Coronavirus, Calabria: positiva una persona rientrata dal Nord Italia

Un nuovo caso di coronavirus è stato rilevato oggi dall’Asp di Cosenza.

 Si tratta di una persona rientrata da Aosta "dove - si legge nel bollettino della Regione Calabria - aveva sviluppato polmonite da COVID e dimessa con tamponi negativi; si tratta di una positività residua al gene N ed al 39° ciclo".

Complessivamente, quindi, su 96.902 tamponi eseguiti in Calabria dall'inizio della pandemia, 1.183 sono risultati positivi.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

– Catanzaro: 1 in reparto; 1 in isolamento domiciliare; 182 guariti; 33 deceduti.

– Cosenza: 2 in isolamento domiciliare; 433 guariti; 34 deceduti.

– Reggio Calabria: 2 in reparto; 16 in isolamento domiciliare; 256 guariti; 19 deceduti.

– Crotone: 1 in isolamento domiciliare; 112 guariti; 6 deceduti.

– Vibo Valentia: 1 in reparto; 2 in isolamento domiciliare; 77 guariti; 5 deceduti.

Dall’ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 8.445.

Calabria: anziana positiva al coronavirus. Era risultata negativa a 3 tamponi

Nuovo caso di coronavirus in Calabria.

Si tratta di una pensionata rientrata da fuori regione.

La donna, originaria del Cosentino, ma residente in Lombardia, era arrivata da Milano per essere ricoverata in una struttura di riabilitazione in provincia di Cosenza.

Prima del ricovero, l'anziana, che era risultata negativa a tre tamponi effettuati a Milano, è stata sottoposta ad un nuovo tampone che ha dato esito positivo.

Inevitabile, quindi, l'attivazione del protocollo che prevede, tra l'altro, la messa in quarantena dell'interessata e dei familiari.

Nuovo caso di coronavirus in Calabria

Nuovo caso di coronavirus in Calabria, dove ad oggi sono stati effettuati 95.818 tamponi.

Ad essere risultata positiva sarebbe l'animatrice di un villaggio turistico che opera tra le province di Vibo Valentia e Catanzaro.

In virtù del nuovo contagio, sale a 1.182 il bilancio delle persone che hanno contratto il virus dall'inizio della pandemia.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Catanzaro: 1 in reparto; 1 in isolamento domiciliare; 182 guariti; 33 deceduti.

- Cosenza: 1 in isolamento domiciliare; 433 guariti; 34 deceduti.

- Reggio Calabria: 2 in reparto; 16 in isolamento domiciliare; 256 guariti; 19 deceduti.

- Crotone: 1 in isolamento domiciliare; 112 guariti; 6 deceduti.

- Vibo Valentia: 1 in reparto; 2 in isolamento domiciliare; 77 guariti; 5 deceduti.

Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 10.763.

Doppia scossa di terremoto in Calabria

Due scosse di terremoto sono state rilevate questa mattina, a distanza di circa un minuto, nel Reggino.

I due eventi, entrambi di magnitudo 3.2, sono stati registrati alle 7.38 e alle 7.39.

I sismografi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia hanno localizzato l'epicentro a Cardeto e Condofuri.

Al momento non sono stati segnalati danni.

 

Calabria, la Regione autorizza la ripresa degli sport di squadra

“A decorrere dal 6 luglio 2020 è consentita la ripresa degli sport di contatto e squadra, nel rispetto delle misure minime adottate con la presente Ordinanza, fermo restando l’opportunità di adottare soluzioni di efficacia superiore e l’applicazione delle ulteriori prescrizioni previste a livello regionale e nazionale”.

E’ quanto dispone un’ordinanza emessa oggi dal presidente della giunta regionale della Calabria, Jole Santelli.

Dopo aver previsto che “In base all’evoluzione dello scenario epidemiologico le misure indicate potranno essere rimodulate”, il provvedimento ribadisce “la necessità per tutte le persone che effettuano tali attività, di mantenere comportamenti rispettosi dell’igiene, nonché del distanziamento interpersonale con divieto di assembramenti e dell’uso di protezioni delle vie aeree, ogni qualvolta le indicazioni lo prevedano”.

L’Associazione direttori d’albergo Italia contro lo spot di Klaus Davi

Riceviamo e pubblichiamo

“La nostra terra di Calabria e le sue infinite coste fanno parte delle nostre ricchezze e del nostro prodotto turistico. In questo caso la Riviera dei Gelsomini messa al centro dell’attenzione per via dello spot creato da Klaus Davi merita di essere tutelata e protetta nella propria immagine di territorio ospitale ed evoluto. ADA Calabria Associazione Direttori d’Albergo Italia , insieme alla giunta regionale e al suo Vice Presidente regionale Maurizio Reale cittadino della Locride, non può esimersi dallo sposare il pensiero espresso dal Consorzio albergatori ed operatori turistici della Riviera dei Gelsomini Jonica Holidays.
Alla luce di quanto annunciato, condividiamo in toto il comunicato stampa diramato proprio nella giornata di ieri a firma del direttivo e di tutti gli associati della Jonica Holidays:

Spot Locride, gli albergatori prendono le distanze dal messaggio di Klaus Davi .
Riteniamo il messaggio diffuso da Klaus Davi e da alcuni sindaci per nulla aderente al pensiero dei cittadini della Riviera dei Gelsomini. Siamo un popolo ospitale e solidale per natura, non ci appartiene lo spirito con cui si è prodotto un video di discutibile fattura tecnica (con orrori grammaticali, pezzi di video proprietà di terzi non citati e imbarazzanti inesattezze geografiche) e di vacui contenuti.
Non è questa la nostra idea di rilancio del territorio, a scapito di qualcun altro.
L’Italia ha dimostrato di sapersi unire davanti alle difficoltà, non saremo di certo noi a spezzare questo sentimento comune.
Il nostro invito agli italiani è quello di visitare le meraviglie di cui la nostra nazione è ricca, dal nord al sud, e di scoprire il nostro territorio, la Locride, che al pari di altri offre qualità e bellezza, cultura e tradizione, accoglienza e coinvolgimento.
Siamo una terra di spiagge infinite e di acque cristalline, di natura incontaminata e di paesaggi incredibili, siamo una terra di grandi scrittori e di una storia millenaria, siamo figli di Zaleuco e di Nosside, di Corrado Alvaro e di Saverio Strati, per citarne solo alcuni. Siamo la misteriosa ed inesplorata Magna Grecia, ideale per chi vuole lasciarsi avvolgere da una esperienza quasi mistica. Venite a trovarci perché vi promettiamo nuove ed innumerevoli sensazioni e scoperte, ogni giorno. Sceglieteci per quel che siamo, troverete una dimensione più familiare e certamente non massiva, e questo è per noi un punto di forza.
Il video ideato e realizzato da Klaus Davi è il messaggio di uno straniero in una terra che si è fidata poco di se stessa fino ad oggi, lo prova la scelta di qualche sindaco poco capace di distinguere un prodotto utile da uno dannoso, forse smanioso di veder banalmente scorrere su uno schermo qualche immagine del proprio paese, piuttosto che saper guardare all’insieme.

Come Jonica Holidays, consorzio alberghiero della Riviera dei Gelsomini operante da oltre quarant’anni sul territorio, non avremmo mai avallato una simile iniziativa, se solo qualcuno ce ne avesse dato notizia prima della diffusione, ed avremmo volentieri condiviso con chiunque un video da noi prodotto, qualche anno fa, per una fiera turistica internazionale, e che ha incantato gli ospiti del nostro stand. Lo rilanciamo come modello del messaggio che da anni proponiamo fuori dai nostri confini, sperando che alcuni sindaci non ci propinino altri cavalli di Troia pronti a distruggere il lavoro che a fatica portiamo avanti, spesso senza il loro sostegno. La malafede di Klaus Davi è evidente nella spasmodica ricerca di una visibilità rincorsa per fini strettamente personali. Non siamo disponibili a far diventare strumento di nessuno il nostro impegno ed i nostri investimenti.

In conclusione, ribadiamo la nostra stima verso gli operatori turistici di tutta Italia e della Riviera Romagnola in particolare, con cui spesso ci siamo confrontati durante le fiere turistiche e dal quale confronto abbiamo tratto esempio per nuove idee per la promozione del territorio.

Maurizio Reale - Vice presidente ADA Calabria Associazione Direttori d’Albergo Italia

Coronavirus, Calabria: nessun nuovo positivo nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore non è stato registrato nessun nuovo caso di coronavirus in Calabria, dove, ad oggi, sono stati effettuati 94.880 tamponi.

Le persone risultate positive al covid sono 1.181, quelle negative sono 93.699.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Catanzaro: 1 in reparto; 1 in isolamento domiciliare; 182 guariti; 33 deceduti.

- Cosenza: 1 in isolamento domiciliare; 433 guariti; 34 deceduti.

- Reggio Calabria: 2 in reparto; 16 in isolamento domiciliare; 256 guariti; 19 deceduti.

- Crotone: 1 in isolamento domiciliare; 112 guariti; 6 deceduti.

- Vibo Valentia: 1 in reparto; 1 in isolamento domiciliare; 77 guariti; 5 deceduti.

Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 8323.

Regione Calabria, si è riunita la consulta faunistico-venatoria

Si è riunita alla Cittadella della Regione Calabria la Consulta faunistico-venatoria, convocata dall’assessore regionale all’Agricoltura, Caccia e Pesca, Gianluca Gallo.

All’incontro hanno preso parte anche il dirigente generale del dipartimento Agricoltura, Giacomo Giovinazzo, ed i rappresentanti delle organizzazioni venatorie, delle associazioni ambientaliste, delle organizzazioni professionali, degli ordini degli agronomi e dei veterinari, dei carabinieri forestali e della città metropolitana di Reggio Calabria.

 La riunione si è svolta in un clima di collaborazione, per la soddisfazione dell’assessore Gallo, secondo il quale “il complesso mondo venatorio necessita di attenzione e sostegno da parte delle istituzioni, ma forse ancor prima della massima sinergia tra associazioni venatorie, ambientaliste ed addetti ai lavori. Le premesse sembrano ottime. Sono certo che porteremo a compimento una pianificazione attenta e puntuale in poco tempo. E per far questo, la Consulta dovrà riunirsi con cadenza mensile”.

 Nel corso dei suoi lavori, l’assemblea si è occupata delle linee programmatiche da adottare nel prossimo futuro, della necessità di aggiornare il piano faunistico venatorio ed il piano di selezione, nonché del disciplinare di caccia al cinghiale e della problematica degli ungulati. Dal confronto è emerso che ad oggi sono stati realizzati un terzo dei 10.000 abbattimenti previsti dal piano, con ottimi risultati in tutte le province, eccezion fatta per i territori della città metropolitana di Reggio Calabria, nei quali si sta iniziando ad operare adesso.

 Si è discusso, altresì, dei punti di igiene, della gara per lo smaltimento delle carcasse di cinghiale positive ai controlli sanitari e, naturalmente, del calendario venatorio 2020/2021. Con riferimento a quest’ultimo, l’assessore Gallo ha precisato che a breve lo stesso sarà approvato in giunta ed ha aggiunto, inoltre, essere in fase di approvazione anche una convenzione con i carabinieri forestali.

 “Per quanto riguarda invece il disciplinare di caccia al cinghiale – ha precisato Gallo – saranno accolte tutte le istanze delle associazioni venatorie, i cui contributi sono preziosissimi”.

L’assessore ha poi focalizzato l’attenzione sulle potenzialità del settore faunistico-venatorio. “D’intesa con il presidente Santelli – ha detto – ci adopereremo affinché il settore della caccia diventi un segmento economico importante per la nostra regione”.

Sottoscrivi questo feed RSS