Scoperto lido abusivo, scatta il sequestro

Durante uno dei servizi di controllo predisposti nell’ambito del progetto “il blu…nell’Estate”,  gli uomini del Commissariato di Corigliano Rossano e della locale Capitaneria di Porto - Guardia Costiera hanno sequestrato una struttura balneare gestita da C.R.A., di 63anni.

Il provvedimento è stato assunto poiché, per gli investigatori, la struttura sarebbe stata allestita su un’area demaniale marittima, occupata abusivamente.

  • Pubblicato in Cronaca

Liquami sversati in un fosso, sequestro e denunce

Una condotta, un fosso lungo alcuni chilometri ed un collettore che sfocia nel mare.

E’ quanto hanno sequestrato, a Corigliano-Rossano, i carabinieri forestale della locale Stazione.

Il provvedimento è stato assunto poiché, da diversi anni, l’amministrazione comunale avrebbe consentito lo sversamento nel fosso, di liquami fognari non trattati.

Per i militari, il fosso, denominato “Santa Lucia”, non sarebbe idoneo a svolgere le funzioni di corpo recettore, tanto da far configurare anche una gestione illecita di reflui urbani.

Peraltro, come confermato dagli esami effettuati dall’Arpacal, nelle acque  del fosso sarebbe stato riscontrato un tasso elevato di escherichia coli.

Pertanto, contestualmente al sequestro, i carabinieri forestale hanno denunciato sei persone, tra tecnici comunali ed amministratori. 

  • Pubblicato in Cronaca

Tagliano abusivamente 50 alberi di pino, denunciati

I carabinieri forestale della Stazione di Rossano hanno denunciato un uomo del luogo per la realizzazione abusiva di un muro in cemento armato.

Il manufatto, lungo 50 metri, è stata realizzato in località “Piragineti-Cino” di Corigliano Rossano, in un terreno oggetto di sistemazione agricola.

Durante un'altra attività in località “Fuscolara” di Cassano Allo Jonio, i militari hanno scoperto il taglio abusivo di cinquanta alberi di pino, in una proprietà privata sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale.

Una volta accertata l’assenza delle necessarie autorizzazioni, gli uomini dell'Arma hanno sequestro l’area, circa 2500 metri quadri e denunciato i proprietari del terreno e l’esecutore materiale del taglio.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Operavano senza autorizzazione allo scarico, denunciati i titolari di sei lavanderie

I carabinieri forestale della Stazione di Corigliano-Rossano, di altre Stazioni del territorio e del Nipaaf hanno denunciato i proprietari di sei lavanderie per mancata autorizzazione allo scarico e, nel caso di “lavanderie a secco”, per non aver effettuato la necessaria comunicazione in merito alle emissioni in atmosfera prodotte dalle lavatrici industriali.

Oltre ad aver denunciato le sei persone, i militari hanno sequestrato diverse lavatrici e lavasecco, contestando sanzioni amministrative per oltre 10 mila euro per omessa detenzione o mancato aggiornamento del registro di carico e scarico dei rifiuti pericolosi.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Canile sequestrato per irregolarità e abusi edilizi

I carabinieri forestale della locale Stazione hanno posto sotto sequestro una struttura adibita a canile rifugio in località Santa Caterina, nel comune di Corigliano – Rossano.

Il sequestro è stato effettuato in seguito ad un controllo eseguito dai militari e dal personale veterinario dell’Asp di Rossano, nel corso del quale è stato accertato che nella struttura, che ospita circa sessanta cani, erano state realizzate opere edili senza alcun tipo di autorizzazione.

L’area interessata dal sequestro, peraltro sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale, sarebbe stata occupata senza alcun titolo.

Durante il controllo, inoltre, è emerso che il canile era sprovvisto della necessaria autorizzazione sanitaria.

Dopo aver sequestrato l’area e gli immobili presenti, i militari hanno denunciato il legale rappresentante dell’associazione per la realizzazione delle opere edili all’interno del demanio fluviale, in un'area sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale.

  • Pubblicato in Cronaca

Cocaina nascosta nelle patatine, 36enne finisce in manette

Un trentaseinne, R.A., è stato arrestato in flagranza, a Corigliano-Rossano, con l'accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

A stringere le manette attorno ai polsi dell'uomo, sono stati i poliziotti del locale Commissariato, i quali, durante una perquisizione in un circolo ricreativo gestito dall’arrestato, hanno rinvenuto, in un espositore di cartone per le patatine, alcuni involucri contenenti cocaina.

Gli agenti hanno, quindi, deciso di estendere la perquisizione all'abitazione di R.A., dove, noscosta in un barattolo di vernice, è stata trovata altra cocaina, per un totale di circa 20 grammi.

Una volta arrestato, il trentaseienne è stato tradotto presso la casa circondariale di Castrovillari.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Venticinquenne sorpreso a spacciare, arrestato

Un venticinquenne, M. A., è stato arrestato in flagranza, dai poliziotti del Commissariato di Corigliano-Rossano, con l'accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, 

Il giovane, già noto alle forze dell'ordine, è stato sorpreso in contrada Cannata mentre era intento a cedere droga in cambio di alcune banconote da 20 euro.

Intervenuti immediatamente, i poliziotti hanno fermato i due uomini.

In particolare, il presunto spacciatore, che alla vista degli agenti si era dato alla fuga con la sua auto, è stato bloccato dopo un breve inseguimento.

Ne è scaturita, quindi, una perquisizione personale e veicolare, nel corso della quale sono stati rinvenuti 20 grammi d'hashish suddivisi in dosi.

Il giovane è stato, quindi, tratto in arresto con l'accusa detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio

  • Pubblicato in Cronaca

Percolato finisce nel terreno, sequestrata una discarica

I carabinieri forestale della Stazione di Rossano hanno posto sotto sequestro la discarica comunale dismessa e le vasche metalliche di stoccaggio poste al suo interno, ubicate in località “Olivellosa” del comune di Corigliano-Rossano.

I militari, giunti sul posto, hanno accertato la tracimazione del percolato prodotto dalla discarica in uso fino al 1990 e gestita dal Comune di Rossano.

Durante il controllo, sul posto è stato trovato un operaio del Comune che stava controllando lo stato della discarica.

Constatato che il percolato tracimava dalle tre vasche metalliche sui terreni, fino a valle della discarica e sui terreni agrari circostanti, i carabinieri forestale hanno provveduto al sequestro della discarica, delle vasche di stoccaggio, di una superficie di oltre 30mila metri quadri e di 5 mila metri di condotta destinata al convogliamento del percolato.

I militari hanno infine denunciato il responsabile comunale del settore ambiente ed un dipendente, per i reati di gestione di rifiuti non autorizzata, getto pericoloso di cose e delitti colposi contro l’ambiente.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS