Chiaravalle Centrale, guasto alle pompe Sorical risolto in mattinata

L'amministrazione comunale di Chiaravalle Centrale informa che a causa di un guasto improvviso alle pompe del serbatoio di esclusiva competenza della Sorical, nella mattinata odierna si è verificata una temporanea interruzione del servizio idrico. Una volta ricevuta la segnalazione, gli uffici comunali hanno immediatamente allertato la società di gestione che, a sua volta, ha prontamente inviato i propri tecnici sul posto. Sorical ha accertato il mancato funzionamento di due fusibili bruciati, subito sostituiti, con conseguente ripristino della portata d'acqua.

Gli uffici del Comune restano, come sempre, a disposizione per recepire eventuali istanze, suggerimenti e segnalazioni da parte dei cittadini.  

Chiaravalle Centrale, si è insediata la nuova giunta comunale

A Chiaravalle Centrale ufficializzato oggi il passaggio delle consegne tra la vecchia e la nuova giunta comunale.

Un turn-over già concordato da tempo in seno alla maggioranza “che è maturato in un clima di totale armonia” commenta in una nota il sindaco, Mimmo Donato.

Ad affiancarlo, come vicesindaco, subentra la giovane avvocatessa Stefania Fera che, al cambio della guardia di stamattina, ha ricevuto in dono un mazzo di fiori dall'uscente Pina Rizzo “come segno di grande stima e affetto”.

La staffetta si è completata con la stretta di mano tra i nuovi assessori Elisa Fera, Gianfranco Corrado e Bruno Santoro e gli ex componenti dell'esecutivo Claudio Foti, Sergio Garieri e Liberata Donato.

La nuova giunta comunale di Chiaravalle verrà presentata ufficialmente alla popolazione nel corso di un incontro pubblico in programma il prossimo 18 gennaio alle ore 17.30 a Palazzo Staglianò. “Eredità ed eredi” il tema della conferenza che metterà al centro “il bilancio dell'attività politico-amministrativa di metà mandato”. “Fatti e risultati” gli argomenti dell'iniziativa che verranno esposti dal sindaco e dai consiglieri di maggioranza.

Gli interventi si focalizzeranno, in gran parte, sulle opere pubbliche e i finanziamenti ottenuti tramite fondi regionali, nazionali ed europei, per un importo che supera i 20 milioni di euro.

Ma non mancheranno accenni alla più generale situazione economico-finanziaria delle casse comunali e alle possibili vie d'uscita dal dissesto, dichiarato anni fa durante la consiliatura dell'ex sindaco Gregorio Tino.

  • Pubblicato in Politica

Chiaravalle Centrale, con Enzo D'Arco buona la prima al Teatro Impero

Buona la prima. Esordio di stagione al Teatro Impero di Chiaravalle Centrale con l'ottimo Enzo D'Arco e la sua riscrittura di Pulcinella.

Tra ironia, amore e profondissima fame, la maschera più classica del teatro napoletano ha fatto il suo ingresso in scena, tra i ripetuti e convinti applausi del numeroso pubblico presente in sala. E così ecco ancora rivivere la leggenda di Puccio D'Aniello, grazie al ritmo, all'inventiva, alla tragicomica sperimentazione di D'Arco e della sua compagnia “La cantina delle Arti”. “Uno spettacolo leggero e brioso, saturo di simpatia” secondo l'autore e protagonista, alla sua seconda presenza sul palcoscenico del Teatro Impero.

La serata è stata introdotta dal saluto del direttore artistico della rassegna, Gino Capolupo, dell'assessore comunale con delega alla Cultura, Pina Rizzo, e dello storico Ulderico Nisticò quale componente della Consulta della Cultura.

Tutti hanno sottolineato l'importanza di uno sforzo organizzativo che va avanti da tre anni consecutivi, seguendo la scia di una tradizione che ha solide radici a Chiaravalle. Il teatro, quindi, come luogo che educa all’ascolto, alle relazioni, alla socializzazione, alla condivisione di esperienze, emozioni e vissuti.

Queste le caratteristiche peculiari evidenziate da Capolupo, Rizzo e Nisticò nel loro messaggio di ringraziamento al pubblico, senza peraltro dimenticare due figure storiche del teatro chiaravallese come Franco Candiloro e Ciccio Maida.

La rassegna proseguirà il prossimo 26 gennaio quando sarà la volta della Compagnia del Teatro di Mu che presenterà “Il caso della ricca ereditiera e di Gianni amor suo” con Massimiliano Rogato (Gianni), Pasquale Rogato (il maresciallo dei Carabinieri), Andrea Benefico (il notaio Sartoni), Lucrezia Petitto (la cameriera) e Ludovica Romani (l’ereditiera Claudia), per la regia di Salvatore Emilio Corea e Claudia Olivadese.

  • Pubblicato in Cultura

Chiaravalle Centrale, oltre 6 milioni di euro per la scuola elementare

L'amministrazione comunale di Chiaravalle Centrale ha ottenuto un finanziamento regionale di 6.315.042,58 euro (importo complessivo) per i lavori di adeguamento sismico della scuola elementare “Centro” di via Martelli.

L'intervento rientra nei progetti di cui alla legge regionale 48/2018, art. 3. Sarà adesso compito degli uffici procedere, entro e non oltre lunedì prossimo, alla definizione completa del cronoprogramma che già prevede l'approvazione del progetto esecutivo entro la data del 31 marzo 2019 e l'affidamento dei lavori entro il 31 luglio.

“Un finanziamento di importanza straordinaria - commenta il sindaco, Mimmo Donato, in una nota. - Ancora una volta dimostriamo, con i fatti, la concretezza di questa amministrazione che sta operando sia nell'analisi dei tanti problemi ereditati che nella risoluzione degli stessi. Nel caso dell'edilizia scolastica, in particolare, l'azione di questa maggioranza è stata incisiva, rapida ed efficace. E lo certifica questo ennesimo progetto che già nel mese di luglio vedrà l'affidamento dei lavori”. Complessivamente, entro la fine dell'anno “a Chiaravalle partiranno cantieri per oltre 20 milioni di euro”.

“Un obiettivo di crescita che - sottolinea il sindaco - include l'aspetto infrastrutturale, in termini di ammodernamento di edifici, strade, reti e servizi, ma anche e soprattutto quello occupazionale”. Per la città delle Preserre, infatti, si prefigura un indotto notevole. Per l'amministrazione comunale guidata da Mimmo Donato, dunque, “si chiude positivamente questo primo step programmato che il prossimo 18 gennaio entrerà ufficialmente nella seconda fase con il preannunciato turn-over di giunta”.

Entreranno a far parte dell'esecutivo i consiglieri che, finora, erano rimasti fuori dagli incarichi assessorili: Elisa Fera, Stefania Fera, Bruno Santoro, Gianfranco Corrado. Per gli uscenti è, comunque, prevista la conferma di specifiche deleghe e competenze.  

  • Pubblicato in Politica

Chiaravalle Centrale, progetto esecutivo definitivo per l'ex ospedale

Con delibera n. 15 del 9 gennaio 2019, l'Asp di Catanzaro ha approvato in via definitiva il progetto esecutivo di demolizione e ricostruzione della Casa della Salute di Chiaravalle Centrale, ex ospedale “San Biagio”. Ne danno notizia, in una nota congiunta, il sindaco di Chiaravalle, Mimmo Donato, e l'assessore comunale Sergio Garieri.

Entrambi, lunedì scorso, avevano incontrato i vertici aziendali per discutere l'iter di avanzamento dei lavori.

“Dopo questa importante delibera - sottolinea il comunicato - il cronoprogramma prevede la convocazione immediata della conferenza dei servizi necessaria per avviare la gara e appaltare, in tempi brevi, l'opera”. Nella stessa data, con delibera n. 16, l'Asp ha destinato due fisioterapisti al reparto di Riabilitazione della Casa della Salute, con assunzione a tempo indeterminato.

A queste due figure si andranno ad aggiungere anche un tecnico di Radiologia e uno pneumologo.

“Esigenze di personale che avevamo prospettato lunedì scorso e che hanno trovato immediata risposta da parte dell'Azienda” hanno commentato, con una evidente punta di soddisfazione, il sindaco Donato e l'assessore Garieri.

Da qui il “ringraziamento al direttore generale facente funzioni, dott. Giuseppe Giuliano, al direttore sanitario, dottoressa Amalia Maria Carmela De Luca, alla dottoressa Tiziana Parrello, direttore facente funzioni del distretto socio-sanitario di Soverato, e al dottor Rocco Cilurzo, responsabile della Casa della Salute di Chiaravalle”.

Donato e Garieri hanno evidenziato il risultato ottenuto come “il frutto di quella politica dei fatti che la maggioranza in carica sta portando avanti con grande determinazione, ormai da due anni e mezzo”.

Di questo e di altri obiettivi raggiunti si parlerà il prossimo 18 gennaio alle ore 17 nel corso di una manifestazione pubblica convocata dal sindaco presso la sala convegni di Palazzo Staglianò.

  • Pubblicato in Politica

Chiaravalle Centrale, il Comune ha previsto l'ammodernamento di tutta la cartellonistica stradale

Anno nuovo, cartellonistica nuova a Chiaravalle Centrale. Come già deliberato da tempo dalla giunta comunale, stanno arrivando a conclusione le procedure burocratiche attivate dall'Ufficio Vigilanza per l'acquisto e la successiva messa in opera delle tabelle segnaletiche, sia all'ingresso del paese che nelle periferie e nel centro urbano.

Un restyling complessivo che porterà alla sostituzione di cartelli datati, danneggiati o divelti a causa del maltempo. L'intervento di ammodernamento rientra nel processo di riqualificazione promosso dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Mimmo Donato.

“Un progetto di territorio e di città - spiega una nota stampa del Comune - che prevede azioni e investimenti che mettono al centro la rigenerazione urbana”.

“Ridare dignità al centro storico, rendere più accogliente la città nel suo insieme, mettere in cantiere politiche inclusive anche per le zone rurali”: sono queste le direttrici che la maggioranza ha indicato agli uffici preposti come obiettivo di breve e medio termine da realizzare nell'arco dei prossimi due anni “nell’interesse di tutti e del territorio”. 

  • Pubblicato in Politica

Chiaravalle Centrale, sabato 12 gennaio si alza il sipario al Teatro Impero

Con lo spettacolo “Policinella giù la maschera” di e con Enzo D'Arco prende il via, sabato 12 gennaio alle ore 21, il terzo concorso teatrale interregionale “Città di Chiaravalle Centrale”.

La nuova stagione, come sempre affidata alla direzione artistica di Gino Capolupo, è stata presentata ufficialmente oggi in conferenza stampa presso la sede del palazzo municipale. Presenti l'assessore comunale alla Cultura e vicesindaco, Pina Rizzo, il presidente della Consulta comunale della Cultura, Francesco Pungitore, i consiglieri comunali Bruno Santoro e Stefania Fera.

Lo storico Teatro Impero ospiterà sette spettacoli, “tutti di altissimo livello” ha precisato Pina Rizzo. Confermati i prezzi molto popolari della manifestazione, con sconti particolarmente convenienti per gli abbonamenti singoli e di coppia. Il secondo appuntamento, dopo l'esordio di sabato prossimo, è in programma il 26 gennaio e sarà la volta della Compagnia del Teatro di Mu che presenterà “Il caso della ricca ereditiera e di Gianni amor suo”.

Mercoledì 6 febbraio uno speciale fuori concorso, con Max Pisu interprete dei “Casalinghi disperati”, per la regia di Diego Ruiz.

Ancora un fuori concorso sabato 9 marzo: “Lettere di Oppio” con Tiziana Foschi e Antonio Pisu. Sabato 23 marzo, spazio alla commedia comica con “Indovina chi sviene a cena? Ovvero la teoria dei pinguini” della Libera Manifattura Teatrale.

Il 30 marzo, un graditissimo ritorno: Dandy Danno e Diva G metteranno in scena il loro “Lol”.

Infine, il 6 aprile serata finale di premiazione e spettacolo fuori concorso “Tre pecore viziose” della compagnia “I Commedianti”. La rassegna, giunta alla sua terza edizione, è promossa e organizzata dall'amministrazione comunale di Chiaravalle Centrale, con la collaborazione della Consulta della Cultura, dell'Unione italiana libero teatro e della compagnia de “I Commedianti”.

Per informazioni su biglietti e abbonamenti: 333.6433561.

  • Pubblicato in Cultura

Chiaravalle Centrale, pranzo solidale: “Non amare a parole, ma con i fatti”

Un Natale all'insegna dei valori umani a Chiaravalle Centrale. Su iniziativa del consigliere comunale Bruno Santoro è stato organizzato un pranzo solidale presso l'istituto “Maria Immacolata” di via Suor Brigida Postorino.

All'iniziativa ha partecipato il sindaco, Mimmo Donato, il quale ha voluto sottolineare “l'importanza di stare vicini ai bisognosi, alle persone meno abbienti, agli immigrati, con fatti concreti”.

“A Natale - ha continuato il sindaco - quando in tutto il mondo le famiglie si riuniscono attorno alla loro tavola, noi vogliamo fare festa con chi dobbiamo considerare davvero come i nostri parenti e i nostri amici”.

“Credo che il senso più profondo del 25 dicembre - ha detto Mimmo Donato ai presenti - sia proprio quello di portare la luce del Cristo che nasce anche negli angoli più bui, più freddi, più sperduti e dimenticati”.

“Anche questo - ha aggiunto - è un po' il miracolo del Natale, quello che stiamo vivendo oggi con i volti sorridenti di tante persone oppresse dalla difficoltà della vita che condividono con noi questa mensa”.

“Questa iniziativa - ha spiegato il consigliere comunale Buno Santoro - insieme ad altri appuntamenti di solidarietà che si sviluppano nel corso dell’anno, si inserisce nel nostro percorso di responsabilità sociale che mette al centro le persone”.

La giornata si è rivelata un’occasione di piacevole condivisione del cibo, seguendo l'appello del Santo Padre: “Non amiamo a parole, ma con i fatti”.

Significativa la presenza di alcuni migranti. Per loro un momento di gioia e soprattutto di festa per dimenticare guerre e violenze e vivere un giorno sereno all'insegna dell'integrazione.

Dal sindaco è arrivato anche un invito convinto ad andare avanti sulle politiche di accoglienza nel nostro Paese. “Ponti e non muri contribuiscono a rendere il contesto globale un luogo di incontro, crescita e confronto e non di divisioni irrazionali” ha concluso.

Sottoscrivi questo feed RSS