In auto con 10 Kg di marijuana, arrestato

I carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Locri (Rc) hanno arrestato M.V. di 27 anni.

L’uomo, stava percorrendo in auto la strada principale di Ardore, quando, alla vista di una pattuglia dell’Arma, ha effettuato una manovra repentina che ha insospettito i militari, i quali hanno deciso di fare un controllo.

Una volta raggiunto e fermato il veicolo, gli uomini dell'Arma hanno eseguito una perquisizione, nel corso della quale, nel bagagliaio, hanno rinvenuto un sacco con 10 chili di marijuana.

Pertanto, il 27enne è stato arrestato e trasferito nel carcere di Locri.

  • Pubblicato in Cronaca

Dall’associazione Anas mascherine per gli anziani

Riceviamo e pubblichiamo

“E’ il momento per tutti di sentirci vicini nonostante le distanze da mantenere e ognuno, a modo proprio, cerca di far arrivare la propria vicinanza a chi vive questa emergenza con una paura maggiore.

Tenere occhi e cuore aperti alla solidarietà verso i più fragili è un dovere per chi si dedica costantemente al benessere dell'altro e la nostra associazione, che da molti anni ormai è sul campo al fianco dei più fragili, ci tiene particolarmente che in questa situazione emergenziale chi vive il coronavirus con maggiore preoccupazione, possa per un attimo sentirsi sicuro e protetto. 

Per questo abbiamo deciso di dedicare il nostro "tempo" a disposizione per creare personalmente delle mascherine in cotone lavabili e riutilizzabile, da donare a tutti coloro che hanno una situazione di salute già precaria, agli anziani e ai nostri bambini. L'emergenza non è ancora rientrata e noi vogliamo che anche quando ci si potrà allontanare da casa per un po' più di tempo tutti abbiano le giuste misure precauzionali per sentirsi sicuri. 

Inizieremo al più presto a distribuire personalmente le mascherine realizzate, partendo dalle fasce più fragili, compresi i nostri bambini, per poi accogliere ogni richiesta ci venga fatta dalla cittadinanza per qualunque altra esigenza.

Nel pieno delle complessità del periodo, solo la solidarietà accende scintille

di empatia ed unione capaci di illuminare il nostro quotidiano.

Un ringraziamento particolare lo vogliamo porgere a chi con spirito di amore e solidarietà ci ha donato le stoffe per la realizzazione delle mascherine e altro materiale utile per ottenere il risultato finale.

È proprio vero, che solo uniti ce la faremo”.

“Daniela Andrianò - Associazione di promozione sociale Anas- Ardore”

Bloccato dopo un rocambolesco inseguimento, 29enne finisce ai domiciliari

I carabinieri della Compagnia di Locri e gli agenti in servizio al commissariato di Bovalino hanno tratto in arresto il ventinovenne Davide Ceravolo, accusato di violenza, minaccia, resistenza a pubblico ufficiale e guida in stato d’ebrezza alcolica.

L’uomo, la notte scorsa, è stato in un primo momento sorpreso dai poliziotti mentre era intento ad effettuare manovre pericolose per la sicurezza della circolazione stradale e successivamente non si è fermato all’alt intimato da una pattuglia della Stazione Carabinieri di Ardore.

Inseguito da carabinieri e polizia, dopo una rocambolesca fuga per le vie di Ardore, il ventinovenne è stato fermato grazie anche all’intervento di un equipaggio della Sezione radiomobile della Compagnia Carabinieri di Locri.

Una volta bloccato, Ceravolo, in evidente stato d'alterazione psicofisica, ha cercato invano di sottrarsi ai controlli opponendo resistenza.

Sottoposto ad accertamenti sanitari presso l’ospedale di Locri, il ventinovenne è stato trovato con un tasso alcolemico molto superiore ai limiti consentiti dalla legge, per i quali è previsto il deferimento all’autorità giudiziaria e il ritiro della patente di guida.

Su disposizione dell’autorità giudiziaria, l’arrestato è stato posto ai domiciliari in attesa della celebrazione del giudizio con rito direttissimo.

  • Pubblicato in Cronaca

Ardore, conclusa la manifestazione “Break di Primavera”

Si è conclusa nel migliore dei modi la tre giorni denominata “Break di Primavera”, organizzata al parco giochi Magna Grecia ad Ardore Marina, struttura gestita da un’associazione no profit.

L'iniziativa si è articolata in una serie di manifestazioni destinate a giovani ed amanti dello sport.

 L’apertura è toccata all’associazione “Senti chi abbaia”, che ha promosso una manifestazione cinofila con prove di abilità realizzate da cani e bambini.

Si è proseguito con attività di fitness per adulti.

Oggi infine si è concluso con la presenza del comitato regionale del Fmi, federazione motociclistica italiana, che per tutta la giornata ha intrattenuto decine di giovani di età compresa tra i sette ed i dodici anni, con dei corsi gratuiti di motociclism.

Il tutto condito da diversi stand di birre artigianali e marchi storici.

Le animatrici de “Il paese dei balocchi” per tutti i tre giorni hanno intrattenuto i bambini con giochi, musica e trucca bimbi.

 

Vincenzo Sofo (Lega) ad Ardore in vista delle europee

Prima uscita ufficiale nella Locride di un candidato alle europee, primo candidato in assoluto della Lega di Salvini in visita ad Ardore.

Vincenzo Sofo, direttore del Talebano, enfant prodige del partito leghista, nonché fidanzato della nipote di Marine Le Pen, si candida alle elezioni europee forte di un rapporto personale col leader Salvini e forte delle sue radici calabresi, essendo di Bovalino (dove tutte le estati passa le vacanze, se pur ormai residente a Milano).

“Vincenzo Sofo è un’occasione storica per il Sud, la Calabria e la Locride”, dichiara Gianfranco Sorbara, amico personale del candidato e promotore dell’incontro, “avere un candidato con queste specifiche competenze, la giovane età, rapporti solidi di partito in Italia ed in Europa, è la migliore scelta che un calabrese possa fare oggi, a prescindere dalle appartenenze politiche. In Europa devi avere competenze e sapere come districarti. Inoltre un dovranista in più nell’Europa delle lobby e delle banche, è sempre una buona notizia. Io voterò Sofo. Ringrazio il comitato civico ardorese e Roberto Marando, candidato alla carica di Consigliere comunale ad Ardore nella lista Ardore Terra Madre con Campisi candidato sindaco, per aver concesso i locali per ospitare l’iniziativa. Il comitato mantiene la sua apartiticità ed è disponibile al confronto con tutte le forze politiche, senza preconcetti. Larghe vedute e libertà di opinione con unico obiettivo il bene per Ardore. Con queste basi ogni incontro politico è il benvenuto”.

Presenti diversi “big” della politica reggina: Francesco Macrì di Locri, Pasquale Ceratti di Bianco, Giarmoleo è Vitale di Siderno, Bruno di Roccella, Scaramuzzino di Gerace, Delfino e Cinanni di Bovalino, oltre ai leghisti Gullace o Minasi accompagnata da Nino Spirlì.

  • Pubblicato in Politica

Successo per la seconda giornata del Carnevale ardorese

Dopo più di quindici anni ritorna una competizione tra le contrade di Ardore. Allora era il palio dei cavalli realizzato in estate sul lungomare, sempre da chi oggi l’ha immaginato per i carri carnevaleschi.

Ben sette carri hanno competuto nella prima edizione del carnevale ardorese.

Una manifestazione, a detta unanime, mai vista ad Ardore con un folla che invidiava quella della festa di paese. Sette carri a rappresentare sei contrade e probabilmente tutti i bambini di Ardore con le loro famiglie in piazza ed ad invadere la Ss106.

Una manifestazione gestita egregiamente dalle forze dell’ordine e da oltre venti volontari forniti dalla sede regionale Anas che ha organizzato.

Soddisfatto Gianfranco Sorbara, presidente associazione nazionale di azione sociale, che ha affermato: “L’ho dichiarato più volte e lo ribadisco: io sentivo che il paese era pronto a reagire dallo stato di apatia in cui sembrava si trovasse, è l’aver coinvolto le contrade è stata la ricetta giusta perché ha creato comunità e competizione sana tra gli ardoresi, che comunque poi si sono ritrovati tutti uniti in piazza a festeggiare. Quest’anno il trofeo è andato alla contrada schiavo con il carro che simboleggiava il “circo”; secondo posto ex aequo alla contrada Marina con l’unico carro di satira politica che ha mischiato lo sfottò a Lucano e Salvini con un messaggio d’integrazione che è stato ripreso in positivo  perché considerato di buon gusto ed educativo.

E poi c’erano i carri di Ardore centro e di contrada Potito, l’originalità è l’auto ironia dei primi, il cuore di un padre che negli ultimi giorni per onorare la sua contrada e i suoi figli ha approntato da solo i propri mezzi agricoli. Un grande esempio. Infine, ma non certo ultimi, i carri delle contrade Pantano e Giudeo, i primi con praticamente tutta la contrada in festa al seguito dimostrando di aver centrato il pensiero degli organizzatori, e poi l’eleganza e la storia del carro del gelsomino. Insomma come prima edizione non si poteva immaginare di meglio.

Ora si conclude oggi con una festa grande e gratuita per adulti e piccini: ai bimbi doneremo coriandoli e trombette ed agli adulti la sagra delle polpette, il tutto ascoltando uno dei comici calabresi più famosi in Italia, il catanzarese Piero Procopio.”

Calabria, scoperta coltivazione con 8 mila piante di cannabis

I poliziotti del Commissariato di Siderno hanno rinvenuto una piantagione composta da oltre ottomila arbusti di cannabis, in un terreno demaniale ad Ardore Marina.

 La piantagione veniva irrigata regolarmente,  attraverso un impianto allacciato abusivamente alla rete idrica cittadina.

Al termine dell'operazione, in esecuzione di un'ordinanza emessa dal gip del Tribunale di Locri su richiesta della locale Procura, gli agenti hanno tratto in arresto due pregiudicati di San Luca, S.G. e  P.L., rispettivamente di 50 e 47 anni.

Una volta immesso sul mercato, lo stupefacente sequestrato, avrebbe assicurato ai malviventi introiti per circa circa 5 milioni di euro.

Successo per le attività natalizie organizzate ad Ardore

Si sono concluse ieri con l’esibizione, nella centralissima pizza Dante d'Ardore (Rc), del trio acustico “Poesia marginale” le manifestazioni natalizie organizzate dalle locali associazioni no-profit: Anas Italia, Caritas, SaperArte e Orme di Cultura.

In una serata fredda ma accogliente, la piazza ardorese si è lentamente riempita grazie al mix d'attività, ovvero i consueti animatori de “Il paese dei balocchi” con palloncini, musica e truccabimbi; lo stand gastronomico de “ I panini di Sasà”; l’attività dell’associazione “Orme di Cultura”, che ha colto l’occasione per donare un cesto di derrate alimentari a circa 40 famiglie di immigrati residenti in paese ed infine il trio musicale composto dai giovani ardoresi Antonio, Bruno e Manuel che, con la loro musica elegante e di qualità, hanno emozionato i presenti.

 

Sottoscrivi questo feed RSS