Serre: rinvenute 17 piantagioni con 2200 arbusti di canapa indiana

Nel corso dell’ultima settimana i carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno e delle Stazioni Forestali di Serra San Bruno e Fabrizia, dello Squadrone eliportato “Cacciatori” di Calabria, grazie all’importante contributo del Nucleo elicotteri di Vibo Valentia, hanno individuato, nell’area montuosa delle Serre Vibonesi, ben 2200 piante di canapa indiana suddivise in 17 piantagioni.

Il potenziale giro d’affari è pari a circa 2 milioni di euro; la sostanza, invece, avrebbe fruttato circa 8 milioni di euro se si considera la vendita “al dettaglio” di ogni singola dose.

Dopo l’operazione “Grenn Mountain” coordinata e condotta dai militari della Compagnia di Serra San Bruno nell’estate del 2018, con l’ausilio sempre dei carabinieri forestali, dei cacciatori di Calabria e dell’8° Nucleo elicotteri di Vibo Valentia, anche quest’anno gli uomini dell'Arma, con l’operazione “Un posto al sole” (il nome deriva dal fatto che le piazzole coltivate devono necessariamente avere un’esposizione al sole), hanno cercato di dare un duro colpo agli affari economici della locale criminalità al fine di debellare il fenomeno della produzione di cannabis.

Quest’anno, i Carabinieri hanno riscontrato maggiori difficoltà nell’individuazione delle illecite piantagioni: di fatto, dopo i 23 rinvenimenti di coltivazioni di canapa indica dello scorso anno, i “coltivatori” hanno posto in essere maggiori cautele, suddividendo ulteriormente le piazzole in luoghi particolarmente difficili da raggiungere, molte delle volte, sulla cima di alcune montagne poste al di sopra di veri e propri strapiombi. Tutte le piantagioni erano dotate di apposito impianto di irrigazione a goccia, progettato, per l’appunto, per rendere quasi del tutto “autonoma” la crescita della pianta di canapa.

Sono stati inoltre individuati degli essiccatoi artigianali, dove si sarebbe compiuta la seconda fase di produzione dello stupefacente, quella, appunto, dell’essiccazione e del successivo deposito per il consequenziale commercio.

 

 

Fabrizia, rinvenuta una piantagione di canapa indica

I carabinieri della locale Stazione e dello Squadrone eliportato Cacciatori “Calabria” hanno rinvenuto in località Cellia, a Fabrizia, una piantagione composta da circa 40 arbusti di canapa indica.

Le piante, in pieno stato vegetativo, erano occultate nella fitta vegetazione.

La coltivazione, che era innaffiata con un moderno impianto a goccia, avrebbe potuto fruttare circa 20 mila euro.

Dopo aver preletato alcuni campioni, i militari, su disposizione dell’autorità giudiziaria di Vibo Valentia, hanno proceduto alla distruzione delle piante.

Fabrizia: rissa con coltelli, 4 feriti

Quattro venditori ambulanti sono rimasti feriti nel corso di una rissa avvenuta stamane nella piazza principale di Fabrizia, dove si stava svolgendo il consueto mercato settimanale.

Dalle prime indiscrezioni, pare che la contesa sia stata provocata da contrasti derivanti dall'assegnazione di un posto nell'area del mercato.

La lite è subito degenerata, a tal punto che i protagonisti hanno fatto ricorso a calci, pugni e spranghe.

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 che hanno disposto il trasferimento dei feriti negli ospedali di Vibo Valentia, Serra San Bruno e Catanzaro.

Nel corso delle indagini, condotte dai carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno,  sono stati posti sotto sequestro una spranga in ferro ed un coltello.

 

Fabrizia, Fazio: "Tassa sui rifiuti ridotta del 30 per cento"

"Il Consiglio comunale ha ridotto del 30 per cento la tariffa sui rifiuti".

A darne notizia è il sindaco di Fabrizia, Francesco Fazio.

In una nota, il primo cittadino fabriziese commenta i provvedimenti deliberati ieri dall'assise cittadina.

"L'amministrazione  comunale - scrive Fazio - ha rispettato la promessa fatta in campagna elettorale, riducendo i costi della Tari. Il risultato è stato raggiunto grazie alla collaborazione dei cittadini, che effettuano la raccolta differenziata, ed ai dipendeti comunali addetti alla raccolta. Abbiamo mantenuto una promessa scritta nel programma elettorale, premiando i cittadini, le attività commerciali ed i cittadini non residenti. Di recente - prosegue la nota - abbiamo ottenuto dalla Regione Calabria, un contributo di 56 mila euro per il potenziamento della raccolta differenziata. Il risultato più bello è il rispetto per l’ambiente con conferimenti di differenziata aumentata notevolmente, ad oggi siamo al 50 per cento. L'obiettivo - conclude il comunicato - è aumentare ulteriormente la percentuale di raccolta differenziata".

 

Serre, viabilità: il gruppo "Ramoscello d'ulivo per Fabrizia" ha chiesto la convocazione di un Consiglio comunale

"Il gruppo di opposizione al Consiglio Comunale di Fabrizia, 'Ramoscello d’ulivo per Fabrizia' aderisce consapevolmente alle iniziative promosse, ed eventualmente da promuovere, dal neo formato comitato fabriziese “Indignati Speciali” che sulla viabilità del comprensorio delle Serre Calabre e dei Comuni limitrofi, (Fabrizia, Mongiana, Nardodipace, Serra San Bruno e Laureana di Borrello) ha riacceso l’attenzione rilanciando la vertenza con le Istituzioni preposte, ha riaperto il dibattito sull’attualità di una problematica caduta nel dimenticatoio amministrativo e istituzionale e sta spingendo energicamente per scuotere e destare le coscienze dell’opinione pubblica in generale stanca delle tante promesse mancate. Il gruppo ne condivide le finalità e fa suoi gli obiettivi programmatici del comitato che si collocano nel solco delle numerose manifestazioni condotte dall’Amministrazione Minniti che della viabilità fece il suo cavallo di battaglia con le molteplici iniziative politiche, amministrative e di comunicazione culminate con i Consigli comunali aperti e partecipati dai cittadini e presenziati dai Prefetti della provincia di Vibo Valentia, nonché con il blocco delle vie di accesso al paese del 13 ottobre 2015. Il gruppo nel dichiarare la propria partecipazione all’iniziativa del 3 agosto 2019, comunica che con nota prot. 4171 del 29 agosto 2019 ha chiesto la Convocazione del Consiglio comunale, in seduta urgente e aperta, per discutere e affrontare, ancora una volta pubblicamente, la problematica della viabilità di Fabrizia e del comprensorio delle Serre Calabre, chiave di volta per qualsiasi ipotesi di sviluppo del territorio arrestare lo spopolamento e rilanciare con forza la vertenza delle zone interne e montane".

È quanto si legge in una nota del gruppo "Ramoscello d’ulivo per Fabrizia”

  • Pubblicato in Politica

Fabrizia, il sindaco Fazio annuncia interventi per decoro urbano, sicurezza stradale e case popolari

"Sono stati affidati alla ditta che dovrà eseguirli, i lavori riguardanti la sostituzione dei canali di gronda, pulizia e pitturazione delle staffe e sostituzione dei discendenti presso le case popolari situate in via Boccaccio, tali lavori sono urgenti al fine di eliminare le infiltrazioni d'acqua all’interno delle abitazioni".

A darne notizia in una nota, è il sindaco di Fabrizia Francesco Fazio, il quale aggiunge: "è stata chiesta la fornitura e messa in opera di dossi stradali e segnaletica per il centro abitato".

Tra i lavori destinati a partire a breve, anche quelli relativi al decoro urbano. Fazio fa, infatti, sapere che" è stato affidato il nolo di un trattore con braccio decespugliatore e operatore per sfalcio erba", al fine di procedere "alla pulizia ed al decespugliamento delle strade comunali".

  • Pubblicato in Politica

Fabrizia, Fazio:"In arrivo una pioggia di finanziamenti"

Il Comune di Fabrizia ha ottenuto finanziamenti per oltre 1,6 milioni di euro.

A darne notizia è il sindaco Francesco Fazio che in una nota, scrive: "con decreto del Miur 94/2019 dell'11/02/2019 vengono concessi 560 mila euro per l'intervento di messa in sicurezza e ristrutturazione della palestra comunale sita  in via Boccaccio, con inizio lavori programmati per marzo 2020. 
Con decreto n. 6857 del 07/06/2019 vengono concessi 900 mila euro per l'adeguamento, messa in sicurezza e ristrutturizzazione  del plesso della scuola  media sita in via Boccaccio, inizio lavori previsti luglio 2020. Tali interventi -aggiunge Fazio - rientrano nella  Programmazione triennale 2018-2020, con la quale il Comune ha partecipato ai Bandi pubblicati dalla Regione Calabria a Settembre 2018". 

"Inoltre - aggiunge il primo cittadino - con decreto n. 7373 del 20/06/2019, è stata pubblicata la graduatoria definitiva riguardante il Psr Calabria, Misura 8 intervento 8.5.1 (Investimenti diretti ad accrescere la resilienza e il pregio ambientali degli ecosistemi forestali), con la quale al Comune di Fabrizia vengono concessi 190 mila euro". 

"Si tratta di finanziamenti che vanno ad aggiungersi agli altri che sono in corso di definizione tra cui: Raccolta differenziata 57 mila euro, Wi-fi 40 mila euro, scuola elementare 429 mila euro, depurazione e fogne 880 mila euro.

A breve - conclude la nota - inizieranno i lavori d'efficientamento della pubblica illuminazione sulle via Barco, Pertini, Berlinguer, etc.".

 

  • Pubblicato in Politica

Fabrizia, Carè controreplica a Fazio:"L’arroganza del sindaco sta assumendo toni stucchevoli"

"In qualità di portavoce del gruppo Ramoscello d’ulivo per Fabrizia sono costretto ancora una volta a stigmatizzare il metodo con il quale il sindaco Fazio si è permesso di ribattere pubblicamente a legittimi interventi dei consiglieri di minoranza. Lo scontro istituzionale e l’arroganza di Fazio sta assumendo toni stucchevoli. Voglio ricordare che i consiglieri di minoranza hanno non solo il diritto ma anche il dovere di fare attività ispettiva anche attraverso articoli di giornali e sollevando questioni che possono afferire alla correttezza amministrativa dei procedimenti posti in essere. E questo diritto non è sindacabile da alcuno, sia o meno sindaco di Fabrizia, che peraltro dimostra anche in questa occasione la sua insofferenza al legittimo diritto di controllo e di critica democratica. Intendo dunque difendere senza cedere di un millimetro il diritto dei consiglieri di minoranza di sorvegliare l’attività esecutiva della giunta. Il primo cittadino non può e non deve sminuire il ruolo dell’opposizione lasciandosi andare a levate di scudi da trivio e prenda atto delle gaffe istituzionale in cui è incorso. Mi dispiace dunque signor sindaco che lei sia sceso dal piedistallo accusando la minoranza di colpe che non ha, anzi grazie alla buona politica del ventennio Minniti Fabrizia ha acquistato negli anni grande rappresentanza a livello regionale. L’augurio è che Fazio non disperda quanto raggiunto dall’amministrazione Minniti. Pertanto la prego signor sindaco non cada in tentazione e si ritempri in un buon ritiro spirituale in qualunque luogo ameno a lei più consono".

È quanto si legge in una nota del portavoce del gruppo Ramoscello d’ulivo per Fabrizia, Antonio Carè. 

  • Pubblicato in Politica
Sottoscrivi questo feed RSS