Seguici su Facebook

Sorpresi con seimila piantine di cannabis, arrestati

Tre persone, di età compresa tra i 30 ed i 47 anni, sono state arrestate dai carabinieri della Stazione di Curinga, in provincia di Catanzaro perché sorprese a coltivare cannabis.

I militari dell'Arma hanno rinvenuto in località Moddone una piantagione composta da circa 6 mila piantine di cannabis. La coltivazione era stata impiantata all'interno di serre ubicate nell'azienda agricola di una delle persone arrestate.

I tre uomini sono stati colti sul fatto mentre svolgevano attività di manutenzione sul sistema d'irrigazione. La piantagione è stata sottoposta a sequestro. Le piantine, così come disposto dall'autorità giudiziaria, sono state distrutte.

Qualora fosse stata immessa sul mercato la droga avrebbe fruttato circa 300 mila euro.

Gli arrestati, una volta espletate le attività di rito, sono stati reclusi nel carcere di Siano di Catanzaro.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Droga e munizioni nella casa di un giovane di Lamezia Terme

Il Gruppo della guardia di finanza di Lamezia Terme, nel contesto operativo del controllo economico e finanziario del territorio, ha eseguito una perquisizione, presso l’abitazione di un giovane incensurato residente nel quartiere Nicastro.

Grazie al supporto di un’unità cinofila antidroga, i militari hanno rinvenuto e subito sequestrati, perché illecitamente detenuti, sei proiettili per pistola calibro 357 magnum - in buono stato di conservazione ed efficienti - e circa 20 grammi di cannabis indica, abilmente occultati in diversi nascondigli dell’appartamento.

All’interno dell’abitazione è stato inoltre, trovato un bilancino di precisione elettronico che, molto probabilmente, era stato appena utilizzato per pesare la sostanza stupefacente. Rinvenuta, infine, una piccola somma di denaro, presumibile provento del reato di spaccio di droga.

Il tutto è stato immediatamente sottoposto a sequestro da parte dei finanzieri. Le operazioni sono scaturite, ancora una volta, dalla segnalazione di un privato cittadino.

Il giovane indagato dalle Fiamme Gialle è stato quindi denunciato a piede libero alla locale Procura della Repubblica per i reati di spaccio di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di munizioni per arma comune da sparo.

  • Pubblicato in Cronaca

Deteneva cannabis, arrestata una 45enne

I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile di Gioia Tauro, nel corso di un servizio perlustrativo hanno tratto in arresto, in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, una 45enne del luogo, già nota alle Forze dell’ordine.

I militari, insospettiti dall’atteggiamento posto in essere dalla donna a seguito di un controllo alla circolazione stradale, hanno eseguito d’iniziativa un’immediata perquisizione personale e veicolare sul posto, trovandola in possesso di:

• 10 grammi circa di sostanza stupefacente del tipo cannabis, già suddivisa in 5 sigarette pronte all’uso.

Sulla scorta di quanto rinvenuto e posto immediatamente in sequestro, le successive operazioni di perquisizione domiciliare effettuate presso l’abitazione della donna, hanno consentito di rinvenire ulteriori:

• 105 grammi circa di sostanza stupefacente del tipo cannabis, frazionata in diversi involucri metallici e di cellophane;

Tutto lo stupefacente rinvenuto, è stato posto a sequestro.

L’arrestata, espletate le formalità di rito, è stata associata presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa di convalida, su disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Droga: scoperta una piantagione di cannabis, condannati i responsabili

Condanna ad un anno e otto mesi, nonché al pagamento di una multa di duecento euro per due uomini accusati di “Produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope”.

I due hanno patteggiato la pena, dopo essere stati individuati dalla Guardia di finanza come i responsabili di una piantagione di droga scoperta in una zona impervia del comune di Cetraro, in provincia di Cosenza.

Il rinvenimento dell’area in cui era stata avviata la produzione della sostanza stupefacente risale al mese di agosto di quest’anno, quando i finanzieri, dopo aver percorso una serie di ripidi sentieri, facendosi largo tra la fitta vegetazione aprendosi qualche improvvisato varco tra i rovi, hanno scoperto un numero significativo di piante rigogliose ed attentamente curate che venivano irrigate grazie all’impiego di una pompa a motore perfettamente funzionante.

In seguito all’individuazione della cannabis gli uomini delle Fiamme Gialle hanno sequestrato le piante ed il sistema d’irrigazione, dopodiché hanno avviato le indagini che hanno permesso di identificare i produttori.

A mettere i militari sulle tracce dei due responsabili, entrambi di Cetraro, l’attività d’indagine corroborata da una perquisizione nel corso della quale sono stati acquisisti ulteriori importanti fonti di prova.

Al termine delle indagini, gli autori del reato sono stati pertanto denunciati all’Autorità giudiziaria che, ora, ha depositato la sentenza di patteggiamento, condannando i due giovani alla pena di anni uno e mesi otto di reclusione, imponendo, inoltre, il pagamento di una multa di duecento euro.

  • Pubblicato in Cronaca

Scoperto sofisticato sistema di coltivazione di cannabis collegata abusivamente alla rete elettrica: 3 denunce

I finanzieri, nell’ambito dei servizi di controllo economico del territorio, hanno scoperto all’interno di un’abitazione, nella periferia Crotonese, una coltivazione di marijuana.

L’attività criminosa era ben strutturata e non estemporanea tanto che le piante invasate erano irradiate con lampade alogene, montate su un ingegnoso congegno di carrelli a doppio binario motorizzati e comandati da timer analogico; completava il tutto un sofisticato sistema di aerazione ed un moderno sistema di irrigazione munito di centraline digitali.

La struttura è risultata essere collegata giorno e notte abusivamente alla rete elettrica pubblica, producendo un notevole consumo di energia sottratto al pagamento.

Sono state deferite alla locale Procura della Repubblica tre persone per produzione e traffico di sostanze stupefacenti, furto aggravato e detenzione abusiva di munizioni.

  • Pubblicato in Cronaca

Droga: i carabinieri controllano una scuola del Piemonte, gli studenti lanciano gli spinelli dalle finestre

Oltre 22 grammi di hashish, più di 4 grammi di marijuana e uno spinello. Questo il bilancio di un servizio di prevenzione antidroga condotto dai carabinieri in un istituto superiore di Orbassano, in provincia di Torino. All'arrivo dei militari dell'Arma e delle unità cinofile, gli studenti hanno precipitosamente abbandonato le sostanze stupefacenti che possedevano. La droga, infatti, è stata rinvenuta nei corridoi e nel cortile interno, a ridosso delle finestre delle aule.

Piantagioni di droga scoperte nella locride

 Tre piantagioni, composte da 267 piantine, di canapa indiana, sono state scoperte a Bovalino dai carabinieri del gruppo di Locri. Una volta immesso sul mercato lo stupefacente avrebbe fruttato almeno trecentomila euro. Dopo la scoperta gli uomini dell'Arma hanno estirpato e distrutto tutte le piante. Continua quindi l'opera di contrasto alle coltivazioni di droga che, dall'inizio dell'estate ha permesso ai carabinieri di scoprire nella sola locride ben ventisei piantagioni. 

La Guardia di finanza sequestra 7500 piante di marijuana

Dieci milioni di euro, questo il valore della mega piantagione di marijuana sequestrata dalla Guardia di finanza a Lamezia Terme. L'operazione, condotta dagli uomini del reparto aeronovale di Vibo Valentia e dal Gruppo di Lamezia Terme, ha permesso di mettere le mani su ben 7500 piantine di cannabis coltivate su terreno demaniale, a pochi chilometri dall'autostrada Salerno - Reggio Calabria, lungo il corso del fiume Amato. Distribuiti a macchia di leopardo su un terreno impervio, tra rovi e canneti, gli arbusti, di altezza variabile tra i quaranta centimentri ed il metro e ottanta, sono stati individuati grazie all'ausilio di un elicottero. Oltre agli stupefacenti, le Fiamme gialle hanno sequestrato tutto l'occorrente alla coltivazione, ovvero una pompa per l'aspirazione dell'acqua, un sistema d'irrigazione ed un telo mimetico.

 

Sottoscrivi questo feed RSS