Ai domiciliari, ma vendeva droga. Arrestato

Pur trovandosi agli arresti domiciliari perché accusato di aver venduto gioielli di provenienza furtiva, Fabiano Giuseppe Morabito, di 22 anni, è stato  nuovamente tratto in arresto con l'accusa di detenzione illegale a fine di spaccio di sostanze stupefacenti. Ad eseguire il fermo, i carabinieri della compagnia di Reggio Calabria che hanno trovato il giovane in possesso di 6 grammi di cocaina suddivisa in 23 involucri di plastica termosaldata, nascosti all’interno di una custodia per occhiali. Espletate le formalità di rito, dopo l'arresto, il ventiduenne è stato trasferito presso la casa circondariale di Reggio Calabria Arghillà.

 

 

 

Aveva oltre 30 Kg di droga, arrestato

Oltre 30 kg di marijuana sequestrata. Questo il bilancio di un’operazione condotta, ieri, dai carabinieri della Compagnia di Petilia Policastro (Kr), al termine della quale è stato tratto in arresto un uomo di 59, Vincenzo Castagnino. L’ingente quantitativo di droga è stato rinvenuto all’interno di un caseggiato disabitato che risultava nella disponibilità dell’arrestato. Dopo essere stato scoperto Castagnino ha cercato inutilmente di darsi alla fuga.

Droga: Padre e figlio finiscono in manette

Un uomo, già noto alle forze dell’ordine, Cosimo Damiano Celestino di 49 anni, è stato arrestato insieme al figlio, Francesco, dai Carabinieri della Compagnia di Roccella Jonica e dai colleghi  della Stazione di Gioiosa Jonica, con il supporto dagli uomini dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”. L’arresto è scattato in seguito ad una perquisizione domiciliare condotta a Gioiosa Jonica, presso l’abitazione dei due che sono stati sorpresi mentre confezionavano in sacchetti di cellophane circa 75 grammi di cocaina. Nel corso dell’operazione, i militari dell’Arma hanno rinvenuto, inoltre, un bilancino di precisione usato per la pesatura degli stupefacenti e 280 euro in banconote di vario taglio. Padre e figlio, su disposizione del Procuratore Vincenzo Toscano, sono stati condotti nel carcere di Locri, in attesa dell’udienza di convalida.

'Ndrangheta: trentadue arresti e tre tonnellate di droga sequestrata

Con l’accusa di narcotraffico la Guardia di finanza ha tratto in arresto 32 persone ritenute legate alla 'ndrangheta di Corigliano Calabro ed alla cosca degli zingari di Cassano allo Ionio. Alcuni degli arrestati erano già stati coinvolti nell’ambio dell' operazione “Gentleman” del 16 febbraio scorso. Secondo l'accusa, l'organizzazione importava ingenti quantitativi di marijuana e cocaina dall’Albania e dal Sudamerica. Nel corso delle indagini, andate avanti per oltre due anni, gl’inquirenti sono riusciti a mettere le mani su numerosi armi e su tre tonnellate di stupefacenti, per un valore sul mercato di 45 milioni di euro. L'operazione ha, inoltre, portato al sequestro di un ingente patrimonio composto da beni immobili, quote societarie, autovetture di lusso ed imbarcazioni. I provvedimenti di custodia cautelare in carcere, emessi dal gip distrettuale di Catanzaro, sono stati notificati tra Calabria, Puglia, Basilicata, Piemonte, Emilia Romagna e Lombardia.

I carabinieri sequestrano armi e droga

Ennesimo sequestro di armi e droga per i carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria che, nella giornata odierna, con il supporto della Compagnia d'intervento operativo del battaglione mobile di Firenze e dello Squadrone "Cacciatori di Calabria" hanno condotto una vasta operazione nella citta' dello Stretto. In particolare, in un immobile del rione Modena, i militari hanno rinvenuto 5 pistole, munizioni di vario calibro, mezzo chilo di marijuana, 20 grammi di cocaina ed un bilancino di precisione. Una volta sequestrate, le armi sono state inviate al RIS di Messina che effettuera' gli esami necessari a verificare se siano state utilizzate per compiere qualche episodio criminoso.

Droga: Ventottenne arrestato a Lamezia Terme

Un ventottenne, Giovanni Serratore, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme al termine di una perquisizione domiciliare condotta con l'ausilio delle unità cinofile del Gruppo operativo "Calabria" di Vibo Valentia. L'uomo, già noto alle forze dell'ordine, è stato trovato in possesso di 15 grammi di marjiuna occultata in diversi nascondigli (nel camino, in uno dei pensili della cucina, in una scatola di scarpe in soffitta). Al termine dell'operazione, una volta espletate le formalità di rito, i militari dell'Arma, come disposto dall'Autorità Giudiziaria, hanno sottoposto l'uomo agli arresti domiciliari, in attesa del rito per direttissima, a seguito del quale è stato convalidato l’arresto.

Coltivava droga nella scuola, arrestato

Cutro - Un uomo di 33 anni, M.S., è stato arrestato dai carabinieri dopo essere stato scoperto a coltivare 15 piante di marijuna. Piuttosto originale il luogo scelto per allestire la piccola piantagione, dal momento che la coltivazione era stata realizzata nei locali di una scuola dismessa, all'interno della quale, oltre alle piantine, i militari dell'Arma hanno rinvenuto 225 semi. Accusato di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti, l'uomo, dopo l'arresto, è stato posto ai domicialiari.

 

Droga: Due arresti a Lamezia

LAMEZIA TERME - Con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, i carabinieri di Lamezia Terme hanno tratto in arrestato due ventitreenni. Il fermo è scattato durante un normale servizio di controllo, quando i militari hanno notato, che dalla Fiat Punto nella quale erano parcheggiati, i due giovani avevano cercato di disfarsi di un involucro lanciandolo dal finestrino. Dopo aver bloccato l’auto ed i suoi passeggeri, i carabinieri hanno recuperato l’involucro al cui interno hanno rinvenuto otto dosi di cocaina e undici di eroina.

Sottoscrivi questo feed RSS