Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.ilredattore.it/home/templates/gk_news2/lib/menu/GKBase.class.php on line 114

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /web/htdocs/www.ilredattore.it/home/templates/gk_news2/lib/menu/GKHandheld.php on line 76
droga - Il Redattore

Marijuana nascosta nel granturco, quattro arresti

Una coltivazione di granturco particolarmente redditizia quella scoperta dai carabinieri della Compagnia di Scalea che hanno arrestato un intero nucleo familiare composto da quattro persone con l'accusa di produzione e coltivazione di sostanza stupefacente. Grazie al supporto di unità cinofile del nucleo di Vibo Valentia, alle prime luci dell'alba, i militari dell'Arma hanno individuato un fondo agricolo coltivato a mais. Quella che apparentemente sembrava una normale coltura si è, invece, rivelata un'abile trovata per occultare la produzione di droga. Confuse nel granturco, i carabinieri hanno trovato, infatti, una quarantina di piantine di marijuana oltre a materiale impiegato per la coltivazione ed il confezionamento dello stupefacente. Dalle indagini è emerso che ad allestire la piantagione sarebbero state tre persone, immediatamente arrestate, riconducibili al medesimo nucleo familiare. Nel corso di una successiva perquisizione domiciliare, in un’abitazione ubicata nelle vicinanze della piantagione, sono stati rinvenuti altri 400 grammi di marijuana già essiccata nella disponibilità di una quarta persona, un uomo già noto alle forze dell'ordine per anologo reato. Una volta sequestrata la droga ed espletate le formalità di rito, gli arrestati sono stati posti ai domicialiari in attesa del processo per direttissima.

Lancia cocaina dalla finestra, arrestato

E' stato arrestato anche il padre di uno dei sei ragazzi fermati ieri dai carabinieri del Gruppo di Locri nell'ambito dell'operazione "Jamaica". Le manette ai polsi sono scattate per il quarantasettenne Antonio Pelle quando i militari dell'Arma si sono recati presso la sua abitazione per notificare al figlio, Sebastiano, l'ordinanza di custodia agli arresti domiciliari. Nel corso della notifica, gli uomini della Benemerita avrebbero visto Antonio Pelle lanciare  dalla finestra un involucro contenente 15 grammi di cocaina ed un bilancino di precisione. L'uomo è stato posto ai domicialiari

 

Coltivavano droga: arrestati due giovani cugini

I Carabinieri hanno tratto in arresto due giovani, rispettivamente di 19 e 18 anni, tra loro cugini, accusati di coltivare e produrre sostanze stupefacenti. Gli uomini in divisa li hanno catturati mentre stavano coltivando le piante in un appezzamento di terra a Bovalino e di cui risulta proprietaria una donna che vive a Reggio Calabria. La piantagione, irrigata da un'apposita installazione, era formata da 635 piante, di altezza compresa tra i 90 centimetri ed il metro e mezzo. Gli arbusti sono stati sradicati e posti sotto sequestro. 

Droga: arrestato un minorenne

Un giovane di diciassette anni è stato tratto in arresto dai Carabinieri che hanno contestualmente provveduto a notificare la misura cautelare dell'obbligo di dimora e presentazione ai militari dell'Arma ad altre tre persone. Viene loro contestato la produzione, il traffico e la detenzione di sostanze stupefacenti. Sulla scorta di quanto ipotizzato dagli investigatori, il gruppo, di Platì, in provincia di Reggio Calabria, era nelle condizioni di organizzare una produzione di quasi 17.000 dosi di marijuana. Gli uomini in divisa nel settembre dello scorso anno scoprirono il minorenne all'interno del proprio giardino nell'atto di coltivare le piante di canapa. Altre settanta piante furono scovate a breve distanza.

Droga, arrestato un trentacinquenne

Un uomo di 35 anni, G.L.G, residente a Soveria Simeri è stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Sellia Marina con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di una perquisizione domiciliare, i militari dell'Arma hanno scoperto una serra artigianale completa di tutto l'occorrente per la coltivazione di droga, 35 grammi di hashish, 52 grammi di marijuana ed un bilancino di precisione. L'uomo è stato posto ai domiciliari a disposizione dell'autorità giudiziaria

 

 

Scoperto con 9 grammi di cocaina nell'auto: arrestato

Un uomo di 36 anni è stato tratto in arresto dai Carabinieri con l'accusa di denzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il provvedimento restrittivo, eseguito dai militari dell'Arma della Stazione di Bagnara Calabra, ha avuto come destinatario D.C., con precedenti penali relativi a reati connessi ad armi e droga. La cattura è avvenuta dopo che i rappresentanti delle Forze dell'ordine hanno sottoposto ad un controllo di routine il 36enne che stava transitando lungo via Turati. Secondo la ricostruzione degli investigatori, nascosti nell'autovettura di D.C., sarebbero stati trovati quasi nove grammi di cocaina ed una cifra di 2.600 euro, che ritengono abbia incassato vendendo la cocaina. Al termine dell'udienza celebrata per direttissima, il magistrato ha deliberato la convalida dell'arresto e sentenziato di sottoporre l'uomo al regime dei domiciliari. 

 

Droga, un arresto a Catanzaro

Un uomo di 25 anni, M.B., è stato tratto in arresto dai carabinieri del nucleo radiomobile del comando provinciale di Catanzaro per detenzione ai fini di spaccio di cocaina. L'arresto è stato eseguito la scorsa notte quando, durante un controllo, i militari dell'Arma hanno scoperto il giovane mentre cercava di occultare la droga sotto il sedile dell'autovettura nella quale viaggiava con altre tre persone. Secondo gli inquirenti, le 11 dosi di sostanza stupefacente sequestrate, erano state acquistate qualche ora prima in viale Isonzo per essere rivendute in un locale della zona marina dove i quattro ragazzi si stavano recando per partecipare ad una festa universitaria. Espletate le formalità di rito, l'arrestato è stato sottoposto al regime di detenzione domiciliare.

I carabinieri scoprono il "bazar della droga". Un arresto a Lamezia

Una scoperta fortuita quella effettuata dai carabinieri di Lamezia Terme che hanno scoperto un vero e proprio "bazar della droga". L'operazione, che ha portato all'arresto di un ventiduenne, Alessio Morrison Gagliardi, è scattata in seguito all'intervento di una pattuglia presso il pronto soccorso del nosocomio lametino, dove il giovane si era recato per farsi curare delle lesioni procuratesi durante una lite in famiglia. Fiutato che potesse esserci ben altro che una semplice lite, i militari hanno proceduto alla perquisizione domiciliare dell'arrestato. Nel corso del controllo, il ragazzo è stato trovato in possesso delle chiavi di un appartamento limitrofo a quello in cui vive. Una volta aperta la porta d'ingresso, i carabinieri si sono trovati al cospetto di un vero e proprio deposito nel quale sono stati rinvenuti 400 grammi di marjuana, 30 di cocaina e 20 di lsd, hashish ed md. Oltre agli stupefacenti, sono stati rinvenuti 600 grammi di sostanze da taglio, bilancini di precisione ed altro materiale utilizzato per il confezionamento delle dosi. Processato con giudizio per direttissima, Gagliardi è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

 

 

 

Subscribe to this RSS feed