Scuole in Calabria, Spirlì al governo: "Riaperture graduali senza forzature"

«Condivido il principio della gradualità per la riapertura delle scuole, ma nei primi tempi si dovrà riflettere su ciò che è necessario per i singoli territori. In alcune regioni, tra cui la Calabria, bisogna lasciare ai genitori la possibilità di condividere con gli istituti scolastici la scelta della didattica a distanza».

È quanto ha sostenuto il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì, nel corso dell’incontro in videoconferenza con il Governo dedicato alle prossime riaperture.

«La Calabria – ha continuato Spirlì – è l’unica regione in cui, nelle aule, l’aria si cambia semplicemente aprendo le finestre? Forse le scuole del resto del Paese sono dotate di impianti per il riciclo? Allora i vari governi non ci hanno fornito i condizionatori in grado di garantire sempre aria pulita durante le lezioni. Ritengo che, fino a quando le aule non saranno sicure, non si possano fare forzature. Siamo disposti a restituire i banchi a rotelle pur di avere i condizionatori».

«Com’è noto – ha concluso il presidente della Regione – la sanità calabrese è in grande difficoltà e noi dobbiamo fare tutto il possibile per tutelare la salute delle persone e per prevenire ogni rischio. Bene dunque la gradualità, ma prima bisogna sistemare tutte le aule. I banchi a rotelle non ci servono, i condizionatori d’aria, invece, sì».

  • Pubblicato in Politica

Emergenza Covid in Calabria, il bollettino di oggi: 5 morti e 450 nuovi casi positivi

Cinque morti, 274 guariti e 450 nuovi casi positivi.

Questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria.

Complessivamente, quindi, su 684.109 persone sottoposte a tampone dall'inizio della pandemia, 55.595 sono risultate positive.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Cosenza: casi attivi 7.409 (118 in reparto AO di Cosenza; 35 in reparto al presidio di Rossano;18 al presidio ospedaliero di Acri; 30 al presidio ospedaliero di Cetraro; 0 all'ospedale da Campo; 17 in terapia intensiva, 7.187 in isolamento domiciliare); casi chiusi 10.760 (10.330 guariti, 430 deceduti).

- Catanzaro: casi attivi 2.866 (55 in reparto all'AO di Catanzaro; 9 in reparto al presidio di Lamezia Terme; 22 in reparto all'AOU Mater Domini; 17 in terapia intensiva; 2.763 in isolamento domiciliare); casi chiusi 5.337 (5.225 guariti, 112 deceduti).

- Crotone: casi attivi 1.072 (44 in reparto; 1.028 in isolamento domiciliare); casi chiusi 3.980 (3.913 guariti, 67 deceduti).

- Vibo Valentia: casi attivi 399 (16 ricoverati, 383 in isolamento domiciliare); casi chiusi 4.290 (4.214 guariti, 76 deceduti).

- Reggio Calabria: casi attivi 2.219 (98 in reparto all'AO di Reggio Calabria; 33 in reparto al presidio ospedaliero di Gioia Tauro; 9 in terapia intensiva; 2.079 in isolamento domiciliare); casi chiusi 16.885 (16.615 guariti, 270 deceduti).

- Altra Regione o stato estero: casi attivi 69 (69 in isolamento domiciliare); casi chiusi 309 (309 guariti).

I casi segnalati nelle ultime 24 ore sono così distribuiti: 139 in provincia di Reggio Calabria, 183 in provincia di Cosenza, 51 in provincia di Catanzaro, 69 in provincia di Crotone e 6 in quella di Vibo Valentia. 

 

Covid in Calabria, altri 4 comune in zona rossa

Il presidente della Regione, Nino Spirlì, ha firmato, nell’ambito delle misure di contrasto al Covid-19, l’ordinanza n. 27, che dispone l’istituzione di “zone rosse” nei comuni di Mandatoriccio, Tortora e San Sosti (provincia di Cosenza) e Delianuova (Reggio Calabria).

L’ordinanza entra in vigore dalle ore 5 del 20 aprile 2021 a tutto il 30 aprile 2021.

«Considerato che l’analisi dei dati cumulativi a livello regionale evidenzia, segna negli ultimi sette giorni, una ripresa nella crescita del numero assoluto dei casi confermati e dell’incidenza per 100mila abitanti, e impongono di mantenere alto il livello di attenzione sia per la situazione epidemiologica presente in specifici territori, che per il grado di saturazione nel numero di posti letto occupati in Area Medica e Terapia Intensiva. Al fine di mitigare la curva di crescita dei contagi, è necessario intervenire con misure maggiormente restrittive in quelle aree dei territori provinciali nei quali l’incidenza di casi confermati per 100mila abitanti è superiore alla media regionale e raggiunge i valori di allerta»

«Il dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza – riporta il provvedimento – ha comunicato che nel Comune di Mandatoriccio, negli ultimi 7 giorni si è registrata una elevata incidenza di nuovi casi confermati, pari a 413 per 100mila abitanti, con focolai plurimi che interessano anche la fascia di popolazione under 18 e ulteriori 41 soggetti già positivi al test rapido antigenico, in attesa di conferma».

«Il dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza – è scritto nell’ordinanza – ha comunicato che nel Comune di San Sosti negli ultimi 7 giorni si è registrata una elevata incidenza di nuovi casi confermati, pari a 1.200 per 100mila abitanti, con focolai distribuiti in maniera eterogenea su tutto il territorio comunale e ulteriori 20 soggetti già positivi al test rapido antigenico, in attesa di conferma».

«Il dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza – viene inoltre specificato – ha comunicato che nel Comune di Tortora si segnalano 49 casi attivi, dei quali quasi il 50% si è registrato negli ultimi 7 giorni, con ulteriori 23 soggetti già positivi al test rapido antigenico, in attesa di conferma; in detto territorio si rileva un ampio cluster scolastico (6-12 anni) nonché la presenza, a seguito avvenuto sequenziamento, della variante “inglese” del Sars-CoV-2».

 Quanto a Delianuova, il dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Reggio Calabria ha comunicato che nel Comune, che conta poco più di 3.300 abitanti, «si segnalano 96 casi attivi, dei quali il 98% si è registrato negli ultimi 7 giorni».

 Nei territori dei quattro Comuni interessati «si assiste pertanto a un trend fortemente crescente negli ultimi 7 giorni e si registra una incidenza, rispetto alla popolazione residente, superiore ai livelli di allerta. Le misure previste nelle disposizioni nazionali e regionali vigenti devono essere, nei suddetti territori individuati ad alta progressione epidemica, rafforzate al fine di mitigare tempestivamente la crescita dei contagi, che sta assumendo dimensioni problematiche».

Emergenza Covid in Calabria, il bollettino di oggi: 12 morti, 349 guariti e 156 nuovi casi positivi

Dodoci morti, 349 guariti e 156 nuovi casi positivi.

Questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria.

Complessivamente, quindi, su 680.955 persone sottoposte a tampone dall'inizio della pandemia, 55.145 sono risultate positive.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Cosenza: casi attivi 7.228 (115 in reparto AO di Cosenza; 36 in reparto al presidio di Rossano;17 al presidio ospedaliero di Acri; 28 al presidio ospedaliero di Cetraro; 0 all'Ospedale da Campo; 16 in terapia intensiva, 7.013 in isolamento domiciliare); casi chiusi 10.759 (10.330 guariti, 429 deceduti).

- Catanzaro: casi attivi 2.944 (56 in reparto all'AO di Catanzaro; 11 in reparto al presidio di Lamezia Terme; 18 in reparto all'AOU Mater Domini; 18 in terapia intensiva; 2841 in isolamento domiciliare); casi chiusi 5.208 (5.097 guariti, 111 deceduti).

- Crotone: casi attivi 1.056 (42 in reparto; 1014 in isolamento domiciliare); casi chiusi 3.926 (3.860 guariti, 66 deceduti).

- Vibo Valentia: casi attivi 393 (16 ricoverati, 377 in isolamento domiciliare); casi chiusi 4.290 (4.214 guariti, 76 deceduti).

- Reggio Calabria: casi attivi 2.175 (108 in reparto all'AO di Reggio Calabria; 28 in reparto al P.O di Gioia Tauro; 10 in terapia intensiva; 2029 in isolamento domiciliare); casi chiusi 16.790 (16.522 guariti, 268 deceduti).

- Altra Regione o stato estero: casi attivi 67 (67 in isolamento domiciliare); casi chiusi 309 (309 guariti).

I casi segnalati nelle ultime 24 ore sono così distribuiti: 120 in provincia di Reggio Calabria, 23 in provincia di Cosenza, 11 in provincia di Catanzaro, 2 in provincia di Crotone e 0 in quella di Vibo Valentia. 

 

Vaccino Covid, nel Vibonese avviata la somministrazione agli over 60 (Come prenotare)

Prosegue la campagna vaccinale anti-covid dell'Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia.

In questi giorni sono in fase di completamento le vaccinazioni agli over 80 ed ai soggetti fragili mediante la somministrazione delle seconde dosi.

Il commissario straordinario dell’Asp, Maria Bernardi, su input del commissario ad acta, Guido Longo, ha disposto l’avvio della somministrazione dei vaccini anche per gli over 60.

Da oggi infatti, tutti gli over 60 potranno registrarsi sulla piattaforma online raggiungibile tramite il seguente link: http://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it.

Agli over 60 sarà somministrato l’Astrazeneca (ora Vaxzevria) raccomandato dalle direttive ministeriali e ritenuto, dagli organismi scientifici, un vaccino sicuro.

Tuttavia, per i polipatologici rientranti all’interno della categoria degli over 60, la valutazione sul tipo di vaccino da somministrare spetterà al medico vaccinatore sulla base della documentazione sanitaria rilasciata da una struttura pubblica e che l’interessato dovrà esibire allo stesso.

“E’ una corsa contro il tempo – ha dichiarato il massimo responsabile della sanità vibonese Maria Bernardi- è’ necessario procedere celermente nella campagna vaccinale nella chiara consapevolezza che maggiore sarà il numero dei soggetti vaccinati minore sarà il rischio di diffusione del virus”.

Serra, Covid: un guarito, i positivi ora sono 39. Via libera alla riapertura delle scuole

Serra San Bruno - Scende a 39 il numero delle persone attualmente positive al Covid a Serra San Burno.

Nelle ultime ore – da quanto riferito dal sindaco Alfredo Barillari – è stata registrata una nuova guarigione.

Considerato che “da diversi giorni non risultano casi sospetti o nuovi positivi”, il primo cittadino ha deciso di dare il disco verde alla ripresa delle attività didattiche in presenza.

Intanto, per domani è previsto “un drive-in presso l’ospedale per i tamponi di controllo”.

 

 

  • Pubblicato in Cronaca

Covid in Calabria: altri 500 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Sei morti, 118 guariti e 500 nuovi casi positivi.

Questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria.

Complessivamente, quindi, su 679.431 persone sottoposte a tampone dall'inizio della pandemia, 54.989 sono risultate positive.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Cosenza: CASI ATTIVI 7.333 (109 in reparto Azienda ospedaliera di Cosenza; 34 in reparto al presidio di Rossano; 17 al presidio ospedaliero di Acri; 30 al presidio ospedaliero di Cetraro; 0 all'ospedale da Campo; 17 in terapia intensiva, 7.122 in isolamento domiciliare); casi chiusi 10.630 (10.204 guariti, 426 deceduti).

- Catanzaro: casi attivi 3.013 (55 in reparto Azienda ospedaliera di Catanzaro; 11 in reparto al presidio di Lamezia Terme; 19 in reparto all'Azienda ospedaliera universitaria Mater Domini; 18 in terapia intensiva; 2.910 in isolamento domiciliare); casi chiusi 5.130 (5.020 guariti, 110 deceduti).

- Crotone: casi attivi 1.134 (32 in reparto; 1.102 in isolamento domiciliare); casi chiusi 3.845 (3.785 guariti, 60 deceduti).

- Vibo Valentia: casi attivi 422 (16 ricoverati, 406 in isolamento domiciliare); casi chiusi 4.261 (4.185 guariti, 76 deceduti).

- Reggio Calabria: casi attivi 2.099 (105 in reparto all'Azienda ospedaliera di Reggio Calabria; 27 in reparto al presidio ospedaliero di Gioia Tauro; 11 in terapia intensiva; 1.956 in isolamento domiciliare); casi chiusi 16.746 (16.480 guariti, 266 deceduti).

- Altra Regione o stato estero: casi attivi 67 (67 in isolamento domiciliare); casi chiusi 309 (309 guariti).

I casi segnalati nelle ultime 24 ore sono così distribuiti: 158 in provincia di Reggio Calabria, 242 in provincia di Cosenza, 50 in provincia di Catanzaro, 42 in provincia di Crotone e 8 in quella di Vibo Valentia. 

 

Covid in Calabria, i nuovi casi sono 433

Cinque morti, 239 guariti e 433 nuovi casi positivi.

Questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria.

Complessivamente, quindi, su 672.656 persone sottoposte a tampone dall'inizio della pandemia, 54.017 sono risultate positive.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

- Cosenza: casi attivi 7.113 (116 in reparto Azienda ospedaliera di Cosenza; 36 in reparto al presidio di Rossano;17 al presidio ospedaliero di Acri; 28 al presidio ospedaliero di Cetraro; 0 all'Ospedale da Campo; 17 in terapia intensiva, 6.897 in isolamento domiciliare); casi chiusi 10.423 (10.005 guariti, 418 deceduti).

- Catanzaro: casi attivi 2.887 (60 in reparto all'Azienda ospedaliera di Catanzaro; 10 in reparto al presidio di Lamezia Terme; 22 in reparto all'Azienda ospedaliera universitaria Mater Domini; 17 in terapia intensiva; 2.778 in isolamento domiciliare); casi chiusi 5.130 (5.020 guariti, 110 deceduti).

- Crotone: casi attivi 1.081 (39 in reparto; 1042 in isolamento domiciliare); casi chiusi 3.803 (3.743 guariti, 60 deceduti).

- Vibo Valentia: casi attivi 406 (15 ricoverati, 391 in isolamento domiciliare); casi chiusi 4237 (4162 guariti, 75 deceduti).

- Reggio Calabria: casi attivi 1.970 (104 in reparto all'Azienda ospedaliera di Reggio Calabria; 27 in reparto al presidio ospedaliero di Gioia Tauro; 9 in terapia intensiva; 1830 in isolamento domiciliare); casi chiusi 16.591 (16.328 guariti, 263 deceduti).

- Altra Regione o stato estero: casi attivi 67 (67 in isolamento domiciliare); casi chiusi 309 (309 guariti).

I casi segnalati nelle ultime 24 ore sono così distribuiti: 146 in provincia di Reggio Calabria, 170 in provincia di Cosenza, 58 in provincia di Catanzaro, 47 in provincia di Crotone e 12 in quella di Vibo Valentia. 

 

Sottoscrivi questo feed RSS