Serra, rischio Covid: mercato sospeso anche domani

Non si svolgerà neppure domani il consueto mercato del giovedì.

E’ quanto stabilisce un’ordinanza emessa oggi dal sindaco di Serra San Bruno, Alfredo Barillari.

Il provvedimento è stato adottato in considerazione “dell’aumento dei contagi” registrato nel territorio comunale e per “prevenire una possibile, potenziale trasmissione del virus”.

  • Published in Cronaca

Fabrizia: altri due casi di Covid

Due nuovi casi di Covid sono stati registrati oggi a Fabrizia.

A darne notizia è il sindaco Francesco Fazio il quale, inoltre, ha fatto sapere che allo momento i casi attivi sono 21.

Rimane invece invariato il bilancio dei guariti, allo stato fermo a quota 52.

  • Published in Cronaca

Covid in Calabria: 2.288 nuovi contagi e 9 decessi, in calo i ricoveri

Nove decessi, 1.050 guariti e 2.288 nuovi casi positivi.

Questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria.

Complessivamente, su 1.806.078 (+13.581) tamponi eseguiti dall'inizio della pandemia, 133.377 hanno dato esito positivo.

Il tasso di positività si attesta, quindi, al 16,85 per cento.

Dalla lettura del bollettino regionale si evince che allo stato ci sono 394 (-16) pazienti ricoverati nei reparti ordinari e 38 in terapia intensiva.

Sale a 30.861 (+1.229) il dato degli attualmente positivi e a 30.428 (+1.245) quello delle persone in quarantena.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

– Catanzaro: casi attivi 4050 (74 in reparto, 15 in terapia intensiva, 3961 in isolamento domiciliare); casi attivi 13584 (13404 guariti, 180 deceduti).

– Cosenza: casi attivi 7499 (128 in reparto, 8 in terapia intensiva, 7363 in isolamento domiciliare); casi attivi 29898 (29143 guariti, 755 deceduti).

– Crotone: casi attivi 1426 (21 in reparto, 0 in terapia intensiva, 1405 in isolamento domiciliare); casi attivi 10499 (10365 guariti, 134 deceduti).

– Reggio Calabria: casi attivi 11136 (161 in reparto, 14 in terapia intensiva, 10961 in isolamento domiciliare); casi attivi 38489 (38008 guariti, 481 deceduti).

– Vibo Valentia: casi attivi 6485 (8 in reparto, 0 in terapia intensiva, 6477 in isolamento domiciliare); casi attivi 8596 (8469 guariti, 127 deceduti).

I casi segnalati nelle ultime 24 ore sono così distribuiti: 6 altra regione o Stato estero, 979 in provincia di Reggio Calabria, 452 in provincia di Cosenza, 208 in provincia di Catanzaro, 91 in provincia di Crotone, 552 in quella di Vibo Valentia.

Ue, Ferrara (M5s): "Omicron dilaga, servono nuove misure contro voli fantasma"

“L’Organizzazione mondiale della sanità prevede che un europeo su due sarà contagiato dalla variante Omicron nei prossimi mesi. Questi dati non devono essere sottovalutati dalla Commissione europea che deve agire immediatamente in particolare sul pacchetto trasporti che va calibrato sulla base delle nuove restrizioni legate all’aumento dei casi Omicron. A Marzo scadrà il periodo transitorio delle norme europee che impongono di fare almeno il 50% dei collegamenti per ogni rotta e si passerà al 64% dei voli, una scelta che graverà pesantemente su clima e ambiente con enormi quantitativi di emissioni di gas ad effetto serra e di sostanze inquinanti disperse senza alcuna ragione, se non per mantenere gli slot delle tratte aeree. Insieme all’europarlamentare Mario Furore abbiamo presentato una interrogazione alla Commissione europea per spronarla a prendere decisioni che allo stato attuale non sono più differibili. Servono nuove misure contro i voli fantasmi o a pagarne le conseguenze sarà la lotta ai cambiamenti climatici e la credibilità delle Istituzioni europee davanti agli occhi dei cittadini”, così in una nota Laura Ferrara, europarlamentare del Movimento 5 stelle.

  • Published in Politica

Covid, De Nisi: “Ora lavorare per tamponi gratuiti agli studenti”

«Anche in Calabria per uscire da isolamento, quarantena e auto sorveglianza sarà possibile eseguire un test rapido antigenico presso le strutture autorizzate e riconosciute, come ad esempio le farmacie. Un passo avanti per snellire le operazioni ed evitare lunghe code nelle strutture sanitarie».

Lo afferma il consigliere regionale Francesco De Nisi.

Che aggiunge: «Abbiamo avuto diverse segnalazioni per le lungaggini nella tempistica delle operazioni sui tamponi molecolari, con tempi di attesa ormai diventati insostenibili e una paralisi del personale sanitario, totalmente assorbito in queste attività. L’ordinanza firmata dal presidente Roberto Occhiuto, oltre ad allineare la nostra regione a molte altre, rende più snelle le operazioni e va incontro ai tanti cittadini che una volta negativizzati rimanevano imprigionati nella burocrazia».

Stando alla nuova ordinanza regionale “Per l’esecuzione dei tamponi di fine isolamento e/o quarantena e di auto sorveglianza per il Covid, in alternativa all’Azienda sanitaria provinciale è prevista la possibilità di esecuzione di un test rapido antigenico o molecolare presso gli erogatori pubblici e privati, anche in modalità domiciliare, autorizzati e riconosciuti come abilitati.”

Sarà così possibile effettuare i test rapidi anche nei Dipartimenti di Prevenzione delle ASP e in strutture designate, dai Medici di Medicina Generale/Pediatri di Libera Scelta; nei laboratori di analisi e di patologia clinica accreditati e/o autorizzati con il Servizio Sanitario Regionale, a prescindere dalla configurazione funzionale in termini di settori specializzati; nelle farmacie aderenti al protocollo d’intesa del 5 agosto 2021.

Conclude De Nisi: «Chiederò al presidente Occhiuto di lavorare per rendere prima possibile i tamponi rapidi gratuiti per gli studenti calabresi di ogni ordine e grado, previa prescrizione medica, sia presso le Asp ma anche in farmacia e nei centri autorizzati.Ritengo che bisogna fare in modo che anche in Calabria si possa dare questo fondamentale servizio. Dobbiamo fronteggiare questa nuova ondata di contagi, soprattutto tra i giovani, con azioni importanti come aiutare le famiglie e salvaguardare il sistema scolastico».

  • Published in Politica

Vaccini e booster: i dubbi dell’Oms e il silenzio della stampa

"Sono necessari e andrebbero sviluppati vaccini contro il Covid-19 che abbiano un alto impatto sulla prevenzione dell'infezione e della trasmissione, oltre che sulla prevenzione di malattie severe e morte".

La dichiarazione fatta durante una conferenza stampa dagli esperti dell'Organizzazione mondiale della Sanità, in un paese con una stampa meno ancillare di quella italiana, avrebbe conquistato la prima pagina dei giornali e innescato un dibattito pubblico. Invece, nella democrazia del pensiero unico, la notizia, nella migliore delle ipotesi, è finita in uno di quei pastoni utili solo a riempire d’inchiostro una pagina

Eppure, le parole degli esperti dell’Oms sembrano essere una chiara bocciatura della scelta di puntare tutto su vaccini che - pur riducendo ospedalizzazioni e decessi – non sembrano adeguati a sconfiggere definitivamente il virus.

Le valutazioni dell’Oms meriterebbero un immediato approfondimento, soprattutto nel momento in cui in Italia si spinge acriticamente sulla vaccinazione dei bambini – dopo aver ripetuto per due anni  che non erano a rischio – e sulla somministrare della terza dose – nonostante il Ceo di Moderna abbia fatto capire che con ogni probabilità il booster non durerà a lungo.

A ciò si aggiunga la possibilità, tutt’altro che peregrina, che i ‘vecchi’ vaccini potrebbero rivelarsi inadeguati a contrastare le nuove varianti del virus.

Un’ipotesi, in merito alla quale, gli esperti dell’Oms sembrano avere idee ben chiare: "una strategia di vaccinazione basata su richiami ripetuti dei vaccini attuali ha poche possibilità di essere appropriata o sostenibile - spiegano - in attesa che nuovi vaccini siano disponibili, occorrerà forse aggiornarne la composizione per garantire che continuino a fornire il livello di protezione raccomandato dall'Oms contro l'infezione e la malattia causata dalle varianti".

Affermazioni che fanno il paio con quelle del capo della strategia vaccinale dell’Ema (l’Agenzia europea del farmaco), Marco Cavaleri per il quale “vaccinazioni ripetute a brevi intervalli non rappresentano una strategia sostenibile a lungo termine”. E a proposito di una dose ulteriore successiva alla terza, Cavaleri aggiunge: “non abbiamo ancora dati sulla quarta dose per poterci esprimere, ma ci preoccupa una strategia che prevede di andare avanti con le vaccinazioni a distanza di poco tempo”.

Considerazioni che sembrano mettere in discussione la strategia adottata dal governo italiano per condurci fuori dal tunnel del Covid.

 

Covid in Calabria: 2.189 nuovi casi, impennata di ricoveri

Due decessi, 1.079 guariti e 2.189 nuovi casi positivi.

Questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria.

Complessivamente, su 1.792.497 (+14.004) tamponi eseguiti dall'inizio della pandemia, 131.089 hanno dato esito positivo.

Il tasso di positività si attesta, quindi, al 15,63%

Dalla lettura del bollettino regionale si evince che allo stato ci sono 410 (+28) pazienti ricoverati nei reparti ordinari e 38 (+4) in terapia intensiva.

Sale a 29.632 (+1.108) il dato degli attualmente positivi e a 29.184 (+1.076) quello delle persone in quarantena.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

– Catanzaro: casi attivi 4001 (83 in reparto, 15 in terapia intensiva, 3903 in isolamento domiciliare); casi chiusi 13425 (13245 guariti, 180 deceduti).

– Cosenza: casi attivi 7185 (126 in reparto, 8 in terapia intensiva, 7051 in isolamento domiciliare); casi chiusi 29760 (29011 guariti, 749 deceduti).

– Crotone: casi attivi 1415 (26 in reparto, 0 in terapia intensiva, 1389 in isolamento domiciliare); casi chiusi 10419 (10286 guariti, 133 deceduti).

– Reggio Calabria: casi attivi 10761 (163 in reparto, 14 in terapia intensiva, 10584 in isolamento domiciliare); casi chiusi 37885 (37404 guariti, 481 deceduti).

– Vibo Valentia: casi attivi 6008 (10 in reparto, 0 in terapia intensiva, 5998 in isolamento domiciliare); casi chiusi 8521 (8396 guariti, 125 deceduti).

I casi segnalati nelle ultime 24 ore sono così distribuiti: 6 altra regione o Stato estero, 995 in provincia di Reggio Calabria, 428 in provincia di Cosenza, 205 in provincia di Catanzaro, 152 in provincia di Crotone, 403 in quella di Vibo Valentia.

Covid in Calabria: 1.616 nuovi contagi, ma ci sono 800 guariti

Cinque decessi, 800 guariti e 1.616 nuovi casi positivi.

Questi i dati giornalieri relativi all'epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della salute della Regione Calabria.

Complessivamente, su 1.778.493 (+10.205) tamponi eseguiti dall'inizio della pandemia, 128.900 hanno dato esito positivo.

Il tasso di positività si attesta, quindi, al 15,84%

Dalla lettura del bollettino regionale si evince che allo stato ci sono 382 (+4) pazienti ricoverati nei reparti ordinari e 34 in terapia intensiva.

Sale a 28.524 (+811) il dato degli attualmente positivi e a 28.108 (+807) quello delle persone in quarantena.

Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti:

– Catanzaro: casi attivi 3.975 (77 in reparto, 14 in terapia intensiva, 3.884 in isolamento domiciliare); casi chiusi 13.246 (13.066 guariti, 180 deceduti).

– Cosenza: casi attivi 6.890 (115 in reparto, 8 in terapia intensiva, 6.767 in isolamento domiciliare); casi chiusi 29.627 (28.880 guariti, 747 deceduti).

– Crotone: casi attivi 1.430 (24 in reparto, 0 in terapia intensiva, 1.406 in isolamento domiciliare); casi chiusi 10.252 (10.119 guariti, 133 deceduti).

– Reggio Calabria: casi attivi 10.305 (154 in reparto, 12 in terapia intensiva, 10.139 in isolamento domiciliare); casi chiusi 37.346 (36.865 guariti, 481 deceduti).

– Vibo Valentia: casi attivi 5.661 (10 in reparto, 0 in terapia intensiva, 5.651 in isolamento domiciliare); casi chiusi 8.465 (8.340 guariti, 125 deceduti).

I casi segnalati nelle ultime 24 ore sono così distribuiti: 3 altra regione o Stato estero, 720 in provincia di Reggio Calabria, 454 in provincia di Cosenza, 151 in provincia di Catanzaro, 184 in provincia di Crotone, 104 in quella di Vibo Valentia.

Subscribe to this RSS feed