In auto con due chili e mezzo di hashish, due persone in manette

I carabinieri delle Stazioni di Mirto Crosia e Calopezzati hanno tratto in arresto, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, Antonio Vitale e Giuseppe Campana, rispettivamente di 44 e 42 anni.

I due sono stati fermati mentre stavano percorrendo in auto la Statale 106, nel tratto che collega Corigliano Rossano alla frazione marina di Crosia.

Dopo aver identificato i due uomini, i militari hanno effettuato una perquisizione, nel corso della quale addosso a Campana sono stati rinvenuti cinque panetti di hashish, per un peso complessivo di 500 grammi, mentre all’interno dell’autovettura sono stati trovati due involucri contenenti altri due chili della stessa sostanza.

Su disposizione del magistrato di turno della Procura di Castrovillari, Vitale e Campana sono stati accompagnati presso la casa circondariale di Castrovillari a disposizione dell’autorità giudiziaria. 

  • Pubblicato in Cronaca

Soldi falsi e droga, in manette un sorianese di 40 anni

È stato trovato in possesso di oltre 5 mila euro contraffatti. Per questo motivo, un quarantenne di Soriano Calabro (VV) è stato tratto in arresto dalla guardia di finanza, a Reggio Calabria.

In particolare, una pattuglia delle fiamme gialle è entrata in azione dopo aver notato un furgone, in sosta in prossimità di uno svincolo della tangenziale.

Una volta identificata la coppia di quarantenni che si trovava a bordo del veicolo, i finanzieri hanno effettuato una perquisizione nel corso della quale, nelle tasche degli indumenti indossati dell’uomo, sono stati rinvenuti poco meno di 4 mila euro, in banconote false da 20 e 50 euro.

Constatata la flagranza del reato di spendita di monete falsificate e attivato il gruppo della guardia di finanza di Vibo Valentia, i militari hanno perquisito l’abitazione dell'uomo, a Soriano Calabro. 

Durante il controllo sono stati trovati altri 1.210 euro in banconote contraffatte, di taglio compreso tra i 5 e i 100 euro,  21 grammi di hashish e un bilancino di precisione.

Al termine delle operazioni, vista la flagranza del reato, l’uomo è stato tratto in arresto e posto ai domiciliari, per il reato di spendita e introduzione nello Stato di monete falsificate.

Hashish nascosta in camera da letto, ventenne in manette

I carabinieri della Compagnia di Cosenza hanno tratto in arresto B.F., di 20 anni, del luogo.

In particolare, durante un controllo domiciliare presso l’abitazione del ragazzo, i militari hanno rinvenuto in un armadio, un borsone contenente 35 grammi di hashish, suddivisi in dieci involucri trasparenti in cellophane, materiale da taglio e confezionamento della sostanza ed un bilancino di precisione.

Una volta sequestrato il tutto, gli uomini dell'Arma hanno arrestato il giovane, il quale, al termine delle formalità di rito, è stato posto ai domiciliari.

 

Trovati in possesso di cocaina e hashish, denunciati due ragazzi

I carabinieri del Comando provinciale di Cosenza hanno messo a segno un vero e proprio blitz nel cuore medioevale del capoluogo bruzio.

Durante l'attività, svolta con l'ausilio dei cinofili dello Squadrone eliportato Cacciatori di Calabria, i militari hanno denunciato due persone, accusate di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, durante un controllo alla circolazione stradale, gli uomini dell'Arma hanno fermato un ventiquattrenne, trovato in possesso di 5 grammi di cocaina, divisi in dosi pronte per lo spaccio.

Diciotto grammi di hashish sono stati, invece, trovati ad un diciassettenne.

Al termine delle attività, i carabinieri hanno, inoltre, segnalato alla prefettura di Cosenza quattro persone sorprese in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti.

Complessivamente, il blitz ha portato al sequestro di 11 grammi di cocaina, 28 d'hashish e 2 di marijuana.

  • Pubblicato in Cronaca

Corriere della droga beccato con 150 Kg di hashish e marijuana

I finanzieri della Tenenza di Montegiordano (Cs) hanno tratto in arresto una persona, accusata di traffico di sostanze stupefacenti.

In particolare, durante un servizio di controllo sulla Statale 106, nel territorio del Comune di Roseto Capo Spulico, i finanzieri hanno fermato un autocarro guidato da un uomo di nazionalità albanese.

Alla luce delle dubbie motivazioni fornite dall'uomo circa le ragioni del viaggio, i militari hanno deciso di perquisire il mezzo, con il supporto di un’unità cinofila.

L’infallibile fiuto del cane antidroga “C-Quanto”, ha permesso, quindi, di rivenire quindici involucri di varie dimensioni contenenti oltre 150 chilogrammi di marijuana e tre panetti di hashish del peso complessivo di 350 grammi 

La droga, era stata abilmente occultata nel cassone del camion, in un capiente doppiofondo congegnato appositamente per trasportare lo stupefacente, coperto con liste di legno e chiuso in sacchetti di cellophane, per cercare di eludere i controlli tramite cani antidroga.

Il responsabile, G.M. di anni 32, è stato tratto in arresto in flagranza di reato ed è stato associato presso la casa circondariale di Castrovillari.

Oltre allo stupefacente, il cui valore commerciale stimato ammonta ad un milione di euro, sono stati sequestrati tre telefoni cellulari, dieci banconote da cinquanta euro l’una e l’autocarro utilizzato per il trasporto dello stupefacente.

Beccato con dosi di marijuana e hashish, arrestato

È stato trovato in possesso di marijuana ed hashish; per questo motivo, un trentunenne d'Isola Capo Rizzuto (Kr) è stato arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

A sorprendere l'uomo sono stati i carabinieri della locale Tenenza, che durante una perquisizione hanno rinvenuto 14 dosi di marijuana ed una d'hashish.

Dopo aver sequestrato la droga, i militari hanno stretto le manette attorno ai polsi del trentunenne. 

  • Pubblicato in Cronaca

Hashish e marijuana, un arresto e due denunce

I poliziotti del Commissariato di Corigliano-Rossano e del Reparto prevenzione crimine Calabria Settentrionale hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio A.D. di 25 anni.

Benché sottoposto agli arresti domiciliari per i reati di estorsione e rapina, in casa del giovane gli agenti hanno rinvenuto marjuana e materiale per il taglio ed il confezionamento delle dosi, un bilancino di precisione e 500 euro in banconote di piccolo taglio.

Altre due persone B.A. di anni 22 e M.G. di anni 26, sono state, invece, denunciate dai poliziotti della Questura di Cosenza, per detenzione ai fini di spaccio di hashish.

In particolare, i due giovani sono stati trovati in possesso dello stupefacente durante un controllo stradale, al termine del quale, B.A. è stato denunciato, anche, per resistenza a pubblico ufficiale.

 

  • Pubblicato in Cronaca

Spaccia e coltiva droga in casa, 40enne finisce in manette a Soverato

Aveva allestito un piccolo centro per la produzione e lo spaccio di marijuana all’interno della sua abitazione.

 

Per questo motivo, un quarantenne, G.M., di Soverato è stato arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare, durante una perquisizione domiciliare effettuata dai militari delle Stazioni di Davoli e Soverato, l'uomo ha consegnando spontaneamente tre barattoli di marijuana.

Tuttavia, gli uomini dell'Arma hanno continuato ad ispezionare l'abitazione, nella quale sono stati rinvenuti: altri tre barattoli, un sacchetto e 8 dosi della stessa sostanza, per un peso complessivo di 210 grammi; tre involucri in cellophane contenenti hashish; 50 semi di cannabis; un cartone contenente foglie e rami di cannabis in fase d'essicazione ed un bilancino di precisione.

Infine, in un sottoscala, i carabinieri hanno trovato una lampada da 400 watt, una ventola da riscaldamento e cartoni rivestiti di carta stagnola, utilizzati per allestire una coltivazione domestica.

Una volta sequestrato il materiale rinvenuto, i militari hanno tratto in arresto il quarantenne che, dopo le formalità di rito, è stato posto ai domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS