Amministrative in Calabria, Wanda Ferro plaude per i risultati di Fratelli d'Italia

“I risultati delle amministrative in Calabria confermano la continua crescita di Fratelli d’Italia sul territorio e l’apporto determinante per l’affermazione dei candidati a sindaco, che vanno al ballottaggio nei centri più importanti. Ottimo il risultato di Castrovillari, dove superiamo il 10 per cento e il nostro candidato a sindaco Giancarlo Lamensa sfiora il 44 per cento. Il nostro contributo è stato decisivo per portare al ballottaggio Antonio Manica a Crotone, dove in poco tempo abbiamo registrato una crescita straordinaria, e Antonino Minicuci a Reggio Calabria, dove siamo il secondo partito del centrodestra. Si tratta di risultati più che soddisfacenti, considerato che non c’è stato l’apporto apparati di governo o sottogoverno, ma sono il frutto esclusivo dell’impegno dei candidati sul territorio e della credibilità della proposta politica di Fratelli d’Italia, che cresce su tutto il territorio nazionale. In attesa dei ballottaggi, sull’esito dei quali siamo più che fiduciosi, ringrazio tutti i dirigenti del partito e i nostri candidati scesi in campo, formulando un augurio di buon lavoro ai nostri tanti eletti, sia nelle liste di Fratelli d’Italia che all’interno formazioni civiche nei comuni più piccoli, nella certezza che sapranno dare un contributo in termini di impegno e di qualità delle proposte nell’esclusivo interesse delle proprie comunità”.

E' quannto si legge in una nota della coordinatrice regionale di Fratelli d'Italia, Wanda Ferro.

  • Pubblicato in Politica

Elezioni amministrative, Ferro (FdI):"Fatte le scelte giuste per una svolta positive"

"Fratelli d’Italia scende in campo con proprie liste a sostegno dei candidati a sindaco del centrodestra non solo nei capoluoghi Reggio Calabria e Crotone, ma anche in importanti città come Castrovillari - in cui esprimiamo il candidato a sindaco Giancarlo Lamensa - San Giovanni in Fiore e Taurianova. Ringrazio per l’importante lavoro messo in campo per la definizione delle liste i coordinatori provinciali Denis Nesci (Reggio), Luigi Lirangi (Cosenza) e Michele De Simone (Crotone), i coordinatori cittadini, i dirigenti, l'assessore e i consiglieri regionali, i rappresentanti del movimento giovanile che ho chiesto di coinvolgere nelle candidature”.  

È quanto afferma la coordinatrice regionale di Fratelli d’Italia on. Wanda Ferro, che prosegue: “Sono certa che sui territori sono state fatte le scelte più giuste, con l’indicazione di candidati esperti ed altri che possono rappresentare un fattore di novità, tutti accomunati dalla possibilità di portare nelle amministrazioni un contributo di professionalità, di capacità e di responsabilità, e dalla volontà di sposare un progetto politico-amministrativo, quello di Fratelli d’Italia, che dovrà essere caratterizzato dal rispetto di rigorosi principi etici e dall’interesse esclusivo per il bene della comunità. Un ringraziamento devo rivolgerlo a tutti i candidati che si sono messi in gioco e che hanno deciso di impegnarsi per il bene delle proprie città. A loro un in bocca al lupo per una campagna elettorale nella quale dovranno puntare ad ottenere un consenso trasparente, libero e consapevole. È davvero l’occasione per segnare una svolta positiva nelle città calabresi chiamate al voto”.

  • Pubblicato in Politica

Vallefiorita, domani l'inaugurazione del circolo di Fratelli d'Italia

Rafforzare le idee di sovranità popolare, libertà, democrazia, giustizia, solidarietà sociale. E ancora: valorizzare il merito e l’equità fiscale, la tradizione nazionale, liberale e popolare e costruire l’Europa dei popoli.

Nasce su queste premesse il Circolo Fratelli d’Italia “Vallefiorita”.

Domani l’inaugurazione: l’appuntamento è alle ore 18.30, ai giardini della biblioteca comunale.

A tenere a battesimo il nuovo circolo ci saranno gli onorevoli Wanda Ferro (Coordinatore regionale FdI - Segretario commissione parlamentare antimafia), Fausto Orsomarso (assessore regionale al Lavoro, sviluppo economico e turismo) e Filippo Pietropaolo (Capogruppo FdI in Consiglio regionale).

Attesa anche la presenza di iscritti, simpatizzanti, dirigenti locali, provinciali e regionali. 

  • Pubblicato in Politica

Sondaggi, boom di consensi per Fratelli d'Italia

Un vero e proprio boom di consensi per il partito di Giorgia Meloni che in un anno guadagna quasi il 10 per cento (esattamente + 9,4 per cento rispetto a luglio del 2019).

E’ quanto emerge dal sondaggio Monitor Italia, nato dalla collaborazione tra Agenzia Dire e Istituto Tecne’, con interviste effettuate tra ieri ed oggi.

Con il 16 per cento, Fratelli d’Italia diventa, quindi, il terzo partito italiano alle spalle della Lega (24,9 per cento) e del Pd (20,2 per cento).

Il M5s non va oltre il 15 per cento, mentre Forza Italia si ferma all’8,3 per cento.

Appaiati, La Sinistra e Azione al 2,9 per cento, mentre Italia viva si attesta al 2,7 per cento.

Infine, +EU al 1,9 per cento ed i Verdi all’1,6 per cento.

Rimane bassa la fiducia nell’operato di Conte e dei suoi ministri.

Solo il 29,8 per cento degli intervistati approva la linea del governo, contro il 65,8 per cento che ne censura l’operato.
Il 4,4 per cento, invece, non esprime alcuna posizione.

Calabria: Fratelli d'Italia raccoglie cinquemila firme contro il governo Conte

Più di cinquemila firme sono state raccolte da Fratelli d’Italia per mandare a casa il governo Conte e chiedere di restituire la parola agli Italiani a settembre, per dare alla Nazione un governo forte, autorevole e legittimato dal consenso popolare. Militanti e dirigenti del partito di Giorgia Meloni hanno allestito banchetti in oltre 20 piazze di tutte le province calabresi, in concomitanza con la manifestazione nazionale di Piazza del Popolo a Roma. Per la coordinatrice regionale di Fratelli d’Italia Wanda Ferro “anche i cittadini calabresi hanno voluto esprimere con forza il proprio dissenso verso un governo di sinistra che si sta dimostrando incapace di difendere gli interessi dell’Italia e di affrontare la grave crisi economica e sociale con una visione forte e unitaria. Ciò è dimostrato anche dal decreto rilancio, che arriva in aula, che è assolutamente inadeguato ad affrontare il momento di straordinaria difficoltà che stanno affrontando le imprese, le famiglie e soprattutto le categorie più deboli. Con i nostri emendamenti siamo riusciti ad ottenere importanti risultati come lo sblocco delle assunzioni nella Polizia penitenziaria e l'aumento delle pensioni di invalidità”. Anche per il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale Filippo Pietropaolo “i cittadini chiedono di mandare a casa un governo totalmente scollato dalla realtà, che non è stato in grado di dare sostegno reale al sistema produttivo soprattutto in questa fase di emergenza, a differenza della Regione Calabria che sul turismo, ad esempio, ha investito oltre 150 milioni di euro in varie misure, dando liquidità vera alle imprese e non credito d’imposta come ha fatto il governo nazionale”.

Lettera di minacce a Gratteri, la solidarietà di Fratelli d'Italia

Giudica “Preoccupante la notizia di nuove minacce al procuratore della Repubblica di Catanzaro” ed esprime solidarietà a Nicola Gratteri.

Denis Nesci, Commissario della provinciale di Fratelli d’Italia - Reggio Calabria, in una nota scrive: “La lettera fatta pervenire ai carabinieri di Lagonegro con cui si rivolgono intimidazioni di morte al procuratore, e secondo cui il clan Mancuso avrebbe pianificato una strategia omicida, desta allarme ed inquietudine, considerando il lavoro di ‘bonifica’ portato avanti da Gratteri e la sua squadra. La Calabria migliore senza tentennamenti è dalla parte dello Stato, e nell’operato del dottor Gratteri intravede una speranza di riscatto per una terra martoriata e dilaniata dai tentacoli della ‘ndrangheta”.

“Certo che neanche questa avvisaglia - conclude Nesci - scalfirà la sua azione di contrasto alla criminalità, a nome del partito che rappresento, esprimo la più sincera vicinanza al Procuratore Nicola Gratteri.

  • Pubblicato in Politica

Serra - Verso le comunali, Zaffino:"Mi candido con Liberamente, non sono interessato ad una lista di centrodestra"

Indipendentemente dall'eventuale presenza di una lista ispirata al centrodestra, alle prossime elezioni comunali di Serra San Bruno, il coordinatore cittadino di Fratelli d'Italia, Salvatore Zaffino, correrà con la compagine del movimento civico "Liberamente".

A confermarlo, in un comunicato stampa, è il diretto interessato, per il quale: “Fermo restando che, da quando sono stato nominato coordinatore  cittadino di FdI, ho sempre profuso il massimo dell’impegno in tutti gli appuntamenti elettorali che si sono presentati e sempre con ottimi risultati per il partito, precisando che il mio pensiero non è rivolto a nessuno in particolare, riguardo all’eventuale formazione di una lista di centrodestra (nel momento in cui dovessi essere contattato) posso dire di non avere intenzione di farne parte”.  "L’appartenenza politica – spiega Zaffino – non è un vestito da indossare a seconda della competizione elettorale che si presenta. Non si può pensare che ci siano sempre, solo e comunque gli interessi personali prima di quelli della nostra comunità. L’amore che mi lega al mio paese mi porta a cercare di dare, attraverso le prossime amministrative, il mio modesto contributo per poter dare speranza ad una terra che negli anni è stata depredata di quasi tutti quei servizi atti a rendere più vivibile la quotidianità del nostro paese. Lo farò scendendo in campo con il movimento civico Liberamente”. Zaffino, che non rinuncia ad assestare una stilettata all'apparente innaturale alleanza tra "La Serra rinasce" e "in Alto volare", aggiunge: “Gli inciuci che si vedono a livello nazionale rispecchiano in pieno le alleanze che si stanno delineando a Serra San Bruno per le prossime amministrative. In primis la lista Censore-Salerno che, dopo aver spaccato intere famiglie negli ultimi 20 anni, viaggiano d’amore e d’accordo sempre in nome del bene comune. La falsità più grande che possa esistere. Spero – conclude – sia arrivato il momento che i cittadini serresi diano una spallata a questo meschino modo di fare politica”.

  • Pubblicato in Politica

Reddito di cittadinanza ad esponenti della 'ndrangheta, Wanda Ferro:"scenario scandaloso"

«Una nuova operazione di polizia giudiziaria, questa volta condotta dai carabinieri di Gioia Tauro con nome in codice “Jobless Money”, ha portato alla luce l’assegnazione del reddito di cittadinanza a 37 persone senza requisiti, in gran parte appartenenti alla potente cosca di ‘ndrangheta Piromalli-Molè. Secondo quanto emerso dalle indagini, alcuni dei percettori avevano già subito condanne per associazione mafiosa.  Abbiamo denunciato più volte i tantissimi casi in cui le risorse destinate a dare sostegno economico alle famiglie davvero bisognose finiscono nelle tasche di mafiosi, spacciatori e delinquenti. E’ incredibile che in questo scenario scandaloso, confermato da numerose inchieste delle forze dell’ordine e della magistratura, anziché puntare a rafforzare il sistema dei controlli, come proposto da Fratelli d’Italia,  il capo politico del Movimento 5 Stelle Vito Crimi sostenga che il reddito di cittadinanza ha strumenti di sorveglianza e vigilanza straordinari. Tanto straordinari che rendono possibile finanziare, di fatto, gli appartenenti ad organizzazioni criminali, sottraendo risorse che andrebbero destinate a chi ha davvero bisogno, soprattutto in un momento di grave crisi per il mondo del lavoro, con tante famiglie a rischio di nuova povertà anche a causa dei ritardi del governo nell’erogazione degli ammortizzatori sociali». 

E’ quanto afferma il segretario della Commissione parlamentare antimafia Wanda Ferro, di Fratelli d’Italia.

  • Pubblicato in Politica
Sottoscrivi questo feed RSS