Sorpreso in auto con diverse dosi di droga, arrestato

I Carabinieri della Tenenza di Isola di Capo Rizzuto (Kr) hanno arrestato C. F., 29 anni, del luogo, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Fermato a un posto di controllo mentre era al volante della sua auto, l’uomo è stato trovato in possesso di 3 grammi di hashish, 0,3 grammi di cocaina e 16 grammi di marijuana.

E’ seguita, quindi, una perquisizione a casa del 29enne, dove sono stati rinvenuti: un bilancino elettronico, 3 grammi di cocaina e 6 grammi di marijuana.

Inevitabile, dunque, l’arresto del 29enne, il quale è stato rimesso in libertà in seguito all’udienza di convalida.

  • Published in Cronaca

Cocaina in auto e a casa, arrestato

I poliziotti della Squadra mobile di Cosenza hanno arrestato R.P., 53 anni, di Casali del Manco (Cs), con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di droga.

In particolare, durante un controllo, l’uomo avrebbe cercato di liberarsi di una dose di cocaina, gettandola dal finestrino dell’auto.

Il gesto non è sfuggito agli agenti che una volta recuperata la droga, hanno deciso di perquisire la casa del 53enne, dove hanno rinvenuto altri 30 grammi di cocaina, un bilancino, soldi e materiale destinato al  confezionamento dello stupefacente.

L’uomo è stato pertanto arrestato e posto ai domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida, in seguito alla quale è stata disposta la presentazione alla pg per la firma.

  • Published in Cronaca

Hashish e marijuana, 41enne in manette

E’stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, A.R., 41 anni, è stato fermato da una volante della polizia di Stato, mentre stava passeggiando con il suo cane sul lungomare di Crotone.

E’scattata, quindi, una perquisizione durante la quale nel marsupio portato a tracolla dall’arrestato sono stati rinvenuti: un bilancino, due sigarette artigianali intrise di droga e diverse  dosi di marijuana. Inoltre, altri 90 grammi, tra hashish e marijuana, sono stati rinvenuti a casa dell’uomo il quale, in seguito al giudizio celebrato con il rito direttissimo, è stato condannato ad un anno e due mesi di reclusione.

  • Published in Cronaca

Cocaina e pistola murate in una cassaforte, coniugi in manette

I Carabinieri della Compagnia di Crotone, sabato scorso, hanno tratto in arresto B. D. e sua moglie, P. F., di 52 e 57 anni.

Gli arresti sono stati eseguiti durante una perquisizione svolta a casa dei due, nel quartiere “Acquabona”, con l’ausilio dei militari dello Squadrone eliportato “Cacciatori Calabria” e dell’unità cinofila della Guardia di finanza.

Alla vista delle forze dell’ordine, gli arrestati avrebbero cercato di disfarsi, lanciandolo sul tetto di un’abitazione, di un borsello contenente denaro e un bilancino di precisione con tracce di droga. Una volta entrati nella casa, i Carabinieri avrebbero dovuto far fronte alla violenta reazione di B. D., intenzionato a tutti i costi ad impedire l’operazione. Non è servito molto tempo per comprendere il motivo della resistenza opposta dall’uomo, in quanto, durante le attività, i militari si sono imbattuti in opere murarie realizzazione recentemente in un bagno.

Confortati anche dalle segnalazioni del cane antidroga “Babel”, gli uomini  dell’Arma hanno aperto una breccia nel muro, trovandovi nascosta una cassaforte, al cui interno hanno rinvenuto: 1 pistola del tipo “revolver” clandestina con la matricola “punzonata”, 43 proiettili di vari calibri, illegalmente detenuti e 5 panetti di cocaina purissima per un peso di poco superiore al 1,2 kg.

Secondo una stima degli investigatori, la droga, una volta tagliata, avrebbe potuto fruttare non meno di 400/500 mila euro.

Al termine delle attività di rito, i militari hanno tratto in arresto marito e moglie, per concorso in detenzione illegale di arma clandestina, di munizionamento e di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e solo l’uomo anche per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. 

I coniugi sono stati, quindi, associati alle case circondariali di Crotone e Castrovillari.

Al termine dell’interrogatorio di garanzia, il gip presso il Tribunale di Crotone ha convalidato gli arresti, disponendo la misura cautelare in carcere nei confronti dell’uomo e la contestuale scarcerazione della donna.

Operazione “Malapresila 2020” contro lo spaccio di droga, 4 arresti

Quattro persone sono finite ai domiciliari, in esecuzione di altrettante misure cautelari emesse dal Gip su richiesta della Procura della Repubblica di Cosenza, con l'accusa, a vario titolo, di detenzione, vendita e cessione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I provvedimenti  sono stati eseguiti dai carabinieri della Compagnia bruzia, con il supporto dei colleghi di Jesi (An) e del Nucleo cinofili dello Squadrone eliportato “Cacciatori di Calabria”, nei comuni di Casali del Manco (Cs) e Castelplanio (An).

Gli arresti chiudono il cerchio dell’operazione “Malapresila 2020”, avviata dai militari della locale Stazione, in seguito al ritrovamento - avvenuto a Casali del Manco il 13 aprile 2020- di cocaina, hashish  e marijuana.

Nel corso delle indagini, gli investigatori sono riusciti a ricostruire i collegamenti tra gli indagati e a individuare una piantagione con 162 arbusti di marijuana.

Durante l’attività investigativa, i militari hanno indagato 14 persone e rinvenuto  21 grammi di cocaina, 865 di marijuana, 469 di hashish e 162 piante di marijuana.

Infine, uno degli arrestati è stato anche denunciato in stato di libertà per l'incendio di un escavatore, avvenuto a Casali del Manco la notte del 6 luglio 2020 .

Droga, manette per tre persone

Tre persone di nazionalità maliana, nigeriana e gambiana, rispettivamente di 32, 27 e 37 anni, sono state arrestate dalla polizia di Stato a Rosarno (Rc), con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, il 32enne, fermato al termine di un breve inseguimento, è stato trovato in possesso di 100  grammi di marijuana.

Sono stati, invece, 250 i grammi di droga rinvenuti nella disponibilità del 27enne di nazionalità nigeriana.

Analogo reato è stato contestato anche al cittadino gambiano che, al momento del controllo, aveva  con sé 15 grammi di droga e un coltello a scatto.

  • Published in Cronaca

Spaccio e detenzione di arma rubata, minorenne finisce nei guai

I poliziotti della Squadra mobile di Cosenza hanno eseguito una misura cautelare emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Catanzaro, a carico di un 17enne del luogo, indagato per i reati di detenzione e porto in luogo pubblico di armi comuni da sparo, ricettazione, spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Il provvedimento giunge in seguito alle indagini condotte dagli uomini della Squadra mobile, durante le quali sarebbero emerse le responsabilità del ragazzo in merito al possesso di una pistola calibro 6,35 risultata rubata e a 16 episodi di spaccio di marijuana– alcuni dei quali avrebbero visto protagonisti dei minorenni.

Al termine formalità di rito,  il 17enne è stato associato alla Comunità ministeriale di Catanzaro.

 

  • Published in Cronaca

Sorpresi a coltivare piantagione di marijuana, arrestati

Era costituita da 240 arbusti, la piantagione di marijuana scoperta dai Carabinieri in località Sant’Anna, nel comune di Galatro (Rc).

Contestualmente, gli uomini dell’Arma hanno arrestato tre persone di età compresa tra i 72 e i 49 anni sorprese a prendersi cura della coltivazione.

Gli arrestati, una volta espletate le formalità di rito, sono stati rinchiusi nel carcere di Palmi.

Subscribe to this RSS feed