Chiaravalle Centrale tra i beneficiari dei fondi per i borghi della Calabria

Anche Chiaravalle Centrale nell'elenco dei comuni ammessi a finanziamento nell'ambito del bando regionale “Valorizzazione dei borghi della Calabria”.

In totale, per tutti i comuni calabresi ci sono in ballo 100 milioni di euro di risorse disponibili, a valere sul Fondo di Sviluppo e Coesione Fsc.

“Un bando importantissimo -  ha commentato il sindaco di Chiaravalle, Mimmo Donato. - Si vanno a finanziare, infatti, progetti mirati di miglioramento dell'aspetto estetico dei luoghi, degli edifici pubblici, anche con annesso recupero e rifunzionalizzazione di edifici e spazi pubblici per la promozione del turismo ecologico, culturale ed enogastronomico. Noi ci stiamo muovendo da tempo, proprio in questa direzione, per inserire la città in un circuito di ospitalità diffusa”.

Il bando prediligeva i progetti con una forte componente di “sperimentazione” di modelli innovativi per la gestione delle infrastrutture, favorendo le sinergie con i soggetti privati e l’associazionismo. “Con questo ulteriore finanziamento - ha precisato Donato - la nostra amministrazione va già a completare un primo disegno di sviluppo complessivo che rivoluzionerà Chiaravalle. Milioni e milioni di euro di cantieri che andranno a migliorare i servizi e il volto della nostra città. Progetti finanziati grazie al meticoloso lavoro della maggioranza che mi onoro di guidare”. Presto l'annuncio ufficiale di ulteriori somme in cassa che saranno, in gran parte, destinate alla viabilità per circa 700mila euro.

Proprio nei giorni scorsi il sindaco aveva descritto, in conferenza stampa, i risultati fino ad allora ottenuti. A distanza di poche ore, dunque, ecco arrivare ulteriori novità positive, a partire dal bando per la “Valorizzazione dei borghi della Calabria”.

“Per una amministrazione come la nostra, che ha ereditato il comune già in situazione di dissesto, era essenziale dare un segnale, una svolta immediata” ha concluso Donato.

  • Pubblicato in Politica

Chiaravalle Centrale, filosofia per la mente e per il cuore nei libri di Filippo D'Andrea

Le poesie e gli aforismi di Filippo D'Andrea hanno accompagnato una serata culturale all'insegna della contemplazione filosofica a Chiaravalle Centrale. Sala gremita, soprattutto di giovani studenti liceali, a Palazzo Staglianò.
 
L'iniziativa, promossa dall'amministrazione comunale, dalla Consulta della Cultura e dall'Istituto superiore “Enzo Ferrari”, si è focalizzata sulla presentazione di due libri del prof. D'Andrea: “A passo di capre, liriche per la contemplazione filosofica” e “Faville, aforismi per la contemplazione filosofica”.
 
Volumi approfonditamente descritti nelle loro relazioni da Chiarina Macrina (docente di Italiano e Latino) e Tea Mirarchi (docente di Lettere).
 
Il tutto accompagnato dalle letture recitate di Giuseppe Corrado e dalle musiche di Danilo Bonazza. L'insieme di parole, note e riflessioni filosofiche ha creato un'atmosfera davvero unica. Emozione emersa nel commento dello stesso autore che ha concluso la manifestazione ringraziando gli organizzatori. “Uno scavo nei significati intimi dell'anima, un viaggio nei luoghi nascosti del pensare”: questo il senso della ricerca che D'Andrea ci consegna nei suoi libri e che richiama grandi poeti e filosofi, d'ogni tempo.
 
Una filosofia viva, terapeutica, che non sazia solo la nostra mente, ma alimenta anche e soprattutto il cuore, il nostro “essere” nella sua interezza. Soddisfatti per l'esito del convegno e per la positiva partecipazione degli studenti e della cittadinanza tutta la dirigente scolastica, Elisabetta Zaccone, la consigliera delegata alla Cultura, Pina Rizzo, e tutti i componenti della Consulta della Cultura che hanno fortemente voluto questa iniziativa.
 
I libri del prof. D'Andrea saranno custoditi nella nuova biblioteca comunale di Chiaravalle Centrale, di prossima apertura. Un ulteriore progetto culturale su cui si è impegnata la consigliera Rizzo, in questi anni, insieme a tutta l'amministrazione comunale e alla Consulta.
 

 

  • Pubblicato in Cultura

Chiaravalle Centrale, poesie e aforismi nei libri di Filippo D'Andrea

“La contemplazione filosofica nella poesia e nell'aforisma”. Questa la traccia dell'incontro in programma domani, martedì 16 aprile, a Chiaravalle Centrale. I lavori prenderanno il via alle ore 17.30, nella sala convegni di Palazzo Staglianò. Una iniziativa promossa dalla Consulta comunale della Cultura di Chiaravalle Centrale, con il patrocinio dell'amministrazione comunale e la fattiva collaborazione dell'Iis “Enzo Ferrari”. Al centro della riflessione due libri a firma del prof. Filippo D'Andrea, docente di Storia e Filosofia presso lo stesso istituto superiore “Ferrari”. Opere come “A passo di capre” che elogiano la lentezza come cammino di massima consapevolezza, per essere pienamente presenti nei territori della vita. Il tutto nell'ottica di un servizio di crescita interiore, sia di natura intellettuale che spirituale, giacché viene proposto il linguaggio poetico come cibo sapienziale nel crocevia della pluralità culturale. La poesia, secondo D'Andrea, è “parola estetica” su cui praticare la contemplazione filosofica, colta meditazione profonda di senso, ricerca di paesaggi ulteriori, scavo nei significati intimi dell'anima, viaggio nei luoghi nascosti del pensare. E poi, gli aforismi racchiusi nel libro “Faville”. Dopo i saluti istituzionali dell'amministrazione comunale, della Consulta della Cultura e della dirigente scolastica, Elisabetta Zaccone, relazioneranno le docenti Chiarina Macrina, Tea Mirarchi e l'editore Nella Fragale Perri. Concluderà l'autore, Filippo D'Andrea. L'iniziativa sarà accompagnata dalle letture recitate di Giuseppe Corrado e dagli intermezzi musicali di Danilo Bonazza. 

  • Pubblicato in Cultura

Chiaravalle, posticipato l'incontro con Oliverio sulla Casa della Salute

“A causa di sopraggiunti impegni istituzionali, fuori regione, del presidente Mario Oliverio, la preannunciata conferenza pubblica sulla Casa della Salute, in programma il 16 aprile alle ore 16.30, presso Palazzo Staglianò, sarà posticipata di alcuni giorni.
 
La nuova data di convocazione verrà opportunamente comunicata per tempo, a mezzo stampa”. È quanto scrive, in una nota, il sindaco di Chiaravalle Centrale, Mimmo Donato. L'incontro era stato precedentemente concordato con il governatore e con i vertici Asp di Catanzaro.
 
Oggetto dell'iniziativa: il via definitivo ai cantieri per la realizzazione del nuovo edificio della Casa della Salute, sulle ceneri dell'ex ospedale “San Biagio”.
 
“Progetto, comunque, ormai alle battute finali” sottolinea il sindaco Donato nel suo comunicato stampa, dichiarandosi “fiducioso sull'iter ormai consolidato che metterà fine in tempi rapidi al processo di riconversione della vecchia struttura ospedaliera in Casa della Salute”.
  • Pubblicato in Politica

Serra, gli studenti dell'Einaudi a Chiaravalle Centrale per scoprire le nuove frontiere della comunicazione digitale

Chiaravalle apre le porte al turismo scolastico, valorizzando le proprie peculiarità. Ospiti della città delle Preserre, gli studenti del quarto e del quinto anno dell'Istituto superiore “Einaudi” (indirizzo Afm) di Serra San Bruno.

Ragazzi e ragazze, accompagnati dal professore Salvatore Luciani, hanno fatto tappa, dapprima, presso gli studi di Telejonio.

Accolti dallo staff redazionale, hanno potuto verificare sul campo il lavoro giornalistico, gli aspetti tecnici dell'editing e della regia, le nuove frontiere della comunicazione digitale e sul Web.

La visita si è protratta a lungo, tra le diverse scenografie, ricevendo dal giornalista Francesco Pungitore una spiegazione dettagliata dell'attività televisiva.

È seguito un Forum, nel corso del quale la scolaresca è stata chiamata a sperimentare dal vivo gli insegnamenti ricevuti in tema di public speaking e di approccio alla telecamera.

La giornata si è arricchita con la proposta di una visita guidata per le vie del centro storico.

Accompagnata da Caterina Menichini, nelle vesti di “cicerone”, e dal consigliere comunale con delega alla Cultura, Pina Rizzo, la comitiva di Serra San Bruno ha percorso tutto il rione Cona per poi giungere ai piedi del Convento dei Padri Cappuccini.

Un polo di riferimento culturale sempre più importante nel panorama regionale, grazie ai tanti progetti di valorizzazione e recupero finanziati e in fase di avvio. Un centro religioso, in ogni caso, tra i più importanti della provincia monastica, dal 1.600 ai nostri giorni.

La camminata si è conclusa proprio all'interno della chiesa del Convento, dove gli studenti hanno ricevuto tante informazioni sulla storia del sito e sulle opere d'arte sacra custodite tra le mura di un edificio che trasuda fascino e spiritualità.

Per la consigliera Rizzo, si è trattato “dell'avvio di un percorso che vuole attirare l'attenzione del territorio sulla proposta esperienziale innovativa di una città come Chiaravalle, ricca di storia, cultura e tradizioni”. 

Chiaravalle Centrale, il premio del Teatro Impero a Dandy & Diva

Teatro Impero pieno di pubblico, applausi e divertimento per la premiazione del terzo concorso interregionale “Città di Chiaravalle Centrale”.

In scena i vincitori dell'edizione che si è appena conclusa: Dandy Danno e Diva G. Il duo di attori (coppia artistica ma anche nella vita), per l'occasione, ha presentato un pot-pourri di situazioni comiche e coinvolgenti.

Protagonisti anche gli spettatori, chiamati a interpretare sul palco esilaranti sketch di pura improvvisazione. Tra luci, colori, musica, palloni giganteschi e tantissime risate un'ora di puro spettacolo ha preceduto la consegna dei premi. Il direttore artistico, Gino Capolupo, ha ricordato l'impegno organizzativo profuso per mettere in piedi questa terza stagione, ricca di appuntamenti e con tante compagnie di qualità. Lo storico Ulderico Nisticò si è brevemente soffermato sull'importanza del Teatro Impero quale luogo di socializzazione, non solo per Chiaravalle ma per l'intero comprensorio, ricordando la nuova intitolazione che avverrà a breve, dedicata al compianto Franco Candiloro. Il presidente della Consulta comunale della Cultura, Francesco Pungitore, ha sottolineato il lavoro di chi opera dietro le quinte per garantire un cartellone all'altezza delle aspettative. La consigliera comunale delegata alla Cultura, Pina Rizzo, ha elogiato e ringraziato per la partecipazione i tantissimi giovani in platea, confidando nell'avvio di un percorso dedicato proprio alla diffusione dell'amore per il teatro tra le nuove generazioni. Infine, la cerimonia di conferimento delle targhe ricordo, con l'intervento della segretaria della Consulta comunale della Cultura, Teresa Tino. Presente in sala anche il sindaco di Chiaravalle Centrale, Mimmo Donato, che ha ribadito l'impegno della sua amministrazione nel settore della cultura. Il che porterà a programmare fin da subito la prossima stagione del Teatro Impero di Chiaravalle Centrale.

  • Pubblicato in Cultura

Chiaravalle Centrale, Oliverio presenterà il 16 aprile il via definitivo ai cantieri della nuova Casa della Salute

Il presidente della giunta regionale, Mario Oliverio, il delegato alla Sanità, Franco Pacenza, e i vertici provinciali Asp di Catanzaro saranno a Chiaravalle Centrale, il prossimo 16 aprile alle ore 16.30 presso Palazzo Staglianò. Oggetto dell’incontro, il via libera conclusivo ai cantieri per la realizzazione della nuova Casa della Salute, che sorgerà sulle ceneri dell’ex ospedale “San Biagio”. Ad annunciarlo, il sindaco Mimmo Donato, oggi in conferenza stampa. “Una vittoria per Chiaravalle, una vittoria per la sanità calabrese” ha affermato Donato.

Al suo fianco, assessori e consiglieri comunali. Ognuno per le proprie specifiche competenze ha rappresentato i passi avanti compiuti negli ultimi mesi nel settore delle opere pubbliche, dei servizi, delle politiche culturali. Sul Piano strutturale comunale è intervenuto il delegato all’Urbanistica, Claudio Foti. L’esponente di maggioranza ha chiarito che il Psc “non è stato commissariato, ma lo sarà solo per l’adozione finale, su precisa istanza della stessa amministrazione”.

“Tutto il lavoro da fare è stato fatto” ha spiegato Foti. Non ci sono, quindi, inadempienze della giunta o consiglio comunale, ma soltanto “troppe dichiarazioni di incompatibilità emerse in Aula”. Ben undici su tredici consiglieri che hanno dichiarato, come per legge, potenziali interessi diretti risalenti fino al quarto grado di parentela.

Foti ha anche ricordato che l’iter dello strumento urbanistico “era partito nel 2008 e questa amministrazione in due anni e mezzo ha fatto quello che gli altri non avevano fatto in dieci anni”.

Nel corso della conferenza stampa, il sindaco ha annunciato l’arrivo di un finanziamento regionale, già concesso con decreto, pari a circa 685mila euro, per la ristrutturazione della caserma dei Vigili del Fuoco.

“Un presidio di sicurezza di fondamentale importanza per il territorio che abbiamo sempre difeso e al quale vogliamo dare nuovo slancio” ha commentato il sindaco. “E intanto - ha concluso - nella nostra città stanno per partire nuove opere per complessivi 10 milioni di euro”.    

  • Pubblicato in Politica

Chiaravalle Centrale, stasera al Teatro Impero Dandy Danno & Diva G

Stasera alle ore 21 al Teatro Impero l'ultimo atto del terzo concorso teatrale interregionale “Città di Chiaravalle Centrale”.

In scena lo spettacolo di Dandy Danno e Diva G, vincitori a furor di popolo di questa edizione con il loro “Lol”. La coppia di attori porterà sul palcoscenico di Chiaravalle una nuova, esilarante performance. Subito dopo, spazio alle premiazioni finali. Saranno il direttore artistico della rassegna, Gino Capolupo, il sindaco, Mimmo Donato, e la consigliera delegata alla Cultura, Pina Rizzo, a consegnare i trofei della vittoria.

Si chiude così una stagione indubbiamente positiva, secondo il commento unanime del pubblico e degli organizzatori: Unione italiana libero teatro (Uilt), amministrazione comunale di Chiaravalle Centrale e Consulta comunale della Cultura. Tanti i momenti da ricordare.

Dall'esordio del 12 gennaio, con il bravissimo Enzo D'Arco, ai due speciali fuori concorso, con Max Pisu interprete dei “Casalinghi disperati”, e le “Lettere di Oppio” con Tiziana Foschi e Antonio Pisu. Gran finale, dunque, stasera con il gradito ritorno di Dandy Danno e Diva G e la loro originale reinterpretazione dello spettacolo teatrale che diventa un divertentissimo mix di circo, cinema, mimo, cabaret. Dandy Danno e Diva G. (al secolo Daniele Segalin e Graziana Parisi) danno vita ad un incrocio di personaggi esplosivi e complementari: da una parte il Dandy maldestro, buffo e impacciato; dall'altra la bella Diva, incantevole, seria e realista. Insieme nella vita comune, come sulla scena, Dandy e Diva interagiscono con il pubblico attraverso la comicità, tra giochi di luci, musica e una fisicità prorompente che dice tutto sulla scena, senza bisogno neanche di parlare. 

Un genere sicuramente fuori dagli schermi, una occasione per vedere il teatro fatto in maniera diversa, coinvolgente e per tutti: grandi e bambini. Una vera festa insomma.

  • Pubblicato in Cultura
Sottoscrivi questo feed RSS