Eroina e metadone a casa, manette per un 56enne

I carabinieri della Sezione radiomobile della Compagnia di Reggio Calabria hanno arrestato in flagranza di reato Ernesto Monteleone, di 56 anni, con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

L’uomo, durante una perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di eroina, di due flaconi di metadone, di un bilancino di precisione e di oltre 2500 euro in contanti nascosti nella camera dal letto.

Dopo essere stato dichiarato in d’arresto, Monteleone è stato posto ai domiciliari.

 

  • Pubblicato in Cronaca

In auto con 28 dosi di cocaina, 18enne finisce in manette

I carabinieri della Stazione di Reggio Calabria-Rione Modena hanno arrestato in flagranza di reato Cosimo Bevilacqua, 18enne catanzarese, accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, i militari dell’Arma hanno fermato in via Maresciallo Cusmano del Rione Marconi, tre persone che si trovavano a bordo di un’autovettura.

Dopo aver effettuato un’accurata perquisizione, Bevilacqua è stato trovato in possesso di quasi 20 grammi di cocaina, suddivisa in 28 dosi in involucri di carta stagnola.

Il ragazzo è stato immediatamente dichiarato in stato d’arresto ed è stato posto ai domiciliari, mentre la droga è stata sequestrata per essere inviata al Ris di Messina per essere analizzata.

Sorpresi con 300 grammi di droga, tre gambiani finiscono in manette

Tre cittadini gambiani sono stati arrestati dagli agenti della polizia di Stato del Commissariato di Gioia Tauro perché trovati in possesso di 300 grammi di cannabis sativa già suddivisa per lo spaccio.

L'arresto è stato eseguito a Rosarno, nel corso di un controllo in un rudere nel quale vivevano i cittadini extracomunitari.

In particolare, nella struttura i poliziotti hanno rinvenuto 300 grammi di stupefacente, involucri di cellophane, un bilancino di precisione e materiale utile per il confezionamento della droga.

Una volta sequestrata la sostanza, gli agenti hanno arrestato in flagranza per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente S.A., T.L. e M.S., rispettivamente di 22, 29 e 33 anni.

I tre, al termine dell'attività di rito, sono stati reclusi nella casa circondariale di Arghillà di Reggio Calabria.

 

  • Pubblicato in Cronaca

In casa con mezzo chilo di marijuana, coppia finisce in manette

I carabinieri delle Stazioni di Caulonia Marina e Riace, in collaborazione con i colleghi dello Squadrone eliportato Cacciatori di Calabria, hanno arrestato in flagranza di reato Marcello Mammone, 38enne di Caulonia e la compagnia Daniela Ienco, di 37 anni, perchè trovati in possesso di oltre mezzo chilo di marijuana.

In particolare, i due, alla vista dei militari alla loro porta, avrebbero lanciato dalla finestra del bagno un involucro contenente marijuana.

Dopo aver recuperato lo stupefacente, gli uomini dell'Arma hanno effettuato un’accurata perquisizione domiciliare nel corso della quale, nell'orto dell'abitazione, hanno rinvenuto altra marijuana in un barattolo in vetro.

Dopo aver sequestrato la droga, che sarà inviata al Ris di Messina, i carabinieri hanno tratto in arresto la coppia.

Pertanto, Mammone è stato tradotto presso il carcere di Locri, mentre la compagnia è stata posta ai domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

Coltivazione di marijuana, due persone in manette

 Due persone di San Luca (Rc), Mattia Esposito e Antonio Giampaolo, di 29 e 33 anni, sono stati arrestati con l’accusa di coltivazione continuata ed aggravata di un’ingente quantità di marijuana.

Il provvedimento, eseguito dai carabinieri della Stazione di Sant’Ilario dello Jonio e dello Squadrone eliportato Cacciatori Calabria, giunge al termine di un'indagine avviata in seguito al rinvenimento, avvenuto lo scorso giugno, di una piantagione di marijuana.

In particolare, nel corso di un rastrellamento, i militari avevano rinvenuto, occultata in un’area demaniale in località “Cardesi” di Sant’Ilario dello Jonio, una coltivazione composta da oltre 300 piante di marijuana.

Una volta avviate le indagini, gli investigatori dell'Arma sono riusciti a documentare e accertare che gli arrestati si prendevano cura della piantagione, provvedendo alla concimazione, all’irrigazione ed alla coltivazione delle piantine.

Al termine delle formalità di rito, Esposito è stato tradotto nel carcere di Locri, mentre Giampaolo è stato posto ai domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

Marijuana a casa, denunciati due 58enni

I carabinieri di Cotronei (Kr) e della Compagnia d'intervento operativo del Btg di Vibo Valentia, hanno denunciato all’autorità giudiziaria due 58enni disoccupati.

I due, durante una perquisizione domiciliare, sono stati trovati in possesso di nove grammi di marijuana, 1.110 euro e materiale per la pesatura ed il confezionamento della droga.

 

Calabria, rinvenuta piantagione di marijuana con diversi esemplari di rara "purple haze”

Una coltivazione con oltre 300 piante di marijuana è stata rinvenuta in contrada Godino, a San Pietro di Caridà (Rc), dai carabinieri della Stazione di Serrata e dello Squadrone eliportato Cacciatori Calabria.

La piantagione, allestita su un terreno demaniale, era composta da tre diverse tipologie di cannabis, ossia "skunk" (a cespuglio), “olandese nana” e “purple haze” (o purple queen), quest’ultima riconoscibile per il suo colore marcatamente violaceo e di particolare valore economico in quanto prodotta prevalentemente nelle colline della California (Bay Area).

La purple haze deriva da un innesto tra varietà genetiche colombiane, nepalesi, thailandesi e messicane e si caratterizza, tra l’altro, per la capacità di raggiungere elevati livelli di Thc con picchi superiori al 22 per cento di principio attivo.

Poco distante dalla piantagione, i militari hanno scoperto un essiccatoio rudimentale, al cui interno sono stati trovati 70 chili di piante di marijuana già essiccate.

Durante le operazioni, gli uomini dell'Arma hanno rinvenuto inoltre circa 300 vasetti in plastica utilizzati per le fasi iniziali della germinazione delle piante, bottiglie con diserbanti ed insetticidi utilizzati per favorire l’infiorescenza degli arbusti.

Lo stupefacente rinvenuto è stato campionato per essere inviato al Ris di Messina che lo sottoporrà alle analisi del caso. 

Sorpresi con 9 Kg di marijuana, arrestati

I carabinieri della Stazione di San Luca hanno arrestato tre persone accusate di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, durante un servizio di controllo del territorio, i militari hanno notato due auto con tre uomini a bordo.

Insospettiti, hanno deciso di fermarle ed ispezionarne i bagagliai.

I sospetti degli uomini dell'Arma si sono rivelati fondati, dal momento che in una delle vetture sono stati trovati nove chili di marijuana già essiccata, mentre in entrambe le auto sono state rinvenute delle ricetrasmittenti, probabilmente utilizzate per comunicare durante il viaggio.

I tre uomini, di 53, 32 e 27 anni, sono quindi finiti in manette e dovranno rispondere del reato di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Due di loro sono stati posti ai domiciliari; il terzo, invece, avendo già precedenti, è finito in carcere.

 

Sottoscrivi questo feed RSS