Risolto il giallo del cadavere rinvenuto in Calabria

 È stato risolto il giallo della morte di Pasquale Schirripa, il sessantunenne, il cui cadavere è stato trovato il 17 marzo scorso nelle campagne di contrada Furro, a Gioiosa Jonica (Rc) (Per leggere la notizia clicca qui).

Ad uccidere l'uomo sarebbe stato, per errore, S.R., sessantaquattrenne, di Marina di Gioiosa Jonica che, dopo aver nascosto a tutti la pesante verità, ha deciso di presentarsi in caserma insieme al suo difensore, per raccontare la dinamica dell'accaduto..

Alle prime luci dell’alba del 17 marzo, S.R. avrebbe raggiunto il cugino Pasquale in contrada Furro di Gioiosa Jonica per uccidere un cinghiale che durante la notte era entrato in una porcilaia di proprietà della vittima.

Mentre Schirripa avrebbe cercato di attirare il cinghiale verso la rete metallica al di là della quale si sarebbe trovato S.R., sarebbero partiti due colpi di fucile calibro 12 che avrebbero causato il ferimento dell’animale e l’uccisione di Schirripa.

I militari della Sezione operativa di Roccella Jonica e dei Cacciatori di Calabria, sulla base delle indicazioni fornite dal reo confesso, hanno rinvenuto, occultata tra la fitta vegetazione, una doppietta calibro 12 con matricola abrasa.

S. R. è stato pertanto deferito in stato di libertà per omicidio colposo e porto illegale di arma clandestina.

  • Pubblicato in Cronaca

Cadavere rinvenuto in Calabria

Il cadavere di un 61enne, P.S., è stato rinvenuto questa mattina, nelle campagne di contrada Curro Superiore, a Gioiosa Jonica.

Il corpo è stato trovano nei pressi di un terreno in cui la vittima accudiva gli animali.

Al momento non è ancora nota la causa del decesso.

  • Pubblicato in Cronaca

Cadavere rinvenuto in una casa diroccata

Il corpo senza vita di un uomo, V. G., di 41 anni è stato trovato in via Umberto Boccioni, a Quattromiglia di Rende.

Il cadavere è stato rinvenuto in una casa diroccata, poco distante dallo svincolo autostradale di Cosenza Nord.

Ad allertare i vigili urbani ed i carabinieri, sono stati alcuni residenti della zona che hanno avvertito un forte odore provenire dall'abitazione in cui si rifugiava la vittima.

Sul corpo dell'uomo, che viveva da solo in condizioni disagiate, non sarebbero stati riscontrati segni di violenza.

 

Giallo in Calabria, cadavere in decomposizione trovato in un canale

Il cadavere, in avanzato stato di decomposizione, di un'uomo di cui non si conosce l'identità è stato rinvenuto nel pomeriggio di ieri in un canale per l'irrigazione, in località Santo Stefano, nel comune di Isola di Capo Rizzuto.
 
Sul posto, oltre ai vigili del fuoco del Comando provinciale di Crotone, sono intervenuti i carabinieri della locale Tenenza che hanno avviato le indagini per dare un nome alla vittima.
 
Elementi utili per risalire alla causa del decesso saranno forniti dall'autopsia, già disposta dal Sostituto procuratore della Repubblica di Crotone.
 

Cadavere di un giovane rinvenuto in un dirupo

Il cadavere di un giovane è stato rinvenuto in un durupo, tra i comuni di Acri e Bisignano, nel Cosentino.

Il corpo, in avanzato stato di decomposizione, è stato recuperato dai vigili del fuoco.

Allo stato non si conosce l'identità della vittima.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri ed il medico legale.

  • Pubblicato in Cronaca

Cadavere rinvenuto in Calabria

Il cadavere di un uomo di circa 50 anni è stato rinvenuto nella serata di ieri, a Rosarno.

Allo stato non è ancora nota l'identità della vittima, di probabile origine straniera, trovata priva di documenti d'identità.

A scoprire il corpo senza vita, tra le sterpaglie in via Maria Zita, sul retro dell’ex asilo comunale, sono stati alcuni passanti che hanno allertato le forze dell'ordine.

Sul posto sono intervenuti i poliziotti del commissariato di Gioia Tauro ed i carabinieri.

La causa del decesso potrebbe essere di origine naturale, tuttavia gli investigatori non escludono nessuna pista.

Orrore in Calabria, rinvenuto cadavere con la testa mozzata

Macabro ritrovamento in località Grecia di Simeri Crichi (Cz), dove alcuni cittadini hanno rinvenuto il cadavere di un uomo in avanzato stato di decomposizione, con la testa mozzata, lasciata a pochi metri dal corpo.

La vittima, della quale non si conoscono ancora le generalità, sarebbe stata uccisa alcuni mesi fa.

Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti, quella che il corpo possa appartenere ad una persona dell'apparente età di 30 anni.

Sul posto, oltre al medico legale ed al magistrato di turno, sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Sellia Marina, che hanno avviato le indagini per cercare di fare luce sull'inquietante ritrovamento.

 

Cadavere di una donna rinvenuto in Calabria

Il cadavere di una donna è stato rinvenuto la notte scorsa, nel deposito ferroviario di Calamizzi, nei pressi della stazione centrale di Reggio Calabria.

Il corpo senza vita della sessantacinquenne di nazionalità polacca, è stato trovato in un vagone ferroviario in disuso.

Sul posto sono intervenuti i poliziotti della scientifica e delle volanti, che hanno compiuto i primi rilievi ed accertamenti.

Il personale del 118 ha constatato il decesso, avvenuto, presumibilmente, per cause naturali. La salma è stata messa a disposizione dell’autorità giudiziaria in attesa dell’autopsia.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS