Calabria, individuati dieci nuovi casi di coronavirus

Dieci nuovi casi di coronavirus sono stati riscontrati oggi in Calabria.

 Complessivamente, quindi, su 132.030 tamponi eseguiti dall'inizio della pandemia, 1.345 sono risultati positivi.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Catanzaro: 4 in reparto; 1 in rianimazione; 4 in isolamento domiciliare; 185 guariti; 33 deceduti.

- Cosenza: 1 in reparto; 26 in isolamento domiciliare; 437 guariti; 34 deceduti.

- Reggio Calabria: 2 in reparto; 40 in isolamento domiciliare; 273 guariti; 19 deceduti.

- Crotone: 4 in isolamento domiciliare; 114 guariti; 6 deceduti.

- Vibo Valentia: 4 in isolamento domiciliare; 82 guariti; 5 deceduti.

Le persone positive provenienti da Stati esteri o altre regioni italiane sono 71.

Dei quattro casi rilevati a Cosenza, tre sono riconducibili a persone provenienti da fuori regione, mentre uno è del luogo.

Tre immigrati e due calabresi positivi al coronavirus sono stati invece individuati dall'Asp di Catanzaro.

Infine, un altro caso è stato rilevato dall'Asp di Reggio Calabria.

Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 17.129.

Calabria, 19 nuovi casi di coronavirus

Diciannove nuovi casi di coronavirus sono stati riscontrati oggi in Calabria.

 Complessivamente, quindi, su 130.543 tamponi eseguiti dall'inizio della pandemia, 1.335 sono risultati positivi.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Catanzaro: 4 in reparto; 1 in rianimazione; 2 in isolamento domiciliare; 185 guariti; 33 deceduti.

- Cosenza: 1 in reparto; 25 in isolamento domiciliare; 437 guariti; 34 deceduti.

- Reggio Calabria: 1 in reparto; 40 in isolamento domiciliare; 270 guariti; 19 deceduti.

- Crotone: 4 in isolamento domiciliare; 114 guariti; 6 deceduti.

- Vibo Valentia: 4 in isolamento domiciliare; 82 guariti; 5 deceduti. 

I casi positivi riscontrati a persone provenienti da Stati esteri o altre regioni italiane sono 65.

Dei 15 positivi a Reggio Calabria, 4 sono operatori sanitari, mentre altri 6 non sono riconducibili a focolai noti. I restanti, invece, sono legati al contagio sviluppatosi in seguito ad una festa di giovani.

Dei pazienti ricoverati a Catanzaro, 4 si trovano nel reparto di malattie infettive, di cui due provengono dal Vibonese, uno da fuori regione, mentre un altro è stato trasferito in rianimazione.

Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 35.981.

 

 

Calabria, 12 nuovi casi di coronavirus

Dodici nuovi casi di coronavirus sono stati riscontrati oggi in Calabria.

 Complessivamente, quindi, su 129.359 tamponi eseguiti dall'inizio della pandemia, 1.316 sono risultati positivi.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Catanzaro: 4 in reparto; 2 in isolamento domiciliare; 184 guariti; 33 deceduti.

- Cosenza: 1 in reparto; 25 in isolamento domiciliare; 437 guariti; 34 deceduti.

- Reggio Calabria: 2 in reparto; 27 in isolamento domiciliare; 270 guariti; 19 deceduti.

- Crotone: 4 in isolamento domiciliare; 114 guariti; 6 deceduti.

- Vibo Valentia: 4 in isolamento domiciliare; 82 guariti; 5 deceduti. 

I casi positivi riscontrati a persone provenienti da Stati esteri o altre regioni italiane sono 63.

Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 9.624.

 

 

Coronavirus: nuova ordinanza in Calabria, chiuse discoteche e sale da ballo

In accordo con il governo nazionale e dopo aver interloquito con i ministri della salute e degli affari regionali, Francesco Boccia e Roberto Speranza, il presidente della Regione Jole Santelli ha firmato oggi l’ordinanza n. 61 che di fatto, ai fini del contenimento della diffusione del coronavirus, sospende tutte le attività che hanno attinenza con il ballo, quindi sale da ballo, discoteche e locali assimilati come i lidi balneari, all’aperto o al chiuso.

Il divieto decorre dalla data di pubblicazione del provvedimento e sarà in vigore fino al 7 settembre 2020, "ovvero a data antecedente qualora la curva dei contagi dovesse ritornare ad un livello compatibile con un rischio basso di trasmissibilità del contagio".

Rimangono in vigore tutte le misure statali e regionali di contenimento del rischio di diffusione del virus già vigenti, nel territorio regionale.

Inoltre, con lo stesso atto è stato dato mandato ai Dipartimenti di prevenzione delle Aziende sanitarie provinciali per l’esecuzione delle misure previste e per le relative attività di controllo e verifica del rispetto dei provvedimenti regionali adottati per l’emergenza, anche in coordinamento con le altre istituzioni competenti per materia, con particolare riferimento agli stabilimenti delle aree turistico-ricettive, agli esercizi pubblici e alle aree pubbliche.

Infine, dalla Regione fanno sapere che "in base all’evoluzione dello scenario epidemiologico, ovvero a provvedimenti emanati a livello nazionale, le misure indicate potranno essere rimodulate".

Tallini: "Nessun consigliere regionale della Calabria ha richiesto o ottenuto il bonus Iva”.

“Nessun consigliere regionale della Calabria ha richiesto o ottenuto il bonus Iva”. Lo rende noto il presidente dell’Assemblea, Domenico Tallini, a proposito delle polemiche nazionali sulla questione che ha registrato anche echi locali.

“Ho sentito personalmente tutti i componenti dell'Assemblea – precisa Tallini – ed ho ricevuto ampia assicurazione che nessuno ha attivato la procedura presso l'Inps”.

“Per me – aggiunge il presidente del Consiglio regionale – la loro parola d'onore vale più di qualsiasi accertamento. Se qualcuno avesse mentito, ne risponderebbe alla sua coscienza e ai suoi elettori”.

“Sono molto contento dell'esito della verifica – rileva Tallini –  che rende onore a tutte le forze politiche rappresentate in Consiglio. Ringrazio tutti i colleghi per avere risposto tempestivamente ai miei quesiti con estrema chiarezza e senza la minima reticenza”.

  • Pubblicato in Politica

Coronavirus, nuova ordinanza della Santelli: mascherine obbligatorie e tamponi per chi arriva da alcuni Paesi

Una nuova ordinanza per cercare di limitare la diffusione del Covid è stata emanata ieri dal presidente della Calabria, Jole Santelli.

Il provvedimento, nel recipre quanto stabilito in sede di Conferenza Stato/Regioni, prevede anche nuove restrizioni.

In particolare, l’ordinanza n° 60 del 12 agosto dispone che: «ai fini del contenimento della diffusione del virus SARS-CoV-2/COVID-19, alle persone che intendono fare ingresso o rientro nel territorio regionale – con tratte dirette o attraverso scali o soste intermedie – avendo soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti in Croazia, Grecia, Repubblica di Malta o Spagna si applicano le seguenti misure di prevenzione, alternative tra loro:
a) presentazione dell’attestazione di essersi sottoposti, nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio regionale, ad un test molecolare o antigenico, effettuato per mezzo di tampone con risultato negativo;
b) obbligo di sottoporsi ad un test mediante tampone rino-faringeo entro 48 ore dall’ingresso nel territorio regionale presso l’Azienda Sanitaria Provinciale territorialmente competente».

Inoltre, «è disposto l’obbligo dell’uso delle mascherine o altre protezioni idonee a proteggere le vie respiratorie, in tutti i luoghi chiusi e all’aperto accessibili al pubblico, nelle circostanze in cui la distanza interpersonale non possa essere rispettata, fermo restando in ogni caso il divieto di assembramento», mentre «restano altresì efficaci e vigenti le disposizioni relative al censimento obbligatorio di tutte le persone fisiche che entrano nel territorio regionale, provenendo da fuori regione o Stato estero, e sono integrate da quanto fissato nel presente provvedimento».

Infine viene «dato mandato ai Dipartimenti di Prevenzione delle Aziende Sanitarie Provinciali per l’esecuzione delle predette misure, nonché per le relative attività di controllo e verifica del rispetto dei provvedimenti regionali adottati per l’emergenza, anche in coordinamento con le altre Istituzioni competenti per materia, con particolare riferimento agli stabilimenti delle aree turistico-ricettive, agli esercizi pubblici e alle aree pubbliche»

Calabria, 4 nuovi casi di coronavirus

Quattro nuovi casi di coronavirus sono stati riscontrati oggi in Calabria.

 Complessivamente, quindi, su 128.194 tamponi eseguiti dall'inizio della pandemia, 1.304 sono risultati positivi.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Catanzaro: 4 in reparto; 184 guariti; 33 deceduti.

- Cosenza: 1 in reparto; 24 in isolamento domiciliare; 437 guariti; 34 deceduti.

- Reggio Calabria: 2 in reparto; 25 in isolamento domiciliare; 268 guariti; 19 deceduti.

- Crotone: 2 in isolamento domiciliare; 114 guariti; 6 deceduti.

- Vibo Valentia: 3 in isolamento domiciliare; 82 guariti; 5 deceduti. 

I casi positivi riscontrati a persone provenienti da Stati esteri o altre regioni italiane sono 61.

I tre casi rilevati a Reggio Calabria sono riconducibili ad un unico focolaio derivato da una festa di giovani.

Il caso di Cosenza è riconducibile ad un giovane rientrato da Corfù.

Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 17.930

 

 

Calabria, 11 nuovi casi di coronavirus

Undici nuovi casi di coronavirus sono stati riscontrati oggi in Calabria.

 Complessivamente, quindi, su 127.102 tamponi eseguiti dall'inizio della pandemia, 1.300 sono risultati positivi.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Catanzaro: 4 in reparto; 184 guariti; 33 deceduti.

- Cosenza: 1 in reparto; 23 in isolamento domiciliare; 437 guariti; 34 deceduti.

- Reggio Calabria: 2 in reparto; 22 in isolamento domiciliare; 268 guariti; 19 deceduti.

- Crotone: 2 in isolamento domiciliare; 114 guariti; 6 deceduti.

- Vibo Valentia: 3 in isolamento domiciliare; 82 guariti; 5 deceduti. 

I casi positivi riscontrati a persone provenienti da Stati esteri o altre regioni italiane sono 61.

Gli otto casi rilevati a Reggio Calabria sono contatti del positivo isolato ieri e riconducibili ad un unico focolaio derivato da una festa di giovani.

I due casi di Crotone sono riconducibili al focolaio presente presso il locale Centro accoglienza per migranti.

Il caso di Cosenza è riconducibile ad un giovane rientrato da Corfù.

Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 12.760.

 

 

Sottoscrivi questo feed RSS