Rifiuti speciali smaltiti abusivamente, indagano i carabinieri

Santo Stefano d’Aspromonte (Rc) - I carabinieri della locale Stazione, insieme ai colleghi forestali di San Roberto, hanno sequestrato la vecchia discarica comunale di Santo Stefano in Aspromonte che continuava ad essere utilizzata, nonostante risultasse chiusa da tempo.

In particolare, sulla vasca di raccolta - a suo tempo chiusa con uno strato di terra – sono  stati scaricati rifiuti di ogni genere.

Tra i materiali conferiti abusivamente, i militari hanno  individuato: lastre di eternit frantumato, contenitori di oli esausti e vernici, carcasse e parti di autoveicoli, apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Una volta sequestrata l’area, gli uomini dell’Arma hanno avviato le indagini per individuare i responsabili dell’abbandono dei rifiuti

  • Pubblicato in Cronaca

Rifiuti abbandonati su area demaniale, scatta il sequestro

Rosarno - Una discarica abusiva è stata sequestrata dai carabinieri della locale Tenenza e dagli uomini della Capitaneria di porto di Gioia Tauro, in contrada Carosello, a Rosarno (Rc).

Sul terreno, ubicato nei pressi del fiume Mesima, sono stati rinvenuti rifiuti di vario genere, tra cui: ingombranti, vecchi pneumatici, materiale di risulta dell'edilizia e lastre d'eternit.

L’operazione ha permesso di limitare l’ulteriore deturpamento dell’area costiera di proprietà del Demanio marittimo e di circoscrivere l’inquinamento del limitrofo corso d’acqua.

  • Pubblicato in Cronaca

Discarica abusiva in pieno centro a Gioia Tauro, denunciato un 86enne

Gioia Tauro- I Carabinieri forestali della Stazione di Laureana di Borrello (Rc) hanno scoperto e sequestrato una discarica abusiva di automezzi e rifiuti speciali vasta circa 1.500 mq, collocata in pieno centro urbano a Gioia Tauro.

L’area, occultata da un muro di cinta, è stata individuata grazie alle immagini riprese dai satelliti.

Tra i rifiuti presenti: 24 carcasse di automezzi fuori uso con e senza targa, tonnellate di pezzi di automobili, ricambi, materiale plastico, pneumatici, materiale elettrico ed elettrodomestici dismessi, fusti con oli esausti, etc..

Al termine del controllo, i militari hanno denunciato il proprietario del terreno.

L’uomo, B. A., di 86 anni, che è anche socio di maggioranza di una concessionaria di automobili della zona, è accusato di attività di gestione illecita di veicoli fuori uso e rifiuti pericolosi.

  • Pubblicato in Cronaca

Quattro discariche abusive sequestrate nel centro abitato di Gioia Tauro

Gioia Tauro  - I Carabinieri della Stazione di Gioia Tauro (Rc) hanno sequestrato quattro aree - tra cui il quartiere “Ciambra” e parte di via Asmara – sulle quali nel corso del tempo sono stati accatastati cumuli di rifiuti di ogni genere.

Il provvedimento si è reso necessario per salvaguardare la salute dei cittadini ed i terreni circostanti, su molti dei quali sono presenti coltivazioni agricole.

In attesa che vengano eseguiti gli accertamenti finalizzati a verificare l’eventuale inquinamento dei terreni e delle falde acquifere, le aree interessate dal sequestro sono state affidate in custodia al sindaco di Gioia Tauro.

  • Pubblicato in Cronaca

Sequestrate tre discariche abusive

I carabinieri della locale Stazione hanno sequestrato tre discariche abusive realizzate nelle località Acqua Grande e Condoleo del comune di Scilla (Rc) e in contrada Runci della frazione di Solano Superiore.

Nelle tre aree è stata rilevata la presenza di diversi quintali di rifiuti pericolosi e non, quali: materiali ferrosi, mobili, elettrodomestici, scarti industriali e di lavorazione, lavabi in acciaio, reti metalliche da letto e sciacquoni di servizi igienici.

Dopo aver sequestrato le tre discariche, i militari hanno avviato le indagini per identificare i responsabili dell’abbandono dei rifiuti.

  • Pubblicato in Cronaca

Deposito ed abbandono incontrollato di rifiuti speciali, sequestri e denunce

I carabinieri forestale della Stazione di Cosenza, con il supporto degli uomini del Nucleo investigativo di polizia ambientale e forestale di Cosenza e delle Stazioni forestali di Spezzano della Sila, San Pietro in Guarano e Montalto Uffugo, hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal gip del Tribunale di Cosenza, con il quale è stato disposto il sequestro di due autocarri e di una discarica realizzata abusivamente a ridosso del fiume Crati, in località Petrara, a Cosenza.

Durante l'operazione, sono state denunciate due persone ritenute responsabili del reato di attività di gestione non autorizzata di rifiuti speciali.

Denunciati anche quattro imprenditori per deposito ed abbandono incontrollato di rifiuti speciali per essersi avvalsi di persone non autorizzate alla gestione dei rifiuti prodotti nell’ambito delle loro attività di impresa.

I militari sono intervenuti in seguito ad una segnalazione con la quale alcuni cittadini hanno denunciato il continuo abbandono di rifiuti speciali.

Giunti sul posto, i carabinieri forestale hanno individuato un’area di circa 5 mila metri quadrati sulla quale erano stati abbandonati rifiuti speciali, quali scarti di attività edile, parti di veicoli, rifiuti ingombranti, rifiuti elettrici ed elettronici.

Gli uomini dell'Arma hanno quindi avviato le indagini che hanno permesso d'identificare i presunti responsabili dell'abbandono dei rifiuti.

Pertanto, al termine dell'attività d'indagine è stato disposto il sequestro preventivo dell’area adibita a discarica e degli autocarri utilizzati per il trasporto dei rifiuti.

  • Pubblicato in Cronaca

Scarica rifiuti pericolosi in una discarica abusiva, denunciato

Ha realizzato una discarica abusiva di rifiuti pericolosi e non.

Per questo motivo, i carabinieri forestale della Stazione di Cetraro hanno denunciato un uomo ritenuto responsabile dell'abbandono ripetuto e incontrollato di rifiuti in località “Serra”, nel comune di Bonifati.

In particolare, durante un servizio di controllo, i militari hanno rinvenuto, abbandonati sul suolo, frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavastoviglie, forni da cucina, piani cottura, cucine, televisori, condizionatori e diverso materiale ferroso.

Dopo aver sequestrato l’area, i militari hanno denunciato il proprietario.

  • Pubblicato in Cronaca

Rifiuti accumulati al margine della strada, intervengono i carabinieri

Una discarica abusiva, ubicata lungo la Sp 219, è stata rinvenuta oggi dai carabinari della Stazione di Casali del Manco, nel Cosentino.

Sull'area, di circa 700 metri quadrati, i militari hanno rinvenuto un enorme quantitativo di rifiuti speciali, anche tossici, quali: pezzi di veicolo fuori uso, scarti della lavorazione del legno, avanzi di grassi, lubrificanti ed oli esausti, resti delle operazioni di costruzioni e demolizioni, apparecchiature elettroniche ed elettriche dismesse, rifiuti urbani.

Dopo aver posto sotto sequestro la discarica in attesa dell'avvio delle operazioni di bonifica, gli uomini dell'Arma hanno avviato le indagini per cercare d'individuare i responsabili.

 

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS