Tutti morti i passeggeri dell'aereo russo precipitato nel mar Nero

 

Sono tutti morti i 92 passeggeri del Tu-154, l'aereo militare russo precipitato alle 5,40 di oggi nelle acque del mar Nero. Il trimotore era partito da Sochi per portare in Siria i componenti della celebre banda militare Alexandrov, meglio nota con il nome di Coro dell'Armata Rossa. Oltre ai 75 musicisti, sul velivolo erano presenti nove giornalisti e otto componenti dell'equipaggio.

Il viaggio era stato organizzato dal ministero della Difesa per far svolgere un concerto a beneficio delle truppe russe impegnate in Siria. 

Da Mosca hanno fatto sapere che non ci sono sopravvissuti e che, allo stato, sono stati ripescati dieci cadaveri. Tremila persone sono, invece, a lavoro per cercare di recuperare i corpi ed i resti dell'aereo.

 Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che domani, 26 dicembre, sarà celebrata una giornata di lutto nazionale. Nonostante sia stata esclusa l'ipotesi dell'attentato, attraverso i media russi Putin ha fatto sapere che "Ci sarà un'inchiesta approfondita sulle ragioni della catastrofe" e sarà fatto "di tutto per fornire sostegno alle famiglie delle vittime".

Maltempo: aereo diretto a Lamezia costretto ad atterrare a Bari

A causa del maltempo che sta imperversando nelle ultime ore, un volo della compagnia aerea "Easy jet" è stato costretto ad atterrare nell'aeroporto pugliese di Bari.

Partito dall'aerostazione di Milano Malpensa, l'aereo sarebbe dovuto atterrare alle 20,50 allo scalo di Lamezia Terme. A causa delle avverse condizioni meteorologiche, il pilota è stato obbligato a cambiare rotta e puntare su Bari. Il velivolo è giunto nel capoluogo publiese intorno alle 21:30.

La procedura prevede la deviazione dell'atterraggio soltanto nel caso in cui le condizioni meteo siano avverse a tal punto da rischiare di compremettere la sicurezza del volo e quella dei passeggeri

  • Pubblicato in Cronaca

Orio al Serio: aereo sfonda la recinzione e finisce in strada

Un 737-400 della Dhl adibito ad aereo cargo è uscito di pista all'aeroporto Orio al Serio di Bergamo. Il velivolo, in arrivo da Parigi, dopo aver sfondato una recinzione ha finito la sua corsa su una strada provinciale che corre accanto allo scalo. L'incidente, verificatosi alle 4 di questa mattina, non ha provocato feriti. Gli automobilisti in transito lungo la strada interessata si sono visti davanti una scena degna di un film. Molti hanno immortalato e caricato le immagini dell'accaduto sui social. L’incidente ha provocato il blocco dello scalo per circa 3 ore, poi il traffico aereo è ripreso ma con forti disagi e ritardi per i passeggeri in transito. Almeno 15 i voli cancellati, altri sono stati riprogrammati sullo scalo di Milano Malpensa. 

India: muore risucchiato dal motore di un aereo

Un addetto della compagnia Air India è stato risucchiato dal motore di un aereo ed è morto sul colpo. Il ''tragico incidente'' e` accaduto all'aeroporto di Mumbai poco prima del decollo del velivolo diretto nella citta` di Hyderabad. Gli addetti alla sicurezza dello scalo indiano stanno cercando di ricostruire la dinamica della tragedia. Allo stato, infatti, non e` ancora chiaro per quale motivo l'addetto si trovasse vicino al motore durante le manovre.

Sottoscrivi questo feed RSS