Cosmo Tassone, il politico di razza dalle maniere semplici

Bisogna sempre dir bene dei morti. In alcuni casi il precetto si rispetta per convenzione, in altri per convinzione.

La seconda categoria si applica sicuramente al compianto Cosmo Tassone o meglio “lu  Cecchino”.

Proprio quell’appellativo, usato familiarmente da quanti lo conoscevano, ne faceva intuire il carattere gioviale, la disponibilità e la propensione all’ascolto.

Del resto, le persone ed il territorio, erano la ragione del suo agire politico. Non a caso, proprio al territorio ed alla sua gente ha dato tutto sé stesso, fin da quando ha abbandonato la carriera accademica per ritornare nella sua Brognaturo.

Una scelta che la sua comunità ha sempre ripagato, non facendogli mai mancare sostegno e fiducia.

Lo stesso, però, non può dirsi per un territorio che non gli ha riconosciuto le giuste gratifiche.

Le sue doti e le sue capacità avrebbero meritato, infatti, ben altro proscenio. Un proscenio, purtroppo, precluso dalle umane miserie e delle meschine gelosie in cui, il più delle volte, s’imbatte chi fa politica con passione.

Le sue riflessioni, le sue analisi lucide, capaci di spingersi ben oltre l’angusto recinto cui ha dedicato la sua vita, offrivano l’immagine di un politico di razza.

Ascoltandolo, si comprendeva perfettamente che ad animarne l’operato non era solo una solida e consapevole visione strategica, ma l’idea del primato della politica, intesa come forza regolatrice ed ordinatrice della realtà.

Se la sorte e gli uomini gli avessero offerto le possibilità immeritatamente concesse ad altri, molto probabilmente, l’intera fascia montana delle Serre oggi non dovrebbe dibattersi per sfuggire all’abbraccio fatale dello spopolamento.

Di certo, al dubbio di ciò che avrebbe potuto fare, si contrappone la certezza di ciò che ha fatto per donare futuro e speranza alla sua gente.

Con lui se ne va, non solo un pezzo di storia, ma anche uno dei protagonisti più rappresentativi del territorio delle Serre.

Un uomo ed un politico la cui epigrafe andrebbe vergata con un passo del Leopardi: “È curioso a vedere, che gli uomini di molto merito hanno sempre le maniere semplici, e che sempre le maniere semplici sono prese per indizio di poco merito”.

  • Pubblicato in Diorama

Cosmo Tassone, i funerali domani a Brognaturo

Si svolgeranno domani (13 gennaio) alle 16, nel Santuario di Maria SS. della Consolazione di Brognaturo, le esequie del sindaco Cosmo Tassone.

Il sindaco brognaturese si è spento questa mattina nella sua abitazione in seguito ad un arresto cardiaco.

La scomparsa di Tassone ha suscitato viva commozione nel mondo politico.

Messaggi di cordoglio sono giunti, tra  gli altri, dal presidente facente funzione Nino Spirlì e dagli assessori della Regione Calabria.

Brognaturo, morte di Cosmo Tassone: il cordoglio della giunta regionale

Il presidente facente funzioni Nino Spirlì e gli assessori della Giunta regionale della Calabria esprimono il loro profondo cordoglio per la scomparsa del sindaco di Brognaturo, Cosmo Tassone.

“La morte del sindaco Tassone - affermano - sconvolge l’intera comunità di Brognaturo e lascia un vuoto profondo in tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e di apprezzarne le straordinarie doti umane, politiche e amministrative. Porgiamo le più sentite condoglianze alla famiglia di Tassone e a tutti i suoi concittadini”.

  • Pubblicato in Politica

Brognaturo, è morto il sindaco Cosmo Tassone

E’ morto Cosmo Tassone. Il sindaco di Brognaturo si è spento questa mattina all’età di 71 anni.

Da quanto appreso, il decesso sarebbe stato causato da un arresto cardiaco.

L’improvvisa scomparsa di Tassone ha destato viva commozione, non solo a Brognaturo di cui è stato più volte sindaco, ma in tutto il territorio delle Serre.

Nella sua lunga carriera politica, caratterizzata dall’appartenenza  al Partito socialista, prima ed a Forza Italia, poi, Tassone ha ricoperto diversi  incarichi importanti. Tra  i più significativi, la presidenza del Comitato di gestione dell’allora Usl 21 con il quale ha dato forte impulso alle attività dell’ospedale di Serra San Bruno.

Coronavirus: Il sindaco Tassone blinda Brognaturo. Fontanelle precluse ai non residenti

“Divieto assoluto dell’uso delle fontane pubbliche, situate sul marciapiede adiacente il fiume Ancinale, ai non residenti”.

E’ quanto prevede un’ordinanza emanata questa mattina dal sindaco di Brognaturo, Cosmo Tassone.

La misura, disposta per contrastare la diffusione del coronavirus, non sarà estesa ai cittadini brognaturesi, i quali potranno continuare ad approvvigionarsi, fermo restando “ l’obbligo di rispettare la distanza di almeno cinque metri tra le macchine e, tra le persone,la distanza di almeno un metro”.

L’atto pubblicato oggi, va quindi a rettificare, inasprendole, le misure contenute nell’ordinanza emessa ieri, con la quale erano state emanate le seguenti disposizioni:

“1) Il divieto di spostamenti in entrata ed in uscita dal Comune di Brognaturo, nonché il divieto di spostarsi  all’interno dello stesso Comune per motivi diversi dal DPCM dell’8 Marzo 2020 tranne che per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di salute o rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. In ogni caso,sono vietati gli assembramenti con l’obbligo di rispettar la distanza di sicurezza minima di un metro fra le persone. Situazioni di necessità riguardano l’acquisto di beni essenziali come ad esempio fare la spesa o recarsi in farmacia. Anche in questo caso si raccomanda di contingentare gli spostamenti (es. limitare al massimo le uscite e in ogni caso un solo componente per nucleo familiare).

2) La chiusura delle attività commerciali ad eccezione dei negozi di generi alimentari e della farmacia secondo orari e turni prestabiliti;

3) Il divieto assoluto di sostare sulle panchine di piazze, viali e luoghi pubblici;

4) Il divieto assoluto per i venditori ambulanti di espletare la propria attività di vendita all’interno del territorio comunale.

5)

Il divieto di praticare ogni attività motoria e sportiva all’aperto, anche in forma individuale.

6) Deve essere rispettata la distanza di almeno un metro tra gli utenti che sostano al di fuori dell’ufficio postale;

7)L’uso delle fontane pubbliche, situate sul marciapiede,adiacente il fiume Ancinale è consentita anche ai non residenti, purché venga rispettata tra le macchine,in attesa di approvvigionarsi di acqua,la distanza di almeno cinque metri e tra le persone la distanza di almeno un metro.

8) Gli animali d’affezione possono essere portati fuori da casa per le esigenze fisiologiche, ma nelle immediate adiacenze della propria abitazione e per il tempo strettamente necessario e,comunque,lontane dall’eventuale presenza di altre persone”.

Brognaturo, Cosmo Tassone è il nuovo sindaco. Preferenze di tutti i candidati

E' andata a Cosmo Tassone la fascia tricolore di primo cittadino di Brognaturo.

Alla testa della lista "Servire il popolo" è riuscito ad avere la meglio sullo sfidante Bruno Papa

Il verdetto delle urne ha consegnato alla compagine del neo sindaco 257 voti.

Alla lista "Rinnovamento e Crescita", guidata da Bruno Papa, gli elettori hanno invece accordato 205 consensi.

Il candidato che ha ottenuto il maggior numero di preferenze è stato Cosimo Nicola Papa con 68 voti

Il candidato meno votato è stato, invece Rita Federico con 3 soli voti

 

Di seguito le prefernze ottenute dai singoli  candidati

“Servire il popolo” Candidato a sindaco Cosmo Tassone. Voti Totali: 257

  1. Luca Circosta - 25
  2. Consolatina De Stefano - 27
  3. Cosimo Nicola Papa - 68
  4. Emanuele Rizzo - 34
  5. Bruno Tassone - 18
  6. Giuseppe Salvatore Tassone - 15
  7. Ilario Cosimo Tripodi - 56

“Rinnovamento e crescita” - Candidato a sindaco Bruno Papa. Voti totali:202

  • Pubblicato in Politica

Brognaturo, Amministrative: si rinnova la sfida Papa - Tassone

Niente di nuovo sotto il sole. Le elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale brognaturese sembrano un vero e proprio déjà vu. A disputarsi la poltrona di sindaco ci saranno, infatti, l’immarcescibile Cosmo Tassone e l’”oppositore” di lungo corso Bruno Papa.

Dopo il passo indietro di cinque anni fa, che sembrava presagire l’addio alla politica attiva, Cosmo Tassone ritorna, quindi, nell’agone a capo della lista “Servire il popolo”.

Dall’altra parte della barricata, ci sarà, invece, Bruno Papa che, alla guida della lista civica “Rinnovamento e crescita”, punta a conquistare quella che, negli ultimi decenni, è stata l’inespugnabile roccaforte di Tassone. Una roccaforte sulla quale, l’incedere del tempo, potrebbe  aver aperto pericolose crepe.

Di seguito le due liste:

“Servire il popolo”

Cosmo Tassone candidato a Sindaco

1)Luca Circosta
2) Consolatina De Stefano 
3) Cosimo Nicola Papa 
4) Emanuele Rizzo
5) Bruno Tassone 
6) Giuseppe Salvatore Tassone
7) Ilario Cosimo Tripodi

“Rinnovamento e crescita”

Bruno Papa candidato a sindaco

1) Cosmo Bertucci
2) Rita Federico
3)Cosmo Garcea
4) Giuseppe Antonio Iennarella
5) Maria Carmela Mangiardi
6) Mario Miletta
7) Anna Maria Petrolo
8) Giuseppantonio Salvatore Pupo
9) Francesco Romano
10) Caterina Tedeschi

 

  • Pubblicato in Politica

Tutto pronto per le elezioni comunali di Brognaturo

Manca solo l'ufficialità ma sembra che ormai a Brognaturo i giochi per la composizione delle liste che si contenderanno la municipalità sono fatti.
La lista Rinnovamento e Crescita, con a capo Bruno Papa, conferma la presenza dei volti storici del gruppo come Maria Carmela Mangiardi, che la scorsa tornata elettorale, a capo della stessa compagine, mancò la vittoria per una manciata di voti; altre presenze di rilievo sono quelle di Giuseppe Iennarella, Annamaria Petrolo e Mario Miletta, mentre per gli altri candidati c'è un'ampia rosa di nomi tra i quali scegliere visto che il numeroso gruppo lavora coeso da cinque anni.
Dall’altra parte lo storico leader brognaturese, Cosimo Tassone, si rimette a capo di una compagine politica dal nome che ha il sapore tutto maoista "Servire il popolo". Cosmo Tassone in questo modo punta a rientrare nel giro politico locale e provinciale ambendo ad un ruolo di primo piano nella politica del comprensorio montano.
Appare ormai certa la rottura con l'attuale sindaco Giuseppe Antonio Iennarella, che non solo non sarà più candidato ma, secondo i ben informati, dovrebbe ritrovare l'unità familiare persa nelle ultime elezioni, appoggiando il cugino candidato nella lista capeggiata dall'avvocato Papa. 
Il grande escluso di turno sembra invece essere Cosimo Rizzo che, dopo la presenza quinquennale del figlio Nicola come consigliere comunale, era stato dato come il candidato a sindaco proprio nella lista formata da Cosimo Tassone ma, all'ultimo istante, pare abbia ceduto il passo proprio allo stesso Tassone, rimanendo quindi completamente fuori dai giochi.
Sempre secondo le prime indiscrezioni questa la rosa dei nomi che parteciperà alla tornata elettorale con la lista Servire il Popolo:
1. Luca Circosta2. Consolatina De Stefano - 3. Cosimo Nicola Papa - 4. Emanuele Rizzo - 5. Bruno Tassone - 6. Giuseppe Salvatore Tassone  7. Ilario Cosimo Tripodi
 
  • Pubblicato in Politica
Sottoscrivi questo feed RSS