Lotta agli incendi boschivi, convenzione tra Calabria verde e vigili del fuoco

Risorse regionali per garantire un potenziamento delle attività di prevenzione e spegnimento dei roghi nel periodo di maggior rischio, in nome della tutela dei boschi calabresi. Questo l’obiettivo a base della convenzione siglata tra il Dipartimento dei Vigili del Fuoco e l’azienda Calabria Verde, ispirata all’esigenza di garantire una sempre più efficiente ed efficace azione di contrasto del fenomeno degli incendi boschivi, al fine di limitare l’insorgenza di danni al patrimonio naturalistico e contribuire alla sicurezza della collettività.

“Ce la stiamo mettendo tutta”, commenta l’Assessore regionale alla Forestazione, Gianluca Gallo, “per assicurare la massima tutela del patrimonio boschivo calabrese dagli attacchi incendiari che ogni estate si registrano e che speriamo di riuscire ad arginare, se non a debellare, nel corso delle settimane a venire. Pur nelle difficoltà derivanti dagli ingenti tagli imposti dal Governo al settore della forestazione, su indicazione del presidente Santelli ci stiamo adoperando per infittire la rete dei controlli ed organizzare, in caso di bisogno, un efficiente e celere servizio di spegnimento, nella consapevolezza dell’importanza dei principi di prevenzione e del fattore tempo”.

L’intesa, siglata per Calabria Verde dal commissario straordinario dell’azienda, Aloisio Mariggiò; dal direttore dell’UOA Forestazione della Regione, Salvatore Siviglia, oltre che dal viceprefetto vicario di Catanzaro, Anna Maria Famiglietti, e dal direttore regionale dei Vigili del Fuoco, Emanuele Franculli, punta a garantire, nel periodo della campagna antincendio boschivo e per una durata pari a 10 settimane (ad eccezione di alcuni servizi che si protrarranno per 11 settimane) un dispositivo di potenziamento dell’assetto ordinario per gli ambiti operativi, gestionali e di pianificazione relativi alla campagna stessa. In particolare, attraverso un investimento di 1.300.000 euro garantiti dalla Regione Calabria, si assicurerà l’implementazione del personale della sala operativa unificata e dei centri operativi provinciali Aib, come pure un incremento del numero delle squadre operative dei Vigili del Fuoco attive nelle diverse aree di presidio ricadenti all’interno delle cinque province calabresi. 

A completare il quadro, oltre ad uno scambio di informazioni in tempo reale attraverso la condivisione di banche dati e software gestionali, anche il potenziamento del servizio operativo 115 e l’attività di formazione che il Dipartimento dei Vigili del Fuoco svolgerà in favore degli operatori del sistema Aib regionale.

 Sottolinea Gallo: “Essenziale, in ogni caso, sarà la collaborazione dei cittadini, non solo nell’osservanza delle regole di prudenza e comportamento, quanto anche nella tempestiva segnalazione alle autorità competenti di ogni atto o situazione di potenziale pericolo. Pure per questo punteremo, ad esempio, su un maggior coinvolgimento anche delle associazioni di volontariato: sarà fondamentale il contributo di tutti e di ciascuno in quella che è una sfida di civiltà”.

  • Pubblicato in Politica

Calabria: secondo giorno senza nuovi casi di coronavirus

Secondo giorno consecutivo senza nuovi casi di coronavirus in Calabria.

Complessivamente, dall'inizio dell'emergenza, le persone che hanno contratto il covid- 19 sono 1.175.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Catanzaro: 6 in reparto; 1 in isolamento domiciliare; 177 guariti; 33 deceduti.

- Cosenza: 1 in reparto; 2 in isolamento domiciliare; 431 guariti; 34 deceduti.

- Reggio Calabria: 2 in reparto; 14 in isolamento domiciliare; 254 guariti; 19 deceduti.

- Crotone: 112 guariti; 6 deceduti.

- Vibo Valentia: 2 in isolamento domiciliare; 76 guariti; 5 deceduti.

Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 9.469.

Calabria, dalla Regione 1,5 milioni di euro ai Consorzi di bonifica

Far fronte alle conseguenze derivanti dall’emergenza epidemiologica da Covid -19. Questo lo scopo del provvedimento straordinario adottato dalla Regione Calabria, attraverso il dipartimento Agricoltura, in favore degli undici consorzi di bonifica calabresi. La misura è stata formalizzata con un decreto in via di pubblicazione, con il quale si trasferiranno da subito agli enti interessati una parte delle risorse disponibili, con un primo stanziamento di importo pari ad 1.500.000 euro.

 “D’intesa con il presidente Santelli, attraverso economie ed una variazione al bilancio regionale – spiega l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo - abbiamo rinvenuto risorse da destinare ai consorzi di bonifica calabresi, al fine di garantire la puntuale erogazione del servizio irriguo ed evitare così disagi al comparto agricolo, in aderenza a quanto stabilito anche in Consiglio regionale, quando assumemmo questo impegno a fronte dell’emendamento, poi ritirato, presentato dai colleghi Molinaro e Raso. Adesso un milione e mezzo di euro è pronto per essere erogato: in parte andrà ai cinque consorzi che hanno già che hanno prodotto istanza al Dipartimento. Successivamente, attraverso un nuovo decreto, saranno liquidate ulteriori risorse agli altri enti consortili che presenteranno formale richiesta di sostegno”.

 Aggiunge Gallo: “Il ruolo dei consorzi di bonifica è di fondamentale importanza, in quanto la tutela, la salvaguardia e l’approvvigionamento idrico dei nostri territori passa dalla capacità gestionale di questi enti. L’emergenza epidemiologica ha messo a dura prova anche il loro operato, ma come annunciato già da tempo negli incontri tenutesi anche nel periodo di lockdown, la Regione si è mossa per trovare soluzioni rapide e concrete che oggi assumono concretezza e veste formale”.

 Per la concessione delle somme indicate, è stato adottato un criterio di ripartizione, basato sul rapporto percentuale tra la superficie consortile del singolo consorzio ed il totale della superficie consortile regionale. I consorzi dovranno rendicontare, al termine del corrente esercizio finanziario, le spese effettivamente sostenute.

  • Pubblicato in Politica

Coronavirus, Calabria: nessun nuovo positivo nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore non è stato registrato nessun nuovo caso di coronavirus in Calabria, dove, ad oggi, sono stati effettuati 88.228 tamponi.

Complessivamente, dall'inizio dell'emergenza, le persone che hanno contratto il covid- 19 sono 1.175.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Catanzaro: 6 in reparto; 1 in isolamento domiciliare; 177 guariti; 33 deceduti.

- Cosenza: 1 in reparto; 2 in isolamento domiciliare; 431 guariti; 34 deceduti.

- Reggio Calabria: 2 in reparto; 14 in isolamento domiciliare; 254 guariti; 19 deceduti.

- Crotone: 112 guariti; 6 deceduti.

- Vibo Valentia: 2 in isolamento domiciliare; 76 guariti; 5 deceduti.

Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 1984.

Calabria, in arrivo 29 milioni di euro per il comparto agricolo

Altri 29 milioni di euro per gli agricoltori calabresi. L’organismo pagatore regionale Arcea ha elaborato e già mandato in pagamento il decreto 11 della campagna 2019, relativo al saldo della domanda unica.

«Si tratta di una tranche di pagamenti molto importante, specie in chiave di contrasto alle conseguenze economiche negative indotte dall’emergenza sanitaria», commenta l’assessore regionale all’agricoltura Gianluca Gallo.

Nello specifico, precisa l’Agenzia della Regione Calabria per le erogazioni in agricoltura, si procederà alla liquidazione di somme nel complesso pari a 28.915.511,45 euro, in favore di 53.210 imprenditori agricoli.

«Dall’inizio dell’anno ad oggi – ricorda Gallo – l’Arcea ha erogato oltre 145 milioni di euro che, in un periodo delicato come quello che sta attraversando l’intero comparto agroalimentare, rappresentano linfa vitale per le aziende dei nostri territori. Anche per questo è importante far di tutto per salvaguardare l’autonomia e l’operatività dell’organismo pagatore regionale».

Aggiunge l’sssessore: «Nei prossimi giorni arriveranno di certo ulteriori novità: Arcea e il dipartimento Agricoltura stanno lavorando a ritmo serrato, in sintonia con l’assessorato, per procedere con altri pagamenti relativi al Programma di Sviluppo Rurale, così da garantire un sostegno concreto e costante all’agricoltura calabrese».

  • Pubblicato in Politica

Nuovo caso di coronavirus in Calabria

C'è un nuovo caso di coronavirus collegato al focolaio di Palmi, nel Reggino. 

È quanto si legge sul bollettino giornaliero della Regione Calabria.

L'ennesimo tampone positivo registrato negli ultimi giorni, porta quindi a 1.175 il numero delle persone che hanno contratto il virus dall'inizio della pandemia.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Catanzaro: 6 in reparto; 1 in isolamento domiciliare; 177 guariti; 33 deceduti.

 - Cosenza: 1 in reparto; 2 in isolamento domiciliare; 431 guariti; 34 deceduti.

- Reggio Calabria: 2 in reparto; 14 in isolamento domiciliare; 254 guariti; 19 deceduti.

 - Crotone: 112 guariti; 6 deceduti.

 - Vibo Valentia: 2 in isolamento domiciliare; 76 guariti; 5 deceduti.

 Dall'ultima rilevazione, le persone che si sono registrate sul portale della Regione Calabria per comunicare la loro presenza sul territorio regionale sono in totale 5.126. 

EasyJet chiede scusa alla Calabria

Dopo le polemiche sollevate dal testo pubblicato sulla sua pagina, che descriveva la Calabria come terra di mafia e terremoti, EasyJet invia una lettera di scuse al presidente della Regione Calabria Jole Santelli.

Nella missiva, firmata dell'amministratore delegato Johan Lundgren, viene comunicata la rimozione del testo, l'avvio di un'indagine interna e la richiesta di un incontro “per lavorare allo scopo di sostenere il rilancio del turismo nella Vostra regione e continuare a portare i turisti in Calabria”.

Santelli: "Da Easyjet ridicoli e inqualificabili pregiudizi"

"La pseudo operazione di marketing sulla Calabria realizzata da EasyJet è offensiva, miope e ha un chiaro sapore razzista. Si potevano usare tante parole per descrivere la meraviglia e la straordinarietà di una regione unica al mondo, ma la compagnia inglese ha scelto le più becere e le più consunte, realizzando una pubblicità ingannevole che non è altro che una sommatoria di inqualificabili pregiudizi. Per questo ho immediatamente scritto una lettera di protesta alla compagnia".

Così il presidente della Regione Calabria, Jole Santelli.

"Descrivere la Calabria come una regione che "soffre di un'evidente assenza di turisti a causa della sua storia di attività mafiosa e di terremoti" e per via della "mancanza di città iconiche come Roma e Venezia capaci di attrarre i fan di Instagram", oltre che falso, è anche profondamente ridicolo. Così come lo è parlare di "case bizzarre", come se ci si trovasse a descrivere le abitazioni dei puffi. I calabresi – spiega Santelli – meritano rispetto e una miglior considerazione da parte di tutti. Prendiamo comunque atto delle scuse pubbliche di EasyJet, che ha già provveduto a modificare il testo originariamente apparso nella sezione "Ispirami" del suo sito".

"A pensarci bene, il modo migliore per rimediare a una gaffe senza precedenti – conclude la governatrice della Calabria – sarebbe quello di incrementare in modo considerevole i voli per la Calabria, in modo da permettere alle migliaia e migliaia di passeggeri di EasyJet di scoprire le infinite meraviglie della nostra terra. Non abbiamo Roma e non abbiamo Venezia, certo, ma non ci lamentiamo affatto. La Calabria è una meraviglia che merita solo di essere ammirata".

  • Pubblicato in Politica
Sottoscrivi questo feed RSS