Testa di capra mozzata ed auto in fiamme, identificato il presunto responsabile

I carabinieri della Stazione di Riace (Rc) hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza e contestuale obbligo di presentazione alla p.g. nei confronti di S.V. quarantacinquenne, commerciante del luogo, ritenuto responsabile del danneggiamento seguito da incendio e della minaccia aggravata compiuti a Camini lo scorso 29 giugno.

Per gli investigatori, S.V., nel cuore della notte, avrebbe incendiato la Fiat Uno di un avvocato, prima di lasciare per terra la testa mozzata di una capra con una penna in bocca e gli occhi coperti da un lembo di stoffa.

La misura cautelare emessa dal gip presso il Tribunale di Locri, su richiesta della locale Procura della Repubblica, giunge in seguito alle indagini condotte dai militari della Stazione di Riace che, attraverso la visione delle immagini di numerosi sistemi di videosorveglianza, hanno individuato l’auto che ha permesso di risalire al presunto responsabile.

  • Pubblicato in Cronaca

Auto in fiamme, illeso il conducente

Tanta paura, fortunatamente senza nessuna conseguenza, per il giovane conducente di una Citroen C3 andata a fuoco in località Corace, nel comune di Tiriolo (Cz).

Alla vista delle fiamme fuoriuscire dal motore, l’automobilista ha arrestato la corsa e dopo aver accostato a bordo strada ha lasciato il veicolo.

Il rogo è stato domato da una squadra dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Catanzaro.

Sottoscrivi questo feed RSS