Decine di capi d’abbigliamento rubati rinvenuti in un’abitazione, denunciato nucleo familiare

I Carabinieri hanno denunciato a Cosenza, con l’accusa di ricettazione, un intero nucleo familiare composto da padre, madre e due figli – una  ragazza ed un ragazzo - maggiorenni.     

In particolare, durante  una perquisizione domiciliare, i militari hanno rinvenuto in un armadio, circa 170 capi d’abbigliamento di varie marche, con ancora attaccati i cartellini e l’antitaccheggio.

Il valore della merce rinvenuta ammonta a circa ottomila euro.

La refurtiva, composta da vestiario proveniente da vari magazzini ubicati su corso Mazzini, a Cosenza è stata sequestrata in attesa dei necessari accertamenti finalizzati a fare luce sulla dinamica  dei furti.

  • Published in Cronaca

Beccato con mezzo chilo di cocaina, arrestato

Aveva a casa più di mezzo chilo di cocaina. Per questo motivo, un 27enne, R.M., è stato arrestato dalla polizia di Stato, a Cosenza.

L’arresto è avvenuto in seguito ad una perquisizione domiciliare scattata dopo che l’indagato era stato sorpreso a cedere una dose di cocaina ad un uomo. Sottoposto a controllo nell’immediatezza dell’accaduto, il giovane è stato trovato in possesso di altri 5 grammi di cocaina e denaro contante.

A quel punto, gli agenti hanno deciso di approfondire il controllo con una perquisizione domiciliare, durante la quale hanno trovato mezzo chilo di cocaina pura, materiale per il confezionamento della droga e oltre 7 mila euro.

Dopo essere stato arrestato nella flagranza di reato di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di cocaina, R.M. è stato tradotto nella locale casa circondariale.

Minaccia una donna con malefici e sortilegi, cartomante in manette per estorsione

I poliziotti della Squadra mobile di Cosenza hanno arrestato in flagranza di reato P.L., 55 anni, del luogo, ritenuta responsabile di estorsione aggravata nei confronti di una donna.

In particolare, le indagini, avviate lo scorso maggio dopo la denuncia dell'interessata, hanno permesso di ricostruire come l’indagata, nelle vesti di sedicente cartomante, avrebbe minacciato la presunta vittima di malefici e ripercussioni da parte della criminalità, nel caso avesse rifiutato di consegnarle 500 euro quale corrispettivo per prestazioni di carto-chiromanzia che avrebbe effettuato per eliminare le “negatività” che avvolgevano il nucleo familiare della vittima.

Ricevuta la denuncia, gli investigatori hanno concordato un appuntamento per la consegna del denaro. All’incontro avvenuto a Rende, la 55enne è stata arrestata  dopo aver ricevuto dalla vittima la somma di denaro richiesta.

Una volta espletate le formalità di rito, la donna è stata posta ai domiciliari.

  • Published in Cronaca

Rubano il registratore di cassa di un bar e si danno alla fuga, arrestati

I Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Cosenza hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un 46enne ed un 34enne del luogo, accusati di furto aggravato.       

L’arresto è scattato in seguito ad una telefonata al 112 con la quale alcuni passanti hanno segnalato l’attivazione dell’antifurto di un noto locale della zona. Giunta sul posto, la pattuglia dell’Arma ha notato due persone che si stravano dando alla fuga con il registratore di cassa appena rubato.

I fuggitivi sono stati, infine, bloccati dall’equipaggio di un’altra “gazzella” che nel frattempo si era messa sulle loro tracce.

I presunti ladri sono stati tratti in arresto e sottoposti all’obbligo di dimora, in seguito all’udienza con il rito direttissimo.

  • Published in Cronaca

Cocaina e hashish in casa, arrestato

Un 26enne, R.D., già sottoposto a sorveglianza speciale, è stato arrestato dalla Polizia di Stato a Cosenza, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, il giovane, durante una perquisizione domiciliare, ha consegnato agli agenti una dose di hashish. Nel prosieguo del controllo, nascosti nel contatore dell’energia elettrica, sono stati trovati 50 grammi di cocaina. Come se non bastasse, nell’abitazione sono stati rinvenuti: una pistola scacciacani, materiale per il confezionamento dello stupefacente, un bilancino, 1.250 euro in contanti e un coltello intriso di droga.

Pertanto, per il 26enne, che è stato denunciato anche per violazione della sorveglianza speciale, si sono aperte le porte della locale casa circondariale.

  • Published in Cronaca

Lunedì al Castello Svevo di Cosenza “Voce e notte-history” dei fratelli Tanzillo

Lunedì 19 luglio, alle ore 21, al Castello Svevo Cosenza, Stefano e Andrea Tanzillo, fratelli e cantanti lirici di professione, presentano al Castello Svevo Cosenza uno show musicale con l'accompagnamento di una band pop-classica, diretta dal maestro Andrea Bauleo. “Lo spettacolo ripercorre la storia dei classici napoletani in rivisitazione pop-rock, cantati con impostazione classica dai due tenori. Inoltre, si spazierà con aforismi inediti del Maestro Tanzillo, recitati in chiave partenopea e con la narrazione di un racconto, ad opera degli attori Barbara Bruni e Francesco Antonio Conti”, dicono i protagonisti. Inoltre, si spazierà con inediti aforismi del Maestro Tanzillo, recitati in chiave partenopea.

Il Maestro Stefano Tanzillo si occupa di spettacolo ormai da anni. Artista eclettico, è impegnato oltre che nel settore della lirica, in teatro, in televisione, in attività concertistiche e anche come ideatore e organizzatore di eventi. Il suo intento è quello di ritornare sulle scene per omaggiare il suo pubblico con uno spettacolo che ripercorre la storia del classici napoletani in chiave Pop-Rock grazie agli arrangiamenti di una Band Pop-Classica composta dai validissimi Maestri Danilo Chiarella, Paolo Docimo, Roberto Risorto, Roberto Ventura e diretta dal Maestro Andrea Bauleo. I fratelli Tanzillo ripercorreranno la migliore tradizione della canzone napoletana, da Maruzzella, famigerato brano del Maestro Carosone a I te vurrià vasà che vide la luce agli inizi del '900. Non mancheranno i grandi classici in cui tutti i più grandi tenori si sono cimentati: Dicitincello Vuje, Tu ca nun chiagne e Voce e notte che dà il titolo all'opera.

“Napoli, sospesa e incerta tra una spinta a salire al cielo e una controspinta a sprofondare in terra”. La citazione di Erri De Luca è stata la fonte d'ispirazione per la stesura della drammaturgia dell'opera, affidata agli autori e attori Barbara Bruni e Francesco Antonio Conti che supporteranno scenicamente i fratelli Tanzillo insieme al piccolo attore Giuseppe Cofone. Un viaggio, tanto onirico quanto reale tra le porte di Napoli, che è metafora del passaggio tra un mondo e un altro, tra il vecchio e il nuovo, tra ciò che era e ciò che sarà.

La serata sarà arricchita da due ospiti d'eccezione: i maestri Federico Veltri (tenore) e Massimo Perna (trombettista). I biglietti per partecipare alla serata sono in prevendita Inprimafila a Cosenza.

  • Published in Cultura

"Exit Deviazioni in arte e musica", Giovanni Allevi e Arturo Brachetti al Teatro dei Ruderi di Cirella

Ritorna “Exit Deviazioni in arte e musica”, la rassegna promossa da Piano B che coniuga lo spettacolo dal vivo alla valorizzazione del territorio. “EXIT” ha negli anni proposto spettacoli capaci di offrire nuove vie di fuga, un’evasione possibile attraverso le più diverse forme stilistiche invitando ad osservare gli eventi da un altro punto di vista, provare a vivere secondo un altro ritmo ed un’altra dimensione. 

Scenario di questa quarta edizione è il Teatro dei Ruderi di Cirella a Diamante, immerso nella meravigliosa area costiera denominata “Riviera dei Cedri”; un luogo perfetto per trascorrere una giornata alla scoperta del bello - storico e naturale - da contemplare ed ammirare.

Il primo appuntamento in programma è mercoledì 11 Agosto con l’estro ed il carisma del M° Giovanni Allevi. Un concerto suggestivo, raffinato ed emozionante quello proposto dall’enfant terrible della musica classica contemporanea, capace di stregare con le sue note milioni di giovani che, affascinati dal suo esempio, si avvicinano alla musica colta e all'arte creativa della composizione. Un grande talento ed un look fuori dai canoni tradizionali: jeans, t- shirt e scarpe da ginnastica sono la sua cifra stilistica e l’essential con cui incontra il suo pubblico dalla Carnegie Hall di New York all’Auditorium della Città Proibita di Pechino. Compositore, direttore d’orchestra e pianista, molte sono le tesi di laurea a lui dedicate e il suo Concerto per Pianoforte e Orchestra n. 1 è stato inserito nel “Concorso pianistico internazionale Città di Cantù - sezione Musica XXI sec. Una curiosità: l’Agenzia Spaziale americana NASA gli ha intitolato un asteroide.

Ancora musica, e ancora uno stile non convenzionale per il secondo appuntamento in programma: Venerdì 20 Agosto, “Pierino, il lupo e l’altro”, il concerto dell’ Ensemble Symphony Orchestra con il racconto di Arturo Brachetti.  Un progetto che nasce dall’idea di creare un’occasione concreta per ampliare il pubblico della musica sinfonica attraverso una formula originale  coinvolgente e divertente: una vera e propria attività di divulgazione musicale, un viaggio colmo di melodie, suoni e magiche atmosfere capaci di rendere visibile la musica. Sul palcoscenico del Teatro dei Ruderi l’Ensemble Symphony Orchestra una delle più conosciute orchestre nell’ambito nazionale che ha fatto della versatilità la sua cifra stilistica. A rendere speciale il concerto, il racconto di Arturo Brachetti, uno degli artisti teatrali italiani più̀ noti al mondo, qui impegnato in veste di voce narrante. Profondo conoscitore del teatro internazionale, da tempo affianca a quello di artista il ruolo di showteller con lo scopo di diffondere e divulgare la conoscenza delle arti dello spettacolo in maniera semplice e coinvolgente.

Ad armonizzare il continuo flusso creativo, la direzione del M° Giacomo Loprieno. Da questi incontri, un risultato unico e sorprendente: un concerto dal sapore di spettacolo, inusuale e accessibile a target differenti, che mescola musica, teatralità e sand painting creando nuove e affascinanti esperienze.

Ancora una volta, Piano B propone qualità e artistico stupore, grazie al privilegio di poter condividere insieme al pubblico ed agli artisti la passione per la narrazione in tutte le sue forme e il fermento che produce la cultura.   Exit, sarà ancora una volta il giusto contenitore da cui estrarre insieme la meraviglia ed il divertimento, con creatività, energia e condivisione.

 

Info e Biglietti: Inprimafila Cosenza, TicketOne e Do It Yourself Ticket. 

  • Published in Cultura

Aveva in casa anche 460 grammi della terribile “cocaina rosa”, arrestato

I Carabinieri della Stazione di Cosenza Centro hanno tratto in arresto un 51enne del luogo, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, i militari, durante una perquisizione domiciliare hanno rinvenuto in uno zainetto:  789 grammi di cocaina, 462 grammi di “cocaina rosa” e 100 grammi di marijuana.

Una scoperta davvero sorprendente, soprattutto per quel che concerne la “cocaina rosa”, il cui rinvenimento rappresenta una novità nel panorama cosentino. La “cocaina rosa” è una droga sintetica che produce devastanti effetti psichedelici in grado di creare allucinazioni. Si tratta di uno stupefacente venduto ad un prezzo molto alto e pertanto diffuso soprattutto tra le persone facoltose.

Il 51enne, al termine delle formalità di rito, è stato associato alla casa circondariale di Cosenza.

Subscribe to this RSS feed