Pizzo: decisa l'istallazione degli autovelox su via Nazionale, alla Marinella e in località Colamaio

Si annunciano tempi duri per chi supera i limiti di velocità sul territorio comunale di Pizzo. L’Amministrazione, infatti, si appresta a predisporre controlli con l’autovelox alla Marinella, nel tratto extraurbano di via Nazionale e in zona Colamaio.

A darne notizia è il consigliere comunale delegato al servizio di Polizia municipale, Antonio Gaglioti. «L’obiettivo - spiega - è vigilare sul rispetto del codice della strada soprattutto su quei tratti di strada che, per le caratteristiche di scorrevolezza, spesso inducono qualche sconsiderato a premere sull’acceleratore, incurante dei rischi per la propria incolumità e per quella degli altri».

«Un problema annoso, in merito al quale avevo assunto precisi impegni con i residenti delle zone interessate - ha aggiunto il sindaco Gianluca Callipo -. La promessa, che ora stiamo mantenendo, era proprio quella di utilizzare misuratori digitali della velocità degli autoveicoli che transitano, per fare leva sull’effetto deterrenza e per perseguire eventuali infrazioni».
L’attenzione da parte dell’Amministrazione comunale alla viabilità non è mancata negli ultimi anni, con l’ammodernamento di diverse strade proprio nelle zone interessate dal nuovo servizio di monitoraggio. È stato così, ad esempio, per alcune traverse della Marinella, con asfalto nuovo, segnaletica orizzontale e dossi dissuasori realizzati nel recente passato.
Un’attenzione che ha riguardato anche altri quartieri densamente popolati, come l’ex 167, Mazzotta, Pietà, Trentacapilli e Via Zuppone Strani, dove in vari punti sono stati allestiti i dossi artificiali che inducono a ridurre la velocità dei mezzi in transito.

Il sindaco ha poi voluto ringraziare il nuovo comandante della Polizia comunale, Giulio Dastoli, «che sta svolgendo un lavoro encomiabile». «Il suo contributo – ha concluso Callipo – è stato fondamentale anche nella tempestiva adozione dell’ordinanza che prevede l’istallazione dell’autovelox».

  • Pubblicato in Politica

Sicurezza stradale, De Sarro (Fi) chiede l'installazione dell'autovelox sulla Ss 18

“La sicurezza stradale è condizione indispensabile e non può essere affatto trascurata”.

E’ quanto afferma Francesco De Sarro, vicecoordinatore di Forza Italia della Provincia di Catanzaro.

“Proprio in questi giorni - aggiunge - sono stato contattato da un gruppo di imprenditori e residenti del lametino che hanno le proprie attività ed abitazioni sulla Ss 18, precisamente nel tratto di strada che dall’altezza dell’aeroporto giunge ai confini della Provincia di Catanzaro. I cittadini hanno lamentato l’alta velocità con cui auto e mezzi pesanti transitano in quest’arteria e hanno inteso segnalarmi questa problematica. Da parte mia ho assunto l’impegno di sottoporla all’attenzione del prefetto di Catanzaro. Anche se il tratto di strada considerato non ricade in un centro abitato, abbiamo convenuto di effettuare una raccolta di firme, della quale mi farò promotore, con la quale chiederemo l'installazione di autovelox fissi così come è stato fatto ultimamente in altri tratti di strada molto pericolosi della Provincia di Catanzaro”.

“Già recentemente, allo scopo di tutelare l’incolumità dei pedoni, ho sollecitato – ricorda De Sarro - l’installazione delle lanterne semaforiche pedonali sulla strada statale 18 che attraversa i centri abitati di Marina di Gizzeria e Falerna Marina. E proprio in virtù di questo mio intervento i cittadini e gli imprenditori ricadenti nel percorso stradale che dall’aeroporto si dirige verso Pizzo Calabro hanno voluto investirmi di una problematica simile.  “L'alta velocità, in questo tratto, ha provocato – conclude Francesco De Sarro - vittime ed incidenti gravi. Non è possibile attendere oltre e rimanere inerti di fronte a tragedie che buttano nello sconforto intere famiglie. Chi di competenza ponga in essere i dovuti accorgimenti. L’installazione di autovelox potrebbe rappresentare una soluzione”.

  • Pubblicato in Politica

Autovelox, Codacons lancia in Calabria mega azione legale

"Dopo la sentenza della Corte Costituzionale sugli autovelox, il Codacons lancia oggi in Calabria una mega azione legale in favore di migliaia di automobilisti della regione multati da apparecchi per il controllo automatico della velocità". E' quanto fanno sapere, tramite un comunicato diffuso in giornata, i componenti dell'organizzazione a tutela dei consumatori. Sul sito web dell'associazione è stata creata una pagina mediante cui "gi automobilisti che hanno ricevuto una multa elevata da autovelox, possono diffidare il Comune responsabile del verbale a fornire le prove dell'avvenuta manutenzione sugli apparecchi e la data dell'ultima taratura degli stessi. La Corte Costituzionale, infatti, con la sentenza 113/2015 di pochi giorni fa, ha stabilito che sono illegittime quelle sanzioni prodotte da autovelox non sottoposti a verifiche periodiche di funzionalità e taratura". "Con tale azione - annuncia il Codacons - l'automobilista diffida il Comune a fornire la certificazione circa la regolarità degli apparecchi e, quindi, circa il rispetto della sentenza della Consulta. Se l'amministrazione comunale non sarà in grado di fornire la prova relativa a manutenzione periodica e taratura costante degli autovelox, sarà possibile impugnare i verbali, ottenere l'annullamento delle multe ancora non pagate e chiedere la restituzione delle sanzioni già versate". "Il Codacons - si legge infine nel comunicato - invita pertanto tutti gli automobilisti della Calabria multati da autovelox a far valere i propri diritti e scaricare la diffida da inviare ai Comuni, pubblicata sul sito dell'associazione".

Sottoscrivi questo feed RSS