanziati 500mila euro; strada provinciale n. 9 (Fabrizia- Mongianella). Stanziati 134mila euro; strada provinciale n. 82 (tratto Vibo Valentia-Cessaniti). Stanziati 150mila euro; strada provinciale n. 31 (innesto strada provinciale Nicotera-Limbadi-innesto strada provinciale Fabiana in direzione San Nicola De Legistis). Stanziati 100mila euro; strada provinciale n. 11 (tratto Vibo Valentia-Porto Salvo). Stanziati 200mila euro; strada provinciale n. 23 (Nicotera-Joppolo-Coccorino-Coccorinello-Panaia). Stanziati 300mila euro; strada provinciale n. 25 “Joppolo-Petto Torre Madonna del Carmine” e strada provinciale n 26 “Coccorino Madonna del Carmine”. Stanziati 150mila euro.

Altri importanti appalti sono in corso di aggiudicazione, quali: l’intervento sul ponte di Drapia e la messa in sicurezza, con la realizzazione di una rotatoria, delle strade provinciali n.73, 65 e 90. Altri lavori sono, invece, in fase di progettazione, come la S.P. n. 10 nel tratto Mileto-San Giovanni.

  • Pubblicato in Politica

Incidente stradale nel Vibonese, morto un motociclista

Tragico incidente stradale nel Vibonese, dove un centauro di 55 è morto sulla provinciale tra Rombiolo e San Calogero.

La vittima, originaria della frazione Presinaci di Rombiolo, dopo aver perso il controllo della moto è finita contro un muro.

Lo sfortunato motociclista è morto sul colpo. Inutile l'intervento dei sanitari del 118.

La dinamica dell'incidente è al vaglio dei carabinieri della Stazione di San Calogero.

  • Pubblicato in Cronaca

Pizzoni: vendevano al mercato senza autorizzazione, denunciati

I carabinieri della Stazione di Vazzano hanno denunciato dieci persone, per i reati d'invasione di terreni ed inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.

Le denunce sono scattate durante un servizio di controllo svolto nel mercato che settimanalmente si svolge a Pizzoni. 

In particolare, in seguito dell’ordinanza con la quale il sindaco del borgo delle Preserre ha revocato la concessione del posteggio nel mercato settimanale ad alcuni commercianti morosi, gli uomini dell'Arma hanno controllato il rispetto della disposizione.

Durante l'attività, dieci ambulanti trovati senza autorizzazione sono stati denunciati per invasione di terreni ed inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.

  • Pubblicato in Cronaca

Sparatoria nel Vibonese, morto uno dei giovani feriti

È morto la notte scorsa all'ospedale Pugliese di Catanzaro, dov'era ricoverato, Salvatore Battaglia, il 21enne di Piscopio, rimasto ferito venerdí notte nei pressi della villa comunale della frazione di Vibo Valentia. (Per leggere la notizia clicca qui)

Il giovane era rimasto vittima di una sparatoria nella quale è stato ferito anche un 23enne, Giovanni Zuliani, tuttora ricoverato nell'ospedale di Vibo Valentia.

Sanzioni e denunce nel Vibonese, controlli anche a Serra San Bruno e Nardodipace

Sanzioni e denunce da parte dei carabinieri forestale del Gruppo di Vibo Valentia che hanno riscontrato numerosi illeciti sull'intero territorio provinciale.

In particolare, a Zambrone, una persona è stata deferita poiché, in assenza di qualsiasi titolo autorizzativo, su un terreno boscato di sua proprietà, assoggettato ai vincoli paesaggistico ambientale, idrogeologico e di inedificabilità, aveva realizzato un percorso sterrato causando l’ostruzione di un tratto del torrente “Valle di Petto – Pignara”.

A Ricadi e Rombiolo, il titolare di un laboratorio artigianale di prodotti alimentari ed un commerciante di prodotti lattiero caseari freschi, sono stati sanzionati, per un importo complessivo di 3500 euro circa, per inosservanza delle procedure di autocontrollo del sistema Hccp e per la commercializzazione di prodotti lattiero caseari freschi con l’utilizzo di un veicolo in precarie condizioni igienico sanitarie, provvisto di apparecchiatura per la misurazione e la stabilizzazione della temperatura non attivato, seppur funzionante.

A Nardodipace, invece, il proprietario di un veicolo in evidente stato di abbandono, destinato alla demolizione, è stato sanzionato, per un importo di 1.666 euro per aver omesso la consegna del veicolo ad un centro di raccolta autorizzato

A Serra San Bruno, il titolare di una fabbrica di profili lamellari in legno è stato deferito per aver realizzato un deposito incontrollato di rifiuti speciali non pericolosi, costituiti da scarti di legno e segatura. I rifiuti, quantificati in 90 metri cubi, sono stati sottoposti a sequestro preventivo.

Infine, a Spilinga, i carabinieri forestale hanno sequestrato una discarica abusiva contenente varie tipologie di rifiuti classificati come speciali non pericolosi.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Prostituzione minorile, in manette ex parroco vibonese

Gli uomini della squadra mobile di Vibo Valentia hanno dato esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dalla procura della Repubblica presso il tribunale ordinario di Catanzaro nei confronti di Felice La Rosa, già parroco di Zungri (VV), attualmente sospeso dalle funzioni, poiché condannato con sentenza definitiva alla pena di 2 anni e 4 mesi per il reato di induzione alla prostituzione minorile, accertato nell’ambito dell’operazione di polizia giudiziaria denominata “Settimo Cerchio”, conclusasi nel mese di novembre 2016.

L’ordine di esecuzione per la carcerazione è stato disposto a fronte di un residuo di pena da scontare corrispondente a 1 anno e 1 mese.

L’arrestato è stato associato preso la casa circondariale di Vibo Valentia.

  • Pubblicato in Cronaca

Rapina nel Vibonese, avviso orale a due persone

Gli uomini della Divisione anticrimine della questura di Vibo Valentia hanno notificato la misura di prevenzione dell’avviso orale del questore, a due persone ritenute responsabili della rapina consumata ai danni della titolare di un supermercato di Zambrone.

Nella circostanza, tre persone, tutte pluripregiudicate per reati contro la persona ed il patrimonio, avevano sottratto con violenza, alla vittima che stava facendo rientro a casa, una borsa contenente denaro contante per alcune migliaia di euro, assegni ed un telefono cellulare.

In seguito alla commissione di tale reato e in considerazione della loro ritenuta pericolosità, nei confronti di due dei tre malviventi, il questore ha emesso il provvedimento dell’avviso orale in misura aggravata, che prevede, tra l’altro, il divieto di detenere o utilizzare apparecchi rice-trasmittenti (tra cui il telefono cellulare), mezzi di protezione balistica, veicoli modificati o blindati, etc.

Sono in corso di valutazione gli elementi previsti dalla legge per l’emissione di analogo provvedimento a carico del terzo rapinatore, attualmente ristretto in carcere.

  • Pubblicato in Cronaca

Abusivismo nelle Preserre: sequestrata una costruzione, denunciate due persone

I carabinieri forestale della Stazione di Polia, durante un controllo effettuato in collaborazione con il personale del servizio tecnico comunale, in località “Controponia”, nel comune di Monterosso Calabro (VV), hanno denunciato in concorso, due persone, rispettivamente committente e direttore dei lavori, per aver realizzato un manufatto senza il necessario titolo abilitativo.

Inoltre, al termine del controllo, i militarti hanno sequestrato la struttura.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS