La nuova rivista "Esperide, Cultura artistica in Calabria" sarà presentata a Santa Severina

Presso il Museo Diocesano di Arte Sacra della Concattedrale di Santa Severina, il prossimo sabato 11 febbraio, verrà presentata  la rivista “Esperide, Cultura Artistica in Calabria”.

Si tratta di uno specifico strumento di carattere scientifico che si pone l’obiettivo di divulgare la conoscenza e la valorizzazione dei tanti beni culturali presenti nella nostra regione. Insomma un periodico come centro studi  su documenti, storia, e restauri del patrimonio storico-artistico.

È una rivista che, come si legge in una nota, pubblica esclusivamente testi inediti su argomenti di studio attinenti alla storia dell’arte, dell’architettura regionale, a temi di conservazione, tutela e restauro.

“Si presenta, anche, come una proposta alla consapevolezza dell’immenso patrimonio della Calabria spesso avvolto da ragnatele che offuscano la bellezza, una bellezza che potrebbe essere un tentativo di rinascita verso la sensibilizzazione dei nostri beni: da una vecchia chiesetta abbandonata ad un portale di un antico edificio, da un affresco rovinato ad una statua scheggiata”.

All’’incontro culturale saranno presenti: lo Storico dell’arte Mario Panarello nella veste di Direttore della rivista; il nostro  Domenico Pisani e Ferdinando Panza entrambi Storici dell’ arte; Mons. Serafino Parisi Vicario per la Pastorale della Cultura e parroco della Basilica Cattedrale di Crotone; lo storico di Santa Severina Pino Barone.

Appuntamento a Santa Severina l’11 febbraio alle ore 17.30.

  • Published in Cultura

Operazione Robin Hood: Nazzareno Salerno interrogato dal gip

Interrogatorio di garanzia per l'ex assessore regionale al Lavoro e consigliere regionale, Nazzareno Salerno, arrestato, nei giorni scorsi, con altre otto persone nell'ambito dell'inchiesta "Robin Hood".

Sentito, per oltre un'ora, dal giudice per le indagini preliminari di Verona, città nella quale si trovava quando è stato raggiunto dall'ordinanza di custodia cautelare, l'esponenente di Foza Italia, assistito dal legale Vincenzo Gennaro, ha cercato di fornire la sua versione dei fatti.

Assistito dall'avvocato Mario Murone, ha risposto alle domande del gip di Vibo Valentia anche l'ex presidente della fondazione Calabria etica, Pasqualino Ruperto.

Non si è sottratto alle domande del giudice neppure Vincenzo Caserta, difeso dagli avvocati Giancarlo Pittelli e Francesco Iacopino che, nell’interrogatorio durato circa mezz’ora, al carcere di Vibo, ha cercato di contestare le accuse rivoltegli. Hanno risposto anche Vincenzo Spasari e Claudio Isola assistiti, rispettivamente, dagli avvocati Nicola D’Agostino e Angelo Spasari.

Assistito dall'avvocato Francesco Sabatino, ha deciso, invece, di non rispondere alle domande, Gianfranco Ferrante.

Una volta conclusi gli interrogatori, i gip di Vibo Valentia e Verona si sono dichiarati funzionalmente incompetenti ed hanno trasmesso gli atti al collega di Catanzaro che ha emesso l'ordinanza relativa all'inchiesta "Robin Hood".

  • Published in Cronaca

Volley: la Tonno Callipo ospita la Kione Padova

Terminata la pausa dovuta alla Final Four della Del Monte® Coppa Italia, alle 18 di domani al Pala Valentia ritorna la SuperLega UnipolSai.

La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia si accinge a percorrere la prima tappa di un tour de force che la vedrà impegnata, al pari delle altre 13 compagini del Campionato, a giocare sei partite nello stretto arco temporale di 20 giorni. E saranno le ultime sei partite della fase regolare della stagione, sei gare da giocare al massimo per provare, come obiettivo minimo, a conservare l’ottavo posto in classifica, l’ultimo disponibile per l’accesso ai play-off scudetto.

La squadra di coach Waldo Kantor ha avuto la possibilità di lavorare al meglio in questi giorni e, soprattutto, di allenarsi al completo con il recupero del brasiliano Barreto Silva e con un Filip Rejlek tornato a giocare già nell’ultima partita di campionato a Civitanova. Gara di Civitanova che ha segnato l’esordio nella massima serie del giovane schiacciatore calabrese Francesco Corrado, classe 1997.

E alla vigilia del match contro la Kioene Padova è proprio il martello pitagorico a presentare la partita: “Quella contro Padova è una partita importantissima per il nostro Campionato dove occorre far punti per rimanere in zona Play Off. Stiamo bene fisicamente e ci sono tutti i presupposti per ben figurare in questo finale di Campionato che per noi è fondamentale dal momento che abbiamo tutti scontri con le nostre dirette rivali. Tornando alla gara contro i veneti, non dovremo sottovalutarli perché sono una squadra che ha ottime potenzialità e verranno qui a Vibo per vincere”.


Quella di domani in casa Tonno Callipo sarà la partita numero 260 nella massima serie considerando tutte le competizioni giocate (regular season, play-off, coppa italia e supercoppa italiana). I giallorossi vanno a caccia della vittoria numero 111.

Per quanto rigarda, invece, la Kione Padova, la squadra di coach Baldovin non vince dal 13 novembre 2016 (vittoria al tie-break fuori casa contro Latina) e non raccoglie punti dal 25 novembre quando uscì sconfitta al quinto set sul parquet di Sora.

Dunque, Giannotti e compagni non hanno ottenuto punti nel girone di ritorno e arriveranno in Calabria affamati di vittoria. Si tratta, comunque, di una squadra ingalluzzita dalle prestazioni sciorinate ultime due gare di campionato contro Civitanova e Monza e nel test-match della scorsa settimana contro Verona.

Alla vigilia del match ha parlato il centrale Volpato: “Vibo Valentia è una squadra forte come gruppo e organizzazione di gioco, affidandosi alla prova corale piuttosto che a singoli elementi. Nel corso del Campionato hanno trovato la loro quadratura e sappiamo che sono temibili in casa, dove hanno messo in difficoltà anche grandi squadre. Ritroveremo il nostro ex compagno di squadra Diamantini, molto bravo a muro. Noi ci siamo allenati davvero tanto in vista di un periodo molto impegnativo che ci vedrà giocare sei partite entro fine mese. Andremo in Calabria cercando di mettere a frutto tutto il lavoro svolto in questa settimana”.

PRECEDENTI ED EX Sono 12 i precedenti tra le due società con il bilancio nettamente a favore dei calabresi che hanno vinto in 11 occasioni. Due i confronti in questa stagione con la Tonno Callipo che si è imposta sia in Campionato che negli ottavi di Coppa Italia. Gli ex di turno sono i giallorossi Manuel Coscione (a Padova nella stagione 2003-04) ed Enrico Diamantini (il centrale marchigiano ha giocato lo scorso anno con la Kioene).

I PROBABILI “STARTING-SEVEN” Coach Kantor potrebbe schierare Coscione al palleggio, ballottaggio Rejlek-Michalovic in posto due con il ceco che vuole tornare in campo da titolare, Barone e Costa al centro, Barreto Silva e Geiler in posto 4, Marra libero. Il tecnico ospite Baldovin potrebbe rispondere con Shaw in regia, Giannotti opposto, Volpato e uno tra Averill e Koncilja al centro, il canadese Maar e uno tra Milan e Fedrizzi di banda, Balaso libero.

GLI ARBITRI  A dirigere il match saranno gli arbitri, entrambi di Perugia, Luca Saltalippi ed Ilaria Vagni.

INTERNET, RADIO E TV La partita sarà raccontata in diretta streaming sulle frequenze di Lega Volley Channel (www.sportube.tv/volley). LaC,  emittente televisiva ufficiale della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia, trasmetterà il match in differita integrale lunedì 06 febbraio alle ore 22:30. Diretta radiofonica della partita su Radio Onda Verde con la consueta diretta volley a partire dalle ore 17:55 in Fm sui 98 MHZ e in streaming su www.radioondaverde.it con il commento di Nicola Galloro.

 

Tropea, Naccari (Gd): "Stanziati i soldi per il ripristino del lungomare"

Riceviamo e pubblichiamo

" Immobilismo, tempi della politica e lentezza della macchina burocratica sono spesso annoverati come i cosiddetti “buchi neri” della politica.

La politica e la burocrazia, troppo spesso, si muovono con una lentezza esasperante  e i tempi della politica spesso non coincidono con le esigenze reali dei cittadini.

Qualche volta accade! Questa volta i rintocchi dell’orologio della politica sono stati velocissimi e si sono sincronizzati con le lancette dei cittadini tropeani.

La cronaca:  7 gennaio 2017 una violenta mareggiata devasta il lungomare tropeano, i cittadini invocano lo stato di calamità ; a rischio la stagione estiva.

Martedì  17 gennaio ,arriva la tempestiva risposta della Regione Calabria con il sopralluogo sul lungomare di Tropea.  Il Consigliere regionale Michele Mirabello insieme al Segretario  generale dell’autorità di Bacino regionale ing. Salvatore Siviglia sono a Tropea a fare un sopralluogo sulla zona del lungomare colpito dalle forti mareggiate.

Vanità o mera passerella politica cosi, in molti, avevano commentato la visita del Consigliere Mirabello.

Entusiasmo e dinamismo strettamente legati alle sue capacità relazionali; così mi piace commentare avendo condiviso con lui le mie prime battaglie politiche .

Mercoledì 1 febbraio il Presidente Oliverio stanzia 350,000 euro rendendoli  immediatamente disponibili ed  invitando il Comune ad adempiere rapidamente e  di procedere al tempestivo  ripristino del lungomare, di una delle spiagge  più importanti della Calabria.

Tropea ,oggi incassa un risultato importante, la politica del “fare competente” del Governo Oliverio non è solo stata uno spot elettorale. Mario Oliverio nella sua visita pre-elettorale aveva detto : Tropea ha bisogno di progetti ambiziosi. Aveva proferito queste parole dal cortile di Santa Maria dell’isola, sicuramente soggiogato da quella veduta che ha saputo affascinare da sempre i suoi ospiti.

 Qualcuno disse :le corti sono piene di adulatori; è vero.

E’ necessario però per noi giovani, in questo momento di allontanamento dalla politica, saper celebrare queste “buone pratiche” di amministrazione per  poterli elevare a livelli speculativi  ,come procedure e modelli di efficienza, traducendoli  poi in linee guida e orientamenti strategici su cui designare le politiche.

Sono sicuro che chi ha attualmente  il gravoso compito di amministrare il nostro Comune saprà , ancora una volta, sincronizzare le lancette della burocrazia con i” rintocchi “ della stagione estiva.

 Tropea è una cittadina, da sempre, baciata dalla fortuna e protetta dalla sua Santa Patrona  quindi sono sicuro che potrà riproporsi agli occhi dei suoi ospiti” estivi” bella ed incantata come sempre".

  • Published in Politica

Arrestato Nazzareno Salerno

L'ex assessore al Lavoro ed attuale consigliere della Regione Calabria, Nazzareno Salerno, è stato arrestato nell'ambito dell'inchiesta della Dda di Catanzaro sull'ingerenza della cosca di 'ndrangheta dei Mancuso di Limbadi nella gestione dei fondi dell'Unione europea destinati al sostegno economico di nuclei familiari in difficoltà. L'inchiesta, che riguarda la gestione dei fondi del credito sociale, ha portato all'arresto di nove persone.  

Tra i soggetti coinvolti figurano: esponenti politici, imprenditori, amministratori pubblici e due persone ritenute contigue alla cosca Mancuso. Le indagini hanno documentato l'ingerenza mafiosa della potente consorteria 'ndranghetista nella gestione dei fondi dell'Unione europea diretti al sostegno economico di nuclei familiari in difficoltà.

Minaccia, estorsione aggravata dal metodo mafioso, corruzione, peculato, turbativa d'asta ed abuso d'ufficio, questi i reati contestati a vario titolo. 

Nel corso dell'operazione è stato, inoltre, eseguito un decreto di sequestro preventivo di beni per un valore di circa due milioni di euro. 

 

Calabria: duro j'accuse dell'Usb a Oliverio

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta indirizzata dall'Unione sindacale di base al Presidente della Giunta regionale Mario Oliverio

"Presidente Oliverio,

lei oggi ci ha chiamati qui per celebrare i due anni di attività della Giunta regionale.

Non sappiamo quali fantastiche favole sull’operato della sua Giunta lei vorrà raccontare oggi, quello che sappiamo con certezza è che lei ha sistematicamente rifiutato il confronto con la USB Calabria, organizzazione sindacale maggiormente rappresentativa e firmataria degli accordi nazionali, scegliendo invece, quali suoi interlocutori, solo e soltanto le OO.SS. (magari anche quelle non rappresentative) che  hanno supinamente accettato le sue scelte; quelle organizzazioni sindacali che, pur di firmare magari per sedere su comode poltrone, spesso non guadano nemmeno i contenuti, né quali effetti quelle scelte producano sui lavoratori, sui disoccupati, sui cittadini di questa regione.

Oggi siamo in piazza e ci resteremo, perchè la USB Calabria non vuole fare da claque alla sua politica regionale.

Perché? Saremo stringati:

-        Sanità calabrese? Allo stato la Calabria ha 3 posti letto ogni 1000 abitanti, servizi dismessi e pendolarismo tra le varie provincie per potersi curare, milioni di euro, invece, spesi per pendolarismo fuori regione, mentre gli unici suoi interventi sono stati quelli di fare una sterile opposizione al suo stesso partito che ha nominato il Commissario

-        Politica energetica? Nessun intervento. Eppure basterebbe puntare decisamente sulle energie rinnovabili e far sì che si abbattano o azzerino i costi legati al consumo energetico, riducendo in tal modo le spese per le aziende le quali, magari, con i risparmi potrebbero assumere.

-        Aeroporti calabresi? Beh, la realtà è sotto gli occhi di tutti: uno già chiuso, un altro moribondo ed un terzo, lasciato in mano a personaggi noti, galleggia sfruttando i lavoratori e le norme che gli hanno consentito di utilizzare ragazzi nel progetto giovani, senza retribuirli.

-        Trasporto regionale? Non esiste nessuna linea ferrata, degna di essere chiamata così, per merci e persone e, quando hanno dismesso alcune tratte, c’è stato da parte sua il totale silenzio.

-        Viabilità stradale? La 106 nel tratto lucano e pugliese è tutta a quattro corsie, mentre nella nostra regione, lo è solo per un breve tratto tra Soverato e Catanzaro, malgrado il numero di morti impressionante. Per non parlare di pezzi di strada crollati, ponti fortemente lesionati e a grave rischio. Il trasporto pubblico locale, con i collegamenti tra le varie città, presenta dei disservizi davvero impressionanti. Infine, lei ha accettato che si propagandasse la menzogna del completamento della A 3, guardandosi bene dall’affermare che 58 chilometri di autostrada, tutti sul territorio calabrese, non sono stati ammodernati, né lo saranno mai.

-        Porti calabresi? Gioia Tauro continua ad essere mal collegato e, anche grazie a questo, in piena crisi, con lavoratori in fase di dismissione, per non parlare poi di Corigliano e Crotone ….

-        Fondi Europei 2014-2020? Oltre all’assurdità di fondi restituiti perché non spesi, registriamo che non c’è stata nessuna programmazione seria, lentezze nella progettazione, nessun bilancio sulle prime spese e sui risultati, nessun disegno su come utilizzarli per  creare occupazione e sviluppo.

-        Patto Calabria? Con questo, Presidente, si è superato, ha chiamato attorno a sé i suoi amici sindacalisti, quelli che hanno sempre taciuto di fronte a scelte scellerate e che ora dovrebbero approfondire tematiche quali “rischio idrogeologico, bonifiche, rifiuti, rete idrica e rischio sismico”!!!!!! Bella compagnia si è scelta!

Eppure su queste politiche, così come su altre problematiche, la USB Calabria aveva ed ha tante cose da dire e da proporre, probabilmente non in linea con la sua (e dei suoi amici pseudo-sindacalisti) idea di gestione della cosa pubblica, ma certamente in grado di produrre un confronto utile anche a lei e, soprattutto, in grado di far vedere ai nostri corregionali, che una politica di sviluppo economico e di occupazione nella nostra regione è possibile.

Lei è qui oggi per autocelebrarsi, ma lei Presidente sa perfettamente a quanto è arrivata la disoccupazione in Calabria, con quella giovanile, soprattutto, che ha superato il 65%, sa quanta gente è stata posta in mobilità, sa quanti corregionale della mobilità in deroga aspettano di essere pagati perché i soldi inviati dal governo centrale sono stati stornati.

Lei queste cose le sa, per questo motivo oggi la USB Calabria non entrerà e non le farà da claque, ma rimarremo in piazza a fare questo sit-in e, quando vorrà riconoscerci il nostro ruolo di rappresentanti dei lavoratori, dei precari, dei cittadini, dei disoccupati di questa regione, ci convochi !!!"

Confederazione regionale Usb Calabria

  • Published in Politica

Calabria, scossa di terremoto nella notte

Un terremoto di magnitudo ML 2.4 è stato registrato in Calabria dalla sala sismica dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia.

L'evento tellurico si è sviluppato, all'1,10 della notte appena trascorsa, nelle acque dello Stretto di Messina.

Il sisma ha avuto origine, ad una profondità di 66 chilometri, in un tratto di mare poco distante dalla costa calabrese.

Tra i comuni più vicini all'epicentro: Bagnara Calabra, Scilla, Seminara, Sant'Eufemia d'Aspromonte, Sinopoli e Melicuccà

 

 

 

 

 

  • Published in Cronaca

Calabria, meningite: 50enne muore all'ospedale di Vibo Valentia

Un 50enne, originario di Lamezia Terme è morto nell'ospedale di Vibo Valentia a causa di un'infezione da meningococco.

L'uomo era stato ricoverato 15 giorni fa nel reparto di rianimazione del nosocomio lametino. Trasferito in un secondo momento presso l'unità di Malattie infettive dell'ospedale "Jazzolino", il 50enne si è spento venerdì scorso, ma la notizia si è appresa soltanto ora.

Per il direttore generale dell’Asp di Catanzaro, Giuseppe Perri: "Al momento non c'è alcun allarme. Il numero di casi di infezione da meningococco registrati nella provincia di Catanzaro, ed in generale in tutta la Calabria, rientra assolutamente nella media annuale nazionale - subito dopo che è stata riscontrata la presenza del virus - ha aggiunto Perri - è stata attivata la profilassi antibiotica per tutte le persone venute a contatto con il paziente, compresi i medici.

Il Direttore generale ha, inoltre, sottolineato che "per venire incontro alle richieste dei cittadini, il centro vaccini dell’Azienda sanitario provinciale di Catanzaro effettua, ormai da diversi giorni, due sedute straordinarie di pomeriggio, il martedì e il giovedì".

Subscribe to this RSS feed