Arsenale rinvenuto in un deposito sotterraneo nel Vibonese

Dalle prime ore dell’alba di oggi, i carabinieri della locale Stazione, coadiuvati dallo Squadrone Cacciatori e dal 14°Battaglione Calabria hanno effettuato un rastrellamento in alcuni casolari, ubicati in località San Leo, a Briatico.

Durante l'attività, in una cavità realizzata sotto terra, i militari hanno rinvenuto un vero e proprio arsenale composto da: 2 pistole calibro 7,65 illegalmente detenute, di cui una rubata a Parma nel 2008; ben 110 colpi calibro 7.65 e 10 cartucce per fucile calibro 12.

I militari hanno, quindi, arrestato, per detenzione di armi clandestine, munizioni e ricettazione, i proprietari del terreno, ovvero Filippo e Salvatore Niglia, rispettivamente di 59 e 31 anni.

Padre e figlio, dopo l'arresto sono stati posti ai domiciliari, in attesa del rito direttissimo

 

Casa devastata da un incendio nel Vibonese

Un incendio ha completamente distrutto il tetto di un'abitazione, nella frazione Conidoni di Briatico.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia che, con il supporto di un'autobotte e di una piattaforma tridimensionale, hanno domato le fiamme.

Nel momento in cui si è sviluppato il rogo, nell'abitazione non era presente nessuno. 

Sul posto sono intervenuti i  carabinieri della locale Stazione.

  • Pubblicato in Cronaca

Dodici lavoratori in nero in un'azienda agricola del Vibonese, scatta la "maxisanzione"

I finanzieri della Tenenza di Tropea (Vibo Valentia) hanno eseguito un intervento nel comune di Briatico (VV), presso un campo di raccolta della “Cipolla Rossa di Tropea” coltivato da un’azienda agricola della zona.

L’intervento ha permesso di riscontrare la presenza di 12 lavoratori di nazionalità bulgara “in nero”, ovvero impiegati nella coltivazione in assenza di un regolare contratto di lavoro e pertanto senza adeguate garanzie, anche sotto il profilo della tutela della salute e della sicurezza.

Nei confronti dell’imprenditore sarà elevata la cosiddetta “maxisanzione”, ovvero il pagamento di una sanzione amministrativa fino ad un massimo di 36 mila euro, in aggiunta alle altre violazioni tributarie accertate.

  • Pubblicato in Cronaca

Bombe carta e cartucce con benzina, tre denunce nel Vibonese

Nella serata di ieri, a Briatico, i carabinieri del Norm della Compagnia di Vibo Valentia e della locale Stazione, coadiuvati dal Nucleo cinofili del 14°Btg Calabria e dal Nucleo artificieri di Catanzaro hanno effettuato una massiccia attività di controllo di armi ed esplosivi.

Durante le operazioni, in due appartamenti di proprietà di 2 fratelli, i militari hanno rinvenuto 22 ordigni artigianali, fatti brillare dopo il sequestro.

Ai due fratelli A.V. ed A.A., rispettivamente di 59 e 46 anni, sono stati contestati i reati di produzione e detenzione illegale di artifizi pirotecnici.

Grazie all’aiuto dei cani molecolari, gli uomini dell'Arma hanno rinvenuto e sequestrato anche una bottiglia di benzina, con 2 cartucce di fucile calibro 12.

La scoperta è stata fatta in un capanno per il rimessaggio delle reti di un marittimo del posto, P.P. di 61 anni.

L'uomo è stato denunciato con l'accusa di detenzione illegale di munizioni.

 

Terremoto di magnitudo 3.3 a ridosso della costa vibonese

Un terremoto di magnitudo ML 3.3 è stato rilevato dai sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, a meno di dieci chilometri dalla costa vibonese.

L'evento, registrato alle 10,16 di oggi, è stato localizzato a 48 chilometri di profondità.

Tra i comuni più vicini al punto in cui è stato individuato l'epicentro, figurano: Briatico, Zambrone, Pizzo e Cessati. 

  • Pubblicato in Cronaca

Autocarro rimane impantanato nel Vibonese, intervengono i vigili del fuoco

I vigili del fuoco del Comando provinciale di Vibo Valentia sono intervenuti nel primo pomeriggio di oggi nella frazione San Costantino di Briatico, per recuperare il camion di una ditta di spedizioni rimasto impantanato.

Dopo aver erroneamente imboccato una strada interpoderale, l'autocarro è rimasto bloccato nel fango.

L'autista del mezzo ha quindi chiesto l'intervento dei vigili del fuoco, che una volta giunti sul posto hanno liberato il camion con l'ausilio di una gru.

  • Pubblicato in Cronaca

Rocambolesco inseguimento nel Vibonese. Ladro ruba un'auto, finisce fuori strada e scappa a piedi

Ruba un'auto, finisce fuori strada e scappa a piedi.

È successo la notte scorsa nel Vibonese, dove, in seguito ad una segnalazione, i carabinieri si sono messi sulle tracce di un'auto rubata, in localià Marina, a Pizzo.

Una volta intercettato il veicolo a Briatico, gli uomini del Nucleo operativo e radiomobile di Vibo Valentia hanno dato vita ad un rocambolesco inseguimento, conclusosi con lo schianto dell'auto rubata.

I ladro infatti, probabilmente a causa del manto stradale bagnato e del timore di essere acciuffato dai militari, ha perso il controllo del veicolo, ha urtando un marciapiedi ed finito in mezzo ad un campo.

Abbandonata la vettura, il malfattore si è lanciato tra la fitta vegetazione, facendo perdere le proprie tracce.

I carabinieri del Norm di Vibo Valentia e della Stazione di Pizzo, hanno quindi avviato le indagini per individuare l'autore del furto.

  • Pubblicato in Cronaca

La Lega fa proseliti nel Vibonese, nominati 5 nuovi coordinatori cittadini (I nomi)

Riceviamo e pubblichiamo

"Continua il radicamento della Lega – Salvini Premier nel Vibonese. Dopo Vibo Valentia, Pizzo, Serra San Bruno è la volta delle Città di Briatico, Nicotera, Zambrone, Ricadi, Filandari. Nel Comune di Briatico è stato nominato referente cittadino Raffaele Riga, una delle colonne portanti della Lega nel vibonese, militante della prima ora che già ricopre l’importante incarico di Vice-Coordinatore Provinciale e Commissario per la Città di Vibo Valentia, imprenditore – immobiliare. Il Comune di Zambrone avrà come referente Quintina Vecchio, altra militante della prima ora, ex amministratrice per oltre un ventennio, insegnate, la stessa è stata candidata alla Camera dei Deputati a rappresentare il partito come espressione del territorio. Roberto Incoronato, imprenditore turistico, impegnato attivamente nel partito a rappresentare le istanze territoriali della categoria, è stato nominato referente del Comune di Ricadi. A guidare la Lega nel Comune di Nicotera sarà il giovane imprenditore Antonio Macrì, reduce dalla sua prima Pontida, ha abbracciato con determinazione e militanza il suo impegno per la Lega e soprattutto sta portando avanti una serie di istanze per il suo comune. Filandari è stata affidata al Consigliere Comunale Artusa Francesco, impegnato nei sindacato dei VVFF molto attivo nell’associazionissmo. La scelta dei referenti è stata fatta premiando la militanza e l’impegno concreto, nominativi sono stati comunicati nell’ultima direzione provinciale, la Lega sul territorio vibonese ha notevole crescita esponenziale, per questo ci stiamo strutturando in ogni comune della provincia, ai referenti cittadini l’onore di rappresentare la Lega ma anche l’onere di radicare il partito nei loro comuni, siamo un partito di governo, le persone si avvicinano a noi con molta fiducia, ed è giusto che noi abbiamo una diffusione capillare su tutto il territorio per raccogliere le proprie istanze e cercare di dare delle risposte concrete, la gente è disillusa, il territorio maltrattato, le proposte di Matteo Salvini sono proposte di Buon Senso. Nei territori ci stiamo impegnando a cercare di riconquistare la fiducia di quanti l’hanno persa e di coinvolgere e inserire pienamente quanti si affacciano per le prima volta. Ci aspetta una grande sfida che è quella delle regionali, la lega sarà protagonista per dare la svolta alla politica regionale che la grande maggioranza dei calabresi chiede da tempo".

 Antonio Piserà - Coordinatore provinciale Lega – Salvini Premier

  • Pubblicato in Politica
Sottoscrivi questo feed RSS