In auto con 30 grammi di marijuana, giovane coppia finisce nei guai

Un ragazzo, F.M., di 24 anni ed una ragazza, S.E., di 20 anni, sono stati arrestati dai poliziotti del commissariato di Rossano (Cs), con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, i due sono stati fermati mentre si trovavano in auto a Corigliano Calabro.

Constato che il giovane risultava essere un sorvegliato speciale di Ps, gli agenti hanno deciso di effettuare una perquisizione.

Durante il controllo è saltato fuori un involucro di cellophane con 30 grammi di marijuana.

Per la coppia è quindi scattato l'arresto.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Irregolarità nella gestione di un centro raccolta rifiuti, scatta il sequestro

I carabinieri forestale della Stazione di Corigliano hanno sequestrato una parte del centro raccolta Rsu comunale di Cerchiara di Calabria.

Durante il controllo, effettuato in località “Piana”, i militari hanno riscontrato la presenza di rifiuti ingombranti e Raee frantumati e depositati direttamente sul pavimento e solo in parte protetti da una tettoia.

Televisori e monitor pc dotati di tubo catodico, altri apparecchi Raee e ingombranti erano abbandonati sul pavimento senza alcuna separazione.

Inoltre, all’esterno del sito, gli uomini dell’Arma hanno rinvenuto  un cumulo di rifiuti eterogenei, alcuni dei quali pericolosi.

 Dopo aver sequestrato la parte del centro raccolta adibita a deposito di rifiuti ingombrati e Raee, i carabinieri forestale hanno denunciato l’amministratore della società che gestisce il centro raccolta “per aver effettuato, in maniera non conferme e senza autorizzazioni, attività di raccolta e gestione rifiuti di varia natura abbandonati alla rinfusa sul terreno”.

  • Pubblicato in Cronaca

Lavori di sbancamento in un agrumeto, sequestro e denunce

Oltre due ettari di terreno sono stati sequestrati dai carabinieri forestale della locale Stazione, in località Apollinara, a Corigliano Calabro.

Durante una serie di controlli effettuati per verificare la regolarità delle coltivazioni ricadenti nell’alveo del torrente Coscile, i militari hanno accertato un lavoro di sbancamento, con conseguente estirpazione di un agrumeto.

Dopo aver identificato i responsabili dei lavori e verificato le autorizzazioni, gli uomini dell'Arma hanno rilevato che l’area interessata ricade in gran parte in zona demaniale e gli esecutori materiali dei lavori finalizzati al cambio di destinazione della coltivazione erano sprovvisti della necessaria concessione demaniale.

L’area, inoltre, è sottoposta a vincolo paesaggistico ambientale poiché considerata a forte rischio d'inondazione e i lavori eseguiti hanno determinato una trasformazione del territorio vietata dalle misure di salvaguardia delle aree a rischio inondazione.

I carabinieri forestali hanno quindi sequestrato gli oltre due ettari di terreno e denunciato l'occupante l’area demaniale ed il responsabile dei lavori.

  • Pubblicato in Cronaca

Sequestrati terreni oggetto di una lottizzazione

I carabinieri forestale di Rossano e delle Stazioni di Trebisacce, Oriolo e Castrovillari hanno eseguito un provvedimento di sequestro preventivo finalizzato alla confisca, emesso dal gip del tribunale di Castrovillari, in merito ad una lottizzazione situata in località “Varca- S.Antonio”, nel comune di Corigliano- Rossano.

Il provvedimento scaturisce da un’attività investigativa condotta dai militari della Stazione di Rossano che, a dicembre scorso, ha portato ad alcuni provvedimenti nelle zone oggetto della lottizzazione che ricadono in una area tra le più colpite dall’alluvione verificatasi nell’estate del 2015.

Le indagini hanno evidenziato lo stato di pericolo determinato dai lavori eseguiti durante la lottizzazione, per la quale risultano indagate sette persone, tra  imprenditori, progettisti, direttori dei lavori e dipendenti comunali.

  • Pubblicato in Cronaca

Droga in camera da letto, manette per un 25enne

I carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno tratto in arresto S.A, di 25enne, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

In particolare, durante una perquisizione domiciliare, nella camera da letto del ragazzo, i militari hanno rinvenuto un barattolo in vetro con all’interno diverse dosi già confezionate di marijuana ed un bilancino di precisione.

Nella tracolla portata dal giovane, gli uomini dell’Arma hanno trovato, inoltre, 3 grammi d’hashish.

Dopo aver sequestrato quanto rinvenuto, i carabinieri hanno tratto in arresto il 25enne.

  • Pubblicato in Cronaca

Violenta il figlio 15enne e si dà alla macchia, arrestato

I carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro e dello Squadrone eliportato Cacciatori di Vibo Valentia hanno tratto in arresto un pluripregiudicato cinquantacinquenne, destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal tribunale di Castrovillari per il reato di violenza sessuale aggravata.

La misura scaturisce dalle indagini avviate in seguito alla denuncia con la quale un quindicenne di Corigliano ha segnalato di aver subito violenze sessuali da parte del padre.

L'uomo, quindi, si è reso irreperibile dopo essere stato stato riconosciuto responsabile del reato di violenza sessuale aggravata, "per aver costretto il figlio minore con più azioni esecutive, mediante violenza e minaccia, con abuso di autorità, a subire atti sessuali".

Avviate le ricerche, i militari hanno rintracciato l'arrestato in una casa diroccata, ubicata in località Pomito, in una zona impervia e difficile da raggiungere.

Una volta catturato, il 55enne è stato tratto in arresto e trasferito nella casa circondariale di Castrovillari. 

Pistola, droga e munizioni in un sottotetto: due persone in manette

Due persone, A.A. e M.M.,rispettivamente di 36 e 28 anni, sono state tratte in arresto dai poliziotti del commissariato di Corigliano-Rossano, perchè ritenute responsabili dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione e detenzione illegale d'armi e munizioni.

Gli arresti sono scattati in seguito ad una perquisizione domiciliare nel corso della quale gli agenti hanno rinvenuto, occultati in un sottotetto, una pistola semiautomatica con matricola abrasa e relativo munizionamento, un bilancino di precisione, circa 10 grammi di marijuana ed hashish e 10 flaconi di metadone.

Una volta arrestati in flagranza, su disposizione del p.m. di turno presso la procura della Repubblica di Castrovillari, i due uomini sono stati posti ai domiciliari.

Interrano un fosso di scolo e ne ostruiscono lo sbocco in mare, denunciati

Un'area demaniale di oltre 2000 metri quadri ed un fosso di scolo delle acque meteoriche sono stati posti sotto sequestro dai carabinieri forestale della Stazione di Rossano che hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Castrovillari nove persone.

Il sequestro è avvenuto in località “Galderate” del comune di Corigliano-Rossano, in seguito alla segnalazione con la quale alcuni cittadini hanno denunciato l'interramento di un fosso di scolo ubicato nei pressi di un lido balneare.

I militari, durante il controllo, hanno accertato che per costruire il lido erano stati eseguiti lavori in difformità parziale a quanto autorizzato.

I responsabili comunali del settore competente avrebbero attestato il falso al fine di eliminare il fosso e dare la possibilità di costruire la struttura balneare.

I lavori, eseguiti in un'area oggetto di tutela paesaggistica e ambientale, avrebbero inoltre modificato lo stato dei luoghi, in particolare del demanio marittimo, impedendo il libero deflusso e lo sbocco a mare delle acque.

Gli accertamenti hanno quindi portato al sequestro dell’area ed alla denuncia di nove persone, tra dirigenti e tecnici comunali, proprietari ed esecutori dei lavori, che dovranno rispondere a vario titolo dei reati di abuso e omissione di atti d’ufficio, distruzione e deturpamento di bellezze naturali, modifica dello stato dei luoghi e abusivismo edilizio

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS