Sorpresi in auto con 20 grammi d'hashish, due 18enne finiscono nei guai

Due diciottenni, Z.O.A. e L.S., di Corigliano – Rossano, sono stati arrestati, dai poliziotti del locale Commissariato, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

In particolare, durante una perquisizione dell’auto, a bordo della quale gli arrestati erano in sosta in una strada del centro cittadino, gli agenti hanno rinvenuto 20 grammi d’hashish, nascosta in un barattolo di gel per capelli collocato sotto uno dei sedili.

Nel corso dei successivi controlli, a casa di uno dei due giovani, è stato trovato un bilancino di precisione.

Per Z.O.A, e L.S. è quindi scattato l’arresto, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

  • Pubblicato in Cronaca

Vazzano, droga: auto fermata dopo un breve inseguimento, due persone in manette

Due persone, Salvatore Emmanuele (24) e Rosa Inzillo (33), originari rispettivamente di Gerocarne e Soriano Calabro, sono stati tratti in arresto e posti ai domiciliari in attesa dell’udienza per rito direttissimo, perché trovati in possesso di oltre 800 grammi di sostanze stupefacenti.

In particolare, durante un normale servizio di controllo, una pattuglia dell’Aliquota radiomobile dei carabinieri di Serra San Bruno ha notato un’auto, con a bordo due persone che, alla vista della gazzella, ha effettuato una manovra repentina, imboccando l’autostrada in direzione di Salerno.

I militari hanno, quindi, avviato un inseguimento, che si è concluso dopo pochi chilometri.

Una volta giunta sul posto una pattuglia della Stazione carabinieri di Vazzano, gli uomini dell'Arma hanno eseguito una perquisizione veicolare, nel corso della quale sono stati rinvenuti: 80 grammi di marijuana e 750 grammi d'hashish, suddivisi in quattro panetti.

Hashish e cocaina in soffitta, arrestato 43enne

Un 43enne è stato arrestato dai carabinieri della Stazione di Cosenza Nord, perché trovato in possesso di 3,3 chili di hashish e 190 grammi di cocaina.

In particolare, durante una perquisizione presso l’abitazione dell’uomo, i militari hanno rinvenuto, nascosti in un borsone in soffitta, 33 panetti di hashish e 110 grammi di cocaina.

Esteso il controllo al resto dell’abitazione, nella tasca di un pantalone appoggiato su una sedia, gli uomini dell’Arma hanno trovato altri 80 grammi di cocaina.

Una volta sequestrato lo stupefacente, i carabinieri hanno tradotto l’uomo presso la casa circondariale di Cosenza.

  • Pubblicato in Cronaca

Trovato in casa con droga ed oltre 3 mila euro in contanti, 38enne tedesco arrestato in Calabria

I carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno tratto in arresto un 38enne di origini tedesche, residente a Lungro, per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Durante una perquisizione domiciliare, in un mobile della cucina, i militari hanno trovato due barattoli pieni di marijuana, per un peso complessivo di circa 35 grammi ed un contenitore di plastica con 33 grammi d’hashish.

Inoltre, nel corso dell’ispezione, gli uomini dell’Arma hanno trovato tremila euro, in banconote di vario taglio, un coltello intriso d’hashish e due bilancini di precisione.

Il materiale è stato, quindi, sottoposto a sequestro, mentre T.S. è stato arrestato con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

  • Pubblicato in Cronaca

Trovati in possesso di hashish e marijuana, due persone in manette

Due persone sono state arrestate dagli agenti del Commissariato di Corigliano-Rossano, con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

Il primo a finire in manette, in flagranza, è stato T. R. V..

In particolare, durante una perquisizione, in un magazzino dell’uomo, i poliziotti hanno rinvenuto alcune dosi di marijuana, un bilancino di precisione e materiale utile al confezionamento dello stupefacente.

Al termine delle formalità di rito, T.R.V. è stato rimesso in libertà.

Sorte analoga per Z.A., il quale nel corso di una perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di: hashish già suddivisa in dosi, un bilancino di precisione, materiale utile al confezionamento in dosi della sostanza e 600 euro in banconote di piccolo taglio.

Dopo l’arresto, l’uomo è stato posto ai domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpresi in auto con 18 grammi di stupefacenti, 3 giovani segnalati nel Vibonese

Nel corso di un servizio straordinario di controllo del territorio, i carabinieri della compagnia di Tropea hanno segnalato alla prefettura di Vibo Valentia 3 giovani turisti, per detenzione ai fini personali di stupefacente.

I tre sono stati fermati mentre, a bordo di un'autovettura, stavano percorrendo l’ex Ss 522.

Durante il controllo, i giovani sono stati trovati in possesso di 18 grammi, tra hashish e marijuana.

Una volta sequestrato lo stupefacente, i militari hanno proceduto al ritiro della patente del conducente del veicolo.

  • Pubblicato in Cronaca

Sorpresi a spacciare per strada, arrestati

I poliziotti del Commissariato di Rossano e del Reparto prevenzione crimine Calabria Settentrionale, hanno tratto in arresto in flagranza di reato M. A. e T.A., rispettivamente, di 30 e 29 anni.

I due sono stati accusati di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, dopo essere stati sorpresi in una piazza della frazione Schiavonea, del comune di Corigliano-Rossano, mentre erano intenti a vendere droga.

Una volta sottoposti a perquisizione, M.A e T.A. sono stati trovati in possesso di 19 dosi di cocaina, haschis e marijuana.

Alla luce dei precedenti penali e gli elementi raccolti, i presunti spacciatori sono stati tratti in arresto e posti ai domiciliari.

  • Pubblicato in Cronaca

Liberati i due coniugi arrestati per detenzione di sostanze stupefacenti

Al termine dell’udienza di convalida tenuta oggi, il gip del Tribunale di Palmi ha disposto la liberazione di Antonino Papasergio e Annalisa Spirlì.

I due coniugi erano stati arrestati l’1 giugno scorso (per legge la notizia clicca qui), dopo essere stati trovati, durante una perquisizione domiciliare, in possesso di alcune dosi d'hashish e cannabis.

La decisione è stata assunta al termine dell’udienza di convalida, nel corso della quale l’uomo avrebbe precisato che lo stupefacente rinvenuto era destinato al suo occasionale uso personale.

I due, difesi dagli avvocati Davide Vigna e Carlo Bonaro, sono stati, quindi, rimessi in libertà per assenza di elementi certi dai quali desumere la sussistenza dell’ipotesi di reato, posto che, come rilevato dagli stessi legali, lo stupefacente non era occultato, né suddiviso in dosi, né accompagnato dalla presenza di strumenti finalizzati al confezionamento, ovvero di altri elementi idonei a far presumere che la sostanza fosse destinata allo spaccio.

  • Pubblicato in Cronaca
Sottoscrivi questo feed RSS