In casa con un chilo di marijuana e 48 piante di canapa indiana, arrestato

I Carabinieri di Platì (Rc), con il supporto dei colleghi dello Squadrone eliportato Cacciatori “Calabria”, hanno arrestato, in flagranza di reato, C.D., 23 anni, del luogo, accusato di produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti.

In particolare, durante una perquisizione a casa del giovane, i militari hanno rinvenuto 1 kg di marijuana ed una serra domestica allestita nel seminterrato, nella quale erano state messe a dimora 48 piantine di canapa indiana.

Una volta sequestrata la droga, insieme a materiale utilizzabile per il confezionamento dello stupefacente ed a videocamere del tipo fototrappole, i carabinieri hanno arrestato Il 23enne.

Oltre 14 Kg di marijuana nascosti in un canneto, indagano i carabinieri

I carabinieri di Sinopoli, nell’ambito di una serie di servizi di controllo del territorio, hanno rinvenuto, in un terreno demaniale, un contenitore metallico con all’interno un fucile a pompa calibro 12 e circa 20 munizioni dello stesso calibro.

A San Procopio, invece, gli uomini dell'Arma hanno trovato, occultato in un canneto, un sacco con all’interno 14,5 chilogrammi di marijuana.

La droga, le armi e le munizioni recuperate, sono state sequestrate in attesa degli ulteriori accertamenti del caso.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Beccato con un chilo di cocaina in auto, arrestato

Un 26enne, S.P., di Crotone è stato arrestato dai Carabinieri, a Riace (Rc), con l'accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Il giovane è stato fermato ad un posto di controllo lungo la Ss 106, mentre era al volante di una Fiat Panda nella quale i militari hanno rinvenuto un panetto da un chilo di cocaina.

Una volta sequestrata la droga, gli uomini dell'Arma hanno stretto le manette attorno ai polsi del 26enne.

Operazione “Stazioni sicure” ventenne segnalato per detenzione di droga

Un ventenne di origini africane, in posizione regolare sul territorio nazionale, è stato trovato in possesso di un involucro contenente sostanza stupefacente, durante un controllo effettuato nella stazione ferroviaria di Lamezia Terme dagli agenti della Polfer e dalle unità cinofile della Guardia di finanza.

Il giovane, al quale è stata contestata anche la violazione delle norme anti Covid, è stato segnalato alle autorità competenti per detenzione di droga per uso personale.

Il controllo s’inserisce nell’ambito dell’operazione “Stazioni sicure” promossa dal servizio polizia ferroviaria a livello nazionale e che, nella giornata di ieri, nelle stazioni di Lamezia Terme e Crotone, si è svolta in sinergia con le unità specializzate anti droga della Guardia di finanza.

Le unità cinofile della Questura di Reggio Calabria hanno invece coadiuvato l’attività degli agenti della polizia ferroviaria di Villa San Giovanni.

Nell’ultima settimana, i controlli svolti dalla polizia ferroviaria calabrese sono stati intensificati e, grazie all’attività di prevenzione svolta dalle pattuglie impiegate sia in stazione che a bordo treno, sono state identificate circa duemila persone. 

  • Pubblicato in Cronaca

Operazione “Fly”: smantellata organizzazione dedita allo spaccio di droga

Cosenza - E’  scattata  all’alba di oggi l’operazione “Fly”, con la quale i Carabinieri della Compagnia di Cosenza hanno eseguito sei misure cautelari, di cui tre in carcere, due agli arresti domiciliari ed una all’obbligo di dimora, nei confronti di altrettante persone, ritenute responsabili, a vario titolo, dei reati di detenzione/cessione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso ed estorsione in concorso.

I provvedimenti, emessi dal gip presso il Tribunale della città bruzia, su richiesta della locale Procura della Repubblica, costituiscono l’epilogo di un’attività investigativa condotta dalla Sezione operativa della compagnia di Cosenza nel periodo compreso tra il luglio 2019 e il novembre 2019, concernente una fiorente attività di spaccio.

L’indagine ha preso le mosse in seguito alla denuncia presentata da parte della sorella di uno degli indagati, che ha messo al corrente gli investigatori circa i debiti contratti dal fratello per l’approvvigionamento di droga.  Una volta  avviate le indagini, i militari hanno scoperto che la presunta vittima era coinvolta, insieme agli altri indagati, in una fiorente attività di spaccio di cocaina, hashish e marijuana

In particolare, gli uomini dell’Arma sono riusciti a delineare la rete di presunti spacciatori sia attraverso intercettazioni telefoniche che mediante testimonianze rese da alcuni tossicodipendenti.

Tra i destinatari delle misure cautelari figura anche un 85enne, padre di uno dei principali indagati, il quale, secondo le accuse, avrebbe concorso nell’attività di spaccio del figlio 42enne.

Nel corso dell’attività sono stati identificati 42 acquirenti ed effettuati una serie di riscontri che hanno consentito di cristallizzare l’attività di spaccio attraverso la segnalazione alla Prefettura di Cosenza di 13 assuntori, nonché di arrestare in flagranza di reato 2 persone e denunciarne altre 3, per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti. Inoltre, durante le indagini, i militari hanno sequestrato 113 grammi di cocaina, 10 di hashish e 80 di marijuana.

Marijuana e cocaina, un arresto ed una denuncia

I carabinieri della Stazione di Cosenza Centro hanno tratto in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio un 50enne del luogo e denunciato per lo stesso reato, un 52enne di Marano Marchesato.

In particolare, durante una perquisizione a casa dell’arrestato, i militari hanno rinvenuto nascosti in un cassetto della cucina, un involucro con 80 grammi di cocaina ed un contenitore con all'interno 130 grammi di marijuana.

L'uomo, quindi, è stato tratto in arresto e rinchiuso nel carcere della città bruzia su disposizione del giudice per le indagini preliminari presso il Tribunale di Cosenza.

Nel corso di un'altra attività, i militari hanno denunciato un 52enne sorpreso per strada con 40 grammi di marijuana nascosti in un borsello. 

  • Pubblicato in Cronaca

Spinello e coltelli, ventenne denunciato a Vibo Valentia

Vibo Valentia - Nella giornata di ieri, nel corso del servizio di controllo del territorio, i poliziotti della Squadra Volante di Vibo Valentia hanno segnalato alla Prefettura un ventenne del luogo che alla vista degli agenti avrebbe cercato di disfarsi di uno spinello.

Dopo aver proceduto all'identificazione, i poliziotti hanno effettuato una perqusizione nell’auto del giovane, trovando due coltelli, di cui uno multiuso, ed un contenitore per caramelle con altra droga.

Pertanto, oltre ad  essere stato segnalato come assuntore di stupefacenti alla prefettura di Vibo Valentia, il ventenne è stato denunciato per porto ingiustificato di armi ed oggetti atti ad offendere.

  • Pubblicato in Cronaca

Trovato con 145 grammi di droga, arrestato

Crotone - Un 48enne, B.S., è stato arrestato a Crotone, perché trovato in possesso di sostanza stupefacente.

In particolare, durante una perquisizione in un prefabbricato in uso all’indagato, i poliziotti della locale questura, con il supporto di un’unità cinofila della Guardia di finanza, hanno rinvenuto 145 grammi di droga e materiale per il confezionamento della droga.

Dopo aver sequestrato quanto rinvenuto, i poliziotti hanno arrestato il 48enne.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS