Marijuana in un B&b, tre giovani finiscono nei guai

Tre ragazzi, due di 23 e una di 20 anni, sono stati arrestati dagli agenti del commissariato di Catanzaro Lido, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, i poliziotti hanno sorpreso i tre giovani in un bed and breakfast, all'interno del quale è stata rinvenuta una busta di carta con all'interno oltre 173 grammi di marijuana.

Nel corso della perquisizione, gli agenti hanno trovato, inoltre, un bilancio di precisione e 19 involucri in cellophane, contenenti 12 grammi dello stesso stupefacente. 

  • Pubblicato in Cronaca

Serra: pistola e droga in casa, in manette 46enne

I carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno e dello Squadrone eliportato Cacciatori “Calabria”, hanno tratto in arresto in flagranza di reato Raffaele De Pasquale, di 46 anni, del luogo.

In particolare, durante una perquisizione domiciliare effettuata all'alba di oggi in casa dell'arrestato, i militari hanno rinvenuto una pistola clandestina completa di caricatore.

L'arma è stata trovata sul tetto dell'abitazione, dove sarebbe stata lanciata dallo stesso De Pasquale al momento dell’arrivo dei carabinieri.

Sul tetto e sul balcone sono stati trovati, anche, 6 proiettili calibro 7.65.

Nel corso del controllo, gli uomini dell'Arma hanno rinvenuto, inoltre, una decina di grammi di sostanza stupefacente. La droga era nascosta in un armadio, nel quale i militari hanno rinvenuto un'ingente somma di denaro.

Dopo aver sequestrato il materiale rinvenuto, i militari hanno tratto in arresto De Pasquale che, dopo le formalità di rito, sarà tradotto presso la casa circondariale di Vibo Valentia.

Hashish e marijuana, un arresto e due denunce

I poliziotti del Commissariato di Corigliano-Rossano e del Reparto prevenzione crimine Calabria Settentrionale hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio A.D. di 25 anni.

Benché sottoposto agli arresti domiciliari per i reati di estorsione e rapina, in casa del giovane gli agenti hanno rinvenuto marjuana e materiale per il taglio ed il confezionamento delle dosi, un bilancino di precisione e 500 euro in banconote di piccolo taglio.

Altre due persone B.A. di anni 22 e M.G. di anni 26, sono state, invece, denunciate dai poliziotti della Questura di Cosenza, per detenzione ai fini di spaccio di hashish.

In particolare, i due giovani sono stati trovati in possesso dello stupefacente durante un controllo stradale, al termine del quale, B.A. è stato denunciato, anche, per resistenza a pubblico ufficiale.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Accadde oggi, 2 dicembre 1993: viene ucciso il narcotrafficanti Pablo Escobar

Il 2 dicembre 1993, nella città colombiana di Medellin, viene ucciso Pablo Escobar.

Conosciuto come Il Re della cocaina e considerato il criminale più ricco della storia, Escobar viene ucciso da una squadra per operazioni speciali della polizia nazionale colombiana, che lo individua in un quartiere di Medellín.

Marijuana, tre arresti e una denuncia

I carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno tratto in arresto, in differenti operazioni, tre persone, denunciandone un'altra, con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

In particolare, i militari hanno fermato e sottoposto a perquisizione un uomo, M.A. di 54 anni, che si trovava alla guida di una Fiat Punto.

Durante il controllo, nel portabagagli dell'auto sono stati rinvenuti 30 grammi di marijuana.

Per il cinquantaquattrenne è, quindi, scattato l'arresto.

Denuncia a piede libero, invece, per un diciassettenne, nella cui abitazione i carabinieri hanno trovato cento grammi di marijuana ed un bilancino di precisione.

Altri due giovani S.A. e G.A., rispettivamente di 18 e 19 anni, che erano “in affari” con il diciassettennenne, sono stati arrestati, perché trovati in possesso di 35 e 15 grammi di marijuana.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Famiglia insospettabile gestiva il mercato della droga fai da te. In manette padre, madre e figlio minorenne

I carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno tratto in arresto una famiglia di tre coriglianesi, per detenzione di sostanze stupefacenti e possesso illegale di munizioni.

In particolare, durante una perquisizione effettuata presso l'abitazione degli arrestati, ubicata in contrada "Spissa", i militari hanno rinvenuto 600 grammi di marijuana, diverse piante di cannabis ed un bilancino di precisione.

Inoltre, in uno zaino, gli uomini dell'Arma hanno individuato ventinove cartucce calibro dodici di diverse marche, illegalmente detenute.

Una volta sequestrati i proiettili e lo stupefacente, per un peso complessivo di un chilogrammo, i militari hanno tratto in arresto L.A., di 59 anni; D.A., di 48 anni ed il loro figlio di 17 anni.

Al termine delle formalità di rito, l'uomo è stato tradotto presso la casa circondariale di Castrovilari, la donna, invece, è stata posta ai domiciliari, mentre il diciassettenne è stato trasferito nel carcere per i minori di Catanzaro.

  • Pubblicato in Cronaca

Continua a spacciare pur essendo ai domiciliari, arrestato

Un trentenne di Corigliano - Rossano, M.P., è stato tratto in arresto dagli agenti del locale Commissariato, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

L'uomo, pur essendo sottoposto ai domiciliari, avrebbe continuato tranquillamente a vendere droga.

In particolare, durante un normale controllo, i poliziotti hanno sorpreso un giovane in possesso di marijuana.

Nel corso delle successive indagini, gli investigatori sono riusciti a risalire al presunto venditore dello stupefacente, ovvero M.P. 

Una volta entrati in azione e sottoposta a perquisizione l'abitazione del trentenne, gli agenti hanno rinvenuto diverse dosi di marijuana e circa 1500 euro in banconote di piccolo taglio, verosimilmente provento dell'attività illecita.

Al termine delle formalità di rito l'arrestato è stato tradotto presso la casa circondariale di Castrovillari.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Nasconde mezzo chilo di marijuana in un fustino di detersivo, 37enne arrestato nel Vibonese

Durante un controllo alla circolazione stradale, i carabinieri della Stazione di Pizzo Calabro hanno intercettato D. V. M., di 37 anni.

L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, ha manifestato agitazione, a tal punto che i militari hanno deciso di perquisirne l’abitazione.

Durante il controllo, gli uomini dell'Arma hanno rinvenuto, nascosto in un fustino di detersivo, un involucro di cellophane trasparente, con all'interno mezzo chilogrammo di marijuana.

Dopo l'arresto D.V.M. è stato tratto in arresto e posto a domiciliari, in attesa del rito direttissimo.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS