Cocaina nello zaino e marijuana a casa, 26enne finisce nei guai

I Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno tratto in arrestato un 26enne del posto, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

L’arresto è scattato in seguito ad un controllo stradale, durante il quale l’indagato è stato fermato mentre viaggiava in sella ad uno scooter in compagnia di un pregiudicato del luogo.

I militari, dopo aver proceduto all’identificazione, hanno effettuato una perquisizione che ha permesso di rinvenire una dose di cocaina nascosta nello zaino del guidatore. Alla luce della scoperta, gli uomini dell’Arma hanno deciso di estendere la perquisizione a casa del 26enne, dove  hanno trovato 10 grammi di marijuana e un bilancino di precisione.

Una volta sottoposto a sequestro lo stupefacente, i carabinieri hanno arrestato il giovane, il quale è stato anche sanzionato perché trovato alla guida del motociclo nonostante gli fosse stata sospesa la patente.

Coltello e guida senza patente, 27enne denunciato due volte in un giorno

Corigliano Calabro - Durante una serie di controlli, i Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro (Cs) hanno denunciato in stato di libertà quattro persone e comminato diverse sanzioni per infrazioni al codice della strada, quali: guida senza patente, senza assicurazione e mancato uso del casco protettivo sui ciclomotori.

La situazione più singolare ha visto protagonista un 27enne del luogo, fermato e denunciato due volte, in meno di 24 ore. In particolare, dopo essere stato deferito per il possesso di un coltello a serramanico, l’uomo è stato fermato nuovamente, mentre circolava senza casco, a bordo di una moto per la quale non aveva mai conseguito la patente di guida. Una volta accertato che la medesima infrazione gli era già stata contestata altre due volte nei mesi scorsi, i militari hanno proceduto con la denuncia per reiterazione di guida senza patente e il sequestro del mezzo.

Non meno singolare, il comportamento di un 39enne sottoposto all’obbligo di presentazione giornaliero alla polizia giudiziaria, il quale ha  raggiunto la caserma presso la quale doveva assolvere la prescrizione, con un’auto priva di copertura assicurativa.

Inevitabile, quindi, la sanzione e il sequestro del veicolo.

  • Pubblicato in Cronaca

Fermato per un controllo fornisce false generalità, denunciato

Corigliano Rossano - Rischia fino a sei anni di reclusione, perché accusato di falsa attestazione ad un pubblico ufficiale, un 35enne che durante un controllo alla circolazione stradale ha fornito generalità non vere ai Carabinieri.

Fermato al volante di un’auto nella frazione Schiavonea di Corigliano – Rossano (Cs), l’uomo, alla richiesta dei documenti, avrebbe fornito generalità false per nascondere la circostanza che non aveva mai conseguito la patente di guida. Una volta consultata la banca dati, i militari hanno scoperto che il nominativo fornito risultava titolare di patente di guida, ma anche che aveva quasi 20 anni in più rispetto alla persona sottoposta a controllo. Come se non bastasse, la foto della patente di guida raffigurava un altro soggetto.

Per tale motivo, il 35enne è stato denunciato per falsa attestazione ad un pubblico ufficiale e per guida senza patente. L ’auto, invece, è stata sottoposto a fermo amministrativo.

  • Pubblicato in Cronaca

Cocaina nascosta nelle mutande, 28enne finisce in manette

Corigliano  Rossano - Un uomo, C.R., di 28 anni è stato arrestato dalla polizia di Stato nella frazione San Nico di Corigliano (Cs), con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza  stupefacente.

In particolare, durante un controllo eseguito con il supporto di un’unità cinofila, gli agenti hanno rinvenuto 12 grammi di cocaina nascosti negli slip del 28enne.

Altri 90 grammi della stessa sostanza sono stati trovati nel garage dell'indagato, nella cui casa, inoltre, sono stati rinvenuti un bilancino di precisione e materiale utile al confezionamento della droga.

Pertanto, C.R. è stato arrestato e condotto nella casa circondariale di Castrovillari.

  • Pubblicato in Cronaca

Droga: una persona denunciata e una segnalata

Corigliano Calabro - I Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro (Cs) hanno effettuato una serie di controlli nelle cosiddette “piazze di spaccio” del posto, denunciando un ragazzo e segnalandone un altro alla Prefettura di Cosenza.

In particolare, durante un blitz nella centralissima piazza Salotto, i militari hanno notato un 24enne che, alla loro vista, avrebbe cercato di sbarazzarsi di un pacchetto di sigarette, nel quale sono state rinvenute diverse inflorescenze di marijuana. La successiva perquisizione, che il giovane avrebbe cercato di ostacolare con un atteggiamento minaccioso, ha permesso di rinvenire quasi mille euro e materiale per il confezionamento della droga. Pertanto, per il 24enne è scattata la denuncia in stato di libertà per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio, oltraggio e minaccia aggravata a pubblico ufficiale.

Inoltre, in un altro controllo effettuato presso Villa Margherita di Corigliano Centro, i militari hanno fermato tre persone che si trovavano a bordo di un’utilitaria. L’atteggiamento dei fermati ha insospettito i carabinieri che hanno deciso di perquisirli. Il sospetto si è rivelato fondato, dal momento che un 27enne è stato trovato in possesso di 5 grammi di marijuana. L’uomo è stato, infine, portato in caserma e segnalato alla Prefettura di Cosenza per possesso di droga per uso personale.

  • Pubblicato in Cronaca

Sfuggono al controllo e si barricano in casa scagliando oggetti contro ci carabinieri, manette per due fratelli

Corigliano Calabro – Ore di pura follia quelle vissute nella frazione Villaggio Frassa di Corigliano Calabro (Cs), dove i Carabinieri della locale Compagnia hanno arrestato due fratelli del luogo, rispettivamente di 30 e 32 anni, con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni aggravate, rifiuto di fornire le proprie generalità e possesso ed utilizzo improprio di oggetti atti ad offendere.

Tutto ha avuto inizio intorno alle ore 20 di sabato scorso, quando l’attenzione di una pattuglia impegnata in un posto di controllo, è stata richiamata dalla musica ad alto volume e dalle grida provenienti da una via limitrofa. Giunti sul posto, i militari hanno notato un’auto sulla quale, nonostante il lockdown, c’erano due persone intente a fare baldoria.

A quel punto, gli uomini dell’Arma si sono avvicinati al veicolo per identificarne gli occupanti che,  per tutta risposta, si sarebbero chiusi nell’abitacolo.

Dopo aver rivolto minacce, i due uomini sarebbero passati alle vie di fatto, aggredendo i carabinieri nell’intento, peraltro riuscito, di raggiungere la loro abitazione.

Sul posto sono, quindi, confluite altre “gazzelle” i cui equipaggi hanno circondato la casa ed identificato gli aggressori grazie alla targa della loro vettura risultata sprovvista di copertura assicurativa.

E’ iniziava, dunque, una lunga ed estenuante trattativa con i due fratelli i quali, per tutta risposta avrebbero iniziato a lanciare oggetti dalle finestre, con l’intento di colpire  i militari.

Come se non bastasse, i due, a più riprese, sarebbero usciti di casa brandendo una zappa che, ad un certo punto, avrebbero scagliato contro i carabinieri.

Infine, in seguito all’arrivo dei Vigili del fuoco che hanno forzato la porta, gli uomini dell’Arma sono riusciti ad entrare nell’abitazione ed a bloccare i due fratelli dopo averli messi fuori causa grazie agli spray urticanti in dotazione.

Gli arrestati, una volta concluse le formalità di rito, sono stati posti ai domiciliari, in attesa di essere giudicati con il rito direttissimo. La loro auto è stata, invece, sequestrata ed affidato al deposito giudiziale.

Al termine dell’operazione, alcuni militari rimasti feriti durante  le colluttazioni o in seguito  al lancio di oggetti, sono stati sottoposti alle cure del caso presso il pronto soccorso del locale ospedale.

  • Pubblicato in Cronaca

Violano le norme anti Covid per giocare a biliardo, sanzionati

Corigliano Calabro - I Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno sospeso l’attività di un circolo ricreativo del luogo, rimasto aperto in violazioni delle disposizioni anti Covid.

Nello specifico, i militari, con il supporto degli agenti della polizia locale, sono entrati nel circolo in contrada San Francesco, sorprendendo sette persone senza mascherina, intente a giocare su tre tavoli da biliardo.

Gli uomini dell’Arma hanno, quindi, identificato e sanzionato gli avventori, tra i quali figurava anche un medico, mentre gli agenti della polizia locale hanno proceduto ad effettuare le verifiche amministrative del caso.

Al termine del controllo, l’attività del circolo è stata sospesa, in attesa che la Prefettura di Cosenza ne stabilisca il periodo di chiusura

  • Pubblicato in Cronaca

Danneggia le auto in sosta e aggredisce i carabinieri, arrestato

Corigliano Calabro  – I Carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro (Cs) hanno tratto in arresto un 32enne di nazionalità marocchina, accusato di minaccia, resistenza e falsa attestazione delle proprie generalità.

Nello specifico, i militari sono intervenuti nella frazione Schiavonea dove era stata segnalata la presenza di un uomo in stato di ubriachezza che inveiva contro i passanti e cercava di danneggiare le autovetture parcheggiate in strada.

 Arrivati sul posto, gli uomini dell’Arma hanno tentato, invano, di riportare alla calma l’esagitato il quale, dopo aver rifiutato di fornire le generalità, ha iniziato ad insultare e ad aggredire i Carabinieri.

Una volta ammanettato e portato in caserma, l’extracomunitario ha fornito generalità false, prima di essere identificato, come un pregiudicato, irregolare sul territorio italiano in seguito ad un ordine di espulsione decretato dal questore di Catania.

Il 32enne è stato, pertanto, arrestato e rinchiuso nel carcere di Castrovillari.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS