Si arma di coltello e minaccia il datore di lavoro, arrestato

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Cirò Marina hanno tratto in arresto un 34enne del luogo.

L’uomo, lamentando la mancata retribuzione di una prestazione lavorativa, avrebbe minacciato con un coltello il suo datore di lavoro.

L’arma è stata sequestrata.

L’arrestato, terminate le formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo.

Coltello e tirapugni nello zaino, denunciato un 18enne

I carabinieri della Stazione di Cirò e del 14° Battaglione “Calabria”, nel corso di un controllo alla circolazione stradale, hanno deferito in stato di libertà un 18enne del luogo per porto abusivo di armi.

Il giovane, a seguito di perquisizione personale e veicolare, è stato trovato in possesso di un tirapugni in metallo e un coltello a serramanico lungo 21,5 centimetri occultati in uno zaino.

Quanto rinvenuto è stato posto sotto sequestro. 

  • Pubblicato in Cronaca

Serra: in auto con un coltello, denunciato

Nel corso di una serie di controlli effettuati durante il fine settimana, i carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno hanno denunciato due persone.

In particolare, un automobilista originario del Catanzarese è stato deferito dopo essere stato sorpreso alla guida di un veicolo sottoposto a sequestro.

In un altro caso, invece, un uomo residente a Serra San Bruno è stato trovato in auto con un coltello a serramanico.

Complessivamente, durante i controlli, che hanno permesso di elevare sanzioni per violazione al Codice della strada per 3500 euro, sono stati controllati circa 60 autoveicoli e più di 80 persone.

Tra le violazioni sanzionate, l’uso del cellulare durante  la guida.

Sorpreso in auto con un’ascia e un coltello, denunciato

I carabinieri della Stazione di Torre Melissa (Kr) e del 14° Btg Calabria hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Crotone un 44enne di Cirò, ritenuto responsabile di violazione delle leggi in materia di armi.

In particolare i militari, nel corso di un controllo sulla circolazione stradale, hanno fermato e controllato l’autovettura condotta dall’uomo.

La conseguente perquisizione personale e veicolare ha permesso di rinvenire un’ascia e un coltello a serramanico lungo 22 centimetri.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Ubriaco armato di coltello minaccia i presenti e aggredisce i carabinieri, arrestato

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Ciro’ Marina hanno tratto in arresto un quarantatreenne disoccupato, residente in provincia di Milano, per resistenza a pubblico ufficiale e porto di coltello.

L’uomo si trovava in un bar del luogo quando, sotto l’influenza di alcool ed armato di un coltello a serramanico della lunghezza di 17 centimetri, ha dapprima minacciato le persone presenti e successivamente si è scagliato contro i carabinieri, giunti sul posto in seguito ad una chiamata al 112.

Prontamente bloccato, l’uomo è stato arrestato.

L’arma, che durante le fasi di forte agitazione dell’uomo era caduta in terra, è stata sequestrata.

L’arrestato, su disposizione del pubblico ministero di turno della Procura della Repubblica presso il tribunale di Crotone, è stato tradotto nella locale casa circondariale.

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpreso in auto con cocaina e un coltello, arrestato

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Crotone hanno arrestato un 46enne di Castelfidardo (AN), ritenuto responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Durante un controllo alla circolazione stradale, l’atteggiamento dell’uomo ha destato sospetti, pertanto i carabinieri hanno eseguito una perquisizione personale e veicolare, rinvenendo all’interno del vano portaoggetti posto sotto il volante, un coltello a serramanico della lunghezza di 21 centimetri e tre involucri con all’interno cocaina.

La sostanza stupefacente e l’arma sono stati posti in sequestro.

La posizione dell’uomo è ora al vaglio della Procura della Repubblica presso il tribunale di Crotone.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Minaccia i carabinieri con un coltello, 37enne arrestato nel Vibonese

Insulta e minaccia i Carabinieri con un coltello nel corso di una perquisizione domiciliare allo scopo di evitare il ritrovamento di armi e munizioni.

È quanto accaduto ieri a San Giovanni, piccola frazione di Mileto, in provincia di Vibo Valentia.

I militari dell'Arma lo hanno disarmato e arrestato per possesso di armi clandestine e resistenza a pubblico ufficiale.

In manette è finito Giuseppe Prostamo, 34 anni, alias “Ciopane”, bracciante agricolo, pregiudicato e ritenuto dagli inquirenti appartenente alla famiglia di 'ndrangheta “Pititto-Tavella-Prostamo”. 

Al termine della perquisizione avvenuta nella sua abitazione i carabinieri hanno rinvenuto: una pistola calibro 7,65 marca Bersa completa di caricatore, con all'interno due proiettili; un bossolo per pistola calibro 7,65 e uno per fucile da caccia calibro 12; tre coltelli a serramanico; due bilancini elettronici; due piccoli contenitori di plastica di forma ovale verosimilmente utilizzati quali contenitori di sostanza stupefacente; una scatola di cartone di piccole dimensioni contenente residui di polvere bianca e tre schede tipo bancomat, forse usate per il taglio dello stupefacente.

Dopo le formalità di rito, l'uomo è stato tradotto nel carcere di Vibo Valentia. 

In auto con il coltello, due persone denunciate nel Vibonese

Due persone sono state denunciate in stato di libertà, perché trovate in auto con un coltello a serramanico di genere vietato. 

In particolare, durante un servizio di controllo alla circolazione stradale effettuato a Francica (Vv), i carabinieri della locale Stazione hanno fermato un veicolo con due persone a bordo.

Durante il controllo, nel vano portaoggetti della vettura, i militari dell'Arma hanno rinvenuto il coltello che ha fatto scattare la denuncia.

 

 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS