Chiaravalle Centrale, il 25 luglio prendono il via le “Giornate normanne”

Con la presentazione del saggio storico di Saverio Abenavoli Montebianco dal titolo “I Normanni a Catanzaro, Roberto il Guiscardo, Duca di Puglia e di Calabria” (La Rondine Edizioni) prendono il via giovedì 25 luglio a Chiaravalle Centrale (Cz) le “Giornate normanne”.

Un fine settimana di riscoperta storica promosso dall'amministrazione comunale, all'insegna della cultura, della gastronomia, del folklore, della musica e dello spettacolo. Si comincia, dunque, il 25 luglio alle ore 18.30 presso la sala convegni di Palazzo Staglianò.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco, Mimmo Donato, e della consigliera delegata alla Cultura, Pina Rizzo, interverranno l'assessore comunale al Turismo, Gianfranco Corrado, e il presidente della Consulta della Cultura, Francesco Pungitore. Concluderà l'autore, eccellente cultore di storia medievale, che è riuscito con successo a ricostruire la magnifica storia dei Normanni nell’Italia Meridionale.

“La presenza dei Normanni nel Sud Italia - racconta Abenavoli - non rappresentò solo la conquista di un territorio o la liberazione da Bizantini. Fu senza dubbio una grande testimonianza di altissima civiltà, capace di unire popoli diversi, religioni e lingue distinte, dando vita ad una singolare e straordinaria civiltà mediterranea”.

Il secondo appuntamento delle “Giornate normanne” di Chiaravalle Centrale è in programma venerdì 26 luglio con un convegno, alle ore 18.30, presso la sede del Gal di località Foresta, dedicato ai temi dell'enogastronomia. Sabato 27 luglio, dalle ore 15, partirà l'allestimento del campo militare medioevale, con giochi, falconeria, tamburini, arcieri e artigianato, nel parco giochi di località Foresta.

Nella stessa data, per le vie del centro cittadino si snoderà una straordinaria rievocazione storica, a partire dalle ore 21, con centinaia di attori, figuranti, musici, danzatrici e azioni teatrali. Partenza da località “Le Pietre” e arrivo nel piazzale del Liceo dopo avere attraversato tutto il corso principale della città delle Preserre. Parteciperanno al raduno associazioni pugliesi e lucane, l'Agorà di Chiaravalle e tanti volontari locali guidati da eruditi commenti storici.

Il corteo si ripeterà anche domenica 28 luglio, a partire dalle ore 17.30, seguendo lo stesso percorso. Domenica il campo militare sarà aperto al pubblico dalle ore 10 alle 19.

  • Pubblicato in Cultura

Chiaravalle tra arte e storia: gli impegni della Consulta della Cultura

Stagione estiva, tra arte e storia. Di questo si è discusso in seno all'assemblea della Consulta comunale della Cultura di Chiaravalle Centrale, convocata presso la sede municipale dal presidente Francesco Pungitore, con l'assistenza della segretaria Teresa Tino.

L'assessore al Turismo, Gianfranco Corrado, ha esposto l'intero programma delle manifestazioni che sarà curato dagli infaticabili soci dell'associazione “Agorà”. Calendario, comunque, suscettibile di integrazioni importanti. Si profila, infatti, all'orizzonte la possibilità di ospitare una mostra d'arte straordinaria, con opere pittoriche di maestri contemporanei di assoluto prestigio internazionale. La consigliera delegata alla Cultura, Pina Rizzo, sta lavorando sui dettagli del progetto, proposto alla città dal prof. Nicola Lombardo, che potrebbe essere ufficialmente annunciato a breve. Un evento che qualificherebbe l'intera stagione estiva.

Non mancheranno i libri, con gli appuntamenti del 2, del 5, del 6 e del 9 agosto (Francesco Pungitore “Il mago di Nardodipace”, Barbara Froio “Maramenti”, Caterina Clasadonte “Senza limite alcuno”, Giulia Fera “Cento passi per la consapevolezza”) direttamente curati dalla Consulta. Consulta che collaborerà fattivamente all'organizzazione delle giornate normanne in programma dal 25 al 28 luglio. Per come spiegato dall'assessore Corrado, l'introduzione al tema avverrà con un incontro dedicato alla storia dei Normanni a Catanzaro e l'intervento dello scrittore Saverio Abenavoli.

Si proseguirà con una iniziativa patrocinata dal Gal e focalizzata sull'evoluzione della dieta mediterranea dal Medioevo a oggi. Sabato 27 e domenica 28 luglio, due giornate dedicate alle rievocazioni storiche, con centinaia di figuranti per le strade della città, falconieri, tamburini, attori, danzatrici e l'allestimento di un vero e proprio campo militare nel quale si sfideranno Normanni e Bizantini. Il tutto con la supervisione e il commento recitato dello storico Ulderico Nisticò.

Due, infine, le giornate di riscoperta del borgo, il 2 e il 5 agosto, (la prima alla Cona, la seconda al Vignale).

Entrambe saranno accompagnate dalla guida esperta di Caterina Menichini, mentre una mostra di installazioni artistiche curata da Paolo Macrì e Nando Catrambone abbellirà il chiostro del Convento, tra le musiche del giovane e talentuoso violinista Gabriel Giannotti.

  • Pubblicato in Cultura

Chiaravalle Centrale, la Regione finanzia 200mila euro per lo stadio

Con decreto dirigenziale n. 8105 del 5 luglio 2019, la Regione Calabria ha inserito il Comune di Chiaravalle Centrale tra i beneficiari di contributi per la riqualificazione e l'adeguamento di impianti sportivi.

L'importo totale finanziabile è di 200mila euro. Cifra che servirà in gran parte a garantire la messa in sicurezza dello stadio “Maellare” di località Foresta e il ripristino della completa agibilità delle tribune.

Un intervento sul quale si era particolarmente concentrata l'attenzione dell'amministrazione comunale guidata dal sindaco Mimmo Donato dopo le recenti limitazioni imposte dalle nuove normative, rese più stringenti e rigorosamente applicate da questori e prefetti, in tema di accesso e deflusso delle persone nelle piazze e negli stadi nel corso di manifestazioni pubbliche e sportive.


Non è il solo finanziamento pervenuto in questi giorni al protocollo del Comune di Chiaravalle Centrale. Il 27 luglio scorso, la Regione ha ufficialmente trasmesso il decreto che fissa in 150mila euro il contributo per opere di ripristino del convento dei Padri Cappuccini di rione Cona.

Risorse che si vanno ad aggiungere a quelle già ottenute per opere pubbliche in tema di: viabilità, edilizia scolastica, reti infrastrutturali.

Mentre vanno a conclusione i lavori di bitumazione e ricollettamento delle fogne su discesa Cona, è stata pubblicata la gara per i lavori di adeguamento funzionale dell'impianto di depurazione e dei fanghi attivi di località Cupaglione, con realizzazione di opere di collettamento delle zone non servite e il ripristino della funzionalità degli impianti di sollevamento fognari. Importo a base di gara pari a 1.705.950 euro, con scadenza fissata entro le ore 12 del prossimo 26 luglio 2019.

Procedura aperta con criterio di aggiudicazione al prezzo più basso. Responsabile unico del procedimento, il dirigente Giuseppe Stefano Gullì.

  • Pubblicato in Politica

Chiaravalle Normanna, dal 25 al 28 luglio tra storia e spettacolo

Chiaravalle Centrale riscopre le sue radici normanne. Dal 25 al 28 luglio la città delle Preserre catanzaresi ospiterà convegni, dibattiti, sfilate in costumi d'epoca, rappresentazioni, spettacoli, musica, degustazioni e speciali convenzioni con tutti i ristoranti locali per valorizzare le ricette della tradizione.

Un progetto dell'amministrazione comunale, voluto e coordinato dall'assessore Gianfranco Corrado, con la collaborazione della consigliera delegata alla Cultura, Pina Rizzo, la partecipazione attiva dello storico Ulderico Nisticò, nonché il coinvolgimento della Consulta comunale della Cultura e delle associazioni chiaravallesi.

Il momento “clou” sarà rappresentato dai cortei per le vie del centro storico che richiameranno alla memoria l'arrivo dei Normanni in Calabria. Un popolo che ha lasciato tracce profonde in tutto il Sud Italia e anche nella zona di Chiaravalle.

Di impronta normanna, del resto, sembra essere il toponimo stesso della città, anche se già prima dell'XI secolo le colline che costeggiano il fiume Ancinale risultavano fortemente antropizzate, suddivise in diversi, piccoli nuclei abitati, fuochi e contrade. Furono i popoli del Nord, forse, a riunificare l'intera area da un punto di vista amministrativo, creando la nuova entità comunale poi battezzata come Claravallis (oggi Chiaravalle Centrale)?

Non va, peraltro, dimenticata la vicina presenza di una diga (cosiddetta di Murorotto) edificata proprio dai Normanni sul fiume Beltrame tra i territori comunali di San Vito sullo Ionio e Petrizzi, di cui restano ancora oggi in piedi imponenti opere murarie.

L'argomento verrà trattato alla presenza del noto cultore di storia medievale Saverio Abenavoli Montebianco, autore, tra gli altri, del saggio storico dal titolo “I Normanni a Catanzaro, Roberto il Guiscardo, Duca di Puglia e di Calabria” per la collana “I Normanni nell’Italia Meridionale” edita da La Rondine Edizioni. 

  • Pubblicato in Cultura

Soldato a Chiaravalle nel 1943, torna per festeggiare i suoi 98 anni

Durante la seconda guerra mondiale era un fante dell'esercito italiano in servizio a Chiaravalle Centrale.

Da quel 1943 sono passati ben 76 anni, nel corso dei quali ha sempre tenuto nel cuore il ricordo della città delle Preserre. Rosario Leopoldo Calabria, classe 1921, nel giorno del suo novantottesimo compleanno ha coronato il sogno di tornare, finalmente, a Chiaravalle.

Una comunità che, durante il periodo buio del fascismo, lo aveva accolto con amicizia e calore umano. Gli stessi sentimenti espressi oggi dal sindaco, Mimmo Donato, e dall'intera amministrazione comunale. Il “soldato” Calabria è stato ricevuto presso la sede municipale con tutti gli onori del caso.

Il primo cittadino ha voluto donare una pergamena ricordo al proprio ospite, sottolineando l'importanza del momento. Visibilmente emozionato, ma lucidissimo nella memoria di quegli anni lontani, Rosario Leopoldo Calabria ha ricordato, in particolare, la caduta di Mussolini. “Quel giorno ero di guardia proprio al palazzo comunale di Chiaravalle” (l'attuale Palazzo Staglianò ndr) ha raccontato ai presenti.

Non sono mancati accenni ai luoghi, agli amici, alla fidanzatina Barbara “che abitava proprio qui vicino”. Sfogliando foto e fogli matricolari, Rosario Leopoldo Calabria ha ringraziato i familiari e il sindaco per avergli fatto vivere “il più bel compleanno della sua vita”.

Donato, dal canto suo, ha rimarcato le caratteristiche di ospitalità del popolo chiaravallese che restano nel cuore di chiunque.

Dopo l'incontro in comune, Calabria ha percorso a piedi e con passo sicuro alcune strade della città: negli occhi la gioia di quella giovinezza trascorsa per le vie di Chiaravalle Centrale.   

Chiaravalle Centrale, prevenzione contro i rischi da gas radon

La città di Chiaravalle Centrale ospiterà un progetto di monitoraggio delle emissioni di gas radon nelle civili abitazioni e negli uffici pubblici.

L'iniziativa di prevenzione e tutela della salute pubblica è stata presentata a Palazzo Staglianò, nel contesto di un convegno che ha visto la partecipazione del funzionario Arpacal Salvatore Procopio, del direttore dell'unità operativa di Oncologia dell'ospedale di Soverato, Roberto Porciello, e del direttore dell'unità operativa di Fisiopatologia e Allergologia della Casa della Salute di Chiaravalle, Gino Scalone.

Dopo il saluto del sindaco, Mimmo Donato, il tema è stato approfondito sotto diversi aspetti da Ilaria Sanzo, che ha da poco concluso il suo percorso universitario di studi con una tesi sull'estrazione del coefficiente di esalazione del gas radon in materiali da costruzione, e da Giuliano Fera, ingegnere dell'associazione Arkingegno che ha parlato delle misure di protezione degli edifici. Il radon costituisce la sorgente più importante di radiazioni nelle case ed è molto pericoloso se inalato.

Generato da alcune rocce della crosta terreste (lave, graniti, tufi) in seguito al decadimento del radio 226 (derivato dall’uranio 238), è un gas classificato come elemento cancerogeno dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro. Per la sua pericolosità, il radon è secondo solo al fumo di tabacco come causa dei tumori polmonari.

Studi scientifici dimostrano che il rischio di tumore polmonare aumenta proporzionalmente alla concentrazione di radon e alla durata dell’esposizione. Dal suolo penetra all’interno degli edifici soprattutto per la differenza di pressione tra questi e l’ambiente circostante (effetto camino).

Per verificare la presenza di gas radon nell’ambiente e la sua concentrazione, a Chiaravalle verranno effettuate misurazioni tramite appositi rilevatori.

Seguiranno eventuali opere di risanamento laddove venissero registrate situazioni di pericolo.

Chiaravalle Centrale ospiterà la Festa del Volontariato

Festa del Volontariato a Chiaravalle Centrale. È una delle iniziative che caratterizzeranno il programma estivo, fortemente voluta dall'assessore comunale alle Politiche Sociali, Bruno Santoro.

Il prossimo 27 giugno, presso il Palazzo di Città, si terrà una prima riunione organizzativa con tutte le associazioni onlus presenti sul territorio e il supporto del Centro Servizi di Catanzaro. La data fissata per l'evento è il 4 agosto.

“Vogliamo confermare con un grande momento pubblico di confronto e partecipazione la nostra vicinanza nei confronti delle associazioni che operano nel settore del volontariato - ha anticipato Santoro. - Questa amministrazione ha subito voluto dimostrare concretamente la propria disponibilità e attenzione, rendendo disponibili mezzi, strutture e risorse”. Tra tutte le associazioni in particolare “c'è una sinergia significativa con la Caritas diretta da don Roberto, fortemente impegnata al fine di dare risposte alle famiglie bisognose”. “Il volontariato è uno solo - ha sottolineato l'assessore - ma ci sono tanti modi per viverlo. È un impegno frutto di responsabilità diffusa e di attenzione verso tutti, per il bene comune”.

Un passo necessario perché “la risposta al povero è sempre un intervento di salvezza per curare le ferite dell’anima e del corpo, per restituire giustizia e per aiutare a riprendere la vita con dignità”. Tutti sono chiamati a partecipare all'incontro del 27 giugno, nel corso del quale si getteranno le basi per la manifestazione del 4 agosto.

“Sono tante le associazioni presenti a Chiaravalle - ha concluso Santoro - a dimostrazione di una sensibilità umana diffusa nei confronti di persone che vivono situazioni di difficoltà. Siamo tutti pronti e disponibili a rispondere alle necessità degli altri per migliorare una società che oggi ha più che mai bisogno di solidarietà e coesione sociale. La nostra amministrazione c'è ed è al fianco di chi opera in tal senso”.

Chiaravalle: auto finisce contro un terrapieno e si ribalta, un ferito

È di un ferito, fortunatamente non grave, il bilancio di un incidente stradale avvenuto ieri mattina in località Muro Rotto, nel comune di Chiaravalle Centrale.
 
Una la vettura coinvolta, una Fiat Panda che, per cause in corso d'accertamento, si è ribaltata dopo essere finita contro un terrapieno posto ai margini della carreggiata.
 
Sull'auto viaggiava solo il conducente, un quarantenne, che ha riportato alcune escoriazioni e contusioni.
 
Sul posto, oltre ai sanitari del Suem118 che hanno trasferito il ferito in ospedale, sono intervenuti i vigili del fuoco del locale distaccamento e i carabinieri della locale Stazione.

 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS