Sorpreso a rubare arance, 26enne finisce in manette

I carabinieri della Stazione di Villapiana (Cs) hanno arrestato M.B., 26 anni, di Corigliano Calabro con l'accusa di furto aggravato.

In particolare, in seguito ad una segnalazione, i militari sono intervenuti in contrada Torre di Fergie, a Villapiana Lido, dove era stato sorpreso un giovane intento a rubare  agrumi.

Giunti sul posto, gli uomini dell'Arma hanno trovato il presunto ladro con un quintale e mezzo di arance appena raccolte.

Per il 26enne è quindi scattato l'arresto con l'accusa di furto aggravato.

Al termine delle formalità di rito, il giovane è stato posto ai domiciliari, in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Eroina nascosta tra i vestiti, manette per una 47enne

I carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro (Kr) hanno tratto in arresto una 47enne, V.M., di Cassano all’Ionio, ma residente a Villapiana, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, durante una perquisizione a casa della donna, i militari della locale Stazione hanno rinvenuto in un ripostiglio, nascosti tra i vestiti: un vasetto di vetro con all’interno cinque grammi d'eroina purissima e due bilancini di precisione.

Dopo aver sequestrato quanto rinvenuto, gli uomini dell'Arma hanno arrestato la 47enne, con l'accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio. 

  • Pubblicato in Cronaca

Violano le norme anti contagio per andare in bicicletta o al mare, sanzionati

Cinque persone sono state sanzionate dai carabinieri forestale della Stazione di  Corigliano (Cs), per violazione delle misure anticontagio.

In particolare, tre sanzioni sono state elevate a Cassano Jonio, dove altrettante persone sono state trovate per strada senza giustificato motivo.

In un caso, un uomo è stato sorpreso lontano da casa, mentre faceva un giro in bicicletta.

Altre due persone, invece, sono state sanzionate dopo essere state trovate  in spiaggia, a Villapiana.

  • Pubblicato in Cronaca

Violano le norme anti contagio, denunciati

Sei persone sono state denunciate dai carabinieri forestale per violazione delle disposizioni del decreto della presidenza del Consiglio dei ministri per il contenimento del coronavirus.

 In particolare, quattro persone sono state denunciate dai militari della Stazione di Corigliano a Villapiana Lido.

 Tre di queste, due uomini e una donna, sono stati sorpresi sul lungomare privi di autocertificazione.

Una quarta persona è stata trovata, invece, mentre era intenta a scattare fotografie.

 I carabinieri forestale della Stazione di Acri hanno inoltre denunciato due persone del luogo fermate in località “Croce di Baffi”.

I due, oltre a circolare senza reali esigenze o situazioni di necessità, hanno falsamente dichiarato ai militari di non essere sottoposti a misura di quarantena.

  • Pubblicato in Cronaca

Minacciava e picchiava la nonna, minorenne finisce in comunità

I  carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare della detenzione in comunità disposta dal Tribunale dei minorenni di Catanzaro, su richiesta della locale procura della Repubblica, nei confronti di un 17enne di Cassano all’Ionio, per i reati di estorsione e lesioni personali aggravate.

Il provvedimento è stato emesso, in virtù delle indagini avviate dai carabinieri della Stazione di Villapiana, in seguito alla denuncia presentata dalla nonna del minorenne.

In particolare, secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori, il ragazzo, per quasi due anni, avrebbe minacciato, ricattato e percosso la nonna 67enne che  si era preso cura di lui dopo che i genitori, in seguito alla separazione, avevano rifiutato di tenerlo con loro.

Il minorenne, quindi, avrebbe chiesto ripetutamente alla donna ingenti somme di denaro arrivando, in caso di rifiuto, a minacciarla di morte o a colpirla con degli schiaffi.

 Stessa sorte sarebbe toccata anche al compagno dell’anziana, ogni qualvolta era intervenuto in sua difesa.

Nell’impossibilità di soddisfare l’ultima richiesta di denaro e nel timore di ulteriori ripercussione, la malcapitata ha deciso di rivolgersi ai carabinieri, le cui indagini hanno portato all’emissione della misura cautelare detentiva presso la comunità ministeriale di Catanzaro.

  • Pubblicato in Cronaca

Auto si schianta contro un muretto, muore un ventenne

Grave incidente stradale nei pressi di Villapiana, nel Cosentino, dove un ventenne è morto a cause delle ferite riportate nell'impatto.

Il giovane stava percorrendo la strada provinciale 253 quando, per cause ancora in corso d'accertamento, è uscito fuori strada dopo aver sfondato il muretto di protezione posto al margine della carreggiata.

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, i vigili del fuoco ed i carabinieri.

Terremoto di magnitudo 3.1 in Calabria

Un terremoto di magnitudo ML 3.1 è stato rilevato a Villapiana, nel Cosentino.

Il sisma, avvenuto alle 2,17 della notte scorsa, è stato localizzato a 24 chilometri di profondità.

Tra i comuni più vicini al punto in cui è stato individuato l'epicentro, figurano: Francavilla Marittima, Trebisacce, Cerchiara di Calabria e Plataci.

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpresi a rubare in una villa, ladri sparano e feriscono un carabiniere

Scontro a fuoco a Villapiana, nel Cosentino, dove un carabiniere è rimasto ferito dal colpo di pistola esploso da una banda di ladri, che era appena stata sorpresa a compiere un furto in una villetta.

Il tutto ha avuto inizio in seguito ad una chiamata al 112, con la quale era stata segnalata la presenza di un’auto nei pressi di una villa, in contrada "Mezzocapo", nelle campagne di Villapiana.

Giunti sul posto e controllata l’auto, una Renault Twingo, risultata rubata nei giorni scorsi a Corigliano Calabro, i militari hanno deciso d'appostarsi per aspettare al varco i topi d’appartamento.

Usciti dall’abitazione con il volto coperto, ai tre uomini è stato intimato l’alt.

La reazione non si è fatta attendere, uno dei ladri, infatti, ha estratto la pistola ed ha iniziato a sparare, ferendo di striscio, alla testa, un carabiniere.

Al termine del breve conflitto a fuoco, i tre malviventi sono riusciti a scappare ed a far perdere le loro tracce. 

Sottoscrivi questo feed RSS